La morte di ELUANA ENGLARO

10 febbraio 2009 ore 20:50 segnala
 

Avevo deciso di non trattare questo doloroso e tragico argomento, ma poi leggendo alcuni post e sentendo i discorsi di alcuni miei conoscenti, ho cambiato idea … perché penso davvero che l’Italia è solo un popolo di finti perbenisti  pronti a puntare il dito e a giudicare su fatti che probabilmente  non gli compete.

 

Scrivendo ciò sono consapevole di attirarmi contro il giudizio negativo di molte persone, soprattutto di persone cattoliche come me che sono per la vita e non per la morte.

 

Leggendo alcuni post mi sono sentita oltraggiata in prima persona per le accuse infamanti che vengono fatte a un padre che per diciassette anni ha dovuto convivere con un dolore straziante di vedere la propria figlia trasformarsi di giorno in giorno da persona, da essere umano , in una larva.

 

Come si fa a pensare che un padre voglia uccidere la propria figlia perché stanco di curarla e come si fa ad accusare lo stesso padre di voler andare avanti in questo omicidio solo perché ha amici potenti nel partito radicale che lo consigliano di portare avanti questa battaglia per ottenere in questo modo di creare la legge del testamento biologico … dico io, ci siamo bevuti il cervello!?

 

L’Italia è un popolo libero … e ognuno può esprimere la propria opinione senza essere arrestato o messo a morte, e tutti abbiamo il diritto di rispettare le opinioni altrui … ma in questo caso credo proprio che si stia esagerando.

 

In questo periodo in cui sono stata costretta a letto ho avuto modo di guardare molto spesso la tv e così ho seguito tutte le trasmissioni in cui si parlava di quella sfortunata ragazza, e posso dire, senza alcuna ombra di dubbio che se io fossi stata al posto di quel padre avrei fatto esattamente la stessa cosa per restituire la dignità alla persona che amo … e se dovesse capitare a me di trovarmi nella stessa condizione di Eluana, ho già chiesto esplicitamente alle persone che amo e che mi amano di non farmi mai passare ciò che quella ragazza, oggi donna, ha dovuto passare.

 

Ho ascoltato tutti i discorsi e tutte le motivazioni possibili … ma per favore, non prendiamoci in giro, Eluana non si sarebbe mai più svegliata perché la sua corteccia celebrale era morta … avrebbe dovuto svegliarsi due anni dopo, tre anni dopo, ma dopo diciassette anni di coma vegetativo permanente quali speranze potevano esserci?

 

E  x favore, non dite “ che male faceva a vivere in quel modo” … perché sapete benissimo che era un male orribile farla vivere in quel modo!

 

È vero, siamo noi stessi a stabilire il concetto di vita dignitosa o poca dignitosa … io penso che ogni vita è dignitosa, ogni essere umano con i suoi problemi, le sue malattie, le sue deviazioni è dignitoso, ma ciò che succedeva per diciassette anni in quell’ospedale di Lecco, quello no, quello lo trovo poco dignitoso.

 

I giornali non fanno altro che mandarci l’immagine della bellezza di una ragazza di venti anni, Eluana era bellissima, dalla descrizione di chi la conosceva, era anche buona e solare … nella nostra retina, x cui, x tanti anni è rimasta impressa quell’immagine ma mentre noi x diciassette anni abbiamo ballato, riso, pianto, fatto l’amore, fatto dei figli, abbiamo potuto partecipare agli eventi che ci accadevano quotidianamente nella vita, quella ragazza bellissima e solare diventava donna in un letto di ospedale, e mentre noi ci godevamo la vita tra alti e bassi ma comunque meravigliosa vita, quella splendida ragazza appassiva giorno x giorno, e inconsapevole di tutto ciò che le accadeva intorno, diventava un fenomeno da baraccone per le televisioni, per i giornali e anche per la curiosità morbosa del suo prossimo.

 

Quella stessa ragazza che un tempo avrà amato, gioito, pianto, diventava donna senza saperlo e senza saperlo mani estranee l’aiutavano a svuotare il suo intestino, mani estranee la giravano da un lato e poi dall’altro per evitare che formasse le piaghe e sempre mani estranee le bucavano la pancia per infilarle il tubicino dell’alimentazione.

 

Alimentazione nella quale le venivano somministrati farmaci per evitare l’epilessia, farmaci per la coagulazione del sangue per evitare che le venisse una trombosi e farmaci antibiotici per evitare le infezioni.

 

Parlate di vita! Quale vita! Per diciassette anni è stata costretta a evitare la morte che tutti sanno sarebbe sopraggiunta comunque se non avesse avuto questi aiuti.

