Non conoscerai altro che te stesso..........................

03 maggio 2014 ore 12:11 segnala
Il bello della coppia
“E cosa c’è di bello nella coppia scusa?”.
“La complicità, il senso di appartenenza. A me, per esempio, piace conoscere una persona a memoria”.
“Come ti piace conoscere una persona a memoria? E la routine? La monotonia? Che cos’hanno de bello?”.
“No, non parlo di routine o monotonia, ma di sapere a memoria una persona. Non so come spiegartelo, è come quando studi le poesie a scuola, in quel senso intendo a memoria”.
“Questa non l’ho capita”.
“Ma si dai, come una poesia. Sai come si dice in inglese studiare a memoria?
By heart, col cuore. Anche in francese si dice par coeur… ecco, in questo senso intendo.
Conoscere una persona a memoria, significa, come quando ripeti una poesia, prendere anche un po’ di quel ritmo che le appartiene.
Una poesia, come una persona, ha dei tempi suoi.
Per cui conoscere una persona a memoria significa sincronizzare i battiti del proprio cuore con i suoi, farsi penetrare dal suo ritmo. Ecco, questo mi piace. Mi piace stare con una persona intimamente perché vuol dire correre il rischio di diventare leggermente diversi da se stessi. Alterarsi un po’. Perché non è essere se stessi che mi affascina in un rapporto a due, ma avere il coraggio di essere anche altro da sé. Che poi è quel te stesso che non conoscerai mai. A me piace amare una persona e conoscerla a memoria come una poesia, perché come una poesia non la si può comprendere mai fino in fondo. Infatti ho capito che amando non conoscerai altro che te stesso.
Di Fabio Volo..........................
27c31b5f-9931-4e1e-a94e-d7b60f0ec96d
Il bello della coppia “E cosa c’è di bello nella coppia scusa?”. “La complicità, il senso di appartenenza. A me, per esempio, piace conoscere una persona a memoria”. “Come ti piace conoscere una persona a memoria? E la routine? La monotonia? Che cos’hanno de bello?”. “No, non parlo di routine o...
Post
03/05/2014 12:11:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Ogni giorno e' nuovo....................

02 maggio 2014 ore 15:15 segnala
Ogni giorno è un nuovo giorno.
Tutto da inventare, tutto da vivere, tutto da godere.
L’alba lo posa sul palcoscenico della tua vita,
e se ne va.

Il nuovo giorno è tuo, t’appartiene,
nessuno te lo può portare via.
Puoi farne ciò che vuoi.
Puoi farne un capolavoro o un fiasco.
Perché sei Tu il soggettista…
Perché sei Tu il regista…
Perché sei Tu il protagonista.

La vita è fatta di tanti nuovi giorni:
tutti da inventare,
tutti da vivere,
tutti da godere.
Alzati dalla poltrona di prima fila!
E sali sul palcoscenico della tua vita!
44d74b49-4f68-400d-996b-45806a0ef527
Ogni giorno è un nuovo giorno. Tutto da inventare, tutto da vivere, tutto da godere. L’alba lo posa sul palcoscenico della tua vita, e se ne va. Il nuovo giorno è tuo, t’appartiene, nessuno te lo può portare via. Puoi farne ciò che vuoi. Puoi farne un capolavoro o un fiasco. Perché sei Tu il...
Post
02/05/2014 15:15:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Potendo rivivere...............

