per Te...

21 ottobre 2011 ore 12:11 segnala
Amore… quando sono con te il tempo rallenta…
Si ferma un istante…fino a perdere la sua dimensione…
Non sento più rabbia… dolore… né malessere… rancore… tristezza…
Mi specchio nei tuoi occhi… accarezzo il tuo viso… bacio la tua bocca…
Poi il tempo riprende a scorrere veloce…
Ti abbraccio…
E sento che ti amo un po’ di più… ogni giorno…

Tiziana

d0a3fa5a-34e7-4267-8e84-631be96a40c4
Amore… quando sono con te il tempo rallenta… Si ferma un istante…fino a perdere la sua dimensione… Non sento più rabbia… dolore… né malessere… rancore… tristezza… Mi specchio nei tuoi occhi…...
Post
21/10/2011 12:11:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    15
  • commenti
    comment
    Comment
    23

ma cos'è successo ai nostri bambini???

10 ottobre 2011 ore 11:31 segnala
Questo è un articolo datato 8 ottobre 2011…

Tre ragazzine in età compresa tra gli 8 ed i 10 anni hanno sotterrato 3 gattini vivi, che si sono salvati semplicemente perché alcuni adulti sono intervenuti salvando i micini e sgridando le bambine che si sono giustificate dicendo di averlo fatto solo per gioco. E' successo qualche giorno fa in provincia di Ascoli Piceno ed è solo l'ultima delle circa duecento segnalazioni ricevute quest'anno dall'associazione animalista Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente).
Secondo la stima degli attivisti sono circa 400 gli animali che nel corso dell'anno sono stati massacrati da gruppi di bambini ed adolescenti in età compresa tra gli 8 ed i 14 anni. "La quasi totalità dei casi - spiega l'Aidaa - vede coinvolti cani o gatti e le segnalazioni arrivano dal centro-sud Italia in particolare da Sicilia, Calabria, Puglia e anche da Marche e Lazio, ma non mancano anche segnalazioni di cani seviziati nelle regioni del cento-nord. I casi di cui stiamo parlando riguardano atti di crudeltà efferata che nella stragrande maggioranza dei casi portano alla morte tra atroci sofferenze dell'animale e riguardano cani e gatti, mentre per quanto riguarda la statistica degli autori dei reati, sono commessi da bimbi e ragazzi in età compresa tra gli 8 ed i 14 anni e quindi non punibili".
"La maggior parte dei reati e dei maltrattamenti - spiega ancora l'associazione - avvengono nei confronti di cuccioli di cani randagi che vengono picchiati fino alla morte, in alcuni casi impiccati e bruciati vivi. Per quanto riguarda i gatti si tratta invece di maltrattamenti sui cuccioli che vengono sia picchiati che uccisi o a bastonate o in alcuni casi affogati per gioco".


Secondo me… fra i motivi che portano dei bambini a fare gesti così brutali c’è tutta la violenza che i media… ma soprattutto i videogames… propongono loro quotidianamente… “Dalla realtà virtuale alla violenza reale”
E noi genitori ed educatori dovremmo porci seriamente la domanda “cosa possiamo fare” per evitare che accadano determinate cose?
I videogiochi violenti disturbano la personalità dei ragazzi, favorendo l' aggressività fisica. Ma non solo: l' aggressività dura per parecchio tempo dopo l' uso dei videogiochi.
Il ruolo dei vecchi schemi narrativi dei giochi per bambini era quello di conferire un significato ed una direzione alle emozioni quali la rabbia, la paura, la gioia e il dolore. Il gioco simbolico permetteva il riconoscimento delle emozioni profonde e l' individuazione di strategie per gestirle; il consolidamento di queste strategie era la base per stabilire relazioni sociali significative.
Oggi, con i videogiochi, l' immersione in queste emozioni non consente di distanziarsene e di gestirle». Il rischio è di creare generazioni di adulti incapaci di collocare, distanziare e padroneggiare le emozioni.
Secondo me è fondamentale imparare a conoscere e capire le reazioni di propri figli…. Ed è importantissimo riuscire a controllarli… soprattutto di fronte ai pericoli…
il fattore del controllo esercitato dai genitori rappresenta un importante elemento atto ad influenzare i bambini. Se a casa vengono imposti limiti sia sul tempo trascorribile con i videogiochi, sia sul loro contenuto, i bambini subiscono in misura minore gli effetti negativi.
Ed è necessario che i genitori siano maggiormente consapevoli dei rischi che i loro figli corrono dedicandosi ai videogiochi.
E’ anche importante che genitori parlino con i propri figli sulla questione della violenza, sottolineando l’inopportunità di adottare comportamenti aggressivi per risolvere i loro problemi personali.
19b63365-d846-4b8d-a61b-ddb8806048cb
Questo è un articolo datato 8 ottobre 2011… Tre ragazzine in età compresa tra gli 8 ed i 10 anni hanno sotterrato 3 gattini vivi, che si sono salvati semplicemente perché alcuni adulti sono...
Post
10/10/2011 11:31:53
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    25

