A volte il destino lo scrivono le donne

19 gennaio 2014 ore 19:39 segnala
Troppo presto Victoria aveva messo da parte le sue bambole con cui giocava a fare la mamma. Ora la sua bimba, avvolta in quella copertina che, poco più di un decennio prima, aveva avvolto lei, la impegnava nel ruolo di mamma vera.
Rivolse gli occhi a Felicia, la donna che l’aveva cresciuta, e che era presa da un lavoro di collage sul vecchio album fotografico di famiglia. La richiesta di Victoria, sempre la stessa, non tardò:
“Dai, raccontamelo ancora!”
Un sospiro rassegnato della donna matura fece, quindi, da preludio a quella storia che venne ripetuta per l’ennesima volta:
“La mattina del 16 ottobre del 1943 fui svegliata e attratta in strada da voci di donne e bambini che, rastrellati da soldati tedeschi e spaventati al punto di non opporre alcuna resistenza, si muovevano verso la stazione ferroviaria.
Una donna uscita dalla folla e seguita da tre pargoli aggrappati alla sua lunga gonna mi urtò volutamente e, con decisione, quasi bruscamente, m’infilò un fagotto sotto lo scialle.
Dentro quel fagotto batteva un cuoricino. Strinsi le braccia per proteggerlo e mi affrettai a rientrare velocemente in casa, mentre i tedeschi, recuperata la donna con i bambini, la obbligarono, percuotendola con i loro frustini, a rientrare nel suo gruppo. Prima che sparisse di nuovo tra la folla, i nostri occhi si lanciarono uno sguardo d’intesa, suggellando, in un attimo, un tacito accordo.
Rientrata in casa, distesi sul letto gli angoli di quella copertina, ed i tuoi occhi illuminarono la mia vita segnando la tua vittoria sulla sorte alla quale eri destinata”.
Finito il racconto, Felicia lasciò la scrivania dopo aver sistemato grossolanamente il lavoro appena terminato, e si offrì di mettere a letto la piccola che Victoria ancora stringeva tra le braccia.
La giovane ed inesperta neo mamma decise di cullarsi ancora un po’ su quella vecchia sedia a dondolo mentre ripensava alla recente e tragica scomparsa di Günther, l’uomo che, insieme a Felicia, l’aveva cresciuta. Quella “caduta accidentale dal balcone” (così l’avevano definita gli inquirenti dopo le indagini) durante una riparazione della portafinestra, gli era stata fatale.
Victoria non aveva notato lacrime sul viso di Felicia, ed aveva pensato che, forse, il dolore le aveva soffocate.
Prima di raggiungere sua figlia a letto, Victoria pensò di sistemare la scrivania buttando via i ritagli scartati da colei che, da sempre, chiamava mamma. Con lo stupore di una bambina quale, nonostante tutto, ancora era, notò che tutte le foto di famiglia erano state accuratamente ritagliate in modo da eliminare del tutto la figura di Günther.
L’uomo, allora ufficiale delle S S , l’aveva accettata in casa sua, ma le aveva rubato l’innocenza, a dispetto del tragico destino della donna ebrea, mai conosciuta, che aveva voluto salvarla.

aly :rosa

N.B. Se vi dicessi come mi è venuta l’ispirazione per scrivere questa storia non mi credereste. Vi basti sapere che è di mia invenzione, e quindi ogni riferimento a fatti e persone reali è puramente casuale.
73cbc1e2-3019-4e71-b2e6-b52c1cfc12ba
Troppo presto Victoria aveva messo da parte le sue bambole con cui giocava a fare la mamma. Ora la sua bimba, avvolta in quella copertina che, poco più di un decennio prima, aveva avvolto lei, la impegnava nel ruolo di mamma vera. Rivolse gli occhi a Felicia, la donna che l’aveva cresciuta, e che...
Post
19/01/2014 19:39:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    22