01 maggio 2014 ore 12:19 segnala
Qualcuno mi ha chiesto giorni fa se, potendo rinascere, avrei vissuto la vita in maniera diversa. Lì per lì ho risposto di no, poi ci ho pensato un po’ su e…
Potendo rivivere la mia vita, avrei parlato meno ed ascoltato di più.
Non avrei rinunciato ad invitare a cena gli amici soltanto perché il mio tappeto aveva qualche macchia e la fodera del divano era stinta. Avrei mangiato briciolosi panini nel salotto buono e mi sarei preoccupata molto meno dello sporco prodotto dal caminetto acceso. Avrei trovato il tempo di ascoltare il nonno quando rievocava gli anni della sua giovinezza. Non avrei mai preteso in un giorno di estate, che i finestrini della macchina fossero alzati perché avevo appena lavato gli interni.
Non avrei lasciato che la candela si sciogliesse, dimenticata, nello sgabuzzino. L’avrei consumata io a forza di accenderla. Mi sarei steso sul prato con i bambini senza badare alle macchie d’erba sui vestiti. Avrei pianto e riso di meno guardando la televisione e di più osservando la vita. Avrei condiviso maggiormente le responsabilità con la persona Amata. Mi sarei messo a letto quando stavo male, invece di andare febbricitante al lavoro, quasi che, mancando io dall’ufficio, il mondo si sarebbe fermato. A mio figlio che mi abbracciava con trasporto non avrei detto: “Su, su, basta. Và a lavarti che la cena è pronta”. Avrei detto più spesso: “Ti voglio bene” e meno spesso: “Mi dispiace” …ma soprattutto, potendo ricominciare tutto daccapo, mi impadronirei di ogni minuto....lo guarderei fino a vederlo veramente…lo...vivrei... e non lo restituirei mai più....................
3a4010bb-18ee-4924-8690-05ea8e23e4b8
Qualcuno mi ha chiesto giorni fa se, potendo rinascere, avrei vissuto la vita in maniera diversa. Lì per lì ho risposto di no, poi ci ho pensato un po’ su e… Potendo rivivere la mia vita, avrei parlato meno ed ascoltato di più. Non avrei rinunciato ad invitare a cena gli amici soltanto perché il...
Post
01/05/2014 12:19:28
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Essere se stessi.............

30 aprile 2014 ore 12:37 segnala
Dietro ogni malattia c’è il divieto di fare qualcosa
che desideriamo oppure l’ordine di fare qualcosa
che non desideriamo.
Ogni cura esige la disobbedienza a questo divieto
o a quest’ordine.
E per disobbedire è necessario abbandonare la
paura infantile di non essere amati; vale a dire di
essere abbandonati.
Questa paura provoca una mancanza di coscienza:
non ci si rende conto di quello che si è davvero,
cercando di essere quello che gli altri si aspettano che noi siamo.
Se si persiste in questa attitudine, si trasforma la
propria bellezza interiore in malattia.
La salute si trova solo nell’autentico, non c’è bellezza senza
autenticità, ma per arrivare a quello che siamo
davvero dobbiamo eliminare quello che non siamo.
Essere quello che si è: questa è la felicità più
grande.

Alejandro Jodorowsky
886f4b9d-312a-4489-8f4a-1eaea71f3d33
Dietro ogni malattia c’è il divieto di fare qualcosa che desideriamo oppure l’ordine di fare qualcosa che non desideriamo. Ogni cura esige la disobbedienza a questo divieto o a quest’ordine. E per disobbedire è necessario abbandonare la paura infantile di non essere amati; vale a dire di essere...
Post
30/04/2014 12:37:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Meditazioni...............

29 aprile 2014 ore 12:37 segnala
“Quando non possono più sopportare il presente, gli esseri umani hanno la tendenza a proiettarsi nell’avvenire;ma così facendo non ci guadagnano, poiché un giorno o l’altro saranno costretti ad arrendersi all’evidenza: l’avvenire in cui credevano di potersi rifugiare non ha alcun fondamento solido, e allora ciò che scoprono è il vuoto e anche l’angoscia. Anziché sognare il futuro, inizino piuttosto a vivere bene l’oggi, dove hanno tantissime cose da assaporare,vedere, apprezzare, e a cui pensare!
Tuttavia, per vivere bene l’oggi, devono imparare a non lasciarsi più trasportare dalla successione degli eventi e dei vari stati interiori creati dagli avvenimenti stessi. Facciano una pausa! Direte che la vita è un flusso ininterrotto impossibile da fermare.
È vero, ma in questo flusso del tempo voi potete invece trovare il modo di fermarvi per mettere un po’ di ordine in voi stessi, per accordarvi con ritmi più armoniosi.
Ed è qui che si scopre quanto la meditazione sia una pratica necessaria.
Meditare significa rallentare la corsa precipitosa del tempo allo scopo di introdurre in se stessi un ritmo, una pace e una luce che lasceranno a lungo la loro impronta”..........
ec91b513-5ce8-447d-8a22-b975b0f4bb07
“Quando non possono più sopportare il presente, gli esseri umani hanno la tendenza a proiettarsi nell’avvenire;ma così facendo non ci guadagnano, poiché un giorno o l’altro saranno costretti ad arrendersi all’evidenza: l’avvenire in cui credevano di potersi rifugiare non ha alcun fondamento solido,...
Post
29/04/2014 12:37:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Abbracciamoci...................................:)

