ARRIVA LA BEFANA ... preparatevi!

05 gennaio 2023 ore 19:29 segnala


La filastrocca a lei dedicata descrive bene il suo abbigliamento:

"La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte

col cappello alla romana viva viva la Befana!"
La Befana è nel nostro immaginario una vecchietta che porta doni ai bambini la notte tra il 5 e il 6 gennaio. Le sue origini sono frutto di credenze popolari e tradizioni cristiane.

La Befana, si dice, porta i doni in ricordo di quelli offerti al Bambino Gesù dai Re Magi. *

La sua rappresentazione è ormai la stessa da tempo immemorabile: un gonnellone scuro ed ampio, un grembiule con le tasche, uno scialle, un fazzoletto o un cappellaccio in testa, un paio di ciabatte consunte, il tutto assortito da coloratissime toppe.

Curva, viso magro e lungo, grande naso adunco e mento aguzzo...proprio bruttina!

La notte tra il 5 ed il 6 gennaio, a cavalcioni di una scopa, passa sopra i tetti delle case e, calandosi dai camini, distribuisce nelle calze lasciate appese dai bambini ... tanti bei giocattoli, caramelle e cioccolatini, ma anche carbone e cenere per i più birichini!


95816a9a-3cec-47cb-ba5c-0adc9a1a88d8
« immagine » La filastrocca a lei dedicata descrive bene il suo abbigliamento: "La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte col cappello alla romana viva viva la Befana!" La Befana è nel nostro immaginario una vecchietta che porta doni ai bambini la notte tra il 5 e il 6 gennaio. Le sue o...
Post
05/01/2023 19:29:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment

ANNO NUOVO VITA NUONA, BUON 2023!

31 dicembre 2022 ore 10:33 segnala


L’arrivo dell’anno nuovo è un momento molto importante per tutti noi in quanto è perfetto sia per fare un resoconto di ciò che abbiamo vissuto negli ultimi 365 giorni, sia per darci nuovi obiettivi e continuare a crescere.

Il Capodanno è anche l’occasione giusta per fare gli auguri alle persone che più abbiamo vicino, nella speranza che le cose vadano per il verso giusto.

Ecco quindi un’ampia raccolta di frasi di auguri di Buon Anno per iniziare col piede giusto una nuova stagione della vita.
a4c1dfaf-c394-49ad-89a8-fee1ea86345c
« immagine » L’arrivo dell’anno nuovo è un momento molto importante per tutti noi in quanto è perfetto sia per fare un resoconto di ciò che abbiamo vissuto negli ultimi 365 giorni, sia per darci nuovi obiettivi e continuare a crescere. Il Capodanno è anche l’occasione giusta per fare gli auguri ...
Post
31/12/2022 10:33:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Come uccidere Babbo Natale!

10 dicembre 2022 ore 18:16 segnala
:::::::::::

Questo è uno dei tanti file della stagione natalizia e il pensiero delle persone che sono
felici senza che io possa fare nulla per rendere il loro giorno il più marcio possibile mi tormenta.



Il periodo natalizio è grande e lo sarà ancora di più, perché se uccidi Babbo Natale non farà più regali di merda da aprire il 25!
Guarda tutti questi Babbi Natale fasulli nei centri commerciali con quegli stupidi vestiti rossi, non ti sentiresti soddisfatto in realtà a sopprimerli uno ad uno? A me piacerebbe!
Personalmente trovo molta soddisfazione nell'uccidere il maggior numero possibile di bastardi in tailleur rosso ed é per questo che sono qui a condividere alcune esperienze personali nell'uccisione di Babbo Natale.




01. Allunga un cavo robusto attraverso due pali della luce sul piano stradale,
quindi quando il Babbo arriverà volando sulla sua slitta con quelle patetiche renne
e cercherà di toccare terra avrà una piacevole sorpresa rompendosi l’osso del collo
e distruggendo la slitta.

02. Quando troverai i diversi Babbi (fasulli) al centro commerciale punta una pistola calibro45 alla loro testa uno ad uno e avvisali che stai per fargli un’enorme vasectomia. Quindi spara e guarda il risultato sarà di sicuro appagante.



03. Metti un bruciatore a gas sul fondo del tuo camino, in genere il Babbo Natale ama calarsi giù da questo manufatto, e tienilo acceso tutta la notte della vigilia.

04. Cospargi di olio il tetto della tua casa e stai a guardare quando il ciccione cercherà di atterrare con la sua slitta.
Invita anche i tuoi amici ad assistere, vi farete delle gran risate quando vedrete rotolare giù dal tetto il babbo, la slitta e le renne.



05. Metti una bomba all'altimetro nella sua slitta, così quando volerà abbastanza in alto salterà in aria con tutti i suoi pacchi e pacchetti

06. Fissa una fune sul tetto di casa tua e lega l'altra estremità alle lame della sua slitta.
Vedrai che sorpresa quando cercherà di prendere il volo, si troverà a terra in mezzo alle sue renne ed ai rottami della sua slitta.



07. Investilo con la macchina quando atterra sulla strada, se prenderai bene la mira non avrà scampo ed il prossimo natale non sentiremo più parlare di lui.

08. Ultima possibilità di liberarti del grassone è quella di farlo arrestare per violazione di domicilio, mostrando le foto fatte col cellulare di quando si era introdotto in casa tua senza essere invitato.



