Riassunto delle puntate... successive:

27 giugno 2008 ore 16:17 segnala

In seguito all'ennesimo incidente accaduto sull'incrocio sotto casa mia, decido di scrivere all'amministrazione di Pisa x convincere ki di dovere della necessità di invertire il senso unico di marcia di una di qste vie.....

circa 3 anni fa erano state riasfaltate le strade, ma NON erano state ripitturate le segnaletike orizzontali (le striscie)... poco dopo erano stati rifatti anke i merciapiedi, eliminando così anke la segnaletica verticale (qlla d'obbligo "nelle immediate vicinanze dell'incrocio", x intendersi: il cartello di 'stop')....

nel frattempo, l'amministrazione provvedeva a mettere i parcheggi a pagam nelle vie principali intorno agli isolati, col risultato ke i residenti in qlle vie parkeggiano l'auto, i camper ecc in qlle interne occupando i posti a ki invece ci risiede.
qst'ultimi residenti (compreso il sottoscritto), si sono ritrovati a dover 'ammassare' le auto in tutti i buki possibili..

l'anno scorso ('07), dopo 30anni ke qste vie sono divenute comunali e subito dopo la lettera ke ho presentato in circoscrizione, il vigile 'decide' ke nei pressi di quell'incrocio (e non anke negli altri vicini) non c'era più la possibilità di parkeggiare (smentendo le sue parole e i suoi stessi fatti fino ad allora e smentendo le vekkie segnalazioni) e, a seguito di un incidente, eleva le multe alle auto presenti sull'incrocio.....
....:nono1 cosa c'è di sbagliato?
nulla, se:
- non fosse stato proprio lui a dire ke le auto, lì, potavano starci
- non si fosse 'dimenticato' di fare una multa ad un'auto presente sull'incrocio quel giorno
- non si 'dimentiki' (in tutti i suoi interventi sul posto) di sanzionare tutte le auto presenti..... e casualm qlle non sanzionate sono proprio qlle dalla parte 'pericolosa' dell'incrocio (qlla cioè in cui impedirebbero la visuale a ki deve compiere la manovra)...

buona lettura a tutti qlli ke oseranno cimentarsi nella lettura :furbo

Pisa, 30/04/2007...

27 giugno 2008 ore 16:11 segnala

All'Amministrazione Comunale di Pisa
ufficio competente e p.c. Circoscrizione n°5

Con la presente il sottoscritto Mxxxxxxxx Roberto intende segnalare la situazione dell'incrocio tra via Studiati/Hermada e via Montello. Nello specifico esso è particolarmente pericoloso nell'immettersi in via Studiati arrivando da via Di Pratale. Quello che fa specie è il fatto che quest'incrocio è sempre stato pericoloso, ma quando anni fa è stato deciso di rendere via Montello a senso unico, questo fatto non è stato preso minimamente in considerazione.
[...........]
Oggi invece ci ritroviamo a narrare l'ennesimo grave incidente occorso ad uno scooterista che da via Studiati sarebbe entrato in via Hermada. Dico: "Sarebbe entrato", perché un'auto, guidata da una semplice e prudente signora attempata e non da un pericolosissimo giovane ubriaco e drogato, nello sporgersi con l'auto all'interno della carreggiata per poter vedere se l'incrocio fosse stato libero, ha causato la perdita di controllo del mezzo al centauro e la sua rovinosa caduta, scivolando fin sotto l'auto.
No, troppo semplice scaricare la colpa sull'auto parcheggiata sull'incrocio: TUTTI I GIORNI, c'era, c'è e ci continuerà a stare un'auto lì parcheggiata!!! In quel punto oltretutto l'Amministrazione Comunale aveva pensato di posizionare dei blocchi di cemento per ribadire il divieto di sosta, ma la stessa Amministrazione ha evidentemente concluso che non ne valeva la pena viste le lamentele dei residenti sulla misera disponibilità dei posti auto in conseguenza della grande idea di mettere le strisce blu tutte intorno alla zona! (A proposito: il 10/1/07 la Cassazione ha sentenziato che non si possono multare le auto sulle strisce blu che non pagano, se non c'è in zona un adeguato numero di strisce bianche!..).
Così, dopo averlo fatto presente ai Vigili intervenuti per l'incidente ("..ne parli con i Vigili di Quartiere della zona..") ed oggi ai Vigili di Quartiere della zona, intervenuti per merito di codesta Amministrazione a multare le auto nei pressi dell'incrocio (ma le mucche non sono già scappate?!), ora mi ritrovo a scrivere a codesta Amministrazione per una semplicissima proposta che mi pare assurdo nessuno abbia preso in considerazione: perché non invertire il senso unico nel tratto di via Montello tra l'incrocio incriminato e via Di Pratale?
[.................]
Poiché codesta Amministrazione è già al corrente di tutto ciò che è descritto in questa lettera, mi auspico che il buon senso abbia, per una volta, la precedenza sul voler semplicemente batter cassa, inviando per qualche tempo i Vigili a emettere multe ai malcapitati di turno, per poi tornare nell'indifferenza più totale fino al prossimo..
morto?
Questa soluzione inoltre farebbe guadagnare dei posti auto, sempre troppo pochi, ma molto graditi ai residenti stessi.
RingraziandoVi anticipatamente per il Vostro tempo.. sprecato nella lettura di questa mia e allegandoVi uno schizzo sui problemi attuali e sulla mia proposta, porgo distinti saluti.

