MI HAI TURBATO

17 febbraio 2008 ore 22:30 segnala

Gioia nel cuore, sussulto nell’anima.

Pulsa il mio cuore nel pensiero di Lei.

Oh Donna, che arte tu usasti per sconvolgere la mente mia?

Che virtù tu porti nel petto tuo per far ritornar in me i battiti dell’Amore? 

Il tempo è trascorso ma quelle sensazioni non dimentico, nè mai potrò!                 

Dimmi Donna come uscir da tal situazione, che male mi fa star? Amar io vorrei, ma vigliacco diverrei guardando negli occhi colei che all’altar portai.

Dimmi, oh Donna, che turbamento portasti nello spirito mio, come scordarti dovrei?

I tuoi occhi, le tue movenze, quelle frasi sussurrate e mai gridate, io porterò con me nell’intimo dei ricordi miei.

Abbi cura di te mia Principessa, perchè comunque tale e per sempre tu sarai per me.

CERCO...

17 febbraio 2008 ore 09:53 segnala

Ho raccolto un fiore lungo il cammino nei campi e girandolo fra le mie dita, ho sentito dentro me entrare la Forza della Vita. La stessa Forza che ha scatenato gli elementi primordiali della Creazione. E son sicuro che fra quegli elementi esistevano l’Amore , la bontà, la sincerità. Ma mi chiedo dove ora essi sono. Intorno a me nulla che parli di essi, io vedo o sento. Dove cercarli? In me? Negli altri? Ma si, da qualche parte saranno! Non saranno mica stati eliminati del tutto?! Si. Riprenderò il mio cammino e lungo esso, troverò altre compagne e compagni che percorsi da un grande fremito si uniranno in un unico "corpo". E anch’essi cercheranno e ... troveranno quel che un giorno fu sparso in questo mondo ed in tutti gli universi!!!

...CREDERE...

16 febbraio 2008 ore 22:53 segnala

Non ho mai smesso di pensare a questo pianeta come ad un vero paradiso terrestre. Nonostante le sue scelleratezze continuo ad amare il mondo ed i suoi abitanti. Sento che anche loro potrebbero esser investiti dall’Amore. E non parlo solo dell’Amore sublime fra una donna ed un uomo. Parlo dell’Amore di una mamma per i suoi figli, dell’Amore fra due amici, due conoscenti perfino due contendenti. E perchè non sperare in un mondo migliore. Un mondo nuovo, pulito e libero dalle nefandezze umane. Io ancora spero di poter vedere quel mondo per viverci, per gioirvi ogni giorno guardando il sorgere del Sole. Per Amare! C’è qualcuno che vuol credere e sperare, con me, che quel giorno sia vicino più di quanto noi stessi possiamo immaginare?

ATTESA

16 febbraio 2008 ore 22:37 segnala

Ricordo di un tempo passato in cui la solitudine mi era diletta compagna. A quel tempo il mio spirito non bramava nè ambiva alle glorie del tempo. Poi una notte un sogno strano immerse la mia anima in un dolce oblìo. Le mie membra sembravano non appartenermi più. Dimentico delle umane faccende, m’immersi in un profondo sonno e con la sensazione di esser cosciente di vivere conteporaneamente in più dimensioni, raggiunsi il fondo di un anfratto. Là m’apparve quello credo sia l’antistanza del Paradiso. Un lago, degli alberi intorno. Freschi odori e tenui suoni. Candide e soavi creature volteggiar in sù il mio capo e poi... e poi Lei. Una donna. Bellissima. Bella e radiosa come il sole al suo sorgere. Stupenda. Meravigliosa. Poi... il nulla. Ho vissuto altre vite ed in ognuna di esse ho atteso quella donna. Non è ancora arrivata. Ma io son sicuro, il suo sguardo lo promise, l’attendo.

Ella arriverà!...   

...UN MONDO D'AMORE...

16 febbraio 2008 ore 00:05 segnala
Amo la vita, amo amare ed esser amato.  Anche nella tristezza e nel dolore si può amare. E’ stato detto e scritto di un "AMOR CHE L’UNIVERSO E LE STELLE TUTTE MOVE". Mai pensiero racchiuse tanta verità. Cosa mai potrebbe essere più importante di un’emozione che fa salir in gola il nostro cuore? Quale causa potrebbe far scorrere una lacrima fin sulle labbra e sorridere al contempo? Si. Son tanti gli stati emozionali che pervadono la nostra anima e la fan sussultare. Ma credo che l’Amore sia quello che può farci raggiungere l’apice assoluto della felicità estrema. E poi, lo immaginereste un mondo colmo d’Amore? 

LEI...UN SOGNO

15 febbraio 2008 ore 23:43 segnala

La sua espressione, il suo volto pulito, il suo sorriso accennato. La sua essenza di donna. La sua estrema femminilità. Forte e fragile allo stesso tempo.              Ma estremamente donna.