Commenti

  1. gandalf3 20 gennaio 2014 ore 15:15
    ...è puramente casuale...E' difficile commentare questo tuo pensiero senza cadere
    nella retorica e nella banalità.Non potevano scendere le lacrime dagli occhi di
    Felicia che forse non aspettava altro che tagliare definitivamente quell'appendice negativa dalla sua vita.Una cosa è certa,Victoria sarà stata una splendida mamma e avrà dato alla sua bimba l'esempio di cosa quello che è una vita improntata sull'amore e sul rispetto...
  2. Alisia4ever 20 gennaio 2014 ore 20:18
    guaglio', sai perché ti voglio un bran bene? perché, quando ho scritto questa storia su carta, a te ho raccontato tutto e mi hai creduta.
    io stessa non mi spiegavo l'accaduto, ma tu non hai avuto dubbi.
    ricordi che le storie erano due? è passato un anno, ma l'altra è ancora solo mia. un giorno la racconterò (forse) :-) :rosa
  3. gandalf3 20 gennaio 2014 ore 20:27
    @Alisia...e io aspetterò per avere il privilegio di leggerla.La parola forse,non vive in noi,sò che sarà ancor più intrigata e intrigante di questa.GRAZIEEEEE...

    :bacio
  4. Alisia4ever 20 gennaio 2014 ore 20:40
    amico carissimo, io devo ringraziare te
  5. gandalf3 20 gennaio 2014 ore 20:43

    :bacio
  6. WalterBurns 21 gennaio 2014 ore 16:28
    Perché Ghunter le ha rubato l'innocenza?

    La prima cosa che mi vien in mente è che nessuno è completamente buono o cattivo,pure Ghunter.
  7. Alisia4ever 21 gennaio 2014 ore 17:05
    walter
    secondo me, cattiveria e bontà nascono con noi
    dobbiamo solo decidere quale delle due soddisfare
  8. Cicala.SRsiciliana 25 gennaio 2014 ore 20:48
    Bellissima invenzione, credevo fosse un racconto che avevi scelto tra i tanti nel web, invece sto conoscendo, anzi ho conosciuto una mente eclettica, creativa, originale. Mi sei piaciuta tantissimo. Posso mettere il tuo blog in preferiti? Ciao, Rita :rosa

  9. Alisia4ever 26 gennaio 2014 ore 17:07
    gentile rita, ti ringrazio per la visita e per il generoso commento.
    amo girovagare tra i blog e mi lascio trasportare da frasi,immagini, pensieri o anche da una sola parola che mi colpisce, senza neppure guardare l'autore del blog. a volte, come in questo caso, capitano persone speciali.
    il mio blog tra i tuoi preferiti? per me è un piacere, io aggiungo il tuo ai miei :rosa
  10. Cicala.SRsiciliana 26 gennaio 2014 ore 17:18
    Ma è così che infatti ci si arricchisce, leggendo i blog degli altri, dove esperienze, gioie e dolori ci invitano a riflettere e perchè no, anche a crescere. Anche tu sei una persona speciale se no, fra tanti non ti avrei scelta. Buon pomeriggio, Rita :rosa

  11. Alisia4ever 26 gennaio 2014 ore 17:32
    a volte la paura è l'altra faccia della prudenza. tu l'hai superata e trasformata in un gesto d'amore verso chi aveva bisogno del tuo aiuto.
    aly :rosa
  12. Angelica107 28 gennaio 2014 ore 14:37
    COMPLIMENTI X QUESTO RACCONTO MOLTO TOCCANTE...SEMBRA UNA STORIA VERA....GRAZIE X IL COMMENTO E LA VISITA AL MIO BLOG UN CARO SALUTO PAT :fiore
  13. Alisia4ever 28 gennaio 2014 ore 16:57
    ricambio il saluto e aggiungo una :rosa
    aly
  14. SignoraSolitudine66 30 gennaio 2014 ore 17:39
    :rosa bello...toccate complimenti
  15. Alisia4ever 30 gennaio 2014 ore 17:42
    grazie e benvenuta :rosa
  16. Cicala.SRsiciliana 02 febbraio 2014 ore 16:16
    Mi scusassi signurina avi raggiuni ;-( ;-( ;-( ;-(

