Ho amato incondizionatamente

30 marzo 2021 ore 10:36 segnala




Le parole che ti ho detto
volevo accarezzarti sul quel volto stanco...volevo abbracciarti come se eri uno scudo per me…
avevo voglia di toccarti e di desiderati…
avrei voluto anche baciarti per sentire un sigillo d'amore
Ho amato incondizionatamente...
Ma questo mio amore nn ti è bastato...
Ti ho ferito allo stesso modo
Mi sono inginocchiata davanti a DIO per chiedere Perdono... ma tu nn mi hai permesso di starti vicino come avrei voluto.
Ci ho provato
Abbandonata, desolata, vuota di parole.

Rita
92fe6f7c-7da5-403a-8c86-714b7ee9ee1e
« immagine » Le parole che ti ho detto volevo accarezzarti sul quel volto stanco...volevo abbracciarti come se eri uno scudo per me… avevo voglia di toccarti e di desiderati… avrei voluto anche baciarti per sentire un sigillo d'amore Ho amato incondizionatamente... Ma questo mio amore nn ti ...
Post
30/03/2021 10:36:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Ora io mi chiedo

26 marzo 2021 ore 10:51 segnala


Lei
Con le tue mani sapientini volevi toccare…ti acchiapperesti un bel schiaffone
Lei
Con la tua lingua volevi baciare…guarda che pungo hai capito furbacchione?
Lui
Vuoi del il Cioccolato fondente?
LEI
Nn mi sfidare perche ti do un colpo di frusta
Lui
Allora ti sbottono piano la camicia?
Lei
Occhio perche’ con un colpo di lingua ti rompo le ossa
Lui
Ma perchè nn funziona tutto come nei film??
Lei
per nn rischiare di cavarti gli occhi.
ora io mi chiedo:
nn vedo
nn sento
nn parlo
menomale che me ne rendo conto subito, e riesco a controllarmi…hahahha sono sopravvissuta, ma che fatica, per un attimo ho pensato di farmi esorcizzare...menomale che mi scrollo di dosso sempre, ho imparato anche a meditare
Rita
eef046d8-f807-4a57-ab12-dcc6488b96e9
« immagine » Lei Con le tue mani sapientini volevi toccare…ti acchiapperesti un bel schiaffone Lei Con la tua lingua volevi baciare…guarda che pungo hai capito furbacchione? Lui Vuoi del il Cioccolato fondente? LEI Nn mi sfidare perche ti do un colpo di frusta Lui Allora ti sbottono piano l...
Post
26/03/2021 10:51:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    2

La giornata dedicata a Dante

25 marzo 2021 ore 11:14 segnala








Canto I: Dante nella selva oscura

Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura,
ché la diritta via era smarrita.

Ahi quanto a dir qual era è cosa dura
esta selva selvaggia e aspra e forte
che nel pensier rinova la paura!

Tant' è amara che poco è più morte;
ma per trattar del ben ch'i' vi trovai,
dirò de l'altre cose ch'i' v'ho scorte.

Io non so ben ridir com' i' v'intrai,
tant' era pien di sonno a quel punto
che la verace via abbandonai.

Ma poi ch'i' fui al piè d'un colle giunto,
là dove terminava quella valle
che m'avea di paura il cor compunto,

guardai in alto e vidi le sue spalle
vestite già de' raggi del pianeta
che mena dritto altrui per ogne calle.

Allor fu la paura un poco queta,
che nel lago del cor m'era durata
la notte ch'i' passai con tanta pieta.

E come quei che con lena affannata,
uscito fuor del pelago a la riva,
si volge a l'acqua perigliosa e guata,

così l'animo mio, ch'ancor fuggiva,
si volse a retro a rimirar lo passo
che non lasciò già mai persona viva.

Poi ch'èi posato un poco il corpo lasso,
ripresi via per la piaggia diserta,
sì che 'l piè fermo sempre era 'l più basso.

Ed ecco, quasi al cominciar de l'erta,
una lonza leggiera e presta molto,
che di pel macolato era coverta;

e non mi si partia dinanzi al volto,
anzi 'mpediva tanto il mio cammino,
ch'i' fui per ritornar più volte vòlto.

Temp' era dal principio del mattino,
e 'l sol montava 'n sù con quelle stelle
ch'eran con lui quando l'amor divino

mosse di prima quelle cose belle;
sì ch'a bene sperar m'era cagione
di quella fiera a la gaetta pelle

l'ora del tempo e la dolce stagione;
ma non sì che paura non mi desse
la vista che m'apparve d'un leone.

Questi parea che contra me venisse
con la test' alta e con rabbiosa fame,
sì che parea che l'aere ne tremesse.

