Ricordi....

07 gennaio 2009 ore 01:42 segnala
 

Sono ancora qui,

 con le dita che battono incerte sulla tastiera

 a cercare di mettere in fila pensieri e parole,

in queste ore che scivolano via,

 mentre la notte gli cola addosso

 come vernice densa e presto se ne impossesserà completamente …

Attorno a me foglietti di carta con frasi appuntate,

 frammenti di sensazioni che cerco di fermare nel tempo

 per poi riversarle su questo schermo freddo, per farle diventare indelebili.

E penso a mio padre … il 7 avrebbe compiuto gli anni …

E penso alla morte che ci priva di tutto … questa sera ho visto un film in tv, il padrino, con l’attore Al Pacino … il sosia di mio padre, e questa sera le lacrime non smettono di cadere … certamente non è stato l’attore a ricordarmelo, io mio padre non lo dimentico mai, questo film è stato semplicemente una coincidenza … è stato la classica goccia che ha fatto traboccare un vaso  colmo da troppo tempo.

I ricordi sono meravigliosi, fanno parte della nostra vita, sono tutto ciò che nel tempo abbiamo vissuto,  senza di essi saremmo corpi vuoti, addirittura corpi senza anima, saremmo esseri che non hanno mai vissuto, per questo i ricordi sono preziosi, e per questo noi li custodiamo con cura stando attenti a non perdere nemmeno un frammento di ciò che è stato, ma a volte possono essere anche terribilmente dolorosi, perché in noi muore la speranza di poterli rivivere e così  ti aggrappi alle lettere, alle foto, agli oggetti che sono stati suoi, ai video … benedetti video! … ti salvano dalla paura di poter dimenticare la voce, un’espressione … ma poi … è tutto lì, io questa notte cerco nella mia mente una parola, un gesto, un’immagine diversa da quella che già conosco a memoria, ma non c’è nulla di nuovo, e purtroppo mai più ci sarà.

Le parole, i gesti, le immagini si sono fermate al giorno della sua morte.

Non avrò più nulla da condividere insieme a lui.

Non avrò più sorrisi, né rimproveri … solo un grande, immenso silenzio.

Sono passati molti anni dall’ultima volta che l’ho baciato, il desiderio di rifarlo è forte, è grande … ma tutto ciò che mi rimane ormai di lui, sono i ricordi, e questa fotografia che stringo tra le mani.

La guardo, la tocco, ma non mi trasmette quello che spero.

La dolce sensazione del tocco della sua pelle, l’immenso amore e l’immensa gioia che sentivo nello stargli accanto.

Il timbro della sua voce mi riempiva le orecchie.

I suoi saggi consigli mi insegnavano la vita.

Le sue ironiche battute mi rallegravano il cuore.

Adesso più nulla.

Solo un disperato amore che non posso più dimostrargli … un’immensa nostalgia per qualcuno che non tornerà mai più … e questa fotografia, sicuramente bella perché lo rappresenta, ma comunque inanimata, vuota e irrimediabilmente muta.

In momenti come questo, quando il dolore è identico al primo giorno, mi chiedo:

“ c’è una vita dopo la morte?”

Io credo proprio di no, non penso che il DIO che io amo sia tanto crudele da lasciare che lo spirito delle persone che amiamo ci stiano accanto, perché se così fosse, sarebbe una sofferenza ancora più grande, perché, se così fosse, non solo avrebbe privato mio padre della vita, ma se lo lasciasse vagare in casa mia, vicino a noi, lo avrebbe condannato per sempre a un dolore immane, vederci, sentirci, e non poterci toccare, desiderare di parlarci, sarebbe una pena ancora più grande se fosse stato gettato nell’inferno.

No, io credo che i morti non sono più nulla e che non possono comunicare con i vivi...che lui non soffre più...è l'unica speranza che mi resta...l'unica consolazione ... altrimenti questa vita non avrebbe veramente senso!

Inserisco qualcosa che scrissi di lui …

 

“ La domenica in campagna”

Cammino con la macchina sullo stretto sentiero che porta in campagna e un nodo di pianto mi serra la gola per la commozione di ritornare senza di lui nel luogo che amava tanto.

Parcheggio all’ombra del mandorlo e il mio sguardo abbraccia tutto ciò che mi sta intorno.

Ogni cosa è al suo posto così come l’ha lasciata lui, niente è cambiato dall’ultima volta in cui ci venivamo insieme.

