Al lago d'Arpy

31 luglio 2010 ore 22:31 segnala

Una gola tra due montagne che ospita il bacino idrico alimentato dal torrente Arpy: uno stupendo lago di montagna ,quello di Arpy a quota 2066 slm.Stamani una passeggiata quasi solitaria, la prima di stagione per me ,anche se la stagione è già abbastanza inoltrata.Il cielo è limpido ,e l’aria è fresca. Cammino senza troppa fatica , il sentiero è battuto e solo in alcuni punti è in salita. Si snoda sinuoso tra boschi di abeti e sottobosco odoroso dai colori cangianti .Qua e là ai bordi del sentiero dei funghi abbandonati , segno di non commestibilità,rovi di more ancora fiorite e piantine di lampone. E' silenzio rotto solo dal rumore dei miei passi , dallo stornire delle fronde ,dal fischio di qualche uccello e dalla voce della montagna ,quella dei torrenti che scendono in ripide cascatelle dalle pendici dei monti.
A tratti si aprono finestre spettacolari sulla catena del Bianco.  E’ strano come i contorni noti per averli visti migliaia di volte cambino e veicolino sensazioni diverse a seconda della prospettiva e dello stato d'animo . Il respiro si fa rapido , veloce superficiale: Devo fare attenzione a non iperventilare …Ne sento i primi segni ,un leggero formicolio alle mani ed intorno alla bocca.Qualche tempo fa non mi succedeva , dò la colpa all’altitudine per non darla a me stessa , al mio scarso allenamento ed all’età che forsa comincia a farsi sentire .Eccomi ora giunta finalmente al lago .Una distesa verde scintillante su cui si riflettono le cime circostanti.Sembra una pietra preziosa incastonata tra il verde di una vegetazione stranamente lussureggiante nonostante l’altitudine ed il grigio imbiancato dalla neve delle rocce.Decido di riprendere fiato su un punto particolare del lago: Un albero unico e solitario ha deciso di ergersi su una penisola sassosa che si insinua come una lingua tra le acque del lago.
Come farà , mi chiedo, a vivere in quel punto dove la terra scarseggia e dove le radici sono completamente scoperte?
Mi siedo su una di esse ,è nodosa e levigata forse dalle numerose persone che come me l'hanno scelta per sedile naturale.Le acque sono verdi , di un verde lucente trasparente e limpido. Posso scorgere il fondo sabbioso e la vegetazione di alghe.Luccichio sulla superfice , increspatura leggera come di seta verde.Pesci nuotano e saltano fuori dall'acqua creando cerchi concentrici che diventano sempre più grandi . Assomigliano ai miei pensieri che aspettano uno stimolo per perdersi concatenandosi come onde sulla superficie del lago confondendo in modo non sempre
piacevole passato , presente e futuro...Un'onda che tira dietro di sè una cascata perturbatrice di altre onde che sconvolgono la calma apparente del mio cuore e della mia mente.Vorrei non pensare a niente , non avere paura , non soffrire più...Non voglio pensare perchè ho paura di quello che vedo ...Mi concentro quindi nella ricerca di un piccolo abitante di questo lago ...
...Il tritone alpino che secondo le tradizioni valdostane potrebbe essere considerato come espressione attuale del" Genius loci".Una sorta di divinità locale ,un dio minore , il legame magico che lega la Natura con l'uomo.Si tratta di una piccolo animale che la tradizione popolare vuole garante di specificità e spiritualità in un certo ambito e che serve a mantenere in esso un equilibrio dinamico ed armonioso tra elementi umani ,animali e magici...quasi religiosi...Non sono fortunata il nostro tritone ha deciso di fare il prezioso...e non sono fortunata perchè cominciano a scendere i primi goccioloni di pioggia...Mannaggia ! Recupero in fretta e furia le cose sparpagliate in riva al lago ,accantono per il momento i pensieri tristi e comincio a correre ...Ma già anche questo fa parte delle passeggiate a passo veloce che il medico ha consigliato ...Chissà se è compresa nel pacchetto anche la possibilità di un bel raffreddore dopo una bella acquata improvvisa…