Roberto Mxxxxxxx

al responsabile ufficio mobilità:                             [Pisa, 02/07/2007]

Come da accordi telefonici intercorsi il 29 u.s., Vi invio una personale proposta per migliorare la situazione dell'incrocio tra via Studiati, via Montello e via Hermada... anzi, Vi allego quella vecchia, poiché essa era già stata consegnata sia all'URP che alla Circoscrizione5 il 30/04, cioè prima dell'inizio dei problemi con i Vigili di Quartiere che dal maggio '07 hanno smesso di soffermarsi in piazza Hermada e fuggono subito dopo aver elevato le multe sull'incrocio in oggetto.
Com'è facilmente riscontrabile dalle scritte evidenziate in blu, nella succitata lettera si prevedeva l'invio della Polizia Municipale a chiudere la stalla una volta scappati i buoi, nonché si ironizzava circa la sicura indifferenza che avrebbe tenuto l'Amministrazione.. (d'altronde, perché quella lettera avrebbe dovuto trovare più interesse di tutti i feriti precedentemente trascurati?). A proposito, l'art. 159 del Codice della Strada ordina di far rimuovere le auto che creano pericolo per la circolazione e non di multarli solamente, perciò non capisco perché questo articolo non venga attuato nel momento del riscontro di tale infrazione!!
Poiché era facilmente prevedibile che uno dei malcapitati di turno multati fosse proprio il sottoscritto (che essendo rimasto disoccupato ha molto tempo e denaro da dedicare a queste..), la cosa mi ha coinvolto particolarmente, tanto da aver reperito una notevole quantità di filmati sul comportamento dei Vigili intervenuti nonché sulle abitudini dell'Amministrazione, quindi vorrei capire per quale motivo, una volta accertata la sua pericolosità, i vigili non stazionino quotidianamente sull'incrocio, ma soprattutto vorrei capire quale stravagante motivo essi adottino per multare solo alcune delle auto presenti, tralasciandone altre!
Durante il colloquio telefonico mi è stato riferito un miglioramento della situazione dell'incrocio a seguito dell'intervento dell'Amministrazione.. beh, non so a quale punto di vista fosse riferito, ma se il responsabile dell'ufficio competente prendesse l'abitudine di passare a vedere le situazioni segnalate e corrette, si renderebbe conto che la situazione parcheggi è migliorata solo perché è stato tolto un cassone dell'immondizia, ma gli spostamenti effettuati sono incongruenti con il codice della strada: prima i cassoni bianchi della carta stavano dietro le campane del vetro nella piazzola adibita ad essi, ora sono messi proprio sull'incrocio ( I° coprono la visuale dello stesso -seguendo il criterio dei vigili- II° occupano altri posti auto). Se proprio i cassoni si debbano intendere trasparenti, mettiamoli ai due lati di via Studiati, così non ci sarà più motivo di elevare multe su tutto il resto dell'incrocio! Infatti mi trovo costretto a ribadire che, degli 8 posti sulla corrispondenza dell'incrocio, solo uno è causa di incidenti: quello in via Studiati lato via di Pratale!
Come dichiaratomi al telefono, è il Comando della Polizia Municipale a decidere se in un determinato posto esista il divieto di sosta o no, ma, come invece affermatomi dalla Polizia Municipale, questa scelta ricadrebbe sull'Amministrazione Comunale (ritengo che non debbano essere i vigili a dichiarare se e dove ci sia la "diversa segnalazione" descritta nell'art. 158). Ed eccoci qua, con (anche se in ritardo) l'immancabile rimpallo di responsabilità e/o competenze tra gli uffici comunali.
