Ricordando mio padre ....

12 marzo 2009 ore 15:49 segnala
Talvolta il passato … con i suoi ricordi … torna a fare male … a ferire.

 

 

Oggi è uno di quei giorni … mi manca mio padre. :pianto

 

 

Sono passati otto anni … è piovuto molte volte … molte volte il sole è sorto alto … un ciclo che non si interrompe mai … solo la morte interrompe tutto.

 

 

Difficile tramutare in scritto ciò che ho dentro … può sembrare assurdo che dopo molti anni io stia ancora così tanto male … eppure è difficile spiegare il groviglio di emozioni che sento … penso a lui ogni giorno … ma con gioia, con nostalgia, con tenerezza … invece, ci sono giorni che penso a lui con dolore, come adesso.

 

 

Il tumore è una malattia terribile e dolorosa … e i ricordi di quel lungo e tragico periodo sono sempre angoscianti come il primo giorno.

 

 

Per fortuna che l’essere umano ha un istinto di sopravvivenza innato ed è proprio grazie a quello che io non sono impazzita.

 

 

Ricordi …

 

 

Non saprei dire quante volte ho percorso quel corridoio di ospedale, lì, a San Giovanni Rotondo … ho incontrato anime diverse, ognuna con la propria storia alle spalle … ognuna con un destino scritto d’innanzi a se.

 

 

E si cerca di non guardare mai oltre il proprio naso … finché è tutto stabile … finché è tutto alla nostra portata … finché è tutto facile.

 

 

Poi, quando il dolore è così forte … scrivere rimane l’unica salvezza … per non impazzire … per provare ad alleggerire quel peso che mi schiaccia il cuore … per trasferire una parte della mia sofferenza in una piccola parte indelebile del mio mondo … solo mio … parte che non muterà col mutare di eventi e situazioni … così come si alternano le fasi della vita … così come corrono via veloci questi anni, senza di lui.

 

 

Ricordi …

 

 

Com’è cambiata la mia vita dal giorno della sua malattia.

 

 

Mio padre era un uomo riservato … eppure io ero riuscita ad entrargli dentro fino a leggere le sue angosce più represse.

 

 

I suoi sguardi persi nel vuoto, sapevo a cosa … a chi erano dedicati … sapevo quali erano le sue paure, le sue sofferenze … piangevo tutte le sere perché avevo paura di perderlo … il male avanzava corrodendogli le ossa … procurandogli un atroce dolore … tanto da farlo svegliare nel cuore della notte con urla agghiaccianti … e con mia mamma … spaventate non sapevamo se chiamare il dottore.

 

 

Quanto terrore per non riuscire a capire davvero fino in fondo … o forse, per non voler capire fino in fondo.

 

 

Eppure è sempre stato un punto di riferimento per tutti.

 

 

Quando ero bambina , e le mie erano solo paure … quante notti passavo insonne se prima non andavo ad origliare dietro la sua porta, per udire il suo respiro … e quello di mia mamma.

 

 

Che ossessioni, che momenti passavo a causa del timore di perderli … ero una bimba … loro stavano bene … eppure io a volte passavo momenti angoscianti … niente di paragonabile a quello che avrei vissuto dopo con la sua malattia.

 

 

Come cambiano le cose … era ancora così volenteroso, pieno di se, sicuro che mai niente lo avrebbe abbattuto … eppure le analisi non andavano bene … ricordo che si era persino deciso di non dirgli nulla.

 

 

Poi … dopo tre interminabili e lunghi anni di operazioni e di continue lotte contro il tempo … una terribile sentenza …

 

 

A San Giovanni Rotondo … lui era su quel lettino di ospedale … io e mio cognato fuori, ad attendere il verdetto che avrebbe segnato il suo destino, il nostro con il suo.

 

 

“ sta male, è grave, ha metastasi dappertutto, bisogna iniziare quanto prima una terapia del dolore … è in fase terminale.”

 

 

Parole che non si vogliono ascoltare, ma che ti hanno appena perforato l’animo … per sempre … irrimediabilmente.