11698210
Una gola tra due montagne che ospita il bacino idrico alimentato dal torrente Arpy: uno stupendo lago di montagna ,quello di Arpy a quota 2066 slm.Stamani una passeggiata quasi solitaria, la prima di stagione per me ,anche se la stagione è già abbastanza inoltrata.Il cielo è limpido ,e l’aria è ...
Post
31/07/2010 22:31:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. p0ladani 02 agosto 2010 ore 20:43
    anche io ho il "mio lago" anche se sono anni che non vado piu' ma grazie a lui mi sono ispirata a qualche mio romanzo....è un luogo piu' o meno come hai descritto tu...un luogo solitario ...dove dalla montagna si posson vedere scendere cavalli liberi...Scusami pero' se stasera non sono di tante parole...sabato è morto il papa' di mia figlia Chiara e...seppur fossimo separati ma non divorziati...seppur non sia stato ne' un buon marito ne' un buon padre (non vedeva nostra figlia da ben 20 anni) è pur sempre un dolore:-( ti abbraccio:staff ti sorrido:smile Paola
  2. Anastasia59 02 agosto 2010 ore 23:12
    Ciao Paola ,ti giungano le mie condoglianze e quelle di Eleonora.Mi spiace ...Davanti alla morte non rimane niente ...risentimento,  rabbia ,
    sofferenze spariscono per lasciare il passo solo al dolore per chi ha percorso un pezzo di strada con noi , giusta o sbagliata ...per chi abbiamo amato e che forse continueremo ad amare anche se in modo diverso . Ti sono vicina Ross
  3. p0ladani 03 agosto 2010 ore 14:09
    che forse continueremo ad amare anche se in modo diverso .:staff e' così...l'ho perdonato da anni ed ora e' per me il marito..l'uomo che ho amato immensamente e che  con tutta me stessa ho voluto diventasse padre...la nostra Chiara è il frutto di un amore vero.. poi la vita...la sua scelta di diventare dipendente dalla cocaina ci ha fatto cambiare strada ma e' e rimarra' il padre della nostra Chiara:smile....ora da lassu' capira' e sapra' quanto l'abbia amato e quanto abbia desiderato crescere nostra figlia senza che lo odiasse.....così e' stato...si sono "goduti" gli ultimi mesi di vita con amore e dolcezza...sono riuscita a dare anche se per poco il papa' alla mia bimba quel papa' che 20 anni fa usci' di casa scegliendo "donna COCAINA":-(  e' morto di un brutto male e ora non soffrira' piu':staff....scappo al lavoro:batacar a stasera e grazie per le tue parole:staff:smile  Paola
  4. p0ladani 03 agosto 2010 ore 14:10
    il tuo bellissimo post scusami se sono uscita dalle righe:ok...il tuo post merita attenzione:ok a dopo :bye Paola
  5. p0ladani 03 agosto 2010 ore 21:13
    leggerti è sempre bello...riesci a trasmettere emozioni e le parole prendono forma... "immagine" fotografie... ed e' come se anche io passeggiassi accanto a te...vedo le cascatelle....il cielo limpido la natura incontaminata...mi fermo anche io per il fiatone...non sono piu' abituata alle camminate in montagna...e rimango incantata dal lago ...quel lago dall'acqua che sembra verde e dove i pesci sguazzano  veloci lasciando cerchi che si allargano sempre piu'...i miei pensieri come te vagano ma non sono pensieri tristi...non piu'...il passato e' ormai chiuso in un cassetto e tengo solo cio' che mi puo' servire...quello che mi ha arricchita e mi ha insegnato...i pensieri del presente sono pensieri sereni...niente piu' lotte ma desideri...al domani non ci penso ...non esiste è inutile pensare a cio' che ancora non conosco..perche' è nel vivere il presente giorno per giorno e appieno che arrivero' al domani...e il domani quando verra' sara' l'oggi ...l'oggi è in questa passeggiata ..è nelle bellezze che si vedono ,si gustano ,si "respirano"...l'oggi e nell'assaporare giorno per giorno la vita senza rabbie e tristi pensieri...è nel sentirsi sereni e considerare ogni giorno una "vetta" da raggiungere...Mi hai fatto ricordare un mio piccolo scritto..una mia passeggiata...trasformata poi in sogno...


    L’acqua fresca del ruscello di montagna
    e’ uno specchio argentato
    sotto i miei piedi...
    Lo percorro divertita saltellando
    tra un sasso e l’altro.
    Un grosso nodo tiene sollevato
    il mio vestito e le gambe affusolate
    son ancora agili
    come zampe di cerbiatta
    Alla fine del ruscello "chiacchierino"
    trovero’ una cascata...
    pochi! sanno della sua esistenza
    ma io che sono del luogo si!
    Ci vado ogni volta che
    desidero godere di quel "paradiso" della natura
    ogni volta che voglio "parlare" con il mondo e con me..
    ogni volta che desidero assaporare l’ immenso..nell’ immenso..
    Li’..mi sento una regina...una Ninfa nell’acqua fredda e cristallina della cascata
    contornata da verdi montagne...
    da fiori di ogni colore...
    da farfalle...
    libere nell’ aere...
    Mi fanno compagnia mucche e cavalli al pascolo
    e la musica che "sento" diventa l’armonia di un pianoforte...
    di un violino..
    di un’arpa
    e la natura e’ identica a quella dei miei sogni...
    perche’ nei sogni porto la mia realta’
    e qui...aspettero’ la notte amica!


    Buona serata e dolce notte e grazie come sempre per le belle emozioni che sai donare:smile Paola


  6. p0ladani 04 agosto 2010 ore 09:02
    per tutto il giorno:bye....oggi mi sento gialla:smile eh sì domani o dopo partiro' per le vacanze.wow e sono eccitata! era dal 2000 che non facevo vacanze:ok e quest'anno poi partiro' con il mio amore trovato qui in chatta:shy...ti abbraccio:staff ti sorrido:smile Paola
  7. Anastasia59 04 agosto 2010 ore 14:59
    Ciao Pooletta ! Buone vacanze e divertiti !...Mi raccomando fai la brava ...Ma non troppo...Vivi il presente ,assaporalo , è il premio dopo tanta sofferenza...Un abbraccio affettuoso. :bacio
    Ps: son contenta di averti avuto a passeggio con me...
    !
  8. p0ladani 04 agosto 2010 ore 20:22
    :wow ho ancora il fiatone :hoho :hoho :hoho...ho gia' preparato la valigia...e domani sera partenza!:many:many spero di riuscire a passare ancora per salutarti...se così non fosse auguro anche a te un'estate almeno serena senza troppi problemi (mi sto riferendo ai tuoi:staff) ti abbraccio:staff e ti lascio il mio sorriso:smile buona serata:bye Paola

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.