Al Giudice di Pace di Pisa...

27 giugno 2008 ore 15:52 segnala

RICORSO IN OPPOSIZIONE A SANZIONE AMMINISTRATIVA EX ARTT. 22 E 23 L.689/81

 



Il sottoscritto [...].. PREMESSO


- Che è stato notificato verbale [...]


- Che è mendace la spunta sul verbale che esso non sia stato contestato per l’irreperibilità del trasgressore, in quanto sul posto il sottoscritto, dopo essersi opposto, ha chiesto ed ottenuto l’autorizzazione a filmare il fatto


- Che [...] Il sottoscritto ritiene che il verbale sia stato emesso in un posto dove non vi è divieto:

l’art. 158 del Nuovo Codice della Strada recita: "Divieto di fermata e di sosta dei veicoli

La fermata e la sosta sono vietate:

- nei centri abitati, sulla corrispondenza delle aree di intersezione e in prossimità delle stesse a meno di 5 metri dal prolungamento del bordo più vicino della carreggiata trasversale, salvo diversa segnalazione;"
Da notare che nella cartellonistica stradale non è prevista una segnalazione verticale che indichi la "diversa segnalazione", per cui essa deve essere intesa solo orizzontale, nonché di fatto.

Per questo motivo si devono valutare le situazioni che si sono venute a creare con la riasfaltatura di dette vie, circa due anni fa: in quell’occasione è stata cancellata tutta la segnaletica orizzontale e, ancora fino a pochi giorni fa, non erano state ripitturate nemmeno le strisce d’arresto dell’incrocio! In questo modo, chiunque non risiedeva in zona e percorreva via Montello, arrivando da via Pratale non trovava alcun segnale a norma che lo avvertisse dello STOP (e non del dare la precedenza, come indica oggi la striscia d’arresto appena ridisegnata)!

Questo fatto ha pertinenza col ricorso per il motivo descritto nell’esempio seguente:

- il sottoscritto, come tutti gli altri residenti, nel caso di un ipotetico sinistro in cui non si fosse fermato a quell’incrocio per dare la precedenza, non potrebbe asserire di non essersi reso conto che provenendo da via Montello non c’era obbligo di dare precedenza.. (ribadisco che mancavano tutte le segnalazioni orizzontali e verticali di legge)

- Ma allo stesso modo i residenti conoscono tutte le segnalazioni, anche quelle per cui in via Montello c’era "diversa segnalazione" che permetteva di parcheggiare nei pressi dell’incrocio senza incorrere in sanzioni. Non a caso la tipologia della multa qui contestata, non era mai stata elevata, prima del maggio 2007, in oltre trent’anni di memoria (il sottoscritto risiede dal 1979 proprio nel palazzo d’angolo tra via Studiati e via Montello e conosce benissimo l’incrocio).

Erano gli stessi Vigili di Quartiere prima quotidianamente stanzianti, mentre oggi appaiono solo per sanzionare e poi "fuggono" -come se poi un’auto multata diventasse miracolosamente invisibile agli automobilisti che si apprestassero all’incrocio (se succedesse un grave incidente a causa di un’auto multata in via Studiati e non fatta rimuovere, non vorrei essere nella coscienza di quei vigili)- a dichiarare che le auto in via Montello non creano problemi. Queste affermazioni sono provate dalle loro azioni che il 27/4, nel giorno di un incidente con vittima ricoverata sotto codice rosso, elevavano multe alle sole auto in sosta in via Studiati. Stesso numero di verbali (2), per le auto parcheggiate nella sola via Studiati l’11/05. Così il 07/05 restava ancora l’unico giorno in cui venivano sanzionate tutte le auto in sosta sull’incrocio.. o meglio, quasi tutte!

Nella fattispecie non si spiega il perché, nel giorno in cui è stata elevata la multa in oggetto, sono stati emessi 5 verbali, mentre le auto parcheggiate in corrispondenza dell’intersezione erano 6:
2 in via Studiati e 4 in via Montello, una per ogni lato.

Ma la prova più evidente del fatto che in corrispondenza dell’incrocio in questione era possibile parcheggiare, è data proprio dall’Amministrazione Comunale: essa aveva fatto piazzare i bidoni della carta di via Hermada proprio sull’angolo con via Montello. Al momento della stesura del verbale in oggetto, per giustificare la legalità del proprio parcheggio, il sottoscritto segnalava al vigile proprio la disposizione dei cassoni, ma egli non riteneva opportuno sanzionare il caso, né tanto meno farli spostare. Beh, con tutto il rispetto per il Giudicante, ma se per l’Amministrazione comunale i due bussoli bianchi sono trasparenti agli occhi degli automobilisti, perché non spostarli ognuno su un lato diverso di via Studiati in modo che l’incrocio diventi assolutamente visibile, evitando così che in quei punti ci vengano parcheggiate e sanzionate le auto.. (tutta questa farsa solo perché non si vuol mandare un operaio a invertire i cartelli del senso unico in via Montello.. sempre in attesa del morto!)