La vigna con i suoi tralci d’uva che come ogni anno aspetta di essere potata, l’orticello con i pomodori e il basilico che gli piaceva annaffiare tanto.

E poco lontano, agitata da una lieve brezza, dondola l’altalena che aveva modificato per noi con i sedili della sua vecchia Renault 4.

Il silenzio intorno a me è interrotto soltanto dal frinire delle cicale, mi avvicino lentamente e con la mano accarezzo quei sedili di pelle che portano ancora la sua impronta.

Lacrime amare bagnano le mie guance, la nostalgia tormenta il mio cuore e i ricordi prendono il sopravvento.

Come per magia sento nell’aria le allegre risate dei nipotini, il festoso abbaiare dei cani e finalmente, risento la sua amata voce e lo rivedo, proprio lì, su quell’altalena … a fumare il suo sigaro preferito.

Ingoio le lacrime e a ritroso nel tempo percorro con la fantasia gli episodi delle  numerose domeniche trascorse felicemente insieme.

Salgo le scale ed entro in casa.

Nella stanza, sul letto, ci sono i suoi pantaloncini blu, in una tasca trovo il suo accendino, su di una sedia vedo piegata la sua camicia preferita … e sotto la sedia, trovo le sue ciabatte di pelle.

Anche qui, come in tutti i luoghi in cui mi sposto, la stanza è piena di dolci ricordi.

Le mie urla e le mie risate in coro, con quelle delle mie sorelle, invadono le mie orecchie.

Fisso il letto e per incanto, mi ci rivedo distesa sopra con accanto le mie sorelle, la mia mamma e nel centro lui, il mio papà.

Un uomo in mezzo a cinque donne, il re in mezzo a cinque sudditi, in posa nell’attesa dello scatto di una macchina fotografica.

Improvvisamente sento dabbasso una voce chiamarmi, l’incanto scompare e le immagini svaniscono.

Fisicamente lui non è più vicino a me, ma il suo ricordo vivrà per sempre nel mio cuore.   

10423500
  Sono ancora qui,  con le dita che battono incerte sulla tastiera  a cercare di mettere in fila pensieri e parole, in queste ore che scivolano via,  mentre la notte gli cola addosso  come vernice densa e presto se ne impossesserà completamente … Attorno a me...
Post
07/01/2009 01:42:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. 1nation1station 07 gennaio 2009 ore 01:59

    mi dispiace che tu sia tanto triste...

    Se posso fare qualcosa per aiutarti sono come sempre a tua disposizione...

     

  2. 1nation1station 07 gennaio 2009 ore 02:03

    ogni modo per non dimenticare le persone che non ci sono più la cosa migliore è tenerle nel cuore ;-)

    Finchè avranno un posto nel nostro cuore allora saranno con noi... Capisco che si vorrebbero avere accanto a noi fisicamente ma purtroppo non è possibile...

    Fino a quando si ricordano allora non sono del tutto scomparse dai nostri pensieri...

  3. 1nation1station 07 gennaio 2009 ore 02:05

    se c'è una vita dopo la morte non è dato saperlo...

    è un mistero che non ha soluzione...

    Bello quanto hai scritto del tuo babbo...

    Ti sono vicino...

    Un abbraccio e buonanotte da Marco :staff

  4. MarCla 07 gennaio 2009 ore 02:08
    anche se sò che nessuno piò toglierti questo dolore...ma fà che tt ciò diventi un favoloso ricordo dove aggrapparti nei momenti in qui ti senti giù...invece di farlo essere un dolore che ti tira giù nei momenti di gioia...buona notte...Maria
  5. 25simona67 07 gennaio 2009 ore 11:13
    non angustiarti amica cara,so cosa vuoi dire perchè ci sono passata e ti dico di guardare le cose da un punto di vista diverso da come le vedi tu,le persone che non ci sono più non le abbiamo perse certo ci sono immagini,foto,ricordi,ma nelle giornate che seguono c'è una parte importante sai dove puoi ritrovare tutto ed è la notte chiudi gli occhi ari e sentirai i suoi baci,le sue carezze e gli parli e ti assicuro che funziona e il giorno dopo e un giorno nuovo e speri che arrivi presto la notte per incontrare chi vuoi,un'abbraccio forte e buona giornata :kissy
  6. sognoinfranto1 07 gennaio 2009 ore 12:42

    Mi è rimasto appena il tempo di un commento ma...voglio dirti che si possono dire tantissime parole ma....la forza la troverai dentro di te nel cuore.
    Tuo padre è sempre accanto a te,che ti veglia e ti protegge...non puoi vederlo ma...basta chiudere gli ochhi e ascoltare con il cuore e...potrai sentirlo.