Personalmente non ho una grande necessità di ricevere tale risposta, perché essa mi servirebbe solo a scongiurare una querela ai vigili intervenuti per multare le auto sull'incrocio, con tutti i problemi che ne conseguirebbero soprattutto nei loro confronti (e qui possiamo notare l'assoluta indifferenza dell'Amministrazione anche verso i propri dipendenti: solo un'ammissione di un errore dovuto alla cancellazione della segnaletica orizzontale infatti potrà scongiurare tale esposto). La cosa buffa è che quei malcapitati Vigili probabilmente hanno solo cercato di limitare i danni ai residenti, facendone così una vera e propria discriminazione. Tutto ciò in seguito all'immobilità dell'Amministrazione: ..ma che aspetta l'Amministrazione a far prendere un barattolino di tinta bianca e farne spennellare una parte in terra per ridisegnare almeno la striscia d'arresto sull'incrocio? Vi ribadisco che in via Montello lato via di Pratale non esiste segnaletica verticale a norma che avverta di fermarsi! ..Per non parlare del fatto che per cambiare il senso di marcia in via Montello basterebbe un solo operaio che smontasse i cartelli da una parte e li riappendesse dall'altra (i pali in terra ci sono già)!!
Il grave errore reiterato dei vigili, comunque, è stato quello di aver deciso di continuare a punire solo le auto sul lato-buono e non su quello pericoloso..
Per chiudere il cerchio ci si potrebbe chiedere anche come mai nel vicino incrocio tra via Studiati e via delle Medaglie d'Oro, non vengono elevate multe: solo quest'anno si sono verificati più feriti (e gravissimi) in quell'incrocio che non in questo in oggetto..!
Per entrare di più nel merito ai problemi descritti, Vi allego la bozza di quella che sarà la mia contestazione della multa davanti all'autorità competente, non appena essa mi sarà notificata.
Certo (si fa per dire) che si possa arrivare finalmente ad una soluzione del problema in tempi brevi e auspicandomela senza dover arrivare ai suddetti estremi, porgo distinti saluti.

Roberto Mxxxxxxxxx

Al Giudice di Pace di Pisa...

27 giugno 2008 ore 15:52 segnala

RICORSO IN OPPOSIZIONE A SANZIONE AMMINISTRATIVA EX ARTT. 22 E 23 L.689/81

 



Il sottoscritto [...].. PREMESSO


- Che è stato notificato verbale [...]


- Che è mendace la spunta sul verbale che esso non sia stato contestato per l’irreperibilità del trasgressore, in quanto sul posto il sottoscritto, dopo essersi opposto, ha chiesto ed ottenuto l’autorizzazione a filmare il fatto


- Che [...] Il sottoscritto ritiene che il verbale sia stato emesso in un posto dove non vi è divieto:

l’art. 158 del Nuovo Codice della Strada recita: "Divieto di fermata e di sosta dei veicoli

La fermata e la sosta sono vietate:

- nei centri abitati, sulla corrispondenza delle aree di intersezione e in prossimità delle stesse a meno di 5 metri dal prolungamento del bordo più vicino della carreggiata trasversale, salvo diversa segnalazione;"
Da notare che nella cartellonistica stradale non è prevista una segnalazione verticale che indichi la "diversa segnalazione", per cui essa deve essere intesa solo orizzontale, nonché di fatto.