 

Ricordo bene le parole del capo anestesista che si offrì  volontario di seguirla  per tutto il periodo  necessario al suo decesso, disse:

 

“ sono affranto e addolorato come padre, come uomo, come essere umano, come medico, perché la donna su quella barella è una donna devastata dalla malattia” , e infine concluse dicendo: “ in quel letto non c’è Eluana, Eluana è morta diciasette anni fa”

 

Vi ricordate il caso di Terri Schiavo, si videro anche le immagini di come era diventata e di come veniva alimentata, ebbene, io dico che nel caso di Eluana non si debba parlare di eutanasia, o di omicidio o di suicidio, ma di dignità e giustizia, perché, anche se non fosse vero che Eluana avesse detto di voler morire se le fosse successo una tragedia simile, nessuno con un po’ di coscienza avrebbe chiamato vita ciò che ha dovuto subire e patire in diciassette anni.

 

La sua anima era già morta in quell’incidente … che ora il suo corpo possa ricevere una degna pace ….

 

 

10554356
  Avevo deciso di non trattare questo doloroso e tragico argomento, ma poi leggendo alcuni post e sentendo i discorsi di alcuni miei conoscenti, ho cambiato idea … perché penso davvero che l’Italia è solo un popolo di finti perbenisti  pronti a puntare il dito e a giudicare su fatti che...
Post
10/02/2009 20:50:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. 1nation1station 10 febbraio 2009 ore 21:01

    concordo con quanto hai scritto in questo post...

    Posso comprendere chi cattolicamente voleva ancora mantenerla in vita ma altresì comprendo chi si è battuto per porre fine alle sofferenze della ragazza...

    Buona serata da Marco :bye :fiore :bye

  2. m.luisau62 10 febbraio 2009 ore 21:49

    è tutto giusto ciò ke hai scritto...ELUANA  la sua vita si era spezzata già 17 anni fà ...ma non sono daccordo sull'eutanasia ..xkè il suo cuore batteva  ancora ...quindi solo dio poteva dire fine alla sua sofferenza ...e nessun altro

    speriamo ke adesso riposi in pace :angel

  3. tigher74 10 febbraio 2009 ore 23:29

    Anche io in questi giorni di polemica( perchè non si è fatto altro che quella) non ho mai parlato con nessuno di questa cosa ma non perchè non mi interessi ma perchè ognuno di noi ha visioni diverse su certe situazioni....

    ho letto solo una parte del tuo post e anche io la penso come te....non è giusto farlo in un senso ma è giusto nell'altro per non far soffrire più una donna distrutta 17 anni fà....una sola cosa mi auguro..che la povera Eluana non abbia mai potuto avere un solo secondo di lucidità per sentire il dolore che aveva addosso al suo corpo...solo quello....

    e anche io se mai dovesse capitarmi una cosa simile ho già detto che non voglio restare in vita..se così si può chiamare....

    vabbè...chiudiamo qui....

    per la rimpatriata qualcuno si è fatto vivo però ci vuole un pò di preavviso per alcuni....causa pavoro ma sopratutto le mogli....

    vabbè...ti saluto e una dolce notte

  4. sognoinfranto1 10 febbraio 2009 ore 23:29
    ....siamo simili....
    Io sono a favore dell'eutanasia...che senso ha vivere se quella si può chiamare vita.
    Facile far vedere la foro di quella che era Eluana 17 anni fa...perchè non mostrano quella che era ora?troppo facile giudicare...
    Io....credo solo che in questo momento..Eluana finalmente può far volare la sua anima sana...cosa che in quel letto,in quel martirio,pativa l'inferno.....vedere la luce e sentirsi trattenere non dev'essere bello.
    Gran bel post Ary...mi complimento con te :clap:clap:clap
    Un abbraccio:staff forte e una dolce notte...TI VOGLIO BENE:tvb
  5. ilcaliffo80 11 febbraio 2009 ore 10:00
    Ciao Ari

    Grazie dei tuoi commenti sempre molto graditi

    Piccolo pensiero

    Chi ama profondamente non invecchia mai. Neanche a cent'anni, perché l'amore è l'ala che ci aiuta a volare verso l'infinito.

    Buona giornata

  6. ari74 11 febbraio 2009 ore 21:00
    L’Italia è un popolo x lo più di cattolici … ma io nn penso ke in tutti qst anni qst cattolici si siano preoccupati di Eluana o ancor di più della sua famiglia … sappiamo essere dei buoni moralisti ma infine ciò ke conta è ke quella povera donna nn viveva ma vegetava e la sua famiglia ha visto compiersi dinanzi agli okki la tragedia di quella figlia x diciassette anni … x qnt anni ancora avrebbero dovuto patire!