Si lo so, questa non è una soluzione definitiva, ma lo terrai lontano per un bel po’
così avrai più tempo per studiare altri metodi per una definitiva risoluzione del
vecchio barbuto.
Quando il ciccione maledetto si avvicinerà alla mia città avrà la peggiore notte della sua vita, per non dire l'ultima.

.......
6d4726ed-2ee3-4cf8-a4d1-8b6f572571e9
::::::::::: « immagine » Questo è uno dei tanti file della stagione natalizia e il pensiero delle persone che sono felici senza che io possa fare nulla per rendere il loro giorno il più marcio possibile mi tormenta. il periodo natalizio è grande e lo sarà ancora di più, perché se uccidi Babbo...
Post
10/12/2022 18:16:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    5

I maglioni di Natale più brutti e imbarazzanti di sempre!

08 dicembre 2022 ore 15:11 segnala
Per iniziare una Lei dotata di una simpatica tetta natalizia, non stupitevi c'è di peggio!



Avete un amico/a che vi sta particolarmente antipatico? Niente di meglio che regalargli per Natale uno di questi maglioni con l'obbligo tassativo di indossarlo nelle feste pena la cancellazione dalla vostra cerchia di amicizie.
Lo spunto l'ho preso dalle vendite in America di questi capi d'abbigliamento che sotto Natale vanno per la maggiore, maglioni rigorosamente made of plastic China!
Gli americani, si sa, non brillano certo per il buongusto nell'abbigliamento ma con questi "articoli" hanno superato se stessi.
Ed eccovene una discreta scelta che, in alcuni casi, rasenta l'oscenità assoluta.
Proseguiamo con un Lui, invece, che disinvoltamente raffigura una renna vivente con tanto di corna a gentile sollecitazione.



Qui la renna che vomita dolcetti e coccarde colorate!
A richiesta viene fornito di luci natalizie vivaci e multicolor alimentate a pile (non fornite).



Terrificante l'Alberello Natalizio su ciccione privo di inibizioni e con villosità in bellavista!



Questo giovanottone incosciente e assolutamente privo di buon gusto
indossa un capo che rasenta l'apoteosi natalizia.
Sicuramente neppure lui sa cosa rappresenti questo intruglio di disegni e appendici natalizie.
Orgoglioso di essere ORRENDO!



Un altro soggetto, sicuramente disturbato, con la mania dell' en plein.
Ha di tutto su sto maglione: Babbo Natale munito di scala che depone la Stella sulla punta, albero, decorazioni, luci, regali e quant'altro!



Qui il Jurassico si sposa con il Natalizio, con un effetto tra il vomito ed il nonsense.
Penso sia uno scellerato omaggio alla pellicola di Steven Spielberg
della quale ne richiama una scena, ricordate?



Per lei, che conosce poco l'anatomia, oppure a causa di una patologia psichica individuabile come "invidia del pene" un bel maglione con
Pisello Natalizio e accessori (palline) in bella mostra.



Un altro panzone esibisce la sua ciccia villosa allietata da luci multicolori, la scritta sul maglione dice più o meno così: " PERNICE SULL'ALBERO PELOSO"(!?) che ridere .... SIGH!



Poteva mancare un coppia natalizia affiatata nel cattivo gusto?
NO certamente, ed eccovela qui, fieri dei loro raccapriccianti maglioni con attributi sessuali natalizi che gli permetteranno di passare delle tremende Festività alla faccia del Bon Ton.



Ed eccoci al clou del senso estetico, maglione natalizio per donna gravida priva di qualsiasi attenuante dovuta al suo stato.
Sperando che il pargolo che ha in grembo, in un prossimo futuro, si dissoci dal look esoterico della madre.



Impunito che non disdegna di farsi un selfie per mostrare al mondo che razza di maglione natalizio munito di palle colorate ha avuto il coraggio d'indossare senza tema di denuncia per vilipendio della bandiera od oltraggio al pudore!



Eccelso simbolo delle ricorrenze sotto Natale, Befana compresa, il caminetto!
Lei lo indossa con disinvoltura ed un pizzico di sconsideratezza aprendo anche le braccia per favorirne l'interpretazione.



Qui la famiglia tutta, minori compresi, si è addobbata con atroci maglioni natalizi con gatto inconsapevole, babbo natale con tanto di slitta e renne al seguito.
In Europa a questi genitori sarebbe stata tolta la patria podestà
e la minore affidata dalle assistenti ad una qualche istituzione di servizi sociali, ma siamo in America e questo lì non succede.



Per par condicio con la Lei del primo maglione di questa serie efferata, quella con la tetta natalizia per intenderci, un Lui con tetta che fa capolino da un maglione che rabbrividisco al solo pensiero di chiamarlo tale.
Straccetto natalizio diciamo, con pretese di essere magari sessualmente stuzzicante, ma con risultato letteralmente opposto ed esattamente quello di essere usato come contraccettivo nel senso che evita qualsiasi tipologia di contatto carnale.



E ultimo, ma non certo meno disgustoso, una Lei convinta che rappresenta in tutto il suo fulgore l'Albero Natalizio unendo anche le braccia sopra la testa per inscenare al meglio il suddetto albero. Pietà!



b433964e-1ff0-4c3f-ba7c-2001cf257997
Per iniziare una Lei dotata di una simpatica tetta natalizia, non stupitevi c'è di peggio! « immagine » Avete un amico/a che vi sta particolarmente antipatico? Niente di meglio che regalargli per Natale uno di questi maglioni con l'obbligo tassativo di indossarlo nelle feste pena la...
Post
08/12/2022 15:11:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    6

Il gioco dell’Elfo monello . . . aspettando il Natale.

