Pasqua...è servizio...è purezza...è risorgere

25 aprile 2011 ore 11:45 segnala

Avrei voluto scrivere questi pensieri incominciando giovedì, ma riflettendo su vari momenti che ci sono durante questi giorni ho atteso fino ad oggi per scrivere questi pensieri. Giovedì durante la Messa dove si ricorda l’istituzione dell’Eucarestia, mi sono rimaste impresse queste due parole “servizio e purezza”. Servizio, perché Il signore prima dell’ultima cena ha lavato i piedi ai suoi apostoli, facendo questa azione egli si è messo al servizio degli umili, incominciando dai suoi apostoli. Ecco servizio, ma oggi quanti di noi hanno il coraggio di far ciò che ha fatto Lui? Sappiamo metterci al servizio degli altri…e in questo momento mi viene in mente che l’esempio dovrebbe venire dall’alto, da chi ci governa, dagli insegnanti verso i suoi alunni, dai genitori verso i propri figli…ma se questo esempio non avviene come facciamo a pretendere che ciò avvenga dal basso? Qui dico che chiunque dovrebbe essere di esempio verso gli altri, dovrebbe incominciare a mettersi al servizio del nostro prossimo accogliendolo, dandogli da mangiare e da bere, non dobbiamo sempre prendere le scuse che siccome è alla guida del nostro paese non ci sa condurre, perché dovremmo incominciare noi? Ebbene dico di si, perché i cambiamenti devono incominciare da noi stessi, il primo nucleo della società è la famiglia e se nella famiglia il genitore sarà di esempio per i propri figli, avremo una società nuova e ricca di valori.
Purezza, perché per poter essere di esempio noi per prima cosa dobbiamo essere puri nel nostro cuore, nel nostro animo, altrimenti che valori andremmo a trasmettere, quelli della sincerità, della lealtà, dell’ascolto, del non approfittare del nostro prossimo, dell’amicizia, del saper perdonar, della condivisione…e lui Morendo sulla Croce ci ha fatto capire che noi siamo si persone deboli, con mille debolezze ma che lui ci perdona dai nostri peccati, ma ci dice che ognuno di noi deve sapersi farsi carico dei propri problemi, quelli della collera, del nostro egoismo, del non nasconderci ma saperci mettere in gioco, mettendo la nostra faccia, ad andare in giro con la testa alta senza aver paura di ciò che la gente penserà di noi. Dobbiamo avere il coraggio di saper portare anche noi la nostra croce, anche se ci costa tanta fatica, mas Lui lo sa e ci aiuta nel nostro difficile compito, see vogliamo che la nostra comunità sia una comunità dove tutti sappiamo condividere i problemi degli uni con gli altri…Infine risorgere, come Gesù con la sua resurrezione, ci ha tracciato una strada che se noi sapremo seguire, ci porterà ad una nuova vita. Io credo che nei tempi che stiamo vivendo, dobbiamo saper riscoprire una nuova vita, toglierci i panni vecchi e metterne di nuovi, soprattutto interiormente. Noi, e io sono il primo, a rimettersi in discussione per scoprire una nuova vita, dobbiamo saper sempre cercare dei nuovi traguardi e il primo è quello di condividere l’Amore che Lui con la morte e resurrezione ci ha donato…non dobbiamo aver paura di esporci, perché Gesù con il suo esempio, come quando è andatoi incontro ad una prostituta, come quando è entrato nella casa di un esattore, come quando non ha perso tempo cercando i suoi discepoli invitandoli a seguire senza se senza ma, perché la vita non è fatta di tentennamenti ma di scelte precise e anche controcorrente, se si vuole cambiare la nostra società. Non aspettiamo che siano gli altri a chiamarci ma impariamo noi a saper fare il primo passo, in questo modo avremo una vita felice, senza paure, lasciamo da parte il nostro orgoglio ed egoismo, ma impariamo a metterci a disposizione del nostro prossimo…per Pasqua è ogni giorno, ogni momento, ogni istante della nostra vita.

3ca43f41-e8e7-4bad-b4c7-936737461381
« VIDEO: K3jD3EWiRdg » Avrei voluto scrivere questi pensieri incominciando giovedì, ma riflettendo su vari momenti che ci sono durante questi giorni ho atteso fino ad oggi per scrivere questi pensier...
Post
25/04/2011 11:45:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. Anna.rella61 04 maggio 2011 ore 12:51
    Belle le tue parole...ti auguro tutto il bene e serenità che ti meriti dalla vita...sei un uomo dolce e sensibile.
    Un abbraccio
    Laura :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.