 

 

Come un rumore assordante che ti sconvolge, ti avvolge senza permetterti di sentire altro.

 

 

Assurdità, non realtà, rifiuto di qualcosa di non voluto.

Quei giorni trascorsero lenti … con la stessa pesantezza con il quale si vive un incubo.

 

 

Non ero appropriata in nessun luogo, ogni lacrima mi sembrava troppa, ogni voce era invadente, ogni telefonata non era gradita perché mi costringeva a dire ciò che io non volevo accettare … stavo per perderlo … ma ero codarda … piansi … piansi fino a sfinirmi.

 

 

Quanto non mi sembrava vero tutto quello … i miei occhi, il mio cuore non potevano concepire quella paura … io non mi sentivo in grado … eppure  imparai a guardarlo in quel letto d’ospedale, sbattuto, logorato, stremato.

 

 

Io mi sono sempre presa cura di lui, abbiamo imparato insieme ad andare avanti in quel viaggio diverso, doloroso, ma pur sempre un viaggio che non ci è stato permesso di schivare.

 

 

Io correvo quando nel letto si lamentava, io lo lavavo, lo vestivo … ero la sua infermiera … eravamo uniti … e spesso mi diceva, quando ancora stava bene, che io ero il bastone della sua vecchiaia.

 

 

Sto male oggi … le lacrime mi appannano gli occhi e mi impediscono quasi di scrivere.

 

 

È stato troppo ricordare quei momenti così intensamente, adesso.

 

 

Sarà perché fra un pò è la festa del papà … e per la mia famiglia era davvero una grande festa … non era un uomo perfetto, aveva i suoi momenti in cui ci metteva in riga con la sua severità, aveva un vocione da duro che bastava quello a fare scattare noi figli sull’attenti … ma era anche di compagnia, un vero simpaticone e molto spiritoso.

 

 

E cosa ancora più bella era che dopo 47 anni di matrimonio era ancora innamorato di mia mamma soleva dire spesso che se fosse tornato indietro avrebbe sempre e solo sposato l’unica donna che avesse mai amato.

 

 

La sua frase congeniale era :

 

 

“ sono innamorato di mia moglie”

 

 

I ricordi tornano sempre x invaderti l’anima … x ferirti … x stregarti il cuore … x ucciderti …

 

 

Quanti dolori provocano … ma tu non rimuoverli perché fanno parte di te … della tua vita … pronti a ricordarti quegli attimi intensi passati con qualcuno che ormai non non c’è più ma farà sempre  parte di te .

 

 

10644140
Talvolta il passato … con i suoi ricordi … torna a fare male … a ferire.     Oggi è uno di quei giorni … mi manca mio padre. :pianto     Sono passati otto anni … è piovuto molte volte … molte volte il sole è sorto alto … un ciclo che non si interrompe mai … solo la morte...
Post
12/03/2009 15:49:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. offresi.coccole 12 marzo 2009 ore 18:24
    che tu abbia provato la perdita di un genitore. è una cosa che ti segna. anche dopo anni si sente che manca. è normale. lo hai perso quando eri ancora giovane...  immagina, comunque, che lui è fiero di averti lasciato un buon ricordo. ma non è felice nel sapere che stai male.    :rosa
  2. ari74 12 marzo 2009 ore 20:37
    cm vedi ... ognuno di noi porta dentro di se delle tragedie, delle delusioni , delle sofferenze che si cercano di non far mai uscire ... è la vita! ...  benché sia meravigliosa non ci risparmia dei dolori che faremmo volentieri a meno.

     

    ma poi ... ci consola con le gioie, con le piccole cose, con teneri gesti, con amici, con parole e con le persone che ci amano ...

     

    io dico sempre che l'importante è comunicare ... trovare il giusto modo di non tenere le emozioni sempre chiuse dentro ... il giorno in cui smetterò di scrivere .. vorrà dire che non proverò più emozioni ...

