Pensieri in quota...

25 luglio 2010 ore 17:47 segnala
 

 Non ho voglia di restare a casa con una giornata così.Non ho voglia di dedicarmi a faccende , pulizie , stiratura. Per quelle c’è tempo , tanto tempo durante l’inverno che è così freddo e lungo da queste parti.L’estate da noi è breve e intensa , bisogna afferrarla al volo ed approfittare delle belle giornate senza ombra di nuvola come oggi , quando capitano…Una doccia ed uno zaino riempito alla rinfusa con quel poco che mi può necessitare.Raggiungo quello che io definisco “la terrazza sul mondo “.Un prato verde inondato di sole, popolato di farfalle e la vista più rilassante che c’è, quella della maestosa montagna incontaminata ed inviolata.Ne osservo oggi il profilo frastagliato , raramente ho avuto la fortuna di trovare una giornata così chiara e così nitida.Azzurro sopra , verde sotto e davanti si alterna il grigio della roccia a picco , aguzza , col bianco candido delle nevi perenni.Questa alternanza di colori mi richiama per associazione la luce e l’ombra , il bene ed il male.Quanto bianco vedo…Un bianco pulito , immacolato ed incontaminato .Un bianco che non è grigio…Come quello che credevo esser bianco e che ho indossato esattamente in questa giornata 28 anni or sono.Mi rivedo nel candore della neve vestita di bianco , orchidee nei capelli e tra le mani.Ripenso oggi alle illusioni di allora , alle possibilità , ai sogni che credevo realizzabili .Ero affetta allora da una gran voglia di fare e contagiata dalla sindrome della speranza .Il mondo era qualcosa da affrontare, da vincere , da conquistare.Mi trovavo in quella condizione di “onnipotenza”che è tipica della gioventù. Una sorta di stato maniacale in cui tutto è possibile e dove sono sminuite le difficoltà e minimizzati gli ostacoli.Oggi alterno stati pseudo maniacali , in senso buono , costruttivo , a stati pseudo depressivi in cui ho chiara percezione della realtà e delle sue fregature.In questi stati , come oggi , ascolto il mio fisico , rispetto le sue necessità , mi piego ai suoi bisogni .Mi rendo conto che non sono una macchina che agisce con l’accensione di un pulsante on –off e  che ho bisogno ogni tanto di rispettarmi , fermarmi , riposarmi e riflettere.E’ quello che ho deciso di fare oggi in piena solitudine.Vedo famiglie , coppie con bambini , vedo anziani che passeggiano col bastone tenendosi per mano , vedo ragazzi che giocano più in là a pallone.Tutto il corso della vita è presente , caleidoscopio di umanità , dove ognuno porta con sé certezze , sogni, illusioni e forse tanti segreti .Anche io avevo una famiglia, che credevo immune dalla corrosione del tempo , che credevo serena non scalfita dall’abitudine o dalle tentazioni .Al di là di una facciata di normalità esiste un mondo inesplorato che è quello della propria soggettiva interiorità . In questo mondo , chiuso ai più , restano sospesi i desideri inespressi e le voglie inconfessabili , le doppie vite come quelle del Dott. Jeckil e Ms. Hyde.Ognuno di noi è come la montagna che ho di fronte , non è tutto grigio o tutto bianco , ma è un melange sfumato di grigio e bianco , un bianco sporcato di grigio ed un grigio sbiancato di bianco , con all’estremità i colori puri che sono nella realtà dell’individuo una pura utopia.Non ci credo più al “bianco “ delle persone , diffido di chi si mostra circondato da un alone soffuso di bianco . Ho imparato invece che chi si mostra “grigio” in realtà non lo è mai completamente e che possiede zone di candore inaspettate , spesso disconosciute o non valorizzate.

Noi, come la montagna, portiamo dentro zone d’ombra e spazi di luce , bisogna accettare e limitare gli uni e mostrare e valorizzare gli altri .In questa alternanza ci rapportiamo agli altri , viviamo  noi , li facciamo felici o li distruggiamo .Con tutte le mie aree di luce ed ombra ho però la chiara percezione di una cosa : Ho sempre dato molto , molto di più di quello che ho ricevuto  …Il bilancio di carezze e pugnalate , di ciò che ho goduto e patito , di quello che ero, pura e speranzosa  e quello che sono , umiliata , ferita e piena di cicatrici ,è ,dolorosamente, in negativo…

11692044
  Non ho voglia di restare a casa con una giornata così.Non ho voglia di dedicarmi a faccende , pulizie , stiratura. Per quelle c’è tempo , tanto tempo durante l’inverno che è così freddo e lungo da queste parti.L’estate da noi è breve e intensa , bisogna afferrarla al volo ed...
Post
25/07/2010 17:47:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. p0ladani 25 luglio 2010 ore 20:34
    "Ho imparato invece che chi si mostra “grigio” in realtà non lo è mai completamente e che possiede zone di candore inaspettate , spesso disconosciute o non valorizzate."