  17. gandalf3 02 febbraio 2014 ore 16:21
    Alisia...
    :bacio :bacio :bacio
  18. Alisia4ever 02 febbraio 2014 ore 16:24
    ovvire ca pure 'e siculi tenono a doppia consonante?(avi raggiuni) mo che t'avessa dicere? :hehe
  19. Cicala.SRsiciliana 02 febbraio 2014 ore 16:38
    ho messo la doppia in onore a te, frizzantina comu come nu vinellu sapurusu :rosa :rosa

  20. emma.1963 02 febbraio 2014 ore 18:32
    ..........e :clap noi aspettermo anche l'altra storia cn grande gioia perchè te sei una scrittice che trasmette emozioni e nn è da tt avere questo dono ......... che siano racconti reali o inventati nn importa vengono dal cuore tuo che è grande e bello amica mia ......... continua a scrivere aly per tt quelli che ti leggono cn il cuore.................... :bacio
  21. Alisia4ever 02 febbraio 2014 ore 19:19
    rita :batacin
    hic! ops, scusa :shy
  22. Alisia4ever 02 febbraio 2014 ore 19:24
    emma, avisse bevuto nu poco pure tu? :hoho
    te voglio bene assaje, sei sempre la dolce ragazza che ho conosciuto anni fa :flower
  23. Cicala.SRsiciliana 04 febbraio 2014 ore 16:17
  24. Cicala.SRsiciliana 08 febbraio 2014 ore 10:05
  25. SHAILOU 08 febbraio 2014 ore 14:30
    Carissima, sarà pur che...ogni riferimento a fatti e persone reali è puramente casuale, ma potrebbe darsi che non sia puramente casuale, ma, purtroppo, un dì, fu reale.
    E' sempre bellissimo leggerti :-*
  26. Alisia4ever 08 febbraio 2014 ore 20:02
    rita, buon fine settimana

    ah! 'a frolla è pe' me, tu magnate 'a riccia
  27. Alisia4ever 08 febbraio 2014 ore 20:10
    shailou, è sempre un piacere vederti qui :-) :rosa
  28. Cicala.SRsiciliana 08 febbraio 2014 ore 20:16
    ah ah ah ah ah ma tanto io mangio di tutto non sono schizzinosa e viziata come te :hehe :haha :haha Ciao e non ti abbuffare. Con affetto Rita :rosa

  29. Alisia4ever 08 febbraio 2014 ore 20:23
    schizzinosa no, viziata molto :ok
    ah! so' pure riccia e, come si dice, ogni riccio è un capriccio 0:-)
  30. Cicala.SRsiciliana 08 febbraio 2014 ore 21:36
    mizzica: viziata, riccia e capricciusa.. e puru chè fusi orari sballati, Signruzzu miu ma comu mi offri a colazone alle 20:02, Signuruzza a ura di cenare mi runi a sfoglia? Mah! Sugnu perplessa assai, nunnè ca hai anticchia e frevri e sparri? Ciao viziata :hihi :hihi :haha :haha :hehe :hehe :hoho :hoho

  31. Alisia4ever 09 febbraio 2014 ore 09:55
    ritu', a napule ogni momento è buono pe' ce magna' 'na sfugliatella: a culazione, doppo mangiato e bbippeto, p'o spuntino pomeridiano, co' ccafè, 'ntramente se fa 'na camminata int'o parco, quanno l'amici ce veneno a truva', tra nu vasillo e 'na carezza e pure doppo l'ammore ;-)
    ah! guagliunce',si stata 'a llurdema e te si' scurdat' 'a luce appicciata :firulì
  32. Cicala.SRsiciliana 09 febbraio 2014 ore 11:28
    ma vui napulitani siti comu l'antichi Romani? Mangiati ra matina à sira e puoi accuminciati atonna? Schifiu! Nui invece siemo raffinati, mangiami quannu è l'ura di mangiari e poi cu l'amici o cafè ni sparamu nù babà. Accussì si fà ma tu ca si viziata, riccia e capricciusa fai di testa tua. Ciatu miu accusì nun và. :shy
    :shy :-)))