02 dicembre 2022 ore 20:01 segnala


Elf on the shelf, l’elfo sulle mensole. Una tradizione americana ormai molto amata anche in Italia.
Nata poco più di 10 anni fa oltreoceano, spopola anche nel nostro paese con pupazzi raffiguranti piccoli elfi che fanno divertire adulti e bambini.
Elfi e Natale, si sa, camminano insieme. Queste creature leggendarie sono gli aiutanti di Santa Claus.
Ma cos’è l’elf on the shelf e perché a dicembre anche i social si riempiono di strani elfi in pose e luoghi impensabili riuniti sotto l’hastag #elfontheshelf?




Elf on the Shelf, la storia.

Si tratta di una divertente tradizione che si è diffusa velocemente e inaspettatamente dapprima negli Stati Uniti per poi varcare l’oceano e arrivare anche qui da noi.
Tutto è cominciato a partire da un libro, “The Elf on the Shelf: A Christmas Tradition“, scritto da Carol Aebersold e dalla figlia Chanda Bell e illustrato da Coë Steinwart contenente anche un piccolo elfo giocattolo a supporto della narrazione e del “gioco” da fare in famiglia.


.......

Il libro racconta, infatti, una storia a tema natalizio, scritta in rima, che spiega chi sia Babbo Natale, ma soprattutto i suoi fidati elfi che fanno visita ai bambini a partire dal giorno del Ringraziamento (dal primo dicembre in Italia) alla vigilia di Natale per “controllare e riferire tutto al “loro” capo. In pratica ogni giorno l’elfo in questione rimane immobile e “studia” l’operato della famiglia che lo ha adottato per poi animarsi di notte, quando tutti dormono, tornare al Polo Nord tramite l’apposita porta elfica e riportare a Babbo Natale le azioni, buone e cattive, che hanno avuto luogo durante la giornata.
Prima che la famiglia si svegli ogni mattina, l’elfo torna nella casa e si nasconde in un posto nuovo, facendo vari scherzi.
Da qui è partita proprio un’elfomania e grazie anche alla viralità dei social impazzano le foto contenenti queste bamboline in luoghi e posizioni davvero bizzarre.




Ed è così che l’elfo sulla mensola da qualche anno spopola pure in Italia, nonostante ancora non esista una versione in italiano del libro.
Nel frattempo però ne sono state fatte diverse interpretazioni e adattamenti. Ma andiamo con ordine. Come funziona e regole di Elf on the shelf “C’è solo una regola che devi seguire per farmi tornare ed essere qui domani: per favore non toccarmi, la mia magia potrebbe sparire, e Babbo Natale non saprà tutto quello che ho visto e so” si legge nel libro di Carol e Chanda. Gli elfi ottengono la loro magia dopo essere stati nominati e amati dai bambini. Nella parte posteriore di ogni libro, infatti, le famiglie devono sceglierne il nome e scriverlo insieme alla data in cui hanno adottato l’elfo.
Solo allora, riceve la speciale magia natalizia che gli consente di volare da e verso il Polo Nord.
Ma guai a toccarlo, altrimenti potrebbe perdere i suoi poteri.




A parte questo divieto, grandi e bambini possono parlare al proprio elfo e dirgli tutto quello che vorrebbero riferire a Babbo Natale con precisione.
La storia si conclude il 25 dicembre, quando l’elfo torna al Polo Nord fino all’anno successivo. Gli elfi infatti tengono sotto controllo i bimbi. Di giorno sono immobili ma di notte fanno il resoconto a Babbo Natale. Si tratta di un gioco dell’attesa molto amato dai bambini, che aspettano il Natale ancora con più magia.
Senza contare che sapere di essere tenuti sott’occhio da un elfo li induce a comportarsi bene. Le regole del gioco sono semplici. Come già anticipato, l’elfo non deve mai essere toccato per non perdere i suoi poteri magici, ottenuti insieme al nome dato dai bambini.
Questi ultimi possono parlargli e fare delle richieste ma senza aspettarsi risposte. Infine, ogni giorno i piccoli hanno il compito di scoprirne il nascondiglio, sempre diverso (chiaramente scelto dai genitori che lo piazzano in vari luoghi della casa).




L’adattamento italiano.

In Italia, anche se il libro non è mai stato tradotto nella nostra lingua, da diversi anni gli elfi cominciano a far capolino, con mamme, papà e bambini che si divertono ad ospitare in casa la tradizione, adattandola alle proprie esigenze. Uno dei più famosi adattamenti è un libro che che ha cambiato un po’ le regole svestendosi della rigidità della versione americana e offrendo maggiore libertà d’azione ai protagonisti.
È “Che la magia abbia inizio:…Attenzione elfo in arrivo!“, di Martina Caterino e Monica Pezzoli. Il libro, così come l’originale americano, prepara i bambini all’arrivo dell’elfo, dettando le semplici regole del gioco.




