La scatola dei ricordi...

18 dicembre 2008 ore 21:19 segnala
Ogni anno..in questo giorno..ho un appuntamento con i ricordi..

Questa data per me ha un significato importante..ho perso mio padre con un male incurabile, e dal giorno in cui scoprimmo che non ci sarebbe più  stato niente da fare e che non sarebbe mai più guarito, lui preparò per me una scatola dei ricordi..mi disse che la stava preparando con tanta cura e con tanto amore, perché, una volta che lui non ci fosse più stato, quella scatola avrebbe rappresentato nel tempo il nostro appuntamento annuale...me la consegnò in questa data..dicendo che era il suo regalo di natale per me, ma che non sarebbe stato l’ultimo che mi faceva, perché ogni anno, aprendo quella scatola avrei potuto condividere ancora una volta qualcosa con lui..

Da allora è passato molto tempo, con la sua morte nulla si è fermato, la vita è andata avanti..e va avanti nonostante la sua mancanza..ma quel vuoto nel cuore resterà in eterno..

Questa scatola è la cosa più preziosa che possiedo..è di cartone increspato e il suo coperchio è diviso in due piccole ante tenute chiuse da un nastro di seta dorato..ogni bordo ha degli intarsi dorati e in un angolo ci sono incise le mie iniziali..che poi possono essere anche le sue..M. A..il mio papà si chiamava Antonio.

Ebbene, miei cari amici, questa sera ho riaperto la mia scatola magica dove dentro ci sono tutte le cose che mio padre considerava importanti..alcune foto che ci rappresentano nelle occasioni felici, ci sono i suoi pensieri scritti in poesia, aneddoti  scritti sulla sua vita e su di noi figli.

 Ci sono le cose che lo facevano emozionare, le cose che gli piacevano, le cose più semplici e frivole come il suo profumo preferito, il suo pettine, l’accendino e il suo sigaro puzzolente.

Ci sono anche altre cose che riguardano gli ultimi periodi della sua malattia..e infine, ma non ultime importanti, ci sono delle lettere scritte per me..lettere piene d’amore, favole, consigli e anche qualche barzelletta simpatica che amava spesso raccontare..

Era un grande simpaticone!

Ora pubblicherò una specie di favola che scrisse per me, mi disse che la lesse in un libro di un  suo compagno di stanza in ospedale e  la trascrisse pensando poi  di dedicarla  a me..le altre sono tutte personali che non posso e non voglio condividere, ma questa è tenera..è un buon consiglio..e io ho piacere di mostrarvela.

C’era una volta:

una quindicina di anni fa qualcuno in un poema narrò.

Stanchi della propria esistenza mediocre e inutile, gli uccelli si lanciarono alla ricerca del loro re mitico, di nome SIMORGH.

Durante questo viaggio la maggior parte di loro   stanca e spossata, delusa, o sedotta dalle sorprese del viaggio stesso e degli idoli falsi e illusori che incontravano, si fermò per strada; “ si arrese”.

Un piccolo gruppo di uccelli però, ostinati e tenaci, guidati dall’amor proprio, dalla loro volontà e dal forte coraggio, attraversarono i deserti e le sette valli dell’incanto e del terrore.

Esausti, stremati e con le ali bruciate, giunsero infine  dove loro volevano arrivare.

Cento tende si scostarono, una viva luce brillò, ma essi non videro altro che uno specchio.

A un certo punto una voce disse loro:

“ Questo specchio è la sola verità”.

Questo SIMORGH, questo re che avevano tanto cercato non era altro che loro stessi!

Non bisognava più attendere altro.

La voce aggiunse ancora una frase magnifica, l’eco della quale risuonerà a lungo nella poesia persiana:

“ Avete compiuto un lungo viaggio per giungere al viandante”.

 

Adorata figlia,

 

che tu possa essere uno di quegli uccelli che malgrado tutto ha creduto in se stesso e ha cercato e trovato quello che voleva.

Non arrenderti mai davanti alle difficoltà che la vita ti presenterà.                                   

   Non stancarti mai di credere in te stessa..

Con amore,  tuo padre.

