Emozioni sparse

11 dicembre 2008 ore 11:21 segnala

 

Per te che passi e che ti fermi a guardare

Anche per chi distratto e che distrattamente si accorge

Per ogni qualunque che non vuol essere un chiunque

Per te che mi vedi e mi pensi ed immagini attraverso le mie parole

Per che te che senti la mia poesia e non mi chiami poeta, non ti soffermi all'esteta ma entri nel mio profondo
e lo senti un poco anche tuo

Sono mistero, e nel momento che mi svelo, sollevo un p di nebbia e porto un p di sole,
nel freddo dell'inverno grigio che lascia oggi un fondo di tristezza nostalgica che intenerisce il cuore

Sono nel silenzio di una voce che uscendo dal mio profondo accoglie la vita con un sorriso ed una speranza nel cuore

Nulla mai scritto e nulla mai detto.. Non credere mai che sia tutto cos impossibile, che non si possano annullare le distanze, che si possa riaccendere un nuovo cammino uscendo da un buio

 

Per chi ha perduto qualcuno di importante e lo porta ancora con s vivendo, e nell'istante che lo sente e lo rivive sorride, ed ha la sensazione di sentirsi eterno

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10322577
  Per te che passi e che ti fermi a guardare Anche per chi distratto e che distrattamente si accorge Per ogni qualunque che non vuol essere un chiunque Per te che mi vedi e mi pensi ed immagini attraverso le mie parole Per che te che senti la mia poesia e non mi chiami poeta, non ti soffermi...
Post
11/12/2008 11:21:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. herewegoagain 11 dicembre 2008 ore 11:50
    Mi hai rasserenato la mattina nebbiosa!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.