Le regole

Rispetto alla versione americana, infatti, in Italia gli elfi si posso toccare, come spiega Martina Caterino: “Nella tradizione americana l’elfo infatti visita i bambini per controllarli e riferire a Babbo Natale se si comportano bene oppure no. Non mi piaceva l’idea di far sentire i miei figli giudicati, di metterli sotto pressione proprio in un periodo dove dovrebbe regnare gioia e spensieratezza.
Poi nessuno vi impedisce di far compiere un dispetto all’elfo se vostro/a figlio/a vi ha fatto disperare, ma non volevo che il suo scopo principale fosse quello di controllare i bambini.
Un’altra cosa che non amavo di quell’elfo è che non può essere toccato. Per nulla al mondo i bambini americani possono interagire con lui.
Una regola simile a casa mia avrebbe sicuramente causato malcontento e frustrazione. Caspita, c’è un vero elfo di Babbo Natale a un metro da me e non posso nemmeno toccarlo?!
Una cosa che ho il divieto di toccare mi sa di una cosa pericolosa, sospetta. Insomma non mi piaceva. E così ho modificato la storia per renderla più compatibile con le mie convinzioni.
L’elfo della nostra storia viene a far visita ai bambini per imparare a conoscerli. Per vedere come passano il tempo, che programmi guardano in TV, cosa leggono, quali sono i loro giochi preferiti.
Queste informazioni saranno poi molto utili a Babbo Natale per preparare i suoi doni.
E poi il nostro elfo si può toccare, coccolare, portare nel lettone ecc. Una regola però c’è: non bisogna fargli male!
Perché anche se di giorno sembra un semplice pupazzo, di notte diventa molto di più!”




Cosa occorre.

Il vero protagonista è chiaramente l’elfo, uno qualunque, anche uno di stoffa fai da te o che comunque che abbia gli arti flessibili.
Non va scelto insieme ai bambini perché per loro non è solo un pupazzo ma un vero e proprio elfo mandato da Babbo Natale.
Qui potrete trovare l’elfo che fa per voi.
Serve poi una porta degli elfi, da posizionare in un punto qualsiasi della casa, solitamente sopra il battiscopa.
A differenza degli Usa, dove inizia il giorno dopo il Ringraziamento, da noi il gioco inizia ufficialmente il 1° dicembre ma la sera prima, dopo che i bambini sono a letto, occorre posizionare l’elfo con una letterina di presentazione vicino alla porta.
Al mattino i bambini lo troveranno e potranno prenderlo e giocarci.
Il giorno dopo, lo troveranno in un altro posto e in un’altra posizione e così via fino al 24 dicembre, quando dovranno salutarlo visto che l’elfo tornerà al Polo Nord insieme a Babbo Natale.
L’elfo può fare diverse cose, uno scherzo, un dispettino ma anche proporre un gioco, portare un regalo, lasciare un suo messaggio o semplicemente trovarsi in una situazione buffa, ad esempio mentre fa il bagno.
Potrà fare qualunque cosa voi desideriate.
“In alcune famiglie, invece, l’elfo se ne va con calma subito dopo la Befana.
Le date, infatti, sono indicative, ma consigliamo di non far durare il gioco oltre il periodo natalizio per mantenere i sentimenti di sorpresa e meraviglia tipici della magia” suggeriscono le ideatrici.
Ecco il gruppo Facebook dedicato: “La magia dell’elfo”, dove troverete tanti spunti interessanti.




Cosa fare per accogliere l’elfo: idee pratiche.

Quello dell’elfo è un gioco dell’attesa, durante il quale si possono svolgere molte altre attività e trascorrere del tempo in famiglia.
Tra queste, fare l’albero, preparare dei biscotti o un dolce, andare in fattoria, a pattinare, in piscina, a vedere una mostra o un mercatino di Natale.
Si potranno fare anche dei lavoretti, posizionando l’elfo vicino a colla, forbici, brillantini e fogli colorati.
In questo modo, i bambini potranno divertirsi a creare insieme a lui bigliettini di auguri, decorazioni per la casa o per l’albero e regalini per ad amici o parenti.
Ma non sono tutte e rose fiori. Ricordiamo che gli elfi sanno essere anche dispettosi quindi possiamo far combinare al nostro amico una serie di marachelle, ricordandoci di lasciarlo vicino al misfatto.
Ad esempio: appendere le mutande di tutta la famiglia sull’albero di Natale, allacciare tra di loro i lacci delle scarpe, impacchettare una sedia, il wc, la porta ecc. con la carta da regali, fare una ragnatela con la lana davanti alla porta, truccare i bambini mentre dormono ecc.




Come allestire la porta.

Immancabile, la porta degli elfi è un must, molto diffuso nelle case di tutto il mondo.
Ne esistono numerose in commercio, ma è possibile anche realizzarle col fai-da-te utilizzando materiali di recupero. Si tratta dunque di una variante delle porte delle fate. Queste ultime sono apparse per la prima volta negli Stati Uniti, nel 1993, nella cittadina di Ann Arbor, sul battiscopa di Jonathan e Kathleen Wright che le inventarono per le figlie.