    Un abbraccio bella...ci vediamo questa sera quando torno dal lavoro...:bye

  7. ilcaliffo80 07 gennaio 2009 ore 12:58

    Ciao Ari....

    Spero che il tempo ti faccia ritrovare un po di pace

    Ti lascio un pensiero

    C'è un luogo dove la pace della natura
    filtra in noi come la luce del sole tra gli alberi
    dove i venti ci comunicano la loro forza
    e gli affanni si staccano da noi come foglie.
    Non è difficile arrivarci:
    basta guardarsi dentro
    ed avere un cuore pulito.

    Buona giornata

  8. Thetan.operante 07 gennaio 2009 ore 15:57

    non c'e l ho fatta ad arrivare fino in fondo,gli occhi mi si sono riempiti di lacrime,una fitta al cuore...mi riporta' a una realta' che sto vivendo in queste ore attraverso al dramma della malattia che ha colpito mio padre......posso solo cercare di trasmetterti un abbraccio forte...e non dire nulla.....interpreteresti prefettamente quello che vorrei dirti....

    un bacio,Pat.

  9. 1nation1station 07 gennaio 2009 ore 16:10
    Buon pomeriggio da Marco :bye
  10. gabim41 07 gennaio 2009 ore 17:08
    Buona  sera..
    passo  a  salutarti..
    bella  foto..posso  rubartela..cioe´  copiarla..

    ciao
    :rosa
  11. tipostrano70 07 gennaio 2009 ore 20:08

    non ho parole

    mi dispiace che sei triste

    un abbraccio Franco

  12. m.luisau62 07 gennaio 2009 ore 21:16
    non so cosa dirti cara ari ....mi dispiace x la tua tristezza ,putroppo nessuno di noi puo sapere se c'è un altra vta dopo la morte ,è tutto un mistero .le persone care rimangono vive sempre nel nostro cuore...sono sicura ke tuo padre è sempre al tuo fianco x proteggerti......e tu non potrai mai dimenticarlo .....un abbraccio:rosa
  13. haes89 08 gennaio 2009 ore 00:28

    vedi... nessuno potrà mai dirci con sicurezza se dopo la morte c'è qualcosa... di sicuro, io penso, ke la nostra "intelligenza".. la nostra anima se così la vogliamo chiamare... nn può svanire una volta ke il cuore smette di battere... ci deve essere necessariamente un prosieguo, ke sia paradiso, inferno o spazio infinito ognuno creda quel ke vuole...

    il dolore x la perdita di tuo padre ancora attanaglia il tuo cuore, ma dovrai affrontare un dolore ancora piu grande... io ho perso mia madre 20 anni fa... improvvisamente la notte di natale nel giro di due ore!!! il dolore fu atroce... la mamma è il nostro cordone ombelicale anke se hai 40 anni o piu... per anni nn me ne sono fatto una ragione e ancora oggi vorrei accarezzare i suoi bianchi capelli e riempirla di baci, cose ke nn le ho fatto quando era in vita.... oggi lo rimpiango, anke se so ke lei è sempre vicino a me nei momenti bui e x lei sono i miei pensieri... i defunti, quelli a cui abbiamo voluto bene, continuano a vivere nel nostro ricordo e nel nostro cuore... la loro vita nell'aldilà è nei nostri pensieri... lui sarà sempre vicino a te, nn ti lascerà mai sola e anke se nella vita potrai avere qlk difficoltà... nn scoraggiarti, sarà stato lui ad evitarti di peggio...

    adesso goditi tua madre e dimostrale il tuo affetto x nn avere un giorno il rimorso di nn averlo fatto quando ne avevi il tempo x farlo...

    buona notte, ale  :bacio

  14. 1nation1station 08 gennaio 2009 ore 02:26

    buonanotte da Marco

     

  15. ilcaliffo80 08 gennaio 2009 ore 13:29
    Ciao Ari....

