Andrea è morta

09 ottobre 2008 ore 16:13 segnala

(So benissimo che non lo leggerà nessuno, ma è il mio testamento, fatemi fare quello che voglio almeno prima di morire)

Se state leggendo queste parole, vuol dire che tutto è andato a buon fine, cioè che sono morta e che Astrid sta mettendo in atto le mie istruzioni.
Non c'è assolutamente nessuno da salutare su questo sito, no.
Volevo soltanto lasciare un ultimo graffio per ricordare quanto è inutile e stupida la condizione umana.
Staccatevi dallo schermo, voi. Andate a specchiarvi. Cosa vedete? Miss Chatta, Mister Chatta, una bella ragazza, un secchione, un metallaro, un truzzo?
Ve lo dico io cosa c'è: solo l'ennesimo stupido umano che crede di essere qualcosa di speciale, quando non è altro che un parassita che vive incollato alla società, alla famiglia, al moroso/a, al computer.
Non siete altro che corpi in via di putrefazione. Mentre sto scrivendo queste parole, migliaia e migliaia di cellule nel mio corpo muoiono. Ma non mi preoccupo, perché tra poco cesserò di invecchiare per sempre.

Anche questa mia ultima, me lo sento, passerà inosservata. A cosa servirà mai? Prima o poi mi dimenticheranno anche i miei genitori. Non sarò altro che un nominativo e due date incisi su di una lapide.
Ricordate che anche voi sarete questo.
Smettetela di assillarvi con le vostre seghe mentali sull'essere popolari, essere qualcuno, essere alla moda.

La Morte non controlla la tua etichetta.


Ottobre 01, 2008 ... lontana da casa, lontana dall'amore, verso la morte.

 

PS: tra nove giorni sarà il mio compleanno. Woo-hoo, diciotto anni. Un traguardo inarrivabile, fino ad un anno fa. Infatti non ci arriverò.