Ed una lupa, che di tutte brame
sembiava carca ne la sua magrezza,
e molte genti fé già viver grame,

questa mi porse tanto di gravezza
con la paura ch'uscia di sua vista,
ch'io perdei la speranza de l'altezza.

E qual è quei che volontieri acquista,
e giugne 'l tempo che perder lo face,
che 'n tutti suoi pensier piange e s'attrista;

tal mi fece la bestia sanza pace,
che, venendomi 'ncontro, a poco a poco
mi ripigneva là dove 'l sol tace.

Mentre ch'i' rovinava in basso loco,
dinanzi a li occhi mi si fu offerto
chi per lungo silenzio parea fioco.

Quando vidi costui nel gran diserto,
«Miserere di me», gridai a lui,
«qual che tu sii, od ombra od omo certo!».

Rispuosemi: «Non omo, omo già fui,
e li parenti miei furon lombardi,
mantoani per patrïa ambedui.

Nacqui sub Iulio, ancor che fosse tardi,
e vissi a Roma sotto 'l buono Augusto
nel tempo de li dèi falsi e bugiardi.

Poeta fui, e cantai di quel giusto
figliuol d'Anchise che venne di Troia,
poi che 'l superbo Ilïón fu combusto.

Ma tu perché ritorni a tanta noia?
perché non sali il dilettoso monte
ch'è principio e cagion di tutta gioia?».

«Or se' tu quel Virgilio e quella fonte
che spandi di parlar sì largo fiume?»,
rispuos' io lui con vergognosa fronte.

«O de li altri poeti onore e lume,
vagliami 'l lungo studio e 'l grande amore
che m'ha fatto cercar lo tuo volume.

Tu se' lo mio maestro e 'l mio autore,
tu se' solo colui da cu' io tolsi
lo bello stilo che m'ha fatto onore.

Vedi la bestia per cu' io mi volsi;
aiutami da lei, famoso saggio,
ch'ella mi fa tremar le vene e i polsi».

«A te convien tenere altro vïaggio»,
rispuose, poi che lagrimar mi vide,
«se vuo' campar d'esto loco selvaggio;

ché questa bestia, per la qual tu gride,
non lascia altrui passar per la sua via,
ma tanto lo 'mpedisce che l'uccide;

e ha natura sì malvagia e ria,
che mai non empie la bramosa voglia,
e dopo 'l pasto ha più fame che pria.

Molti son li animali a cui s'ammoglia,
e più saranno ancora, infin che 'l veltro
verrà, che la farà morir con doglia.

Questi non ciberà terra né peltro,
ma sapïenza, amore e virtute,
e sua nazion sarà tra feltro e feltro.

Di quella umile Italia fia salute
per cui morì la vergine Cammilla,
Eurialo e Turno e Niso di ferute.

Questi la caccerà per ogne villa,
fin che l'avrà rimessa ne lo 'nferno,
là onde 'nvidia prima dipartilla.

Ond' io per lo tuo me' penso e discerno
che tu mi segui, e io sarò tua guida,
e trarrotti di qui per loco etterno;

ove udirai le disperate strida,
vedrai li antichi spiriti dolenti,
ch'a la seconda morte ciascun grida;

e vederai color che son contenti
nel foco, perché speran di venire
quando che sia a le beate genti.

A le quai poi se tu vorrai salire,
anima fia a ciò più di me degna:
con lei ti lascerò nel mio partire;

ché quello imperador che là sù regna,
perch' i' fu' ribellante a la sua legge,
non vuol che 'n sua città per me si vegna.

In tutte parti impera e quivi regge;
quivi è la sua città e l'alto seggio:
oh felice colui cu' ivi elegge!».

E io a lui: «Poeta, io ti richeggio
per quello Dio che tu non conoscesti,
a ciò ch'io fugga questo male e peggio,

che tu mi meni là dov' or dicesti,
sì ch'io veggia la porta di san Pietro
e color cui tu fai cotanto mesti».

Allor si mosse, e io li tenni dietro.



67781a13-626e-4a1c-9b0a-6447b1dc3827
« video » Canto I: Dante nella selva oscura Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita. Ahi quanto a dir qual era è cosa dura esta selva selvaggia e aspra e forte che nel pensier rinova la paura! Tant' è amara che poco è più morte; ma...
Post
25/03/2021 11:14:09
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Vedo il rosa dei fiori di pesco

24 marzo 2021 ore 10:10 segnala




Vedo il rosa dei fiori di pesco, come un'immenso tappeto.
Un fiore delicato che si spezza al primo soffio di vento.
Sono entrata nel tempio del destino ho guardato il vuoto.
Ho seguito il cammino del sole, ho lasciato la mia pelle bruciare.
Ho osservato i colori del pesco sentivo il suo profumo dentro di me.
Quel soffio velenoso sentivo le gocce salate che bagnavano il mio viso