18 aprile 2014 ore 12:54 segnala
L’abbraccio è una vera e propria terapia per il mantenimento della salute e del benessere. E’ un gesto primordiale e rappresenta il primo momento di contatto tra la mamma e il bambino dopo la sua nascita. I vantaggi dell’abbraccio sono sia fisici che psicologici e possono coinvolgere chiunque, tanto che anche in Italia è nata una rete dedicata gli Abbracci Liberi, conosciuti all’estero come Free Hughs. E se il buonumore vi abbandona proprio quando non avete nessuno da abbracciare, provate la Silvoterapia e abbracciate un albero.
Ecco i 10 maggiori benefici di un abbraccio.
1) Ringiovanire
Un semplice abbraccio ha effetti benefici sull’ossigenazione del sangue. Il potere dell’abbraccio è nel contatto tra due corpi. Quando abbracciamo una persona, rafforziamo il suo organismo stimolando la produzione di emoglobina, che trasporta l’ossigeno ai tessuti. Quando essi ricevono ossigeno, hanno con sé una nuova energia che permette al nostro corpo di ringiovanire.
2) Guarire
L’abbraccio è parte di un vero e proprio percorso di guarigione. E’ per questo che si parla talvolta di abbraccio-terapia. Gli abbracci stimolano nel nostro organismo la produzione di sostanze benefiche che permettono l’autoguarigione e l’autoriparazione delle cellule e dei tessuti. Abbracciare un ammalato, dal punto di vista interiore, regala un piccolo momento di sollievo.
3) Benessere
L’abbraccio è un gesto reciproco e gratuito. Un abbraccio non costa nulla e non richiede molto tempo. E’ un vero e proprio dono reciproco, benefico per entrambe le persone che si abbracciano, che si donano calore e conforto a vicenda. E’ inoltre un gesto positivo di riappacificazione. Aiuta le persone a sfogarsi e ad aprirsi agli altri.
4) Autostima
Ricevere e donare un abbraccio migliora l’autostima e le capacità intellettive, oltre che le competenze linguistiche e il QI nei bambini. Studi scientifici hanno dimostrato che in generale questo gesto reciproco facorisce l’autostima e le capacità mentali sia della persona che abbraccia che di chi viene abbracciato.
5) Depressione
L’abbraccio può essere considerato come una terapia naturale e completamente gratuita contro la depressione. Gli scienziati del Canadian Community Health Survey hanno scoperto che coloro che ricevono frequenti dimostrazioni di affetto, che si manifestano con abbracci e carezze, presentano un rischio inferiore di andare incontro a depressione e disturbi mentali rispetto a coloro a cui non vengono mai dedicati gesti gentili.
6) Stress
Abbracciarsi è un ottimo rimedio per alleviare lo stress. Lo hanno dimostrato gli scienziati della Medical University di Vienna. Il merito è dell’ossitocina, una sostanza conosciuta come ormone del buonumore. L’ossitocina viene rilasciata dal nostro organismo durante gli abbracci, contribuendo a contrastare lo stress. L’effetto antistress dell’abbraccio sarebbe maggiore tra persone che si conoscono e che si vogliono bene.
7) Mamma e bimbo
L’abbraccio è il più naturale e spontaneo gesto d’affetto tra mamma e bambino. Se il bambino piange, non c’è nulla di più efficace di un abbraccio per calmarlo. Solo l’abbraccio della mamma può calmare realmente il neonato.
La psicoterapeuta statunitense Virginia Satir diceva:
“Ci servono 4 abbracci al giorno per sopravvivere.
Ci servono 8 abbracci al giorno per mantenerci in salute.
Ci servono 12 abbracci al giorno per crescere”.
8) Memoria
Abbracciarsi migliora la memoria. Per stimolare il nostro cervello a ricordare meglio ciò che di importante ci accade, impariamo ad abbracciarci più spesso. Come nel caso dell’effetto antistress dell’abbraccio, il merito sarebbe ancora una volta della produzione di ossitocina, come sottolineato da parte dei ricercatori austriaci. Se tra le due persone che si abbracciano esiste una fiducia reciproca, la terapia dell’abbraccio funziona meglio.
9) Cuore
Un semplice abbraccio contribuisce a migliorare la salute del cuore. Uno studio pubblicato su Psychosomatic Medicine ha evidenziato che gli abbracci producono degli effetti positivi sulla salute del cuore, con particolare riferimento alle donne. Nelle donne, dopo una serie di abbracci, è stato evidenziato un calo della pressione sanguigna e del cortisolo, a beneficio del cuore e della circolazione sanguigna.
10) Ansia
In caso di ansia e panico l’abbraccio può diventare una vera e propria terapia. La produzione di ormoni del benessere nel corso di un abbraccio è in grado di stimolare una sensazione di maggiore calma e di pace. La stimolazione della produzione di endorfine avviene grazie agli abbracci frequenti. Per ottenere degli effetti positivi dagli abbracci, a parere degli esperti, ne sono necessari da 4 a 12 al giorno. 4 abbracci al giorno sono sufficienti per mantenere la normale tranquillità, mentre la dose massima di abbracci contribuisce ad alleviare ansia e angoscia...............
10f4f947-5f0f-4331-81cb-748de19134ae
L’abbraccio è una vera e propria terapia per il mantenimento della salute e del benessere. E’ un gesto primordiale e rappresenta il primo momento di contatto tra la mamma e il bambino dopo la sua nascita. I vantaggi dell’abbraccio sono sia fisici che psicologici e possono coinvolgere chiunque,...
Post
18/04/2014 12:54:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Ho imparato.....................