Anche l’elfo fa il proprio ingresso in casa dalla porta, che mette in comunicazione la nostra abitazione con il regno degli elfi di Babbo Natale.
Se i bambini si comportano bene, l’elfo ne dà notizia a Babbo Natale che potrà portare loro il dono desiderato.
In realtà, le porte sono un modo per stimolare la creatività nei bambini, una porta di accesso nel mondo della fantasia.
L’elfo ha anche il compito di aiutare e supportare i bambini, tenendo lontani i mostri e aggiustando i giocattoli rotti.
Per questo, a volte vengono lasciate nelle camere dei bambini tutto l’anno affinché essi possano trovarvi rifugio o un luogo riservato dove esprimere le proprie emozioni. Se siete abili col faidate mettetevi subito all’opera e realizzate da soli una porta degli elfi.
f4b52dd2-8674-42ef-91e9-c10e02e4dff1
« immagine » Elf on the shelf, l’elfo sulle mensole. Una tradizione americana ormai molto amata anche in Italia. Nata poco più di 10 anni fa oltreoceano, spopola anche nel nostro paese con pupazzi raffiguranti piccoli elfi che fanno divertire adulti e bambini. Elfi e Natale, si sa, camminano ins...
Post
02/12/2022 20:01:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    1

NON leggete questo post …

26 novembre 2022 ore 17:37 segnala


. . . se prima non avete letto questo QUI


post – logico glossario:

aereologico:
(diagrammi aerologici) l'aerologia è la scienza che studia l'atmosfera libera, cioè quegli strati dell'atmosfera che non sono in diretto contatto col il suolo.
analogico:
in elettronica, per analogico si intende il modo di rappresentare il segnale elettrico all'interno di una data apparecchiatura (che lavora sotto potenziale elettrico)
antologico:
raccolta, rassegna delle opere più significative di un artista.
archeologico:
da archeologia, la scienza che studia le civiltà e le culture umane del passato.
assiologico:
aggettivo relativo all’assiologia; basato su un criterio o un giudizio di valore.
bacologico:
termine che indica uno studioso dedicato all'allevamento dei bachi da seta.
batteriologico:
aggettivo riferito ad una parte della microbiologia che studia i batteri.
dietrologico:
nel linguaggio politico e giornalistico, attribuzione di motivazioni e cause occulte a determinati fatti e decisioni; usato spesso con valore polemico.
ecologico:
che salvaguarda l'ambiente naturale.
escatologico:
che si riferisce all'escatologia. che è, nelle dottrine filosofiche e religiose, la riflessione che si interroga sul destino ultimo dell'essere umano e dell'universo.
etnologico:
che riguarda la scienza che si occupa dello studio comparativo e sistematico delle etnie umane e dei singoli popoli nella loro distribuzione territoriale, nelle loro vicende storiche, nelle reciproche relazioni, e in ogni manifestazione della loro civiltà.
eziologico:
che concerne l'eziologia, parte di una scienza che studia le cause di un certo tipo di fenomeni; in particolare, in medicina, lo studio delle cause delle malattie.
filologico:
detto della disciplina che si occupa dei documenti linguistico - letterari delle varie epoche, cercando di ricondurli alla loro forma originale.
frenologico:
di dottrina pseudoscientifica dell'ottocento e da tempo abbandonata secondo la quale vi sarebbe una correlazione tra caratteristiche psichiche e la forma del cranio.
paleontologico:
aggettivo per definire qualcosa inerente la disciplina che studia i resti fossili di organismi vegetali e animali, ricostruendone la morfologia, l'origine e l'evoluzione.
radiologico:
della radiologia. lo studio e la tecnica dell'applicazione a fini diagnostici e terapeutici dei raggi X e delle sostanze radioattive.
senologico:
della senologia che è la branca della medicina che studia le malattie della mammella. propriamente in anatomia per seno si intende il solco posto tra le due salienze mammarie ma è invalso l'uso di utilizzare questo termine come sinonimo di mammella.
topologico:
proprio dello studio della conformazione e delle caratteristiche del paesaggio e del suolo.
tossicologico:
in medicina è settore della farmacologia che studia l'azione delle sostanze tossiche e gli eventuali mezzi per annullarne l'effetto nocivo.
.................
019c21ca-2d81-4a16-bd3c-aeac21ad9f26
« immagine » . . . se prima non avete letto questo https://blog.chatta.it/90_floriana/post/post-logico.aspx post – logico glossario: aereologico: (diagrammi aerologici) l'aerologia è la scienza che studia l'atmosfera libera, cioè quegli strati dell'atmosfera che non sono in diretto contatto ...
Post
26/11/2022 17:37:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

NONSENSE CLUB (pubblicità occulta)

20 novembre 2022 ore 13:28 segnala
..........

Non occorre necessariamente essere delle squilibrate per iscriversi, anzi l'equilibtio satirico é proprio una delle caratteristiche necessarie per apprezzare i contenuti ironici e dissacratori del Club. Basta avere un po' di passione ed uno spiccato senso dell'umorismo . . . e la pillola va giù! (Mary Poppins docet)


SE NON VI ISCRIVETE MI UCCIDO!*



:smile1 NONSENSE CLUB :smile1

Alternativa protetta all'austerità della vita

Un Club per estimatrici e simpatizzanti ironici ed equilibrati.



Se la numerazione digitale è esatta dovremmo già essere in:





Un contatore satellitare registra tutte le nuove iscrizioni!
(praticamente, quando passo io aggiorno)

$$$ VATICAN GROUP $$$


Da questa notte gemellato con il santo gruppo. io ero indeciso, ma Francy ha tanto insistito che alla fine ho dovuto cedere.
Risultato: un gemellaggio at divinis con in omaggio, a tutti gli iscritti, della pergamena pass oro per un soggiorno all-inclusive nelle catacombe vaticane.