Rita




3be03b4c-428c-4f63-8855-f312f6df97e0
« immagine » Vedo il rosa dei fiori di pesco, come un'immenso tappeto. Un fiore delicato che si spezza al primo soffio di vento. Sono entrata nel tempio del destino ho guardato il vuoto. Ho seguito il cammino del sole, ho lasciato la mia pelle bruciare. Ho osservato i colori del pesco sentivo...
Post
24/03/2021 10:10:47
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    7

Sono stanca,e nn importa quanti giorni mancano

23 marzo 2021 ore 11:47 segnala




Sono stanca,e nn ho più neanche il coraggio di scrivere come facevo una volta...
ci sono argomenti che mi fanno soffrire parecchio,cose di cui cerco di nn parlare, cose che se posso,evito.
Oggi peso le parole,le espressioni,e tante altre cose...da aver perso il conto.
Ormai vivo per immagini e desideri... Mi sembra di nn avere più parole e di essere dentro un barattolo,sotto aceto.
Sono arrabbiata perchè nn sopporto certe cose stupide...perchè mi rovinano la pace e la serenità,mi rovinano i nervi.
forse un giorno avrò la forza di cancellare tutto quanto.
Ho perso le tracce del passato...prima le avevo confuse,adesso nn le riconosco più.
Ho bisogno di tranquillità... Di passeggiare in silenzio,e far scivolare in silenzio con una penna nera su tutte le parole,guardando altrove.
Sono stanca,e nn importa quanti giorni mancano sono giorni strani, questi.
Vorrei la mia serenità…come un soffio di vento,profumato di gelsomino e delicato come lo zucchero a velo.
Se un giorno vorrai cercarmi mi troverai
Mi sento così inadeguata e impotente,e la colpa è tutta mia che nn sono capace a scrivere.
Rita.
8bc3bdf2-fb00-474f-8c40-c8fda14e2185
« immagine » Sono stanca,e nn ho più neanche il coraggio di scrivere come facevo una volta... ci sono argomenti che mi fanno soffrire parecchio,cose di cui cerco di nn parlare, cose che se posso,evito. Oggi peso le parole,le espressioni,e tante altre cose...da aver perso il conto. Ormai vivo...
Post
23/03/2021 11:47:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    12

Tanti auguri vita mia

19 marzo 2021 ore 11:36 segnala



Avverto frequentemente la nostalgia dei miei ricordi
Come ogni anno per il giorno della festa del Papa',solo tu sapevi farmi sentire tale se pur sempre tenendomi stretta.
la Tua mano da uomo stringevi dolcemente la mia...come fossi sempre una bambina...sai che ti dico Papà?...avrei voluto restare sempre bambina e farmi viziare e coccolare da te,quando le nostre mani congiunte sul petto ascoltavano i nostri cuori,insieme, è realtà veramente come ogni anno nn ricevo più tanto Amore … Tanti auguri vita mia, perché nn ci sei più tu uomo meraviglioso per me Papino mio,mi manchi come l'aria
Ho pulito gli occhi e voltandomi,ho seguito la tua figura che si allontanava …
Eri capace di sorprendermi ad ogni occorrenza,nn do significato alla festa...nn festeggio ormai da anni questo giorno...ma nn lo nego che mi piaceva l'importanza che mi davi tu,mi piaceva ricevere le tue risate con l'immancabile quando cantavamo insieme le canzone Siciliani...quanto mi manchi in tutto Papino mio.
la mia anima è nella Tua,
MANCHI MANCHI MANCHI
All’uomo pui importante della mia vita
Tu mi hai dato tanta sicurezza forza e dignita’
Mi hai insegnato l’umilta',e il perdono e l’onesta’
Cerchero’ di nn deluderti mai.
Con la certezza che nessuno altro potra’ mai prendere il tuo posto
Con in immenso amore
La tua figlia
Rita






9337428a-a837-49b5-82f6-cdfc493afc63
« immagine » Avverto frequentemente la nostalgia dei miei ricordi Come ogni anno per il giorno della festa del Papa',solo tu sapevi farmi sentire tale se pur sempre tenendomi stretta. la Tua mano da uomo stringevi dolcemente la mia...come fossi sempre una bambina...sai che ti dico Papà?...avrei...
Post
19/03/2021 11:36:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    5

lo stalker potrebbe ignorare queste richieste.

