Credevo fosse amore ed invece...

01 settembre 2011 ore 22:44 segnala


Prendendo spunto da un commento... l'amore è un argomentazione molto complesso (se fosse per un mio parere personale... l'amore è un lungo percorso di vita suddiviso per tappe in cui se riusciamo a convivere con una persona felicemente accettando lo stato mutevole dei sentimenti e dei legami creati nel tempo con il proprio partner... se due persone si evolvono e maturano insieme nella loro crescità sentimentale giorno dopo giorno... per me questo è amore...) ed oggi vorrei invece parlare delle cosidette sindromi che fanno credere alla donna di natura romantica di essere innamorata mentre non lo è affatto!

Quindi ecco una breve analisi sulle principali forme di infatuamento e sindromi che le donne romantiche sembrano ricadere spesso pensando sia amore... mentre invece era una grandissima fregatura. Esistono poi quattro principali livelli da evitare per non fare una brutta fine o che potrà portarvi a diventare zitelle a vita...

La Sindrome "Passione di due giovani infelici sfigati come pochi" (porta ad una brutta fine)
Per i più romantici è quello di "Romeo e Giulietta"... per i più moderni è quello di "Jack e Rose" (Titanic)... per quelli dark "Bella e Edward" (Twilight)... per quelli un po' culattoni è quello dei due tizi di "Brokeback Mountain"... Tale situazione spesso è più frutto dell'esasperazione di una femmina che vive una storia con un ragazzo che provviene da una realtà... cultura... o ceto diverso. E' spesso questa estrema difficoltà ad amplificare il sentimento provato dalla donna!
La famiglia di lui che rinega lei "non ci piace quel piercing e quei tattuagi di lei... e quei vestiti borchiati... offende la nostra cultura" (lui è di origini straniere)...
La famiglia di lei che rinega lui "ma tra tutti gli uomini di questo mondo... dovevi sceglierne un filippino nano... scuro... che puzza ed è brutto come pochi" (è solo un esempio... non si vuole offendere alcun filippino)...
La femmina potrà per esasperazione famigliare... delle persone che la circondano... per un semplice istinto di ribellione... o soltanto per una natura dispettosa... affermare di essersi innamorata follemente! La fine però è prossima... si finisce sempre in queste storie per crepare infelicemente entro poco tempo... provando atroci pene e dolori... maledicendo il mondo per l'infausto destino che vi è toccato!

La Sindrome "Principessa cercasi principe azzurro su ronzino bianco" (porta a diventare zitelle di 1° livello)
Spesso la donna idealizza troppo gli uomini... di cui la più timida... fantasiosa... o esigente... si costruisce un modello di "uomo perfetto"... Se quindi gli uomini che incontrano non soddisfano tale criterio... sopratutto estetico... la donna non se lo filerà minimamente! Donna... non anteporre un modello di uomo impossibile... altrimenti sei sulla strada giusta per rimanere zitella con 9 gatti... un papagallo che caga dappertutto in soggiorno ed i topi che fanno un rave party nella tua cucina tutte le sere...
Se poi incontri il tipo che reputi ideale... vedrai che entro poco tempo scoprirai che è un autentico bastardo come pochi (visto che altre donne prima di te ci saranno cascate con lo stesso tipo)... Non è colpa tua se hai creduto di esserti innamorata... è colpa della nonna che ti ha letto troppe fiabe sulle principesse Barbie (oggi purtroppo non si leggono più Grimm e Perrault) quando eri piccola!

La Sindrome "Le Affinità Elettive" (porta a diventare zitelle di 2° livello)
Tratto da un titolo di un libro di Goethe (il ragionamento che sto per esporre non c'entra nulla con l'omonima opera)... se la donna incontra e conosce a fondo un uomo con molteplici interessi in comune... incomincia a pervenire una strana idea nella testa della donna che poi amplifica fino a definire di avere trovato una persona su cui "abbiamo molto in comune"... che poi pian piano diventa "l'uomo che mi capisce meglio" per diventare infine "la mia anima gemella". Basta che però gli interessi non siano però troppi con il sesso opposto altrimenti si rischia di essersi infatuati senza accorgersene di un membro appartenente all'altra sponda (basta che tu maschio non parli con lei sempre di trucco... vestiti... shopping... e di uomini... se non te ne sei reso conto sei gay come pochi)... non ci rimanete male se poi dice lui di essersi fidanzato con un idraulico di nome Mario...

La Sindrome "L'uomo in chat mi sembra quello giusto" (porta a diventare zitelle di 3° livello)
Se arrivate fino a questo punto avete veramente toccato il fondo! Non trovate il vostro uomo ideale e pensate "Toh... la pubblicità in TV della ragazza che incontra questo tizio gentile sembra convincente" con la scritta falsissima che oggi sono "sposati da 5 anni con 3 marmocchi e 2 rottweiler che alla fine sbranano tutti loro"...
L'uomo in chat... sopratutto quello in "CHATTA!" può essere la più grave sbandata per voi! Fuggite prima che sia troppo tardì... spesso dietro lo schermo si nasconde magari il vostro vicino di casa pervetito come pochi... potreste parlare con vostro zio... addirittura con vostro nonno... pensate... ci tenete a diventare l'oggetto delle fantasie sessuali di potenziali vostri conoscenti?
619b3589-584c-4b09-b780-bd336f0abd27
« IMMAGINE: http://4.bp.blogspot.com/_GflejEUaTsI/TE7Uf4cgC7I/AAAAAAAAAPE/vOwHNE4qEnY/s400/dream_hypnosis_image.jpg » Prendendo spunto da un commento... l'amore è un argomentazione molto complesso (s...
Post
01/09/2011 22:44:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. cruddy 03 settembre 2011 ore 19:21
    Io il mio amore lo trovato in CHATTA e non è mio zio, o un conoscente del mio paese, ma è una persona speciale diversa da tutte quelle che conosco. Eppoi esiste la webcam oggi giorno se vuoi essere sicura\o con chi stai parlando usi quella.
    ^_^

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.