Per questo motivo si devono valutare le situazioni che si sono venute a creare con la riasfaltatura di dette vie, circa due anni fa: in quell’occasione è stata cancellata tutta la segnaletica orizzontale e, ancora fino a pochi giorni fa, non erano state ripitturate nemmeno le strisce d’arresto dell’incrocio! In questo modo, chiunque non risiedeva in zona e percorreva via Montello, arrivando da via Pratale non trovava alcun segnale a norma che lo avvertisse dello STOP (e non del dare la precedenza, come indica oggi la striscia d’arresto appena ridisegnata)!

Questo fatto ha pertinenza col ricorso per il motivo descritto nell’esempio seguente:

- il sottoscritto, come tutti gli altri residenti, nel caso di un ipotetico sinistro in cui non si fosse fermato a quell’incrocio per dare la precedenza, non potrebbe asserire di non essersi reso conto che provenendo da via Montello non c’era obbligo di dare precedenza.. (ribadisco che mancavano tutte le segnalazioni orizzontali e verticali di legge)

- Ma allo stesso modo i residenti conoscono tutte le segnalazioni, anche quelle per cui in via Montello c’era "diversa segnalazione" che permetteva di parcheggiare nei pressi dell’incrocio senza incorrere in sanzioni. Non a caso la tipologia della multa qui contestata, non era mai stata elevata, prima del maggio 2007, in oltre trent’anni di memoria (il sottoscritto risiede dal 1979 proprio nel palazzo d’angolo tra via Studiati e via Montello e conosce benissimo l’incrocio).

Erano gli stessi Vigili di Quartiere prima quotidianamente stanzianti, mentre oggi appaiono solo per sanzionare e poi "fuggono" -come se poi un’auto multata diventasse miracolosamente invisibile agli automobilisti che si apprestassero all’incrocio (se succedesse un grave incidente a causa di un’auto multata in via Studiati e non fatta rimuovere, non vorrei essere nella coscienza di quei vigili)- a dichiarare che le auto in via Montello non creano problemi. Queste affermazioni sono provate dalle loro azioni che il 27/4, nel giorno di un incidente con vittima ricoverata sotto codice rosso, elevavano multe alle sole auto in sosta in via Studiati. Stesso numero di verbali (2), per le auto parcheggiate nella sola via Studiati l’11/05. Così il 07/05 restava ancora l’unico giorno in cui venivano sanzionate tutte le auto in sosta sull’incrocio.. o meglio, quasi tutte!

Nella fattispecie non si spiega il perché, nel giorno in cui è stata elevata la multa in oggetto, sono stati emessi 5 verbali, mentre le auto parcheggiate in corrispondenza dell’intersezione erano 6:
2 in via Studiati e 4 in via Montello, una per ogni lato.

Ma la prova più evidente del fatto che in corrispondenza dell’incrocio in questione era possibile parcheggiare, è data proprio dall’Amministrazione Comunale: essa aveva fatto piazzare i bidoni della carta di via Hermada proprio sull’angolo con via Montello. Al momento della stesura del verbale in oggetto, per giustificare la legalità del proprio parcheggio, il sottoscritto segnalava al vigile proprio la disposizione dei cassoni, ma egli non riteneva opportuno sanzionare il caso, né tanto meno farli spostare. Beh, con tutto il rispetto per il Giudicante, ma se per l’Amministrazione comunale i due bussoli bianchi sono trasparenti agli occhi degli automobilisti, perché non spostarli ognuno su un lato diverso di via Studiati in modo che l’incrocio diventi assolutamente visibile, evitando così che in quei punti ci vengano parcheggiate e sanzionate le auto.. (tutta questa farsa solo perché non si vuol mandare un operaio a invertire i cartelli del senso unico in via Montello.. sempre in attesa del morto!)

Vorrei sottolineare al Giudicante che

- dopo la riasfaltatura di via Montello le "diverse segnalazioni" restano orali e di fatto:

non esistono multe in loco antecedenti le date succitate,

- in tutti gli interventi successivi al 7/5, fino all’appuntamento col magg. Bxxxxx comandante dei Vigili di Quartiere (domenica 20/5), quando si è voluto sanzionare sono state elevate multe solo alle auto in via Studiati -come testimonia la giornata di venerdì 11/5 successiva a quella della multa in oggetto

l’Amministrazione Comunale ha l’abitudine di ricordare con cartelli mobili, l’inizio di una diversa politica sul posto, per cui se, cogliendo l’occasione dell’asfaltatura, si è voluto anche eliminare le possibilità di parcheggio, ritengo che ciò si sarebbe dovuto segnalare per un certo periodo di tempo.