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUGLI ANZIANI

05 ottobre 2011 ore 12:22 segnala
Ho trovato sul web questa lettera...
mi è piaciuta particolarmente e ho deciso di estendere la "campagna di sensibilizzazione sugli anziani" anche alle pagine del Blog di chatta.
Tiziana :rosa



Lettera di una madre al proprio figlio:
Se un giorno mi vedrai vecchia: se mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi abbi pazienza, ricorda il tempo che ho trascorso ad insegnartelo. Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose … non mi interrompere … ascoltami, quando eri piccolo dovevo raccontarti ogni sera la stessa storia finche’ non ti addormentavi. Quando non voglio lavarmi... non biasimarmi e non farmi vergognare … ricordati quando dovevo correrti dietro inventando delle scuse perche’ non volevi fare il bagno. Quando vedi la mia ignoranza per le nuove tecnologie, dammi il tempo necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico ho avuto tutta la pazienza per insegnarti l’abc. Quando ad un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso … dammi il tempo necessario per ricordare e se non ci riesco non ti innervosire ….. la cosa piu’ importante non e’ quello che dico ma il mio bisogno di essere con te ed averti li vicino pronto ad ascoltarmi. Quando le mie povere gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo non trattarmi come fossi un peso, vieni verso di me con le tue mani forti nello stesso modo con cui io l’ho fatto con te quando muovevi i tuoi primi passi. Quando dico che vorrei essere morta … non arrabbiarti un giorno comprenderai che cosa mi spinge a dirlo. Cerca di capire che alla mia età non si vive, si sopravvive. Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te che ho tentato di spianarti la strada. Dammi un po’ del tuo tempo, dammi un po’ della tua pazienza, dammi una spalla su cui poggiare la testa allo stesso modo in cui io l’ho fatto per te. Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io ti darò un sorriso e l’immenso amore che ho sempre avuto per te. TI AMO FIGLIO MIO E TI AMERO’ X SEMPRE, anche se mi ignorerai...
f113d574-dda2-4c83-9a91-9447922496f2
Ho trovato sul web questa lettera... mi è piaciuta particolarmente e ho deciso di estendere la "campagna di sensibilizzazione sugli anziani" anche alle pagine del Blog di chatta. Tiziana...
Post
05/10/2011 12:22:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13
  • commenti
    comment
    Comment
    21

XVIII Giornata Mondiale Alzheimer

21 settembre 2011 ore 10:13 segnala
Oggi, 21 settembre 2011 si celebra la VXIII giornata mondiale Alzheimer.
La demenza di Alzheimer ha, in genere, un inizio subdolo: le persone cominciano a dimenticare alcune cose, per arrivare al punto in cui non riescono più a riconoscere nemmeno i familiari e hanno bisogno di aiuto anche per le attività quotidiane più semplici.
La demenza di Alzheimer oggi colpisce circa il 5% delle persone con più di 60 anni e in Italia si stimano circa 500mila ammalati.