     

    ti abbraccio :staff

     

     

  3. sognoinfranto1 12 marzo 2009 ore 21:43
    Mi si sono appannati gli occhi...:pianto mi è sembrato di vivere le tue angosce,di piangere le tue sofferenze e sentire la tua amarezza e la rabbia di non poter fare niente contro questo destino...:-(
    Ma...voglio anche dirti che...lui è sempre accanto a te e se tu chiudi gli occhi e metti la mano sul cuore :cuore...sentirai che c'è un battito che è particolare,ed è il battito che ti ha donato tuo padre perchè rimanesse sempre accanto a te :-)
    Un dolce abbraccio ciccia mia e...vieni da me...c'è una sorpresa :sorpresa
    :tvb TI VOGLIO TROPPO BENE :tvb
  4. ari74 12 marzo 2009 ore 23:37
    Per tutte quelle volte che sei riuscita a capirmi …:rosa

     

    Per tutte quelle volte che mi hai regalato un sorriso …%-)

     

    Per tutte quelle volte che sei riuscita a farmi sentire importante …:cuore

     

    Per tutte quelle volte che mi hai dimostrato e dichiarato il tuo bene …:love

     

    Per tutte quelle volte in cui mi sei stata vicina … pur essendo lontana …:batalove

     

    Per  quella volta che mi hai teso la mano … :ok :cuore

     

    Per quello che sei e sarai sempre x me …:tvb :cuore :tvb

     

    Per tutte quelle volte … e x altre che dovranno ancora arrivare …:duello

     

    Amica mia … GRAZIEEEEE!!!!!:flower  ... e grazie x la dedica che hai lasciato nel tuo post ...::grazie

     

    I veri amici sono quelli che si scambiano reciprocamente fiducia … sogni … pensieri … virtù … gioie e dolori … sempre liberi di separarsi … senza separarsi mai.:love1

     

    TI VOGLIO TANTO BENE!!!!:tvb

     

     

  5. DELFINO 13 marzo 2009 ore 00:29

    col sussurro di una lieve melodia ti auguro dolce notte

    :flower

  6. morrisbosco 13 marzo 2009 ore 00:46

    che bella cosa l'amore

    Dopo aver letto il tuo post, non sò cosa dirti.

    vorrei consolarti ma anche rasserenarti, in realtà mi sento molto vicino a te , anche se io i miei genitori li ho ancora, ho una fottuta paura di perderli.

    sono i nostri punti di riferimento, sono parte sostanziale della nostra  esistenza.

    non dimenticare i tuoi ricordi!

    ciao t. v. b.

  7. ilcaliffo80 13 marzo 2009 ore 11:20
    Ciao Ari....

    Un genitore manca sempre

    E molto bello quello che scrivi

    Piccolo pensiero

    Il silenzio più eloquente:

    quello di due bocche che si baciano.

    Il bacio è un dolce trovarsi dopo

    essersi a lungo cercati.

    Buona giornata

  8. gattogrrr 13 marzo 2009 ore 12:51
    . . . . . . .. . . . . .*** . . * . . *****
    . . . . . . . . . . . . .** . . **. . . . .*
    . . . . . . . . . . . . ***.*. . *. . . . .*
    . . . . . . . . . . . .****. . . .** . . . ******
    . . . . . . . . . . . ***** . . . .**.*. . . . . **
    . . . . . . . . . . .*****. . . . . **. . . . . . *.**
    . . . . . . . . . .*****. . . . . .*. . . . . . *
    . . . . . . . . . .******. . . . .*. . . . . *
    . . . . . . . . . .******* . . .*. . . . .*
    . . . . . . . . . . .*********. . . . . *
    . . . . . . . . . . . .******* . ***
    . . *******. . . . . . . . .**
    . . .*******. . . . . . . . *
    . . . ******. . . . . . . . * *
    . . . .***. . *. . . . . . .**
    . . . . . . . . .*. . . . . *
    . . . . . . .****.*. . . .*
    . . . . . *******. .*. .*
    . . . . .*******. . . *.
    . . . . .*****. . . . *
    . . . . .**. . . . . .*
    . . . . .*. . . . . . **.*
    . . . . . . . . . . . **
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . *X....IL TUO BABBOARI74
    DOLCE GIORNATA...GRRR...