17 aprile 2014 ore 12:36 segnala
Ho imparato…Che ignorare i fatti non cambia i fatti.
Ho imparato… Che quando vuoi vendicarti di qualcuno lasci solo che quel qualcuno continui a farti del male.
Ho imparato… Che l’amore, non il tempo guarisce le ferite.
Ho imparato… Che il modo più facile per crescere come persona è circondarmi di persone più intelligenti di me.
Ho imparato… Che quando serbi rancore e amarezza la felicità va da un’altra parte.
Ho imparato… Che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
Ho imparato… Che quando tuo figlio appena nato tiene il tuo dito nel suo piccolo pugno ti ha agganciato per la vita.
Ho imparato… Che tutti vogliono vivere in cima alla montagna ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.
Ho imparato… Che è meglio dare consigli solo in due circostanze: quando sono richiesti e quando ne dipende la vita.
Ho imparato… Che la miglior aula del mondo è ai piedi di una persona anziana.
Ho imparato… Che quando sei innamorato, si vede.
Ho imparato… Che appena una persona mi dice, “mi hai reso felice! “, ti rende felice.
Ho imparato… Che essere gentili è più importante dell’aver ragione.
Ho imparato… Che non bisognerebbe mai dire no ad un dono fatto da un bambino.
Ho imparato… Che posso sempre pregare per qualcuno, quando non ho la forza di aiutarlo in qualche altro modo.
Ho imparato… Che non importa quanto la vita richieda che tu sia serio… Ognuno ha bisogno di un amico con cui divertirsi.
Ho imparato… Che talvolta tutto ciò di cui uno ha bisogno è una mano da tenere ed un cuore da capire.
Ho imparato… Che la vita è come un rotolo di carta igienica… Più ti avvicini alla fine, più velocemente va via.
Ho imparato… Che dovremmo essere contenti per il fatto che Dio non ci dà tutto quel che gli chiediamo.
Ho imparato… Che i soldi non possono acquistare la classe.
Ho imparato… Che sono i piccoli avvenimenti giornalieri a fare la vita così spettacolare.
Ho imparato… Che sotto il duro guscio di ognuno c’è qualcuno che vuole essere apprezzato e amato.
Ho imparato… Che il Signore non ha fatto tutto in un giorno solo. Cosa mi fa pensare che io potrei?
Ho imparato… Che ogni persona che incontri merita d’essere salutata con un sorriso.
Ho imparato… Che non c’è niente di più dolce che dormire coi tuoi bambini e sentire il loro respiro sulle tue guance.
Ho imparato… Che nessuno è perfetto, fino a quando non te ne innamori.
Ho imparato… Che la vita è dura, ma io sono più duro.
Ho imparato… Che le opportunità non si perdono mai, qualcuno sfrutterà quelle che hai perso tu.
Ho imparato… Che ognuno dovrebbe rendere le proprie parole soffici e tenere, perché domani potrebbe doverle mangiare.
Ho imparato… Che non posso scegliere come sentirmi, ma posso scegliere cosa fare con queste sensazioni.
Lavora come se non avessi bisogno dei soldi
Ama come se nessuno ti avesse mai fatto soffrire
Balla come se nessuno ti stesse guardando
Canta come se nessuno ti stesse sentendo.............. Grazie a Paulo Coelho