    Ti lascio un pensiero

    Non ci sono sogni irrealizzabili,
    ma solo sogni non realizzati
    Non ci sono obbiettivi non raggiungibili,
    ma solo obbiettivi non raggiunti
    Non esistono amori impossibili,
    ma solo amori non conquistati.
    Non esistono gli avvenimenti che accadono.
    Ma siamo noi a crearli.
    Corri dietro ai tuoi sogni, raggiungi i tuoi obbiettivi.
    Conquista i tuoi amori
    Non subire la vita... vivi

    Buona giornata


  16. 1nation1station 08 gennaio 2009 ore 15:57

    a posto?

    Buon pomeriggio da Marco :staff

  17. lunapiena13 08 gennaio 2009 ore 16:08
    A ME INVECE PIACE PENSARE CHE CI SIA ANCORA VITA....E CHE LE PERSONE CHE NON SONO PIU' CON NOI...CI SONO ACCANTO.....E CI GUIDANO....STA A NOI PERCEPIRNE LA PRESENZA...LUI TI AMA DOVUNQUE SIA......LUNA.:bacio
  18. gabim41 08 gennaio 2009 ore 18:22
    Buona  sera..
    ti  auguro  una  splendida  serata..
    :kissy
    :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore
  19. Delirio38 08 gennaio 2009 ore 18:31

    La vita su questa terra è una prova: una preparazione a ciò che verrà. Per i credenti, questa è la vita eterna nell’immediata presenza di Dio. Pertanto, in che modo siamo resi giusti e messi in grado di ricevere questa vita eterna..!!? Esiste solo un modo: attraverso la fede e la fiducia nel Figlio di Dio, Gesù Cristo. Gesù ha detto: “Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; e chiunque vive e crede in me, non morirà mai”

    Conserva nel tuo cuore il ricordo che hai del tuo papà, e lui vivrà per sempre.

    Con tanto affetto Delirio38

  20. gattogrrr 08 gennaio 2009 ore 21:29
    NON PIANGERE PER QUELLO CHE E STATO MA SORRIDI PER QUELLO CHE CI SARA' ARI74..DOLCE SERATA E BUON :batadorme
    . . . . . . . . . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . . . .*. . . . . . . ** *
    . . . . . . .. . . . . .*** . . * . . *****
    . . . . . . . . . . . . .** . . **. . . . .*
    . . . . . . . . . . . . ***.*. . *. . . . .*
    . . . . . . . . . . . .****. . . .** . . . ******
    . . . . . . . . . . . ***** . . . .**.*. . . . . **
    . . . . . . . . . . .*****. . . . . **. . . . . . *.**
    . . . . . . . . . .*****. . . . . .*. . . . . . *
    . . . . . . . . . .******. . . . .*. . . . . *
    . . . . . . . . . .******* . . .*. . . . .*
    . . . . . . . . . . .*********. . . . . *
    . . . . . . . . . . . .******* . ***
    . . *******. . . . . . . . .**
    . . .*******. . . . . . . . *
    . . . ******. . . . . . . . * *
    . . . .***. . *. . . . . . .**
    . . . . . . . . .*. . . . . *
    . . . . . . .****.*. . . .*
    . . . . . *******. .*. .*
    . . . . .*******. . . *.
    . . . . .*****. . . . *
    . . . . .**. . . . . .*
    . . . . .*. . . . . . **.*
    . . . . . . . . . . . **
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . .*
    . . . . . . . . . . *
    . . . . . . . . . . *
    . . . . . . . . . . *
    :micioGRRR :batakiss:ciao:ciao
  21. Panferro 10 gennaio 2009 ore 08:44
    Ciao Ari.Io credo che noi siamo energia,niente altro che energia ,dentro un corpo che puo' essere uomo o animale......gia' perche' anche gli animali sempre secondo il mio pensiero sono energia.Credo che la vita continua.........in un altro tempo.......spazio ......o pianeta ,gia' dico pianeta perche' credo che non siamo soli in questo universo .Riguardo alla perdita di un genitore,penso ogni volta che perdiamo un genitore ci viene tolta una parte di noi e inevitabilmente si è costretti a crescere..........io dieci anni fa persi mio padre all'improvviso........persona molto saggia ......sono passati dieci anni e causa del rapporto amore ,odio che c'era ,sono stato da cane. Solo ora ,una volta rialacciato il rapporto con lui ,con un grande lavoro dentro di me ,la mia mente è tornata libera e riesco a sorridere al suo ricordo.Ciao Ari. 

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.