  33. Cicala.SRsiciliana 09 febbraio 2014 ore 13:19
  34. Cicala.SRsiciliana 11 febbraio 2014 ore 21:22
  35. Cicala.SRsiciliana 14 febbraio 2014 ore 09:52
  36. Cicala.SRsiciliana 15 febbraio 2014 ore 19:33
    Alisia stai bene? Non ti vedo più come mai piccolina? Ti abbraccio, Rita :rosa

  37. Alisia4ever 16 febbraio 2014 ore 13:08
    sto bbona, grazie d'o pensiero :flower
  38. Cicala.SRsiciliana 16 febbraio 2014 ore 13:22
    E a me questo interessa che tu stia bene. Mi sei mancata frizzantina,viziata e ricciuta... :rosa

  39. Cicala.SRsiciliana 18 febbraio 2014 ore 11:38
    Buona giornata Alisia, Rita :rosa

  40. WalterBurns 03 marzo 2014 ore 12:27
    Coinvolgimento "intenso"!!ahahaha
  41. Alisia4ever 03 marzo 2014 ore 18:12
    walter, sarà come il caffè
    c'è chi lo vuole intenso e avvolgente e chi lo preferisce dolce e aromatico :hoho
  42. Cicala.SRsiciliana 07 marzo 2014 ore 09:56
  43. Cicala.SRsiciliana 07 marzo 2014 ore 17:04
    Auguri per domani :rosa :rosa

  44. Alisia4ever 09 marzo 2014 ore 12:01
    rita, grazie assaje.
    con il tuo permesso, dedico questo augurio a tutte le donne che soffrono :rosa
  45. unnickperamore 12 marzo 2014 ore 08:58
    Bellissimo post e ben scritto (conoscendoti non poteva essere altrimenti), complimenti.

    Però leggendo dopo ciò che non ha nulla a che vedere con il post mi chiedo: "perché non sopporto certe cose?"

  46. Alisia4ever 12 marzo 2014 ore 12:41
    (conoscendoti) ti sei fatto la domanda e ti sei dato pure la risposta.
  47. unnickperamore 12 marzo 2014 ore 12:56
    La striscia dice tutto, o no? :bacio
  48. tecerco 18 marzo 2014 ore 17:40
    Quante riflessioni ci porta a fare la tua storia! Quanto male fecero quei carnefici della pace, e quanta umanità ha, di contro, Felicia nel ricevere il fagottino e crescere con amore questa neo mamma...
    Un saluto caro. :rosa :rosa
  49. Alisia4ever 18 marzo 2014 ore 17:47
    tecerco, ti ringrazio e ricambio il saluto :rosa
  50. julia.pink 27 marzo 2014 ore 09:16
    Bellissimo ed emozionante, vale la pena sbirciare tra i blog a volte.... :rosa
  51. Alisia4ever 30 marzo 2014 ore 13:34
    grazie, julia, presto verrò a "sbirciare" da te :-)
  52. tecerco 19 aprile 2014 ore 12:23
    :rosa :bye
  53. NellAnimaMia 03 maggio 2014 ore 12:51
    Buon fine settimana :rosa
  54. nerorosso 21 maggio 2014 ore 18:52
    Ti ringrazio per la visita.
    Vedo che ti piacciono gli animali, questo ti fa onore.
    Ti auguro una buona serata.
  55. CuorGiaMorso 11 giugno 2014 ore 16:36
    "Fantasia" di rara efficàcia!
  56. Alisia4ever 11 giugno 2014 ore 16:42
    cuor, grazie e benvenuto

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.