Questo post purtroppo non è in grado di dare un contributo “tangibile” alla medicina che si occupa dei soggetti colpiti dalla malattia… il mio augurio e che leggendolo si possa, anche per pochi minuti, lasciare da parte quello che è il normale colloquiare in chat, e fermarsi a riflettere su uno dei mali più subdoli e brutti che può colpire davvero chiunque, senza preavviso.


"Il malato di Alzheimer non solo è penalizzato dalla deplorevole abitudine dell'uomo di stigmatizzare le minoranze, ma anche e ancor più per la mancanza di conoscenza della sua malattia". "L'uomo con la sua individualità, la sua storia e i suoi sentimenti non esiste più, gli è stata data un'etichetta, un foglietto illustrativo non scritto ma universalmente riconosciuto: lo stigma. Questa etichetta dice che "non è più una persona". Le etichette sono sempre sbagliate, ma questa è davvero intollerabile. Il malato di Alzheimer è una persona come tutti noi con un'immensa dignità e questa dignità oltre a dover essere rispettata, va tutelata".
Gabriella Salvini Porro.
e468546a-96ea-4d91-a357-86a6beabb640
Oggi, 21 settembre 2011 si celebra la VXIII giornata mondiale Alzheimer. La demenza di Alzheimer ha, in genere, un inizio subdolo: le persone cominciano a dimenticare alcune cose, per arrivare al...
Post
21/09/2011 10:13:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    18

... Amare...

17 settembre 2011 ore 08:56 segnala
Ripropongo un post che, chi ha letto il mio precedente blog, conosce già...
...mi piaceva... e l'ho trascritto... :-)
Tiziana



Amare una persona é...
Averla senza possederla...
Dare il meglio di sé senza pensare di ricevere...
Voler stare spesso con lei ma senza essere mossi dal bisogno di alleviare la propria solitudine...
Temere di perderla, ma senza essere gelosi...
Aver bisogno di lei, ma senza dipendere...
Aiutarla, ma senza aspettarsi gratitudine...
Essere legati a lei, pur essendo liberi...
Essere un tutt'uno con lei, pur essendo se stessi...
Ma per riuscire in tutto ciò, la cosa più importante da fare è...
accettarla così com'è, senza pretendere che sia come si vorrebbe...
e7a2118e-9d37-43bf-99fe-3decf926e4d9
Ripropongo un post che, chi ha letto il mio precedente blog, conosce già... ...mi piaceva... e l'ho trascritto... :-) Tiziana Amare una persona é... Averla senza possederla... Dare il meglio di...
Post
17/09/2011 08:56:36
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    14

... ancora una volta... si parla di amicizia...

03 agosto 2011 ore 08:37 segnala
quando veramente si può parlare di amicizia?
Ho sempre pensato che l'amicizia debba avere la caratteristica della reciprocità e per questo delle "regole": desiderio di conoscersi, rispettarsi, condividere e ho sperimentato negli anni la delusione di credere di aver trovato un amico che poi non si è rivelato tale.
In effetti la vera amicizia, quella gemma preziosa che raramente si trova nella vita, implica prima di tutto l'assoluta assenza di giudizio, di pretese e di regole.
Un vero amico accetta senza pregiudizi ciò che l'altro è… e vive.
L'amicizia reale e profonda non impone condivisione nei gusti, nelle scelte o nel modo di guardare alla vita. La vera amicizia è complicità profonda, è rispetto e comprensione…
Ho sempre creduto nella amicizia così come si intende nella sua definizione…
Nel corso della mia vita ho avuto modo di approcciare a più di una amicizia… iniziando dai banchi di scuola… proseguendo nell’ambiente di lavoro e in quelli frequentati nel tempo libero…
Ho avuto spesso delusioni da parte di finte amicizie che si rivelavano gelose e in più di un’occasione hanno cercato di farmi del male… … non esiste cosa peggiore di qualcuno geloso di te… la gelosia è perfida…
Sinceramente, con il passare degli anni, le esperienze maturate e le consapevolezze acquisite… le vere amicizie che mi sono rimaste si contano sulle dita di una mano… si… di una sola mano…
Sono quelle più vere… più sincere…. In ogni caso… nel bene… e nel male…
Si perché la vera amicizia non ti volta mai le spalle… dice sempre la verità… senza paura di essere troppo esplicita… la vera amica ti dice quello che ti fa piacere… ma anche quello che non vuoi sentirti dire…
Ma soprattutto la vera amicizia… oltre ad essere la gioia della compagnia o la certezza di una mano tesa… crede in te e si fida di te… senza lasciarsi corrompere da opinioni e aspettative…