Una persona più maliziosa del sottoscritto, potrebbe pensare che in quel singolo giorno di sanzioni in via Montello precedente il colloquio telefonico col magg. Bxxxxxx, sia stata colta l’occasione per una ritorsione alle lettere inviate pochi giorni prima al Comune, alla Circoscrizione5 e una copia precedentemente consegnata anche allo stesso verbalizzante, dove si lamentava la gestione dell’incrocio, la posizione dei bussoli dei rifiuti e l’assenza di parcheggi per i residenti (in tutta via Studiati, considerando solo auto utilitarie e parcheggi ordinati, si contano 32 posti auto su circa 3.000 residenti).

Se poi si tiene conto del fatto che, la successiva multa sul posto, è stata elevata il 21/5, cioè proprio il giorno seguente l’appuntamento col Com. magg. Bxxxxxx in cui la stessa non si è presentata, si potrebbe supporre che qualcuno si sia voluto coprire le spalle dopo essersi reso conto dell’errore

Se d’altronde in maggio si sono elevate più multe che nei precedenti trent’anni, significa che i residenti restano convinti che sull’intersezione in via Montello NON ci sia divieto di sosta: in qualsiasi altro luogo, dopo la seconda giornata ravvicinata di multe, i cittadini avrebbero smesso di parcheggiarci



- Che, per ultimo, l’art. 159 del CdS recita: "Rimozione e blocco dei veicoli
Gli organi di polizia, di cui all’art. 12, dispongono la rimozione dei veicoli:
- in tutti gli altri casi in cui la sosta sia vietata e costituisca pericolo o grave intralcio alla circolazione
;"



- Se le contravvenzioni del 7/5 erano elevate solo per le auto con una posizione di intrinseca pericolosità sull’incrocio, perché non mi è stato comandato di spostarla immediatamente?

- Se invece le multe venivano emesse (come dichiaratomi dal Vigile) per il semplice fatto che le auto stavano entro i 5 metri dall’incrocio, perché ne è stata risparmiata una?



Faccio notare al Giudicante che sull’incrocio non c’è segnalazione di "possibilità di parcheggio"; di contro esistono due posti (su 8) in cui è espressamente segnalato il divieto di sosta con alcuni blocchi di cemento (che motivo ci sarebbe stato di segnalare il divieto se c’era già?). Ebbene, proprio in questi due punti ad oggi non è MAI stata elevata multa! Ma come si può pensare che un cittadino non s’infuri se i Vigili stessi fanno quello che più gli aggrada della loro autorità?..

Per chiudere il cerchio, ci si potrebbe chiedere anche come mai nel vicino incrocio tra via Studiati e via delle Medaglie d’Oro, non vengono elevate multe: solo quest’anno si sono verificati più feriti (e gravi) in quest’ultimo incrocio che non in quello in oggetto..!

Infine posso ringraziare l’Amministrazione comunale che dopo l’ennesimo incidente verificatosi il 27/08/07 in cui su un’auto coinvolta c’era un bambino di meno di un anno, ha finalmente inviato ad inizio settembre, gli operai a ridisegnare la segnaletica orizzontale, anche se in modo completamente errato (meglio tardi che mai... meglio sbagliata che assente..)



....Il Giudice di Pace:
"sono costretto a respingerla per.... ECCESSO DI DIFESA" :sbong......

bohhhhhhhh.................