Ed infine é, con sommo orgoglio e perplessità, che annuncio che il nostro Gruppo:

:koka :koka :koka :koka :koka :koka NONSENSE CLUB :koka :koka :koka :koka :koka :koka

Per l'impegno animalista ...

per aver bandito la violenza gratuita (si accetta solo quella a pagamento)...
per l'autocensura più estrema e responsabile

e per un sacco di altre ragioni che non sto qui ad elencare, é uno dei rari gruppi consigliati dal grande fratello:

(che te possino...!)
QUI in segreteria si accettano le iscrizioni, così potrete pregustare tutto il nettare goliardico di cui é intriso il nostro gruppo. affrettatevi però, perché potreste non trovarci più, se il GRANDE FRATELLO GOOGLE cazzia la CHATTA DIRECTION ci vaporizzano come neve al sole!

*so che a qualcuno potrebbe far piacere, ma non contateci sto bleffando.
e8f4c049-e63f-40eb-801e-a435c13d598b
« immagine » Non occorre necessariamente essere delle squilibrate per iscriversi, anzi l'equilibtio satirico é proprio una delle caratteristiche necessarie per apprezzare i contenuti ironici e dissacratori del Club. Basta avere un po' di passione ed uno spiccato senso dell'umorismo . . . e la pill...
Post
20/11/2022 13:28:13
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

facebook: Trappola per sprovveduti!

11 novembre 2022 ore 23:18 segnala


Tutto ha inizio con la classica richiesta d'amicizia . . .



Naturalmente accetto, anche se sembra una "tipa" strana, l'amicizia non si nega a nessono :ok Il giorno stesso apre una chat su Messenger ed esordisce così:

3 nov 2022, 12:00


Ciao

4 nov 2022, 10:31


ciao :-)


4 nov 2022, 11:32


mi chiamo Sabrina Bouchez, mia madre è di nazionalità belga e vivo in Francia. Ho appena visto il tuo profilo e ho pensato che fossi la persona giusta per me, possiedo un'azienda di importazione di pomodori in scatola in Francia, ho 680.000 euro sul mio conto ma soffro di una malattia molto grave che mi condanna a morte. è un cancro alla gola ma vorrei donare questa somma ad una persona seria e onesta capace di gestire bene questa somma in modo che possa farne buon uso. Ho perso mio marito 8 anni fa, non abbiamo avuto figli perché mio marito non poteva (sterilizzare) quello che mi ha colpito e io non posso risposarsi a causa di questa malattia. ma l'ho amato con tutto il cuore, vorrei dare questa somma prima di morire perché i miei giorni siano contati, non ho avuto cura che un sedativo in Francia. Vorrei sapere se vuoi questo regalo???


ven 12:46

Certo che si, dimmi cosa devo fare ;-)


ven 14:02


Grazie per aver risposto, mi ha reso molto felice, ovviamente puoi aiutarmi accettando la mia donazione. Si tratta di una donazione di 680.000 euro. E lo faccio perché me lo ha raccomandato il mio padre spirituale, ho più speranza, conosco già la mia data di scadenza (fine della mia esistenza su questa terra) vero che sono un credente cristiano, ma la scienza è più avanzata. Ora voglio che tu mi dica in poche parole: cosa fai per vivere, la tua situazione economica, la tua religione e, se possibile, la tua vita privata perché il mio dono possa essere sfruttato al meglio. Penso che tu sia la persona giusta a cui Dio mi ha portato, sono pronto a regalare i miei 680.000€ gratis. Nell'attesa della tua risposta.



Qui "mangio subito la foglia" e faccio un'indagine con un motore di ricerca per immagini, tipo quello che usano i mod. qui su chatta per sgamare le varie foto farlocche che alcuni utenti postano sul profilo . . .
Bene il risultato eccolo, una decina di siti con la foto del profilo della "Sabrina Giuseppe" decisamente un FAKE:



www.shutterstock.com
image-photo/aged-woman-intravenous-cannula-lying-bed-279677459 - First found on Jun 3, 202
2


fr.fotolia.com
s
earch - First found on Sep 22, 2016




Filename: 240_F_83625472_TuF5vTmwstX0nUExBEpOjDvBYRaifSWy.jpg(360 x 240, 15.2 kB)
www.everydayhealth.com
ulcerative-colitis/ischemic-colitis-and-seniors.aspx - First found on Jul 18, 2017

ulcerative-colitis/living-with/ischemic-colitis-and-seniors/ - First found on Jul 14, 2017

Filename: Ischemic-Colitis-and-Seniors-1440x810.jpg(722 x 406, 28 kB)





... ma la curiosità di vedere dove vuole andare a parare è tanta e decido di continuare la chat con la Sabrina, che poi non si sa se è effettivamente donna, potrebbe essere anche un maschietto.

ven 14:36


Dammi il tuo numero WhatsApp così posso metterti in contatto con il mio avvocato


ven 21:00


???


sab 18:00


Scusa , ma non puoi darmi qui le indicazioni per avere questa benedetta donazione? Io il mio cellulare non lo do a persone sconosciute, al massimo potrei darti la mia mail dove puoi scrivermi tu o il tuo legale per avere istruzioni.


lun 11:08


Ciao Sabrina, beh come è finita 'sta storia? Tutte le promesse poi nulla di fatto!?
Scrivimi, fammi sapere. Buona giornata.


Dammi il tuo numero whatsapp ma puoi


Ti ho detto che potrai avere la mia mail, il numero lo avrai più in là quando ci conosceremo meglio
Ma tu come stai? Sono un po' in pensiero per la tua salute . . .