Vorrei trovar rifugio fra le sue braccia. Sentir il tocco delle sue mani sulla mia guancia. Le sue dita perdersi fra i miei capelli.

Vorrei annusare il profumo della sua pelle. Percepire il fremito delle sue emozioni. Guardarla nel profondo degli occhi e perdermi nell'infinità del suo sguardo.

Vorrei darle un bacio per dirle come Ella abbia trvolto il mio cuore, il mio Spirito.

Vorrei parlarle, cosi come Lei parla. Parlare d'Amore.

Ma Lei è solo un sogno...

DESIDERI.

15 febbraio 2008 ore 21:02 segnala

Mi hai detto:"Ho voglia di piangere".

Già un'altra volta mi dicesti "ho voglia di piangere".

Ho desiderato. Ho desiderato essere una lacrima di gioia, per poter rigar il tuo viso, gioire con te e vederti sorridere. 

Ho desiderato esser una goccia di rugiada, per poter cadere sulla tua fronte, sentir tutti i pensieri tuoi e bruciare quelli oscuri. 

Ho desiderato esser uno dei tuoi fil di capello per poter scendere sulle tue spalle e cingerti in un tenero e affettuoso abbraccio.

Ho desiderato essere un Angelo per poterti custodire e proteggere dalle cattiverie del mondo.

Ho desiderato. Ho desiderato. Ho desiderato...

GENTE

15 febbraio 2008 ore 14:03 segnala

Moltitudine di gente, ognuno col suo credo, col colore della sua pelle.

Moltitudine di gente che vive e si emoziona, nella gioia e nel pianto.

Moltitudine di gente che canta e grida il suo desiderio di libertà.

Moltitudine di gente che odia e ama.

Moltitudine di gente che vive le emozioni della vita.

E nonostante le sue storture, le sue efferratezze, in fondo la Vita vale la pena che la si viva intensamente, assaporandone l'intima essenza che la pervade: l'Amore.

M'ADDORMENTO

14 febbraio 2008 ore 22:48 segnala

DOLCEMENTE CHINO IL CAPO SU UN LATO, LASCIO LE MIE MEMBRA AMMORBIDIRSI, E GLI OCCHI MIEI SEGUONO I MOVIMENTI ABBASSANDOSI LENTAMENTE, PER TUFFARSI NEL MISTERIOSO MONDO DEI SOGNI.

I SOGNI. I DESIDERI. GLI IDEALI.

ELEMENTI INDISSOLUBILI DEL NOSTRO ESSER QUEL CHE SIAMO IN CORPO E SPIRITO.

I SOGNI, VORTICI DI MISTERIOSE ENERGIE CHE SIAM CAPACI DI MANIFESTAR ALLORQUANDO IL CORPO DORME E SEMBRA ESSERE INANIMATO.

I DESIDERI. LA VOGLIA DI AVERE IL PUR MINIMO DIRITTO DI ASPIRARE ALLA FELICITA'. A QUELLE PICCOLE COSE CHE MESSE INSIEME TI DONANO LA GIOIA DI VIVERE, LA VOGLIA DI VIVERE.

GLI IDEALI. SI PUO' MORIRE PER ESSI, QUANDO LI SENTIAMO DENTRO, NEL NOSTRO INTIMO, INSITI NELLA NOSTRA GENETICA.

MAGIA...NOTE DI COLORI, CHE MAI OCCHIO UMANO HANNO VEDUTO.

MISTICO E IMPALPABILE SCORRE IL FLUIDO DELLA NOTTE, MAGNETICO E CARICO DI MESSAGGI CHE SON LA', NEL CIELO,  CHE ATTENDONO SOLO DI ESSERE PRESI E REALIZZATI...

ASPETTANDO D'AMARTI

14 febbraio 2008 ore 22:00 segnala

MILLE VOLTI MI CIRCONDANO, MILLE VOCI GRIDANO INTORNO A ME.

OMBRE CHE ALEGGIANO SUI MIEI PENSIERI.

PENSIERI CHE TORMENTANO, PENSIERI CHE NON FANNO ALTRO CHE PARLAR DI TE.

TI CERCO. SO' CHE IL TUO SGUARDO NON SI DISTOGLIE DA ME.

TU MI SEGUI COME TI SEGUO IO, NEL PROFUMO DELL'AMORE.

CI RINCORRIAMO NELLE PARADOSSALI CIRCOSTANZE DELLA VITA. IL CUORE BATTE, BATTE PERCHE' CONOSCE CHI SI AMA.

UNA VITA ASPETTERO', DUE, TRE, FORSE CENTINAIA DI VITE ASPETTERO' PRIMA DI AMARTI.

ED IO ASPETTERO' QUEL MOMENTO, IL MOMENTO IN CUI, FINALMENTE, POTRO' GRIDARE NEGLI ANGOLI PIU' REMOTI DELL'UNIVERSO:" TI AMO."