Udienza del 5/3/2008 c/o Giudice di pace:

27 giugno 2008 ore 15:45 segnala

in rappresentanza della Pol. Municipale non si presenta nessuno, ma viene inviata una memoria (qui sotto riportata) in cui si cerca di spiegare xké (tra l'altro) io mi difendo dikiarando:
"ke è mendace la spunta sul verbale che esso non sia stato contestato per l'irreperibilità del trasgressore...":

Pisa, 24/02/2008 [memoria presentata dalla Pol.Municipale]
Oggetto: Accertamento di violazione nr. 4132469/2007/P pr. 68915/2007

In data 7 maggio 2007, alle ore 11.30 c.a., si ebbe modo di intervenire su un sinistro stradale [....]
[...] ed anche di rilevare infrazioni ad auto in sosta nell'area di intersezione in corrispondenza di questa (art. 158 c.1 1.f e c.5).
Per quanto concerne l'affermazione di "mendace", pur essendosi presentato il proprietario, assente all'atto della compilazione dell'avviso, di uno dei veicoli sanzionati per sosta sull'intersezione, non si è proceduto alla contestuale contestazione per motivi di servizio. Motivi di servizio da ravvisarsi nella continuazione dei rilievi (misure ortogonali e triangolazioni), identificazioni delle controparti, verifica della validità di tutti i documenti inerenti la guida (patenti, carte di circolazione, polizze assicurative), nonché la trasmissione dei dati ad ognuno dei coinvolti.
E' da segnalare che il passeggero di uno dei veicoli era in stato confusionale tanto da essere visitato al Pronto Soccorso con conseguente attenzione, da parte degli intervenuti, anke nei confronti di costui.
Si ritiene che quanto sopra descritto sia più che sufficiente per non elevato un verbale di contestazione sul posto dato che l'art. 2002 c.1 parla di "quando è possibile la violazione deve essere immediatamente contestata, con "immediatamente" da intendersi, inoltre, nel più breve tempo possibile e non contestualità, ovvero all'atto dell'accertamento.
Si allegano, in fotocopia, le parti principali dell'accertamento urgente relativo all'incidente stradale con relativo schizzo planimetrico dell'intersezione Studiati-Hermada-Montello nonché verbale di contestazione nr.5219/S e gli avvisi nrr. Xxxxxxxx/14 - xxxxxxxx/15 - xxxxxxxx/16 e xxxxxxxx/17.
Cap. Txxxxx Lxxxx

 

Allora vediamo un po' di capirci qlkosa... torniamo indietro x un attimo.....
sul verbale di accertam del 07/05/2007 si legge:
"La violazione non è stata contestata per:
(x) irreperibilità del trasgressore; (_) ____________ <=== [spazio x altre causali]

Ora, è da dire ke:
- l'incidente è avvenuto sotto casa mia,
- ke subito dopo lo scontro sono uscito in strada x controllare ke nessuno si fosse fatto male,
- ke ho prestato i primi soccorsi agli incidentati (anke se essi stavano discretam bene e non hanno rikiesto aiuto di nessun tipo)
- ke i vigili erano già sul posto xké già fermi con l'auto in via Hermada

Dopo i primi accertam, mentre uno dei due vigili scattava le foto, l'altro si è messo ad elevare le multe sull'incrocio...
la mia auto non è stata la prima ad essere multata, x cui ho avuto il tempo di andare a kiedere spiegazioni sul xké il vigile stesse elevando contravvenzioni anke in posti dove non erano MAI state elevate prima e nonostante i mezzi stessero dal lato "buono" dell'incrocio (dalla parte ke non è pericolosa, x intendersi)...
qndo mi sono reso conto ke il vigile avrebbe multato anke la mia auto, mi sono opposto contestandogli il fatto ke, secondo me, in quel punto NON c'era divieto... lui non ha voluto sentire scuse ed io, quindi, gli ho kiesto il permesso di fare delle foto alla mia auto x "dimostrare" dove e come fosse messa al momento del verbale... il vigile mi ha dato l'ok ed io ho filmato l'auto e l'incrocio.

Ora, mi spiegate com'è possibile ke i vigili si difendano davanti al giudice affermando ke ero "assente all'atto della compilazione dell'avviso" ????? :sbong
:nono1...e xké è stata flaggata la casellina sul verbale "irreperibilità del trasgressore" qndo già sapevano di ki era l'auto??????