Non mi seve la e-mail ma il numero


Dammi il tuo a questo punto, ti contatterò io


mar 10:30


Bene visto che non vuoi darmi il tuo cell ti scriverò qui quello che dovrai fare per avere la donazione di quella cifra che ti ho promesso


OK sono tutto orecchi . . . pardon occhi, spara!


Per avere i 680.000 euro bisogna sbloccare il conto corrente presso la banca dove sono depositati e ci vuole una certa cifra, che per te, siccome sei un amico , sarebbe di 1.200 euro se sei daccordo ed hai la possibilità di avere questa somma ti dico come fare. Al più presto fammi sapere perché ci sono molte altre persone che vorrebbero questo bel regalo, ma io spero proprio di poterlo fare a te


mer 09:10


????????


giov 09:20




Ciao Sabrina, scusami ma sono stato impegnato con il lavoro. Mi stavi dicendo dei 1.200€ che devo darti per sblolccare la somma che mi vuoi donare, si io avrei la possibilità di disporre di questa cifra dovresti solo dirmi come fare per fartela avere


giov 10:60


Era ora che ti decidessi pensa che per poco non stavo concludendo con un altra persona che si è dimostrata molto più interessata di te. Comunque è semplice per farmi avere la cifra con la quale sbloccare il conto corrente devi semplicemente farmi una ricarica sulla Postepay intestata a Giuseppe Altamura con il numero; 2826077813416545 Essendo una carta prepagata emessa da Poste italiane è possibile procedere con la ricarica presso l’ufficio postale che ti è più comodo.
È sufficiente portare con sé il proprio documento d’identità, comunicare all’addetto il nominativo dell’intestatario della carta ed il numero della stessa. hai afferrato?


Capito, appena ho un attimo di tempo andrò a farti questa ricarica, ma tu quando mi farai avere la cifra che mi hai promesso?


Tranquillo come vedrò sul saldo della mia Postepay i 1,200 euro ti chiederò l'iban sul quale fare il versamento dei soldi che ti regalerò


:smile
:smile

E qui termina la chat con l'intrigante Sabrina, (io l'ho bloccata, ma il suo profilo è ancora là su fb esattamente QUI) inutile dirlo che non ho mai fatto quella ricarica e vi prego di stare in campana con questi soggetti che navigano in rete in cerca di creduloni da spennare. Ciao!
d09b6a7a-0cf1-4f98-a7ab-23f5922b9c4d
« immagine » Tutto ha inizio con la classica richiesta d'amicizia . . .
Post
11/11/2022 23:18:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

DIZIONARIO DELLE PERVERSIONI [terza ed ultima parte]

05 novembre 2022 ore 20:07 segnala


Ipossifilia

Forma grave di masochismo con la quale l'individuo ricerca il piacere attraverso qualsiasi gesto che provochi una difficoltà respiratoria. Lacci intorno al collo, sacchetti calati sul viso, maschere, inalazione di sostanze chimiche, compressione del torace sono spesso all'origine di morti accidentali.



Masochismo

E' la ricerca del piacere attraverso la violenza fisica o morale, spesso coesiste col sadismo nella stessa persona o all'interno di una coppia in cui i partner si scambiano i ruoli. In questo caso si parla di sadomasochismo. I masochisti, si sottopongono a violenze al limite della sopportabilità: fustigazione, tortura, ma anche comportamenti che si combinano con altre deviazioni come il feticismo.



Monumentofilia

E' l'attrazione sessuale per i monumenti funebri che combina esibizionismo, necrofilia e feticismo. Il soggetto si eccita guardando, toccando e tentando il rapporto sessuale con la statua.



Necrofilia

Il piacere deriva dall'osservare, ma anche dal contatto sessuale con un cadavere. Può manifestarsi anche in persone apparentemente normali che hanno una vita affettiva e sessuale molto povera. In questi casi di solito si manifesta nella forma di necrofilia simbolica in cui il piacere erotico viene ricercato attraverso la messa in scena e la contemplazione di scene macabre: riti funebri col partner che si finge morto, bare e candelabri



Nevrosi della Carmelitana

Disturbo femminile tipico di chi ha avuto un'infanzia infelice e anormale. Si traduce nella ricerca della sofferenza in tutte le sue forme: dalla malattia alla relazione con un omosessuale, un sadico, un pervertito. L'obbiettivo è essere comunque vittima.



Ospressiofilia

E' la ricerca del piacere fiutando odori sgradevoli in particolare quello delle feci, dell'urina, del sudore, della sporcizia personale. Di solito ne sono affetti i masochisti.



Pedofilia

Letteralmente significa amore per i bambini e mira al raggiungimento del piacere con individui non ancora adolescenti. Il pedofilo è un individuo debole, spesso sessualmente impotente che sceglie i bambini come oggetto delle proprie attenzioni perché incapace di reggere il confronto con gli adulti. Esiste anche una pedofilia immaginaria: consiste nell'inventare giochi tra "presunti" bambini. I soggetti che ne sono affetti si accontentano quasi sempre di simulacri: donne vestite da bambine o uomini travestiti da scolaretti.



Sadismo

Il piacere deriva dall'infliggere dolore e umiliazione al partner. Sembra che derivi dal bisogno di capovolgere un ruolo vissuto da piccoli in cui il soggetto è stato vittima di abusi e maltrattamenti.



Travestitismo

E' la deviazione più frequente tra gli uomini che si vestono da donne per eccitarsi. Benché il travestitismo si associ a un'omosessualità latente, contrariamente a quello che si potrebbe pensare, l'obiettivo non è un rapporto omosessuale, ma il coito con una donna oppure la masturbazione.