 

Era un grande uomo.. :cuore

 

 

10353232
Ogni anno..in questo giorno..ho un appuntamento con i ricordi.. Questa data per me ha un significato importante..ho perso mio padre con un male incurabile, e dal giorno in cui scoprimmo che non ci sarebbe più  stato niente da fare e che non sarebbe mai più guarito, lui preparò per me una...
Post
18/12/2008 21:19:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. acunamatatapatata 18 dicembre 2008 ore 22:05
    e la lettera:-) mi fai emozionare sempre managgia non mi escono parole:-( non so perchè ma quando ti leggo mi viene un nodo alla gola :-( penso che il regalo che ti ha fatto tuo papa' sia il piu' bello x te ,sai cosa avrei fatto io?ogni anno da quando ti ha regalato quella scatola io scriverei una lettera a lui e la conserverei la dentro in modo che lui possa leggerle quando ne avra' voglia:-) scusami ma è un pensiero che ho avuto mentre leggevo:-) non riesco ad aggiungere altro scusami:shy un abbraccio forte:rosa
  2. acunamatatapatata 18 dicembre 2008 ore 22:06
    come al solito quando scrivo a te faccio errori uffi:-( non farci caso :rosa
  3. Arwelyn 18 dicembre 2008 ore 22:23

    Ari, presumo il tuo nome sia Arianna, e ho visto subito che sei anche tu di Livorno, sono passata per ricambiare la visita grazie mi ha fatto piacere, è difficile qui incontrare concittadini, e non appena ne incontro uno/una non posso non lasciargli per lo meno un saluto :bye..complimenti per il blog, è carino e qst post è tenerissimo..:shy..un abbraccio per te in qst giorno speciale..anche per me è speciale, anche se in modo diverso..;-)..a presto, spero di rivederti e risentirti da me, vedo anche che1nation1station è pure tuo amico..dai, allarghiamo gli orizzonti e facciamo amicizia, per me è un piacere...Buona serata:bacio

    Arw.:angel

  4. duxlux1 18 dicembre 2008 ore 23:57

    del rapporto padre figlio /a .

    solo poche parole da dire ti invidio certo un'invidia buona non nel senso puro negativo del termine tuo padre era una persona fantastica perche' non solo si confidava e parlare eravate piu' complici e amici che non padre e figlia ,un bel rapporto che ho sempre sognato.

    mio padre non parlava mai taciturno e se per farlo solo per rimproverarmi tu non lo scorderai mai io a tre mesi dalla morte me ne sono gia' scordato.e questo e' sbagliato perche' per quanto ne so' anche lui ha fatto la stessa cosa con suo padre .certo mi ha messo al mondo da piccolo mi ricordo eravamo una famiglia felice poi capita che per alcuni ,l'ingranaggio si inceppa e si rompe la scatola magica come quella che invece ti ha lasciato insieme alle lettere tuo padre. che tristezza cest la vie.

    ciao

  5. tipostrano70 19 dicembre 2008 ore 00:09

    non sò cosa dire so solo che non riesco a non piangere.

    buona notte

    Franco

  6. morrisbosco 19 dicembre 2008 ore 00:50

    ho letto con molta calma il tuo post, l'ho letto con tanta attenzione che riuscivo ad immaginare te e tuo padre che vi incontrate ogni anno alla stessa data forse anche alla stessa ora.

    un incontro che sancisce il profondo legame esistente tra te e tuo padre

    nella sua bontà d'animo , tuo padre ha voluto lasciarti qualcosa di suo e che poteva far apparire meno traumatica la sua scomparsa.

    tuo padre è un grande uomo

    tuo padre vive in quella scatola ,,ma  sopratutto vive nel tuo cuore

    non farlo morire mai

    un abbraccio

     

  7. ari74 19 dicembre 2008 ore 01:44

    grazie ...mi avete commossa...in un certo senso qst nella mia vita reale è un segreto ke ora condivido con voi...mi rendo conto ke sto cambiando..anke se solo attraverso una tastiera sto parlando di me..e in voi ho trovato persone meravigliose..attente e sensibili...

    mi avete commossa..

    ma oggi è la giornata delle lacrime facili x me...;-(

  8. 1nation1station 19 dicembre 2008 ore 02:02

    dispiace per tuo padre...

    Sono sicuro però che lui continua a seguirti e a vegliare su di te... Ed è fiero della bella persona che sei ;-)

    La scatola dei ricordi sarà sempre un bene molto prezioso per te...

    Buonanotte da Marco :staff :batadorme  

  9. gabim41 19 dicembre 2008 ore 09:02

    UMM::MI  AI  COMMOSSO::

    MI  DISPIACE  ::

    QUANDO  IO  MI  COMMUOVO  ::NON  SO PIU´  SCRIVERE

    BUONA  GIORNATA :rosa
  10. ilcaliffo80 19 dicembre 2008 ore 12:09

    Ciao Ari....