    Finalmente Eluana è in pace e i loro cari potranno tornare sereni.

    Un abbraccio. :kissy

     

  7. ari74 11 febbraio 2009 ore 21:01
    … io nn considero la morte di Eluana un’eutanasia … è vero il suo cuore batteva ma la sua corteccia celebrale era morta … se già a quel tempo nn le avessero dato dei farmaci il cuore di Eluana si sarebbe fermato … io penso ke sarebbe stato egoista nei confronti del padre mantenerla ancora in quelle condizioni … proprio ieri a porta a porta ho sentito ke aveva anke la colonna vertebrale spezzata … e poi se i giudici hanno ammesso ke venisse interrotta la terapia è sicuro ke nn si è agito in illegalità.

    In qst storia, su una cosa siamo d’accordo … adesso quella povera donna è in pace.

    Ti voglio bene moskettiera .. nn rimanerci male x la nostra divergenza di opinioni.

    Baci.:bacio

     

    objR('BID10554609');  
  8. ari74 11 febbraio 2009 ore 21:02
    Infatti ciò ke ho sperato in tutti qst gg di polemica era sl qst … ke nn abbia sentito dolore … xkè qst è l’unica cosa ke nn si è riuscito a stabilire.

     

    Ps…

    Ti auguro di trascorrere una bella serata cn i tuoi amici di un tempo…

    Ciao a presto!:ok

     

     

  9. ari74 11 febbraio 2009 ore 21:03
    Sn contenta ke condividiamo lo stesso pensiero …. È vero ke sl DIO ha il diritto di decidere della nostra vita, ma quella vita si era spenta tanto tempo fa ….ank’io penso ke ora l’anima di Eluana sia volata sana incontro alla luce … spero sl ke adesso lascino in pace quel padre affranto e ke nn ne parlino più.

     

    Ti abbraccio forte … ti voglio bene:tvb

     

  10. ari74 11 febbraio 2009 ore 21:05

    grazie ke lasci sempre un pensiero nel mio blog..

    buona serata:ok

  11. sognoinfranto1 11 febbraio 2009 ore 21:59
    Eccomi quì da te...:-)
    Sono in punta di dita perchè il braccio non riesco neanche ad alzarlo:-(
    Tu stai guardando amici invece io sto passando a salutarli:bye
    Un baciotto :bacio grande piccola mascotte:duello
    :tvbTI VOGLIO BENE:tvb
  12. martina65 12 febbraio 2009 ore 08:38
    buongiorno ary sono daccordo con te ki può permettersi di giudicare quel padre ke ha sofferto tutti questi anni accanto alla figlia vedendola in quello stato e oggi soffre ancora quella sofferenza ke porterà sempre dentro di se la gente fa subito a giudicare ma nn auguro a nessuno nemmeno al peggior nemico di provare quello ke hanno provato la famiglia di eluana ti auguro buona giornata
  13. ilcaliffo80 12 febbraio 2009 ore 09:48

    Ciao Ari.....

    Piccolo pensiero

    La realtà risveglia l’essere che sta volando nella fantasia,
    nell’immaginazione e nei sogni della notte, e lo riporta con
    le prime luci dell’alba di nuovo a camminare.

    Buona giornata

  14. ari74 12 febbraio 2009 ore 14:16
    sn  tanto preoccupata x te …  devi curarti bene … certo è importante lpensare alla famiglia ma nn trascurarti, x favore … se poi crolli nn sei d’aiuto a nessuno e poi cm ho detto nel tuo post .. ki ti vuole bene vuole sapere ke stai bene …

     

    Io ti voglio tanto bene :batalove

     

  15. ari74 12 febbraio 2009 ore 14:17

    sn contenta ke condividiamo lo stesso pensiero ...

    ti auguro buon pranzo e a presto moskettiera ...:kissy

  16. gabim41 12 febbraio 2009 ore 18:55
    ¸.·´¸.·´¨)Buona  Sera
     )
    (¸...----.·´ (¸.·´ .·´¸¸.·´¯`·--->.Buona  Serata.
    tutto giusto quello che ai scritto..
     ho visto tutto in tv..  .
    GABIM   .  :rosa :rosa
  17. ricciolo59 12 febbraio 2009 ore 19:11

    Eluana e' morta diciassette anni fa, ora ha finito di soffrire,e questo che e' stato fatto doveva essere fatto anni prima, il resto non conta e' stato detto tutto anzi troppo e a sproposito, un abbraccio,

    alberto

  18. ari74 12 febbraio 2009 ore 20:30

    la cosa ke conta è ke finalmente Eluana è in pace :angel

    baci e grazie ....:bacio :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.