Voyerismo

La soddisfazione erotica avviene attraverso la masturbazione mentre si spia da luoghi protetti coppie che fanno l'amore o persone che si stanno spogliando. La caratteristica di questa deviazione è legata alla segretezza della scena erotica, tant'è che il voyeur (guardone) non spia i nudisti sulla spiaggia, dove il nudo è una consuetudine: preferisce guardare a loro insaputa persone che non conosce. La soddisfazione che ne trae è proporzionale al piacere della trasgressione e al rischio di essere scoperto. Il voyeurismo è una forma di impotenza psicologica.



Urofilia

Attrazione verso l'atto della minzione, usato come eccitante. E' una condizione ricercata da molte coppie. Non va confusa con l'urolagnia che indica invece la ricerca esclusiva del piacere attraverso la vista della minzione, il contatto e soprattutto l'assunzione di urina
48f3b3e1-dc69-486e-a32b-486e59c1d660
« immagine » Ipossifilia Forma grave di masochismo con la quale l'individuo ricerca il piacere attraverso qualsiasi gesto che provochi una difficoltà respiratoria. Lacci intorno al collo, sacchetti calati sul viso, maschere, inalazione di sostanze chimiche, compressione del torace sono spesso ...
Post
05/11/2022 20:07:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    3

DIZIONARIO DELLE PERVERSIONI [seconda parte]

30 ottobre 2022 ore 11:42 segnala


Complesso del Re Marco

Si riferisce al marito di Isotta, Marco appunto, che invia Tristano a cercare sua moglie rendendosi responsabile così del tradimento di lei. Questo complesso detto anche "del terzo escluso" indica l'atteggiamento ambivalente della persona che teme il tradimento, ma nello stesso tempo lo provoca perché animato dal desiderio inconscio di essere punito.



Coprofagia

Deviazione sessuale che spinge il soggetto a mangiare gli escrementi per eccitarsi e raggiungere l'orgasmo.



Coprofilia

Il soggetto si eccita alla vista della defecazione, all'odore e contatto con gli escrementi.



Chelidolagnia

E' la ricerca del piacere attraverso gesti di disprezzo nei confronti della donna. Ne è un esempio tipico l'impulso di strappare gli abiti alla partner e contemporaneamente offenderla, umiliarla. Qualche volta l'individuo raggiunge l'orgasmo deturpando il viso, il corpo, o un abito femminile. Altre si limita a sporcare fotografie, statue o disegni di donne.



Deviazione del pungitore

Combinazione sado-maso che consiste nel punzecchiare con un qualsiasi oggetto accuminato parti del corpo del partner. Il pungitore di solito è un uomo, raggiunge l'orgasmo senza bisogno di masturbarsi e spesso punge una parte specifica del corpo femminile: braccia, gambe, seno, orecchie, genitali, glutei). Il gesto è il surrogato della penetrazione.



Efefilia

Attrazione sessuale per i tessuti come la seta e il velluto.



Esibizionismo

E' una deviazione tipicamente maschile che si manifesta con il bisogno incontrollato di mostrare i genitali in pubblico, specie alle donne. Nasconde l'angoscia di castrazione o comunque il complesso di avere organi genitali inadeguati. Ne soffrono spesso uomini che in passato si sono sentiti umiliati da una donna e cercano un riscatto con l'esibizionismo.



Feticismo

Per raggiungere l'orgasmo è necessario un oggetto inanimato, di solito un capo di biancheria intima, ma anche scarpe, stivali, guanti, cappelli, oppure oggetti che richiamano la femminilità come gioielli o prodotti cosmetici. In altri casi il "feticcio" è rappresentato da parti del corpo: gli occhi, le mani, i piedi, le gambe, i glutei. Esiste anche una particolare forma di feticismo detto tricofilo che spinge l'individuo a tagliare i capelli delle donne. E' passato alla storia il "tagliatore di trecce" che sul finire del secolo scorso aggrediva le donne di Parigi con un paio di forbici.



Fobolagnia

Si riesce a fare l'amore soltanto in situazioni pericolose. Può essere passiva: si raggiunge l'orgasmo soltanto quando si è in preda alla paura Oppure attiva: si prova piacere terrorizzando il partner.



Frotteurismo

Consiste nello sfregamento dei genitali contro un soggetto sconosciuto. Di solito avviene nei luoghi affollati, ma non in modo esibizionistico per garantirsi l'anonimato.



Iconolagnia

E' l'esclusiva ricerca della soddisfazione sessuale attraverso le immagini. Non va confusa con la ricerca sporadica dell'eccitazione attraverso film o giornali hard. Chi ha questo problema raggiunge l'orgasmo esclusivamente combinando la contemplazione delle immagini e l'autoerotismo.



Gerontofilia

Attrazione sessuale per le persone anziane. Le cause sono il mancato superamento dei complessi infantili di Edipo (amore per la madre) e di Elettra (amore per il padre).

continua ...
0a175590-dca3-45eb-88c0-4beb5a0a8aed
« immagine » Complesso del Re Marco Si riferisce al marito di Isotta, Marco appunto, che invia Tristano a cercare sua moglie rendendosi responsabile così del tradimento di lei. Questo complesso detto anche "del terzo escluso" indica l'atteggiamento ambivalente della persona che teme il tradiment...
Post
30/10/2022 11:42:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    4