    Tutte le volte che devo venire da te mi devo preparare, perche mi dai sempre forti emozioni, quella di oggi e molto forte, perche perdere un genitore e come perdere una parte di te stesso.

    Rimani li fermo a pensare tuttò ciò che in realtà non hai avuto il tempo di condividere con lui, non basta un conforto amichevole, passeranno i giorni, i mesi, e dopo un pò di tempo incomincerà la tua rassegnazione, resterà sempre presente nel tuo cuore, ricorderai i momenti belli e momenti brutti.

    Il tutto pero e sempre presente dentro di te.

    Buona giornata

  11. gattogrrr 19 dicembre 2008 ore 13:02
    So che le mie parole non avranno mai lo stesso affetto del tuo caro babbo Antonio.ti sono vicino per quello che tu ai detto oggi..per tutti noi..ma ricordati che il tuo papà..vive in te in ogni momento della tua vita...sempre..ogni volta che lo vorrai..
    . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . . . .*. . . . . . . ** *
    . . . . . . .. . . . . .*** . . * . . *****
    . . . . . . . . . . . . .** . . **. . . . .*
    . . . . . . . . . . . . ***.*. . *. . . . .*
    . . . . . . . . . . . .****. . . .** . . . ******
    . . . . . . . . . . . ***** . . . .**.*. . . . . **
    . . . . . . . . . . .*****. . . . . **. . . . . . *.**
    . . . . . . . . . .*****. . . . . .*. . . . . . *
    . . . . . . . . . .******. . . . .*. . . . . *
    . . . . . . . . . .******* . . .*. . . . .*
    . . . . . . . . . . .*********. . . . . *
    . . . . . . . . . . . .******* . ***
    . . *******. . . . . . . . .**
    . . .*******. . . . . . . . *
    . . . ******. . . . . . . . * *
    . . . .***. . *. . . . . . .**
    . . . . . . . . .*. . . . . *
    . . . . . . .****.*. . . .*
    . . . . . *******. .*. .*
    . . . . .*******. . . *.
    . . . . .*****. . . . *
    . . . . .**. . . . . .*
    . . . . .*. . . . . . **.*
    . . . . . . . . . . . **
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . *
    . . . . . . . . . . *
    . . . . . . . . . . *
    . . . . . . . . . . *
      U
    n ciao al tuo Papà Antonio.:micioGrrr
  12. m.luisau62 19 dicembre 2008 ore 13:52

    ho letto attentamenteil tuo post

    è mi sono emozionata tantissimo

    posso dirti solo che ho le lacrime agli occhi

    penso che qst scatola x te rimarrà di un valore

    unico grandissimo x tutta la tua vita

    tuo padre ti ha lasciato un regalo stupendo

    una buona giornata:rosa

     

  13. enigmahouse 19 dicembre 2008 ore 14:35

    Ciao,e' la 1 ke passo da qui..m piace il tuo blog,m piace km e cio' ke skrivi...

    x quanto riguarda il post  nn c sn parole da poter dire in queste okkasioni ma sl dare un forte abbraccio....

    ciao...ENIGMA

     

    PS..aggiungo il tuo ia blog ke leggo:hihi

  14. 1nation1station 19 dicembre 2008 ore 15:31
    pomeriggio da Marco :angel :staff :bacio
  15. 1nation1station 19 dicembre 2008 ore 16:29

    che ci sono ti auguro una dolce serata per dopo ;-)

    Ciao da Marco :batacoppia 

  16. gabim41 19 dicembre 2008 ore 16:57

    PASSO  DI  NUOVO

    PER  LA  BUONA  SERA

    FRANCO______ :rosa
  17. diablo63 19 dicembre 2008 ore 17:00
    lo sai che hai il potere di trasmettere alle persone che ti leggono, emozioni intensissime?? Post di una dolcezza unica.
    Grazie della tua visita, e alla prossima. Giulio
  18. lunapiena13 19 dicembre 2008 ore 22:39
    BELLA QUESTA COSA DELLA SCATOLA DEI RICORDI...E POTERLA APRIRE PER RIVEDERE E RILEGGERE TUTTO ...... è UN'IDEA CHE TI FA PENSARE A QUANDO ERA LI' CON TE...MA RICORDA CHE LUI TI è ACCANTO SEMPRE...E I RICORDI PIU' BELLI TU CE LI HAI NEL CUORE.....LUNA.:bacio

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.