SOLITUDINE

14 febbraio 2008 ore 21:34 segnala

CORRON LE NUBI NELL'AZZURRO CIELO.

DOLCI LE SENSAZIONI. IL SORRISO SCENDE SUL MIO VOLTO.

NON SENTO NULLA CHE POSSA ROMPERE LA RICERCA DELLA MIA FELICITA'.

NE' M'IMPORTA CHE TANTO TEMPO PASSERA' PRIMA CHE IO LA TROVI.

ANCHE LA STESSA ANSIA, LA FRENESIA DELLA RICERCA, SONO EMOZIONI CHE TI APPAGANO E TI GRATIFICANO DEL TUO IMPEGNO, DEL TUO ESSER VIVO.

SOL VORREI TROVAR AL FIANCO MIO CHI TAL FINE PERSEGUE. 

SENTO LA SOLITUDINE, SENTO IL RITROVARMI A GIROVAGAR SENZA FISSA META.

 E GLI OCCHI MIEI IMPAURITI COME QUELLI DI UN BIMBO, CERCANO ...CERCANO...CERCANO...

CHIEDO...

14 febbraio 2008 ore 21:22 segnala

SILENTE L'ALMO MIO LIBERA LA SUA REALE ESSENZA, SPEZZA LE CATENE DI UN PASSATO NEANCHE TANTO LONTANO.

HO CALPESTATO LA MIA DIGNITA' E MAI QUESTO AVREI VOLUTO FARE. MA CI SON STATO COSTRETTO.

NON CERCO ALIBI, NE' CONSOLAZIONI, CHE VUOTO COMUNQUE MI LASCEREBBERO.

CERCO INVECE CIO' CHE PUO' DARE LA REALE LIBERTA', LA LIBERTA' DELLO SPIRITO, POICHE' LO SPIRITO E' ETERNO ED IMMUTABILE; E LA CARNE E LIMITATA E MUTABILE.

CHIEDO AL VENTO DI NON DISPERDER LE MIE PAROLE, CHIEDO AL CIELO DI ASCOLTARE, CHIEDO ALL'ACQUA DI PURIFICARMI.

CHIEDO, CHIEDO DI ESSERE ME STESSO, CHIEDO DI ESSERE QUALCUNO CHE AMI LA VITA PER QUELLA CHE E' CON LE SUE EMOZIONI BRUTTE O BELLE CHE SIANO.

CHIEDO DI VIVERE.

CHI SEI?

14 febbraio 2008 ore 15:43 segnala

AVVOLTA DAL TUO PROFUMO, COLMI L'ARIA DI DOLCI ESSENZE.

SCIE ETEREE CHE FAN BATTERE IL CUORE FINO A SENTIRTELO SCOPPIARE DENTRO.

MAGNIFICHI IL TUO SGUARDO NELL'INCONTAMINATO CIELO.

LA TUA ANIMA SEMBRA SUGGERIRMI NUOVI SITI, NUOVE FRONTIERE, DOVE AMARSI E' CIO' CHE IMPORTA.

NULLA DI TE IO CONOSCO, SE NON QUEL POCO CHE IL MIO CUORE AVVERTE.

VORREI CINGERTI A ME, VORREI SOLO CAREZZARTI.

SUL TUO VISO, GLI OCCHI TUOI SPLENDONO COME GEMME INCASTONATE IN UN' OASI DI INDICIBILE BELLEZZA.

HAI TRAMORTITO I MIEI SENSI, HAI PULSATO INNEFFABILI ARMONIE DI SENSAZIONI CHE CULLANO IL MIO SPIRITO.

ED IO GIACCIO NEL DESIDERIO DI TE. CULLO L'ANIMA MIA NEL SOGNO DI UN AMORE SENZA CONFINI, SENZA IPOCRISIA.

DISSETO IL MIO CORPO DALL'ARSURA DELL'AMORE CHE HAI FATTO SCOPPIARE IN ME COME ONDA CHE TUTTO SPAZZA VIA.

CHI SEI TU DONNA, CHE HAI RIVOLTATO LA MIA VITA COME MAI AVREI POTUTO SOLO IMMAGINARE?

CHI SEI TU, DONNA? 

SAN VALENTINO

14 febbraio 2008 ore 15:03 segnala

CORRE L'EMOZIONE DEL PENSIERO DI LEI, SULLA PELLE.

SCALPITA IL CUORE, RICORDANDO GLI OCCHI SUOI.

FREME IL CORPO NELL'ATTESA DI POTERLA STRINGERE FRA LE BRACCIA.

ATTENDO IL GIORNO IN CUI LIBERO DAGLI ANGUSTI CONDIZIONAMENTI LIBERERO' IL DESIDERIO DI AMARLA COSI' COME VORREI.

AMARLA IN TUTTA LA SUA LUMINOSISSIMA ESSENZA DI DONNA.

AMARLA PER L'ENERGIA DEL SUO AMORE PER ME. AMARLA PER COME IL CUORE MI DICE DI AMARLA. 

AMARLA...