NON AVEVAMO LE CHAT .....

16 agosto 2021 ore 16:42 segnala
Non avevamo le chat.
Non avevamo i gruppi di WhatsApp.
Non avevamo lo smartphone, i social network e neppure gli sms.
C’era il telefono fisso, ma rispondevano sempre i genitori.
Il massimo della tecnologia disponibile era il campanello di casa, per suonare agli amici e dirgli che li stavamo aspettando.
Ma in realtà non ce n’era neppure bisogno, perché loro già lo sapevano.
Sapevano dove eravamo, sapevano quando era ora di uscire, sapevano chi avrebbero trovato.
Perché in fondo la nostra vita era tutta lì, seduti attorno a un tavolo del bar o sopra una panchina trasformata in seconda casa.
C’era il ritardatario, quello che non sapevi mai quando sarebbe arrivato perché aveva sempre qualcosa da fare.
C’era quella che guardava continuamente l’orologio, perché doveva rientrare a casa presto e accidenti, ho fatto tardi un’altra volta.
C’era il bello della compagnia, che non passava la giornata a farsi fotografare ma gli bastava incrociare uno sguardo per far battere i cuori.
C’era il polemico, quello a cui non andava mai bene niente e aveva da ridire su qualunque iniziativa di gruppo.
C’era la mattatrice, che in un momento di noia collettiva saltava fuori con una proposta che dava finalmente un senso alla giornata.
C’era il pettegolo, che aveva sempre una storia da raccontare; la saggia, che dispensava consigli e suggerimenti anche quando non erano richiesti; il decano, che siccome era nato due mesi prima degli altri si atteggiava a uomo vissuto.
C’erano tutti, allegri e sorridenti, beatamente ignari che quei momenti sarebbero passati velocemente, come l’immagine di un paesaggio mozzafiato ammirato dal finestrino di un treno in corsa.
Eppure qualcosa resta dentro, per sempre.
e86e4cd1-5b9f-49eb-9706-f44722a88ef5
Non avevamo le chat. Non avevamo i gruppi di WhatsApp. Non avevamo lo smartphone, i social network e neppure gli sms. C’era il telefono fisso, ma rispondevano sempre i genitori. Il massimo della tecnologia disponibile era il campanello di casa, per suonare agli amici e dirgli che li stavamo...
Post
16/08/2021 16:42:44
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9

Commenti

  1. Lafata.verde67 16 agosto 2021 ore 17:48
    mi ritengo una di quelle tante fortunate ad aver vissuto quegli anni; e pur accettando volentieri quello che vivo oggi un saltino indietro a "quei tempi" lo farei volentieri. Siamo stati molto fortunati
  2. freepause 17 agosto 2021 ore 14:23
    Nè cellulari, nè tablet, in compenso c'erano cabine telefoniche, muretti e panchine a turno ..
  3. smile.2016 19 agosto 2021 ore 15:06
    proprio così...
  4. Uomomoto 22 agosto 2021 ore 12:02
    Ciao a te bellissima dentro, e senza dubbio anche fuori. Io son di quel epoca, dove si era amici per la pelle. Si amava e si riceveva amore senza frontiere. Ora quegli oggetti da te descritti per certi versi " utili " Hanno reso le persone incapaci ei fare amicizia col cuore. Bacio da Cremona.
  5. tuttodainventare 22 agosto 2021 ore 23:42
    c'ero pure io...
    il cielo allora era più azzurro
  6. 68Moni 23 agosto 2021 ore 07:32
    @Lafata.verde67 Siamo stati fortunati perchè abbiamo vissuto in un bel periodo... siamo stati fortunati perchè avevamo tutto e stare all'aperto certo è che ci ha fatto crescere molto.....pure io ci tornerei indietro a quegl'anni cambiando pero' alcune cose :ehy :ehy :ehy
  7. 68Moni 23 agosto 2021 ore 07:43
    @freepause e la testa molto più libera di adesso .......grazie di essere passato dal mio blog
  8. 68Moni 23 agosto 2021 ore 07:44
    @Lafata.verde67 grazie di essere passata dal mio blog
  9. 68Moni 23 agosto 2021 ore 07:45
    @smile.2016 forse siamo troppo malinconici .......?!?!?!
  10. 68Moni 23 agosto 2021 ore 07:48
    @smile.2016 grazie di essere passata dal mio blog
  11. 68Moni 23 agosto 2021 ore 08:06
    @Uomomoto22 Grazie per i complimenti sempre ben accetti.....
    Quegl'oggetti ci hanno reso schiavi.....dobbiamo essere sempre collegati essere in rete sempre per controllare se qualcuno ci scrive , pubblica qualcosa , dobbiamo sapere in ogni istante quello che gli altri fanno, insomma siamo diventati dei perfetti controllori o come diciamo noi siamo dei veri "braconi" delle cose altrui .... :-)) :-)) :-))
    Comunque ci hanno tolto pure la capacità di dialogare , di stare in compagnia e di stare all'aria aperta .
    Ciao e grazie di essere passato dal mio blog
  12. 68Moni 23 agosto 2021 ore 08:10
    @tuttodainventare e non solo il cielo era azzurro ...... tutto il mondo era a colori tutti i colori dell'arcobaleno con in mezzo tutte le sfumature possibili ed immaginabili... eravamo liberi e felici
  13. 68Moni 23 agosto 2021 ore 08:12
    @tuttodainventare Grazie di essere passata dal mio blog
  14. smile.2016 23 agosto 2021 ore 16:48
    @68Moni forse si...però mi piaceva di più allora :-)))
  15. vivodisorrisi 23 agosto 2021 ore 18:55
    Io adoro i tempi che furono. Quei tempi dove bastava molto poco per sorridere e sentirsi felici. Penso spesso agli anni in cui mi sono trovata spensierata.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.