"Le cose che ho imparato nella vita"

12 ottobre 2009 ore 21:38 segnala

Ecco alcune delle cose che ho imparato nella vita: 

-Che non importa quanto sia buona una persona, ogni tanto ti ferirà. 
E per questo, bisognerà che tu la perdoni. 
-Che ci vogliono anni per costruire la fiducia e solo pochi secondi per 
distruggerla. 
-Che non dobbiamo cambiare amici, se comprendiamo che gli amici cambiano. 
-Che le circostanze e l'ambiente hanno influenza su di noi, ma noi siamo 
responsabili di noi stessi. 
-Che, o sarai tu a controllare i tuoi atti,o essi controlleranno te. 
-Ho imparato che gli eroi sono persone che hanno fatto ciò che era 
necessario fare, affrontandone le conseguenze. 
-Che la pazienza richiede molta pratica. 
-Che ci sono persone che ci amano, ma che semplicemente non sanno come 
dimostrarlo. 
-Che a volte, la persona che tu pensi ti sferrerà il colpo mortale quando 
cadrai,è invece una di quelle poche che ti aiuteranno a rialzarti. 
-Che solo perché qualcuno non ti ama come tu vorresti, non significa che 
non ti ami con tutto se stesso. 
-Che non si deve mai dire a un bambino che i sogni sono 
sciocchezze:sarebbe una tragedia se lo credesse. 
-Che non sempre è sufficiente essere perdonato da qualcuno. Nella maggior 
parte dei casi sei tu a dover perdonare te stesso. 
-Che non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non 
si ferma, aspettando che tu lo ripari. 
-Forse Dio vuole che incontriamo un po' di gente sbagliata prima di 
incontrare quella giusta, così quando finalmente la incontriamo, sapremo 
come essere riconoscenti per quel regalo. 
-Quando la porta della felicità si chiude, un'altra si apre, ma tante 
volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella che è 
stata aperta per noi. 
-La miglior specie d'amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un 
portico e camminarci insieme, senza dire una parola, e quando vai via senti 
che è come se fosse stata la miglior conversazione mai avuta. 
-È vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima di perderlo, ma è anche 
vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima che arrivi. 
-Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno, un'ora per piacergli, e un 
giorno per amarlo, ma ci vuole una vita per dimenticarlo. 
-Non cercare le apparenze, possono ingannare. 
-Non cercare la salute, anche quella può affievolirsi. 

-Cerca qualcuno che ti faccia sorridere perché ci vuole solo un sorriso 
per far sembrare brillante una giornataccia. 
-Trova quello che fa sorridere il tuo cuore. 
-Ci sono momenti nella vita in cui qualcuno ti manca così tanto che 
vorresti proprio tirarlo fuori dai tuoi sogni per abbracciarlo davvero! 
-Sogna ciò che ti va; vai dove vuoi; sii ciò che vuoi essere, perché hai 
solo una vita e una possibilità di fare le cose che vuoi fare. 
-Puoi avere abbastanza felicità da renderti dolce, difficoltà a 
sufficienza da renderti forte, dolore abbastanza da renderti umano, 
speranza sufficiente a renderti felice. 
-Mettiti sempre nei panni degli altri. Se ti senti stretto, probabilmente 
anche loro si sentono così. 
-Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni 
cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino. 
-L'amore comincia con un sorriso, cresce con un bacio e finisce con un the. 
-Il miglior futuro è basato sul passato dimenticato, non puoi andare bene 
nella vita prima di lasciare andare i tuoi fallimenti passati e tuoi 
dolori. 
-Quando sei nato, stavi piangendo e tutti intorno a te sorridevano. 
Vivi la tua vita in modo che quando morirai, tu sia l'unico che sorride 
e ognuno intorno a te piange. 

di Paulo Coelho 

11175033
Ecco alcune delle cose che ho imparato nella vita: -Che non importa quanto sia buona una persona, ogni tanto ti ferirà. E per questo, bisognerà che tu la perdoni. -Che ci vogliono anni per costruire la fiducia e solo pochi secondi per distruggerla. -Che non dobbiamo...
Post
12/10/2009 21:38:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Me....