    questo l'ho potuto appurare anche io...e credo! che ognuno di noi possa essere e sia! un tesoro e abbia! un tesoro ma spesso le vicissitudini della vita ci distolgono dal proprio vero "io" Sai quel che ho scelto di fare nella mia vita dopo ben 43 anni di dolori e sofferenze subìte...e' stato proprio, come fosse un obiettivo che desse un senso alla mia vita, di non incattivire e di trasformare il negativo in positivo perche' e' dal negativo che ho imparato...che mi sono arricchita e ho ritrovato quel mio bianco...quel mio candore...ho accettato i "cambiamenti" che ritengo positivi...utili...e svolte necessarie per crescere per maturare per arrivare alla miglior conoscenza di se'...mi sento! quella montagna che tu hai la fortuna di vedere ed io di "sentire" ogni giorno è una cima da raggiungere...da assaporare..da respirare e anche la fatica che si fa per la salita...diventa lezione di vita ed ecco che magicamente una salita diventa discesa e quando torno a valle c'e' quel prato che ho fatto fiorire...con quel bianco ritrovato del mio cuore...della mia anima che ora sa volare libera in ogni spazio in ogni tempo! Grazie per la meravigliosa passeggiata che mi hai fatto fare:ero con te lassu' a respirare aria pura...ossigeno...ho prcepito la bellezza dell'immenso...l'intensita' di un momento di vera pace...
    Buona serata:bye un abbraccio:staff un sorriso:smile Paola
  2. Anastasia59 25 luglio 2010 ore 22:32
    Grazie Paola ! Come sempre attenta lettrice e portatrice della propria esperienza esistenziale...La vita un percorso in salita , con fatica si raggiunge l'obbiettivo...segue la discesa , l'apprendimento e la conoscenza per tentativi ed errori ...e poi il prato verde , il premio ,con quello che siamo diventati ...grigi o bianchi ...Son felice di sapere che hai percezione di te come "bianca "...Io sono ancora in ...Valutazione! :mmmUn abbraccio Ross
  3. p0ladani 26 luglio 2010 ore 09:16
    è stata la mia conquista! dopo il nero che altri mi avevano fatto indossare insieme al rosso del mio sangue....il mio bianco è essere finalmente tornata alla mia genuinita'..alle "origini" al mio esssere e sentirmi Lupa selvaggia...ti consiglio di leggere un libro che tanto mi ha aiutata nella mia salita e' tosto...ma è un viaggio dell'anima..aiuta a "vedere" le radici a sentire nuovamente il tuo intuito...DONNE CHE CORRONO COI LUPI di Clarissa Pinkola Estès ....e' fantastico e lei è una psicologa junchiana e non se Dio vuole freudiana! buon inizio settimana:bye  un sorriso:smile
    oggi per esempio mi sento "gialla" ho gioia nel cuore :smile percio' ogni giorno siamo anche  il colore che ci "sentiamo" addosso:smile Paola
  4. p0ladani 26 luglio 2010 ore 20:18
    :bye un abbraccio:staff un sorriso:smile Paola
  5. Anastasia59 27 luglio 2010 ore 07:42
    Ciao Paoletta! Io stamani son celeste , dopo che ieri sera ero "nera"...Guardo il cielo e mi son detta che è propio un bel colore...Non sto leggendo niente in qs periodo di super stress...passo in libreria ad ordinarlo ...non sai che cosa hai fatto ! son capace di leggerlo in una notte ...Un sorriso Flo'
  6. p0ladani 27 luglio 2010 ore 08:14
    quel celeste proprio del cielo ...quell'azzurro chiaro che ti fa sentire in empatia con l'anima...e ti da' un senso di pace...di calma...di serenita' e si' anche  di gioia!:smile nonostante   nel cuore o nella mente si abbian dei  penseri cupi! ma si vive di emozioni e in una frazone di secondo si vive unemozione!:wow  ... anche mentre si "piange" un celeste del cielo puo' magicamete spezzare un colore cupo e renderlo meno cupo!:smile...Beata tu che riesci a leggere la notte! dev'essere bellissimo! io dopo due parole proprio di numero che leggo mi ci addormento sopra al libro((:urlo)   :-( che nervi sapessi! Il libro che ti ho indicato lo potrai leggere piu' avanti! l'importante è che ora tu ne sapia il titolo!:ok Buna giornata e buon sorriso!:smile oggi mi sento arancione:wow Pala:bye
  7. p0ladani 27 luglio 2010 ore 08:14
    :-x Pala:many:many Paola:ok
  8. Anastasia59 27 luglio 2010 ore 22:07
    stamani celeste e stasera pure...ho avuto uba giornata serena ma anche piena...ma in qs momento il lavoro mi aiuta e quindi lo accetto di buon grado ...e si cara paoletta, il mio sonno è a sprazzi e tra un ronf e l'altro leggo...il problema è che se trovo l'argomento che mi prende , tiro dritto fino all'ultima pagina...penso di scriverti una poasia colorata ...appena pronta te la dedicherò ...un abbraccio :batalettera
  9. Arwelyn 28 luglio 2010 ore 00:58
    certo mamma s'intende che tu pensi, chatti, spippoli sulla tastiera, mi rubi Paola, lavori e scrivi cazzate (:-))) ) ma un pò dalla tu' bimba ogni tanto ci potresti anco passà..sei più latitante te di Provenzano!!:hoho
    E poi..diciamola tutta..io sarò anche nuda e cruda ma deh..dopo 10 anni ci stai a fà ancora du' balls con 'sta storia della famiglia felice che proprio te lo devo dire...se dai retta a una che 'un capisce nulla..hai vinto al tototredici senza gio'a la schedina!!:win
    E qui chiudo..:cens
    Notteeeeeeeeeeeeeeeee celestina!:kissy..:hihi
    TVB..:cuore
    Arw.

  10. p0ladani 28 luglio 2010 ore 07:40
    verde!:wow il verde della speranza:smile il verde dei prati...delle foglie...dei monti in estate:smile...:many aspetto di leggere la poesia colorata allora!:ok intanto ti auguro una serena "azzurra"  giornata:bye un sorriso:smile Paola

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.