Ricomincio da me.................................

16 aprile 2014 ore 12:54 segnala
“Che senso ha stare in ansia per come si concluderà una determinata situazione,
se tale situazione dipende al 100% da noi?
Che senso ha essere preoccupati per qualcosa,
se quel qualcosa dipende al 100% da noi stessi?”
La maggior parte delle persone, vive la vita senza avere la consapevolezza che ciò che ci accade nella vita dipende esclusivamente da noi, e se glielo dici, o non lo comprendono o non lo accettano. Guardarsi dentro, ascoltare i messaggi che riceviamo ogni giorno non è facile, ma ritrovare il centro della tua vita, sarà il viaggio più bello che tu possa fare! Ricomincio da me, è fantastico che con dei piccoli passi ti illuminerà la strada attraverso il percorso di crescita personale e di riscoperta di te! Ricomincia da te e scoprirai come ritrovare la forza interiore e l’armonia con te stesso. Lo sò che se ci pensi ti potrà sembrare una cosa difficilissima da ottenere, ma in realtà è molto più semplice di quanto pensi, è sufficiente seguire i principi base quali: Amore, Gratitudine, Non Giudizio, Perdono e Benedizione.
“Quindi se vogliamo davvero comprendere come siamo fatti, è sufficiente che ci guardiamo un po’ attorno con attenzione.
Cosa suscita in noi sentimenti di simpatia e di ammirazione?
E cosa invece ci procura fastidio e ci mette a disagio? il mondo è uno specchio; ciò che ci da fastidio nel mondo “esterno” è esattamente quello che sarebbe opportuno modificare in noi stessi..” Trovo questa come un’occasione per raggiungere lo scopo, il Tuo progetto di Vita;con amore e passione imparariamo ad utilizzare la fase creativa per manifestare i doni della Vita, rendendo il tuo essere interiore aperto a raccogliere nuovi frutti! ci insegna che la consapevolezza di tutto il meccanismo è la via d’uscita da qualunque tipo di dolore e da ogni tipo di sofferenza e dobbiamo imparare a comprendere fare nostri i 7 principi:
1. Il mondo è come tu pensi che sia
2. Tutto è possibile
3. L’energia va dove si dirige l’attenzione
4. Adesso è il momento del potere
5. Amare è essere felici insieme
6. Tutto il potere viene da dentro
7. L’efficacia è la misura della verità
A primo impatto scommetto che stai pensando “Tutto qui?!”
Bene! Allora è il momento di migliorare in modo concreto la qualità della tua vita e recuperare il tuo potere dimenticato.
La vita è un esperienza incredibilmente bella per chi accetta di essere RESPONSABILE AL 100% anzichè vittima impotente.
Se stai leggendo queste parole, non è solo un caso..
E’ arrivato il momento di mettere ordine dentro di te, nella tua vita e di riflesso in quella di chi ti sta vicino :)
La nostra realtà corrisponde sempre a ciò che siamo.
Quindi il primo passo che devi fare è quello in direzione della consapevolezza dei tuoi PENSIERI. Approvandoti e non criticandoti per tutto, imparando ad essere amorevole anche verso le cose negative, senza spaventarti, e sopratutto amandoti Adesso..è così che puoi dire “Ricomincio da Me“! E’ arrivato il momento di diventare padroni di ciò che siamo, sapere che siamo la luce e permettere alla saggezza che ha creato il corpo di gestirlo. “AGISCI COME SE FOSSI AMORE, che significa vivi nella gratitudine, nella Benedizione e nel Non Giudizio la cui consegna immediata è il Perdono. In altre parole: fai agli altri ciò che vorresti gli altri facessero a te”...........................