E per Voi… cos’è l’amicizia???
5e1a6d8a-38d7-4281-933d-0d06d30f7658
quando veramente si può parlare di amicizia? Ho sempre pensato che l'amicizia debba avere la caratteristica della reciprocità e per questo delle "regole": desiderio di conoscersi, rispettarsi,...
Post
03/08/2011 08:37:45
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    8

per sorridere un po...

15 luglio 2011 ore 13:17 segnala
Queste frasi circolano da qualche tempo sulla rete...
rileggerle fa sorridere un pò. :-) :-)
:many

Almeno l'itagliano... sallo!?

_ Scendi il cane che lo piscio.

_ Che fisico….fai bidi bolding?

_ Posso affliggere questi manifesti?

_ Riposiamoci e diamoci una rifucilata.

_ Tomba ha vinto lo slavo gigante.

_ Al TG parlavano degli ambientalisti islamici.

_ Il patè d'animo.

_ Di fronte a ste cose rimango putrefatto.

_ Siamo agli antilopi.

_ Quando muoio mi faccio cromare.

_ Ho un dolore in mezzo allo sterco.

_ Purtroppo è nel mio carattere: sodomizzo tutto.

_ I raggi ultaviolenti.

_ Anche l'ottico vuole la sua parte.

_ Anche l'occhio va dalla sua parte.

_ Spezziamo un'arancia in favore.

_ Spezziamo un braccio in favore della pace.

_ Non piangere sul latte macchiato.

_ Uniamo l'utero al dilettevole.

_ Arrivano certe zampate di caldo.

_ Piume di stronzo.

_ Mi son dato la zuppa sul piede.

_ C'è peluria di operai.

_ Ha studiato da solo: è un'auto di latta.

_ Da vicino vedo bene, da lontano sono lesbica.

_ Sono animali che vivono solo allo stato ebraico.

:many
689bcdec-47fc-4029-b438-9e80d62bb684
Queste frasi circolano da qualche tempo sulla rete... rileggerle fa sorridere un pò. :-) :-) :many Almeno l'itagliano... sallo!? _ Scendi il cane che lo piscio. _ Che fisico….fai bidi...
Post
15/07/2011 13:17:15
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment
    46

... NON HO PAROLE ...

12 luglio 2011 ore 09:34 segnala
Bari, bimba viveva come un cane: nessun reato
Il pm che si occupa del caso di Lucrezia, che mangiava dalla ciotola del cane e non parla, ha chiesto l'archiviazione


Quando l'hanno trovata, Lucrezia aveva sette anni e non parlava. Abbaiava. Era cresciuta a Bari, insieme al suo cagnolino, rinchiusa in un armadio: mangiavano dalla stessa ciotola. Lì dentro, tra escrementi e rifiuti, l'avevano trovata i carabinieri, dopo che i genitori - lui disoccupato invalido civile, lei con gravi disturbi psichici - ne avevano denunciato la scomparsa. La storia risale al 21 ottobre 2009, ma ora il pm Angela Morea ha deciso di archiviare l'inchiesta.