..Ma continuiamo:
terminato di compilare il 'mio' verbale, il vigile stava per riporre il libretto delle multe :sbong ... :nono1 e le altre auto parcheggiate sul lato opposto (qlle praticam di fianco alle auto incidentate) NON si multano?????
...e i cassoni della carta????
Lo faccio presente al vigile, ke però ne effettua solo una, su due auto presenti (me ne accorgerò solo dopo la fine di tutto), e torna dal collega ke nel frattempo terminava di scattare le foto x i rilievi :sbong ma non c'era un ferito da assistere!?!?! ("il passeggero di uno dei veicoli era in stato confusionale tanto da essere visitato al Pronto Soccorso con conseguente attenzione, da parte degli intervenuti, anke nei confronti di costui")


Estratto dall' "accertamento di violazione n.xxxxx"
"...la violazione non è stata immediatamente contestata causa: Irreperibilità del trasgressore Dalle violazioni suddette consegue la sanzione accessoria: Rimozione del veicolo (non effettuata).." :mmm scusate, ma..:nono1 capisco ke i carrattrezzi siano sempre impegnati e qndi non disponibili nel momento del bisogno, ma i vigili non dovevano obbligarmi a spostare l'auto, almeno dopo aver emesso il verbale? ...oppure, dopo ke un'auto è stata multata, diventa miracolosam trasparente sull'incrocio?... MAH!:nono1.....

 

QUALCUNO DI VOI CI HA CAPITO QUALCOSA PIU' DI ME?....:-(

venerdì 6/6/08..

27 giugno 2008 ore 15:26 segnala

..mi sono autoviolentato ed ho deciso di pagare la sanzione....

sì, mi sono dovuto violentare xké resto ancora convinto della malafede del vigile, malafede data proprio dal COME si è difeso davanti al Giudice:

non comparendo, ma inviando una memoria istruttoria (alla faccia della sua memoria... l'incidente era capitato un anno prima e lui riesce a scrivere memorie di ciò ke non poteva essere sul verbale di servizio?!?)
x giustificarsi scrive una serie di inesattezze, menzogne e, oltretutto, secondo me si autodenuncierebbe o di omissione d'atti d'ufficio o di omissione di soccorso.....

xké dico queste cose gravi? xké nella sua memoria si legge:

<<..Per quanto concerne l'affermazione di "mendace", pur essendosi presentato il proprietario, assente all'atto della compilazione dell'avviso, di uno dei veicoli sanzionati per sosta sull'intersezione, non si è proceduto alla contestuale contestazione per motivi di servizio. ..>>
- come dimostrato dal filmato, IO ero presente sia prima, sia al momento, sia dopo la compilazione del verbale!!!

<<.. Motivi di servizio da ravvisarsi nella continuazione dei rilievi [...], identificazioni delle controparti, verifica della validità di tutti i documenti [...], nonché la trasmissione dei dati ad ognuno dei coinvolti. ..>>
- ma allora il vigile avrebbe iniziato ad elevare le multe smettendo di fare il suo dovere (visto ke dice di aver sospeso l'atto della verbalizzazioni x 'tornare al proprio lavoro'.. :mmm quindi l'intenzione era di 'punire' qualcuno in particolare :nono1)?....
oppure elevare le multe faceva parte del suo dovere (ma xké dice di esser 'dovuto tornare' a fare le altre incombenze prima di terminare quello ke era uno dei suoi doveri? -per un ultimo verbale circa 2 minuti di lavoro :nono1-)

<<.. E' da segnalare che il passeggero [...] era in stato confusionale tanto da essere visitato al Pronto Soccorso con conseguente attenzione, da parte degli intervenuti, anke nei confronti di costui. ..>>
- ah... forse doveva star dietro alla persona in stato confusionale (?).. già, ma allora xké lo aveva lasciato solo x iniziare ad elevare i verbali? e xké non è stata kiamata un'ambulanza, visto ke si trattava di una donna anziana? (ke cmq era stata immediatamente 'soccorsa' dal sottoscritto...... anzi no... visto ke non stava così male!)

<<.. Si ritiene che quanto sopra descritto sia più che sufficiente per non elevato un verbale di contestazione sul posto ..>>
- beh, no!!!... visto ke, terminate le incombenze dovute all'incidente, avrebbe potuto farlo dopo!!!

insomma... possibile ke un pubblico ufficiale possa dire quelle bestialità senza aver conseguenze?