Vorrei sottolineare al Giudicante che

- dopo la riasfaltatura di via Montello le "diverse segnalazioni" restano orali e di fatto:

non esistono multe in loco antecedenti le date succitate,

- in tutti gli interventi successivi al 7/5, fino all’appuntamento col magg. Bxxxxx comandante dei Vigili di Quartiere (domenica 20/5), quando si è voluto sanzionare sono state elevate multe solo alle auto in via Studiati -come testimonia la giornata di venerdì 11/5 successiva a quella della multa in oggetto

l’Amministrazione Comunale ha l’abitudine di ricordare con cartelli mobili, l’inizio di una diversa politica sul posto, per cui se, cogliendo l’occasione dell’asfaltatura, si è voluto anche eliminare le possibilità di parcheggio, ritengo che ciò si sarebbe dovuto segnalare per un certo periodo di tempo.

Una persona più maliziosa del sottoscritto, potrebbe pensare che in quel singolo giorno di sanzioni in via Montello precedente il colloquio telefonico col magg. Bxxxxxx, sia stata colta l’occasione per una ritorsione alle lettere inviate pochi giorni prima al Comune, alla Circoscrizione5 e una copia precedentemente consegnata anche allo stesso verbalizzante, dove si lamentava la gestione dell’incrocio, la posizione dei bussoli dei rifiuti e l’assenza di parcheggi per i residenti (in tutta via Studiati, considerando solo auto utilitarie e parcheggi ordinati, si contano 32 posti auto su circa 3.000 residenti).

Se poi si tiene conto del fatto che, la successiva multa sul posto, è stata elevata il 21/5, cioè proprio il giorno seguente l’appuntamento col Com. magg. Bxxxxxx in cui la stessa non si è presentata, si potrebbe supporre che qualcuno si sia voluto coprire le spalle dopo essersi reso conto dell’errore

Se d’altronde in maggio si sono elevate più multe che nei precedenti trent’anni, significa che i residenti restano convinti che sull’intersezione in via Montello NON ci sia divieto di sosta: in qualsiasi altro luogo, dopo la seconda giornata ravvicinata di multe, i cittadini avrebbero smesso di parcheggiarci



- Che, per ultimo, l’art. 159 del CdS recita: "Rimozione e blocco dei veicoli
Gli organi di polizia, di cui all’art. 12, dispongono la rimozione dei veicoli:
- in tutti gli altri casi in cui la sosta sia vietata e costituisca pericolo o grave intralcio alla circolazione
;"



- Se le contravvenzioni del 7/5 erano elevate solo per le auto con una posizione di intrinseca pericolosità sull’incrocio, perché non mi è stato comandato di spostarla immediatamente?

- Se invece le multe venivano emesse (come dichiaratomi dal Vigile) per il semplice fatto che le auto stavano entro i 5 metri dall’incrocio, perché ne è stata risparmiata una?



Faccio notare al Giudicante che sull’incrocio non c’è segnalazione di "possibilità di parcheggio"; di contro esistono due posti (su 8) in cui è espressamente segnalato il divieto di sosta con alcuni blocchi di cemento (che motivo ci sarebbe stato di segnalare il divieto se c’era già?). Ebbene, proprio in questi due punti ad oggi non è MAI stata elevata multa! Ma come si può pensare che un cittadino non s’infuri se i Vigili stessi fanno quello che più gli aggrada della loro autorità?..

Per chiudere il cerchio, ci si potrebbe chiedere anche come mai nel vicino incrocio tra via Studiati e via delle Medaglie d’Oro, non vengono elevate multe: solo quest’anno si sono verificati più feriti (e gravi) in quest’ultimo incrocio che non in quello in oggetto..!

Infine posso ringraziare l’Amministrazione comunale che dopo l’ennesimo incidente verificatosi il 27/08/07 in cui su un’auto coinvolta c’era un bambino di meno di un anno, ha finalmente inviato ad inizio settembre, gli operai a ridisegnare la segnaletica orizzontale, anche se in modo completamente errato (meglio tardi che mai... meglio sbagliata che assente..)



....Il Giudice di Pace:
"sono costretto a respingerla per.... ECCESSO DI DIFESA" :sbong......

bohhhhhhhh.................
9570770
RICORSO IN OPPOSIZIONE A SANZIONE AMMINISTRATIVA EX ARTT. 22 E 23 L.689/81   Il sottoscritto [...].. PREMESSO- Che è stato notificato verbale [...]- Che è mendace la spunta sul verbale che esso non sia stato contestato per l’irreperibilità del trasgressore, in quanto sul posto il...
Post
27/06/2008 15:52:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.