Perché Lucrezia, ora 9 anni, non parla, e non può raccontare cosa le è successo. E così, secondo il pm, mancano le prove, gli indagati e i capi di imputazione. E il caso di Lucrezia, che vive in una casa famiglia e forse ha subito violenza, perché davanti agli assistenti sociali ha cominciato a mimare atti sessuali, rischia di arenarsi. Ora il procuratore capo di Bari, Antonio Laudati, vuole fare luce e oggi stesso convocherà la collega per un chiarimento.

«Non è un atto di disconoscimento del lavoro del pm», hanno specificato dalla Procura. «Solo la volontà di avere dei chiarimenti su un caso tanto delicato». Antonio Marziale, presidente dell'Osservatorio sui diritti dei minori ha chiesto l'intervento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano: «Il caso non può venire archiviato, anche se per il pm si è trattato di un percorso obbligato».




Ci provo… mi sforzo… ma non riesco a trovare alcuna parola per commentare quanto scritto sopra… dal mio cuore esce solamente un dolore fortissimo per quella povera creatura indifesa… e dal mio animo tanta rabbia… nei confronti di chi fa tanto male ai bambini… e di coloro che li lasciano liberi di continuare la propria vita… nonostante sia palese la colpevolezza…
E’ mai possibile che debbano accadere fatti simili… e che si dica che “non c’è reato”???
Cose da pazzi… in un sistema giudiziario in cui un genitore è costretto a “mantenere” il figlio trentenne e fannullone… che dorme tutto il giorno (sentenza già vista) …
… chi riduce in uno stato simile la figlia non deve essere punito?… non deve pagare? non è reato?… ma allora di cosa si tratta???

… chiedo scusa a tutti i lettori di questo blog per il mio sfogo… ma credete che mi sono trattenuta… e tanto anche…
NON ACCETTO ASSOLUTAMENTE CATTIVERIE GRATUITE NEI CONFRONTI DI CHI NON SI PUO’ DIFENDERE… ma soprattutto… NON ACCETTO L’INGIUSTIZIA…
7ab8d57e-ecd0-4a6b-8d19-307340122a90
Bari, bimba viveva come un cane: nessun reato Il pm che si occupa del caso di Lucrezia, che mangiava dalla ciotola del cane e non parla, ha chiesto l'archiviazione Quando l'hanno trovata, Lucrezia...
Post
12/07/2011 09:34:00
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    20

Perché TI AMO…

06 luglio 2011 ore 08:35 segnala
:cuore Perché TI AMO… :cuore

TI AMO per la tua sensibilta'… che mi tocca nel profondo e mi fa sciogliere l’anima…

TI AMO per la tua umanità… così immensa e profonda…

TI AMO per la tua intelligenza… mai saccente… ma sempre curiosa e spontanea…

TI AMO per la tua profondità… così vitale e mai pedante…

TI AMO per la tua gioia di vivere… per i tuoi sogni… uguali ai miei…

TI AMO per la tua fantasia e per la tua ironia…. naturale e scintillante…

TI AMO per la tua forza… per la tua determinazione… per la sicurezza che mi infondi

TI AMO per la tua saggezza… così naturale… e mai fuori luogo…

Ed ancora…

TI AMO perché sei riuscito a far si che il mio cuore (oramai arido e vuoto)… ricominciasse a battere forte…

TI AMO perché mi hai fatto sentire amata… come non mai…

TI AMO perché sai guardarmi dentro l’anima… e riempirla di sole…

Per tutto questo TI AMO… e per tante altre cose…

Forse piccole… ma immense…

Come il tuo sguardo… la tua voce… la tua bocca… le tue mani… i tuoi baci… il tuo modo di stringermi a te…

:cuore Ecco perché TI AMO… :cuore
9a92a3b2-d886-4961-98f3-b1b67fd36b52
:cuore Perché TI AMO… :cuore TI AMO per la tua sensibilta'… che mi tocca nel profondo e mi fa sciogliere l’anima… TI AMO per la tua umanità… così immensa e profonda… TI AMO per la tua intelligenza… m...
Post
06/07/2011 08:35:12
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7
  • commenti
    comment
    Comment
    22