Love me......................

15 aprile 2014 ore 13:03 segnala
Portare avanti una relazione dipende da voi.
Il primo passo è diventare coscienti del fatto che ognuno ha il suo sogno personale. Quando sapete questo, potete prendervi la responsabilità della vostra metà del rapporto. E’ più facile controllare la vostra metà che cercare di controllare tutta la relazione. Se avete rispetto, sapete che il vostro partner, amico, figlio, madre, è completamente responsabile per la sua metà. Se lo rispettate ci sarà sempre pace tra voi, e non guerra. Il passo successivo è quello di sapere cosa è amore e cosa è paura, per diventare coscienti del modo in cui comunicate agli altri il vostro sogno. La qualità della comunicazione dipende dalle scelte che fate in ogni momento. Si tratta di decidere se volete rivolgere il vostro corpo emozionale verso l’amore, o verso la paura. Se scoprite di essere sul sentiero della paura, questa consapevolezza è già abbastanza per darvi la possibilità di spostare la vostra attenzione verso il sentiero dell’amore. Basta vedere dove vi trovate, cambiare la direzione dell’attenzione, e intorno a voi tutto cambierà. Infine, se diventate consapevoli che nessun altro può rendervi felici, perché la felicità è il risultato dell’amore che viene da dentro di voi : la Padronanza dell’amore. Possiamo parlare dell’amore, scriverci sopra migliaia di libri, ma in realtà l’amore sarà sempre diverso per ciascuno di noi, perché si tratta di un’esperienza. L’amore non è un concetto, è azione.L’amore in azione può produrre soltanto felicità. La paura in azione non produce altro che sofferenza. L’unico modo di amare è quello di praticarlo. Non c’è bisogno di giustificare il vostro amore, o di spiegarlo.
Basta soltanto praticarlo. La pratica crea il Maestro.....................
2c8d624b-cad7-454d-971f-b5eb0bdb5c6e
Portare avanti una relazione dipende da voi. Il primo passo è diventare coscienti del fatto che ognuno ha il suo sogno personale. Quando sapete questo, potete prendervi la responsabilità della vostra metà del rapporto. E’ più facile controllare la vostra metà che cercare di controllare tutta la...
Post
15/04/2014 13:03:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Sorridi.........................

14 aprile 2014 ore 12:43 segnala
Inspirando, sorrido; espirando, lascio andare.
Inspirando, sorrido al mio corpo; espirando calmo il mio corpo.
Inspirando, sorrido alle mie sensazioni; espirando calmo le mie sensazioni.
Sorrido, lascio andare: sorridere è una pratica efficace. Non occorre sentirsi contenti al cento per cento prima di poter sorridere, perché sorridere è una pratica yoga: sorridendo pratichi lo yoga della bocca. Anche se non ti senti contento, sorridere ti aiuta a rilassare i muscoli del viso. Il tuo viso ha circa trecento muscoli, che si tendono quando sei arrabbiato o spaventato: se in quel momento ti guardi allo specchio ti vedi la tensione in faccia. Se invece sai come respirare e sorridere la tensione svanirà ben presto e ti sentirai molto meglio.
Puoi aiutare una persona tesa con un sorriso: si sentirà subito molto meglio.
“Inspirando sorrido. Espirando, lascio andare la tensione.”
Inspirando forse ti renderai conto di essere arrabbiato per quello che ti ha detto o fatto la persona che ami; espirando sorridi perché sai di essere capace di abbracciare quelle sue parole o azioni e di stare in pace.
Scriviti questa frase su un pezzetto di carta delle dimensioni di una carta di credito e mettilo nella borsa o nella cartella che porti al lavoro:
“Anche se in questo momento sono arrabbiato con la persona che amo, nel profondo so di essere capace di essere pace.”. Poi, quando stai per perdere il controllo di te, tira fuori il bigliettino, leggilo e mettiti a respirare in consapevolezza. È essenziale agire rapidamente, prima di far danno a se stessi e alla persona amata. Quando ne avrai bisogno tira fuori il promemoria, leggilo e ritorna alla pratica.............