29 settembre 2009 ore 08:19 segnala
Creo e disfo…

Costruisco  e rismonto…

Scrivo e cancello…

Determino e rinvio…

Fantastico e mi sveglio…

Desidero e detesto…

Alla ricerca dell’equilibrio

A modo mio sono onniponte….

11144780
Creo e disfo… Costruisco  e rismonto… Scrivo e cancello… Determino e rinvio… Fantastico e mi sveglio… Desidero e detesto… Alla ricerca dell’equilibrio A modo mio sono onniponte….
Post
29/09/2009 08:19:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Gente....

24 settembre 2009 ore 08:03 segnala
Non posso essere sola,
mi viene a visitare
una schiera di ospiti,
non sono registrati,
non usano la chiave,
non han né vesti, né nomi,
né climi, né almanacchi,
ma dimore comuni,
proprio come gli gnomi,
messaggeri interiori
ne annunciano l'arrivo,
invece la partenza
non è annunciata, infatti
non sono mai partiti.


Emily Dickinson 

 

Una rosa per te....

15 settembre 2009 ore 13:34 segnala

Parole per un’amico…

Per così poco tempo ci siamo scritti,raccontati,conosciuti…ma è stato sufficiente  da rendermi più ricca…non ho mai visto il tuo volto,ma ho sentito i tuoi battiti..non ho mai visto il tuo sorriso,ma ho sentito il tuo avvolgente abbraccio…non ti ho mai visto,ma è come se ti conoscessi da sempre...uomo di animo sensibile,di grande umanità,sempre pronto ad insegnarmi ,a regalarmi il tuo affetto,a farmi sentire la tua presenza accanto a me…sì amico mio..diamo tempo al tempo,e qualsiasi cosa possa accadere chiudi gli occhi e sarò lì a stringerti forte,non sarai mai più solo(per sempre)…sei speciale per me,ti voglio bene!!!!!

Ricordi....

15 settembre 2009 ore 12:15 segnala
Ricordi…

Chiudendo gli occhi aumenta il ritmo del mio cuore…i ricordi riafforano

Ti rivedo lì bello come sei,alto ,snello ,con i tuoi occhi scuri e profondi,quel tuo ciuffo ribelle che continuamente con la tua mano rimettevi a posto,quel gesto così familare,…il tuo modo di camminare,il tuo gesticolare nervosamente quando mi rimproveravi perché ti avevo fatto arrabbiare ,sostenevi  o meglio cercavi di tenere il broncio,non ti davo modo di avercela con me ,in un modo o nell’altro dopo un po’ dovevi sorridermi altrimenti non ti davo tregua,e tu  cedevi rassegnato…mi sorridevi e dicevi…però che sei,ma come devo fare con te,creatura stupenda…quante risate,ci rallegravamo  con nulla…quanti pianti anche,i tuoi occhi..vedevo i tuoi occhi diventare tristi,riempirsi di lacrime cercando disperatamente  di mandar via le lacrime sorridevi per nasconderei a me,non c’era bisogno di dire,non servivano parole…solo silenzi,silenzi in cui mi stringevi  tra le tue braccia  mi attiravi a te e mi tenevi così  forte che a volte mi mancava il respiro …..

Quanti ricordi di noi…nella mia mente tanti  flash mi appaiono  rapidi che imprigionare diventa faticoso…resterai sempre nel mio cuore,avrai sempre un angolino speciale,ogni tanto ti affaccerai nella mia mente…resterai un ricordo,resterai un film già visto,una canzone ascoltata mille volte ma che riascoltarla e vederla ti emozionerà sempre,emozioni nuove arriveranno e magari saranno più intense,sensazioni più profonde,brividi più intensi attraverseranno il mio corpo…ma i ricordi resteranno in eterno in me…

OSARE OPPURE NO?????