18 marzo 2021 ore 10:28 segnala


All’inizio è una bella amicizia,ma poi si trasforma in un incubo
Un’ossessione mi si stringe lo stomaco
Ho sentito rizzarsi i peli dietro la nuca,l’agitazione salire.
Volevo, d’istinto, contrattaccare... Sapevo però che sarebbe stato inutile.
Nn voglio farmi mettere i piedi in testa da queste persone


Rita
20aaccff-fe05-4613-8e41-e2d0ca0ecca4
« immagine » All’inizio è una bella amicizia,ma poi si trasforma in un incubo Un’ossessione mi si stringe lo stomaco Ho sentito rizzarsi i peli dietro la nuca,l’agitazione salire. Volevo, d’istinto, contrattaccare... Sapevo però che sarebbe stato inutile. Nn voglio farmi mettere i piedi in testa...
Post
18/03/2021 10:28:30
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    9

Come sarà la Pasqua 2021?

16 marzo 2021 ore 13:11 segnala







Nn potendolo fare personalmente... mi limito QUI ad augurarei una buona e Santa Pasqua Di Resurrezione.

Come sarà la Pasqua 2021?


Tragica...per i parenti ed amici delle vittime,purtoppo.


Triste:

Prccupante:


Credo nn vi sia altro da aggiungere e...ancora AUGURI



Rita
4d91749d-1a7f-48f7-b1bf-67a66f4b7b96
« immagine » Nn potendolo fare personalmente... mi limito QUI ad augurarei una buona e Santa Pasqua Di Resurrezione. Come sarà la Pasqua 2021? Tragica...per i parenti ed amici delle vittime,purtoppo. Triste: Prccupante: Credo nn vi sia altro da aggiungere e...ancora AUGURI Rita
Post
16/03/2021 13:11:18
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Hai trafitto il cuore mio

15 marzo 2021 ore 15:38 segnala




Come neve messa al sole hai trafitto il cuore mio
Come fuoco di brace sentivo il dolore mio
Come una caverna, sentivo quel posto mio
Come stelo del grano sentivo freddo del mare mio



Rita
5a756d62-1c23-48e6-87f1-344520e805d8
« immagine » Come neve messa al sole hai trafitto il cuore mio Come fuoco di brace sentivo il dolore mio Come una caverna, sentivo quel posto mio Come stelo del grano sentivo freddo del mare mio Rita
Post
15/03/2021 15:38:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    2

Sto bene così

11 marzo 2021 ore 13:58 segnala
Foto di Rita






Canzone Giuliana Vitale




É quasi un anno che io non mi perdo
Nelle notti piene
Di malinconia
In giorni sempre più lontani
Ma io non ho avuto mai un po' di nostalgia
Sembrava che non ci sarei riuscita
A cambiare vita a modo mio
Ho lasciato in dientro il mio passato
Ho cancellato quello che ti ho dato
E adesso
Nessuno che può farmi male dentro
Nessuno che mi brucia a fuoco lento
Che non mi urla in faccia dal tormento
Vivo la vita
E sto bene così
Nessuno che mi fa più stare bene
Per poi ferirmi e ricominciare
A litigare non c'è più sapore
A costruire una vita
Con lui
Vivo per me
E sono libera
Di sorridere
Voglio rinascere
Perché con lui non ho vissuto mai
Avevo gli occhi chiusi
Ma il mio cuore
Amava più che mai
Mi rendo conto che sbrigato il tempo
Ma non voglio perdermi niente più
Adesso che sto bene
Voglio fare tutto quello
Che non voleva lui
Anche se nevica io vedo il sole
Soltanto adesso giuro che sto bene
Sono le dieci e mi va di uscire
Non c'è una voce che
Mi dice è tardi
Vai a dormire
Nessuno che può farmi male dentro
Nessuno che mi brucia a fuoco lento
Che non mi urla in faccia dal tormento
Vivo la vita
E sto bene così
Nessuno che mi fa più stare bene
Per poi ferirmi e ricominciare
A litigare non c'è più sapore
A costruire una vita con lui
Vivo per me
E sono libera
Di sorridere voglio rinascere
Perché con lui non ho vissuto mai
Avevo gli occhi chiusi
Ma il mio cuore
Amava più che mai
Nessuno che mi fa più stare bene
Per poi ferirmi e ricominciare
A litigare non c'è più sapore
A costruire una vita con lui
Vivo per me
E sono libera
Di sorridere
Voglio rinascere
Perché con lui non ho vissuto mai
Avevo gli occhi chiusi
Ma il mio cuore
Amava più che mai

c5321b52-829e-44fd-96c8-1b0202a36af7
Foto di Rita « immagine » Canzone Giuliana Vitale « video » É quasi un anno che io non mi perdo Nelle notti piene Di malinconia In giorni sempre più lontani Ma io non ho avuto mai un po' di nostalgia Sembrava che non ci sarei riuscita A cambiare vita a modo mio Ho lasciato in dientro il...
Post
11/03/2021 13:58:55
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1