    :cuoreT:cuoreV:cuoreB:cuore :flower
  9. ari74 13 marzo 2009 ore 13:39
    Grazie x le belle parole …:grazie

     

     i genitori sono parte di noi … importanti e indimenticabili .:cuore

     

    Ti abbraccio :staff

     

  10. 1nation1station 13 marzo 2009 ore 18:20

    dispiace leggere che tu soffra ancora per la perdita di tuo padre...

    Gli volevi molto bene e non è stato giusto che tu lo abbia perso così prematuramente... è una cosa che non dovrebbe accadere a nessuno...

    Fortunatemente ho ancora i miei genitori però ti posso capire quando parli di quando stavi in ospedale a sentire notizie poco buone sulla salute di tuo padre...

    Pensa che nel corso degli anni sono stato sempre io il delegato della mia famiglia a parlare con i dottori quando si trattava della salute dei miei nonni (e ad ascoltare le brutte notizie) che ora non ci sono più...

  11. 1nation1station 13 marzo 2009 ore 18:26

    sono più che sicuro che tuo padre dal Cielo sa dell'affetto che nutri ogni giorno per lui...

    E che vuole che tu lo pensi ma anche che tu non soffra più tenendo nel cuore i suoi ricordi...

    Ti sono vicino, se hai bisogno di me...

    Un abbraccio e un bacio da parte mia...

    Buona serata e buon fine settimana da Marco :cuore :cuore :cuore 

  12. ricciolo59 13 marzo 2009 ore 21:13

    anche a me manca sempre ,non ti ci abitui mai, e ora piu' di prima ti accorgi di quanto e' stato importante, e sono otto e lunghi anni, per me ancora c'e, poi il resto non conta, un abbraccio,

    alberto

  13. 1nation1station 14 marzo 2009 ore 02:17
    notte da Marco :staff :fiore :ronf
  14. boy80na 14 marzo 2009 ore 10:45

    devo confessarti che questo post mi ha toccato molto perche' prorio in queste settimana attendevo l'esito di una tac di un mio familiare che fortunatamente e' risultato tutto negativo ma sapessi quanta angoscia paura e disperazione e mi sono rivisto un po' io come ti sentivi tu

    mi dispiace veramente tanto per te che sia andata diversamente perche' quella malattia e' un lento finire di sofferenza e chi soffre ancora di piu' sono i familiari che restano impotenti ad alleniare le sofferenze del proprio caro

    non ho altre parole solo una grande solidarita' per chi come tuo padre ha sofferto e soffre ancora

    :rosa

  15. seilamialuna 14 marzo 2009 ore 13:47

    che dirti tesoro........sò di che dolore parli non perchè io abbia perso mio padre ma tu sai .............sono dolori che non passeranno mai credo che li metabolizziamo e impareremo a non farci distruggere e a conviverci ........ ma ci vuole molto tempo..........
    sò cosa sia il tumore sò cosa significa sentirselo dire e sò la paura che prende allo stomaco...........e cominci a domandarti ce la farò a mettere tutto a posto?
    ..........ma questa è un'altra storia tesoro...........