27 agosto 2009 ore 18:00 segnala

 

 

 

 

 

 

Solito bar per solito caffè,solita passeggiata,solita pizzeria,lavoro,commissioni varie,solita routine insomma…per evadare dal quotidiano ti iscrivi in chat,ti dici…vediamo un po’ che aria cè in rete…persone intelligenti,fantasiose,carine,socievoli,altezzose,superficiali,maniaci,ignoranti,insomma incontri il genere umano….la realtà non è molto diversa da quella virtuale in fondo,a noi saperla gestire,a noi sapere cosa e dove cercare…ogni tanto apri e la piccola icona della posta lampeggia..nuovi messaggi per te…

Il primo approccio è sempre il più difficile,magari sei lì e ti dici…,che scrivo per far in modo che risponda,cosa dire per poter catturare la sua attenzione ?????…alcune volte basta un semplice ciao e rileggi il suo di  ciao……altre volte magari ti presenti in tutta la tua completezza pensando di aver fatto colpo,che non potrà non rispondere dopo tanto impegno…e magari ti accorgi che non è bastato il file precedentemente scritto e salvato da poter spedire a tutti ,non basta un semplice copia e incolla ricordate…la sincerità e l’istintività credo colpisca di più,quantomeno per me è così….

Con alcuni scambi pochi messaggi e dopo un po’ ti accorgi che nn cè feeling,o magari hanno detto o fatto qualcosa che lascia il tempo che trova e fà si che neanche sei stimolato a scrivergli più….,con altri inizia una corrispondenza frequente,giornaliera,ti racconti,ti fai scoprire,gli parli di te,di ciò che ami,degli amori,dei dolori,dei sentimenti,”ascolti “i suoi,diventando sempre più avido di sapere tutto,poi per qualche inspiegabile motivo dopo un po’ smettono di arrivare messaggi,magari i primi giorni ti chiedi…che succede,cosa ho detto,cè ancora,avrà trovato un altro/a con cui proseguire il suo viaggio virtuale….e allora prosegui anche tu il tuo e ti accorgi che neanche ricordi più come’era il suo nome..con altri nasce una simpatia particolare,una irrefrenabile voglia di saper chi è,di scoprire colui che dall’altra parte di un freddo monitor batte su di una tastiera le lettere che compongono il tuo nome chiedendoti..come stai oggi,come hai dormito,cosa hai fatto,dove sei stata,raccontami dài..son qui a leggerti…e mentre tu racconti con la frenesia di dire tutto e subito ti  domanda e  ti dice(scrive)…sai,mi accorgo che più parlo con te e più nasce in me la voglia di poterti guardare e……e tu…e…????....poter guardare profondamente nei tuoi occhi…..perchè mi accorgo che “con te stò bene”,che mi piace leggerti,ti chiedi..sarà vero ciò che ha appena scritto,son parole che nascono dal suo cuore oppure stà mentendo ed è così bravo da aver intuito ciò che tu in quel preciso istante sospeso nel tempo volevi sentire...non importa,sè solo un inganno della mente, è servita a regalarti un sorriso,un battito,un'emozione......  semplici parole..no non sono semplici parole,son parole che danno un senso a tutto ciò,parole che spiegano le sensazioni,le emozioni che si hanno dentro…domanda…che fare,accettare l’invito di prendere un caffè e delineare quel viso tanto immaginato,dare un volto a quelle sensazioni provate,a quel cercarsi,a volersi scoprire…correndo il rischio che tutta quella voglia di aprire la chat per poter  leggere i suoi messaggi possa finire bevendo un semplice caffè ,perchè nonostante sia carino,simpatico,dolce..non scatta la famosa “scintilla” quella che porta a domandarti ancnor prima di andare via…quando lo rivedrò,ne avrà voglia anche lui,gli sarò piaciuta,resteremo amici,ci riscriveremo di nuovo??????...il destino tante volte ci dà un piccolo aiuto,siamo noi gli artefici delle decisioni che andremo a prendere,le mani che scriveranno nuove  pagine del libro della nostra vita…

 

11072094
           Solito bar per solito caffè,solita passeggiata,solita pizzeria,lavoro,commissioni varie,solita routine insomma…per evadare dal quotidiano ti iscrivi in chat,ti dici…vediamo un po’ che aria cè in rete…persone...
Post
27/08/2009 18:00:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Portati via..........

