Ideologie comuniste....e comportamenti borghesi.

01 agosto 2009 ore 16:36 segnala
La mia è solo un’osservazione che ho potuto costatare nel corso degli anni del mio lavoro. Capita spesso che si parli di politica quando ci si incontra con amici, o sconosciuti, e nelle discussioni è giusto che ognuno abbia un punto di vista differente...C'è chi contesta il governo attuale, chi disprezza il governo precedente di sinistra. Insomma c'è sempre qualcosa che non va. Fin qui è tutto normale, qualunque persona che abbia un minimo di giudizio critico sa riconoscere le cose giuste che ha compiuto un partito di sinistra che di destra, e sa essere anche COERENTE  nell'affermare certe idee, in virtù del fatto che crede in quel movimento politico per le sue ideologie o perché si riconosce nella sostanza.
Ebbene oggi, scordiamoci tutte queste parole,IDEOLOGIA, PENSIERO POLITICO, STATUTO DI UN PARTITO, ecc... perché non esiste più nulla. Oggi c'è una sola legge che fa indirizzare le persone verso questo o quel partito : GLI INTERESSI.
Fin quando si è ragazzi con la possibilità del voto, non essendo consapevoli di cosa ci si aspetta quando non si lavora, si crede in un ideologico movimento politico, vergini del concetto d’interesse. Pian piano si segue un percorso politico fatto di interessi puramente sociali, proprio perché nella giovane età sono queste manifestazioni che mantengono la vivacità e il piacere di credere in qualcosa di giusto.
Potrei fare l'esempio del calcio, in cui tutti siamo tifosi di una squadra di un club sportivo, e vorremmo tutti che vincesse, ma non ci sogneremmo di tifare per una squadra solo perché quella al momento vince, e magari se perde lo scudetto cambiare squadra.
Da adulti accade questuo: quando un partito è in fase calante, si passa nel partito che ha più consensi;
Poi ci sono i FALSI COMUNISTI ed i  FALSI FASCISITI.
I secondi, non avendo una chiara identità, dal momento che oggi non esiste un vero partito del fascismo, parlano di destra ma si comportano come dei socialisti democratizzati, diciamo che non sono né carne e né pesce. Li senti discutere con fervore che la destra in italia sta compiendo quello che non ha fatto la DC e il PCI in tanti anni di governi, ma poi se si parla di BERLUSCONI  tutti dicono che non condividono né le scelte e né i comportamenti….
I falsi comunisti invece, applicano con tenacia la dottrina dell’odio verso il capitalismo, la borghesia e la classe industriale, ed in particolare per Berlusconi; sono loro che aiuteranno la povera gente, salveranno le fasce più deboli, combatteranno il potere industriale, distribuiranno il lavoro per tutti, elimineranno il culto del cristianesimo nelle scuole, e se fosse possibile manderebbero in esilio il papa… ecc… ma sono anche loro che possiedono barche di 20 metri, proprietà terriere, immobili, auto di lusso, ecc….Si ragazzi è cosi, conosco tantissime persone che vedrebbero al rogo Berlusconi, e poi si comportano come a lui. Conosco un tipo di rifondazione comunista ateo che vive di rendita, affitta case in nero e frequenta solo industriali. Quando l’ho conosciuto non potevo crederci.

Oggi, con la crisi economica che attanaglia tutte le classi sociali, si è spinti dal desiderio di potere che solo entrando a contatto con la politica, si può ottenere, utilizzando il denaro di noi tutti, di destra e di sinistra. Se l’Italia è cosi, se le nostre città sono cosi, se la regione dove viviamo sono cosi, se non siamo contenti di come viviamo oggi, allora dobbiamo chiederci: “chi ci ha governato in passato.”   







11021013
La mia è solo un’osservazione che ho potuto costatare nel corso degli anni del mio lavoro. Capita spesso che si parli di politica quando ci si incontra con amici, o sconosciuti, e nelle discussioni è giusto che ognuno abbia un punto di vista differente...C'è chi contesta il governo attuale,...
Post
01/08/2009 16:36:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.