     buon weekend gioia


    :bacio......................luna@
  16. sognoinfranto1 14 marzo 2009 ore 21:25
    Eccomi quì....a rileggere e riprovare le emozioni....:shy
    Oggi ti ho letta da offresi.coccole......e devo dire che sembrava il cerchio della vita e...in parte mi sono sentita orgogliosa di te,sopratutto perchè non c'era il mio nome e solo noi potevamo sapere quella mano a chi era riferita :ok
    :love TI VOGLIO BENE :love mascottina :duello mia
  17. nosferatu75 15 marzo 2009 ore 00:33
    ora ho capito ..fai parte delle meravigliose moschettiere ...ho la fortuna di conoscerne 2 come sicuramente tu sai e in una sola sera conosco gia tanto di te...
    sai  abbiamo tanto in comune..sono passati quasi due anni dalla morte di mia mamma...e leggerti mi ha fatto tornare in mente quelle giornate passate accanto a lei con la speranza di una flebile speranza di ripresa..ma quella malattia è troppo subdola ....la si trova solo quando e troppo tardi ..ti comprendo benissimo  stai li seduto cerchi di fare di tutto e ti senti impotente ....ricordo come oggi i suoi occhi che mi scrutavano e mi infondevano coraggio...lei a me....mi sono sentito cosi indifeso dinanzi ad una tragedia cosi....e non si puo dimenticare...anzi non voglio........
    grazie x essere passata da me e spero mi darai da ora la possibilità di conoscerti...io ti aggiungero tra i meii blog cosi sapro dove cercarti.....
    con ammirazione...nosss
  18. ari74 15 marzo 2009 ore 01:55
    Come sempre la tua dolcezza e sensibilità riempiono di tenerezza il mio cuore … :cuore

     

    sei un dolce e caro amico … :bacio

     

    :staff

     

     

  19. ari74 15 marzo 2009 ore 01:59
    Già … non ci si abitua mai alla mancanza di una persona così cara …

     

    si cerca solo di andare avanti e di lasciare intatti i ricordi … ke anke se a volte  dolorosi … sono l’unica cosa che ci resta.

     

    :bacio

     

  20. ari74 15 marzo 2009 ore 02:08
    Antonio :rosa

     

    Gattogrrr:bacio

     

    Boy80na:rosa

     

    luna@....:rosa :bacio

     

    nosss:rosa

     

    credo di aver espresso tutto ciò ke avevo da dire e ke  potevo dire attraverso qst post ...

     

    grazie a tutti quanti voi ...:rosa

  21. 1nation1station 15 marzo 2009 ore 02:10

    buona domenica da Marco :fiore :ronf :fiore

    Come sai vorrei riempire il tuo cuore di dolcezza sempre ;-)

    Qui e nella realtà...

    Ciao :flower :flower :flower

  22. ari74 15 marzo 2009 ore 02:11
    Ogni amico costituisce un mondo dentro di noi …

     

    un mondo mai nato fino al suo arrivo …

     

    ed è solo tramite questo incontro che nasce un nuovo mondo.

     

    Benvenuta nel mio mondo tesoro mio … :duello

     

    Ti voglio bene.:tvb

  23. ilcaliffo80 15 marzo 2009 ore 10:35
    Ciao Ari....

    Piccolo pensiero

    Lentamente
    cade
    una foglia
    ma il suo volo
    non ha fine
    senza un inizio
    dove prima c'era un sogno,
    poi un desiderio,
    poi un viaggio.
    Infine
    la terra

    Buona domenica

  24. sognoinfranto1 15 marzo 2009 ore 10:42
    Buona domenica piccolo raggio di sole :batabacio
    :love TI VOGLIO UN MONDO DI BENE :love
  25. lunapiena13 15 marzo 2009 ore 12:37
    CHE DIRE....IN QUESTI CASI TI DICO SOLO CHE LUI è FIERO DI TE...PER TUTTO QUELLO CHE HAI FATTO....TI AMA E TI VEGLIA...... ED è LI' SE AVRAI BISOGNO DI LUI....CERCALO IN UN SOGNO....TI è ACCANTO SEMPRE....UN KISS FORTE.....LUNA.:bacio
  26. gabim41 15 marzo 2009 ore 14:27
    Amica Buon Giorno
    Ti Auguro Una Felice Giornata
    Un Abbraccio
    Grazie A  Te Dei  Tuoi Commenti..
    (¯`F´¯)
     `·.¸.·Franco´ Un Abbraccio
    ¸.·´¸.·´¨) )
    (¸...----.·´ (¸.·´ .·´¸¸.·´¯`·--->Buona Domenica :kissy
  27. metacril 06 maggio 2009 ore 19:14
    non ci sono parole...........sei una bella persona........ ;-)

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.