26 giugno 2009 ore 23:33 segnala
Portati via dalla mia vita…dal mio cuore…dai miei pensieri…

Và via sileziosamente,lentamente senza voltarti…

Portati via il tuo profumo…le tue mani…la tua voce…i tuoi occhi…

Fa in modo che possa non pensarti più…che possa dimenticarti….

E  che sia capace di voltare pagina per poi leggere il libro della mia vita!!!!!

Mi piaci quando taci....

28 maggio 2009 ore 22:23 segnala
Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.
Sembra che gli occhi ti sian volati via
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Poiché tutte le cose son piene della mia anima
emergi dalle cose, piene dell'anima mia.
Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima,
e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci e sei come distante.
E stai come lamentandoti, farfalla turbante.
E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge:
lascia che io taccia col tuo silenzio.

Lascia che ti parli pure col tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e costellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Allora una parola, un sorriso bastano.
E son felice, felice che non sia così.


Mi piaci quando taci perché sei come assente,
e mi ascolti da lungi e la mia voce non ti tocca.
Sembra che gli occhi ti sian volati via
e che un bacio ti abbia chiuso la bocca.

Poiché tutte le cose son piene della mia anima
emergi dalle cose, piene dell'anima mia.
Farfalla di sogno, rassomigli alla mia anima,
e rassomigli alla parola malinconia.

Mi piaci quando taci e sei come distante.
E stai come lamentandoti, farfalla turbante.
E mi ascolti da lungi, e la mia voce non ti raggiunge:
lascia che io taccia col tuo silenzio.

Lascia che ti parli pure col tuo silenzio
chiaro come una lampada, semplice come un anello.
Sei come la notte, silenziosa e costellata.
Il tuo silenzio è di stella, così lontano e semplice.

Mi piaci quando taci perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Allora una parola, un sorriso bastano.
E son felice, felice che non sia così.


briciole di un amore......

23 maggio 2009 ore 09:54 segnala
Un giorno capirai che poesia potevamo essere insieme.....spero che quel giorno non sia troppo tardi...

Primo incontro....

15 maggio 2009 ore 23:19 segnala
Appuntamento alle 18,00…

Chiama e dice…questa volta o mai più..dopo tanti appuntamenti presi e disdetti

Aspettami sono un po’ in ritardo,mi hanno trattenuto in ufficio,ma stò arrivando!!!

nel frattempo seduta in auto ascolto Tiziano Ferro,il regalo più grande…

18,10 circa…eccolo..

Moro,occhi scuri,alto,carinissimo…camicia bianca,pantaloni blu,occhiali da sole,…

si avvicina verso di me mi saluta con un leggero bacio sulla guancia sussurrando…ciao!!!!!

Scherziamo,ridiamo,ci raccontiamo,ci osserviamo,ci conosciamo….

seduti al tavolino di un bar,sposta la sua sedia per venirmi accanto,

le gambe si sfiorano,le mani gesticolando si toccano,gli occhi si cercano…

Domande e ancora domande…risposte che non arrivano,ma che sono eloquenti

Non serve dire…sono gli occhi a parlare….intanto il tempo corre velocemente,

son passati già 10 mn dall’ora in cui dovevamo andare via…va beh dai,

fumiamo l’ultima sigaretta insieme e poi andiamo via..

Io seduta in auto accendo lo stereo,lui sempre più irrequieto …

deve andare ma non ne ha voglia,..lo osservo, noto che è sempre più irrequieto,

so il perché…mi dice che ha tante cose da dirmi , e che vorrebbe farlo quanto prima e con calma,

senza la fretta di andare e magari lasciare un discorso sospeso…con un sorriso gli dico di stare tranquillo che và tutto bene..intanto siamo in ritardo di circa un’ora,ci salutiamo,mi dà un cd da ascoltare e mi dice a presto…fai attenzione e squillami quando sei a casa!!!!

Che sarà…chi può dirlo….il tempo darà tutte le risposte e tutte le soluzioni!!!!!