Un uomo distratto

03 febbraio 2021 ore 12:38 segnala
Se mi ami,
se mi vuoi bene,
dimmelo.
Io sono un uomo distratto,
un uomo che
crede
non si possa amare.
Allora tu dimmelo,
dimmelo sempre.

81bedb7c-ba4a-4ff2-87f0-95ffa7a49d0d
Se mi ami, se mi vuoi bene, dimmelo. Io sono un uomo distratto, un uomo che crede non si possa amare. Allora tu dimmelo, dimmelo sempre. « immagine »
Post
03/02/2021 12:38:27
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment

Sul treno

27 gennaio 2021 ore 13:12 segnala
Abbiamo viaggiato talmente tanto
in questo treno stretto
che non so più nemmeno
che giorno è oggi
come quando è vacanza
e non c'è scuola e
allora mi confondo.
Ma questa non è una vacanza.
Ci hanno portati via di casa
a me, mamma e papa
e ci hanno caricati su questo treno.
Mamma mi ha detto di non avere paura
ma io ho capito che lei paura la ha
e cerca di non spaventare me.
Siamo in tanti su questo vagone
che non c'è lo spazio per giocare
e nemmeno per camminare.
I soldati che ci hanno preso
urlano, urlano,
la gente piange, mangiamo poco
che ho male allo stomaco per i crampi,
le gambe anchilosate,
capisco se è giorno oppure notte
dalla luce che passa dalle feritoie
del vagone.
Mi immagino il sole come una fiamma in cielo
e le stelle che fanno una corona alla luna
e i posti dove il treno passa.
Forse una campagna con le mucche
che pascolano, forse una città
e le persone vivono la loro vita normale.
Ora il treno si è fermato
e i soldati hanno urlato in
una lingua che non conosco e
hanno tirato giù uno che stava con noi.
Allora ho capito che dobbiamo scendere.
Magari il viaggio è finito e
poi ci porteranno presto a casa.
C'è la neve tutto intorno e
da lontano vedo certi camini
da cui esce un fumo nero.
Io non lo so,
ma non mi piace questo posto.


952ee640-5f77-4ea9-8315-edff90c22d31
Abbiamo viaggiato talmente tanto in questo treno stretto che non so più nemmeno che giorno è oggi come quando è vacanza e non c'è scuola e allora mi confondo. Ma questa non è una vacanza. Ci hanno portati via di casa a me, mamma e papa e ci hanno caricati su questo treno. Mamma mi ha detto di non...
Post
27/01/2021 13:12:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    10
  • commenti
    comment
    Comment

A guardia bassa

02 dicembre 2020 ore 19:21 segnala
Sappi,
se mai volessi
avvicinarti a me,
che necessito di
delicatezza.
E tanta, tanta
delicatezza.
E non usar scuse banali
sei permaloso,
ma che ti ho detto,
cosa ho fatto di così grave.
perché questo è il mio
e non il tuo
sentire.
Se ti avvicini,
per tua scelta,
e mi convinci ad
abbassar la guardia
a mostrarmi con i guantoni bassi
sappi che ti sei
assunto la responsabilità
di un uomo senza pelle.
Che sobbalza quando lo tocchi,
che porta il segno
dei lividi ad una stretta
più decisa..
Che è stanco di ferirsi.
Se mai vorrai avvicinarti
abbi cura di me
1b67b8da-8ff0-401b-ab1c-25f3c18b8ac8
Sappi, se mai volessi avvicinarti a me, che necessito di delicatezza. E tanta, tanta delicatezza. E non usar scuse banali sei permaloso, ma che ti ho detto, cosa ho fatto di così grave. perché questo è il mio e non il tuo sentire. Se ti avvicini, per tua scelta, e mi convinci ad abbassar la...
Post
02/12/2020 19:21:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    4

Memorie immaginarie

25 ottobre 2020 ore 11:24 segnala
Mia madre mi amò di un amore folle. Un amore che superava gli argini e inondava per irrigare i terreni intorno e che a volte esondava in misura di travolgere quello che stava intorno. La follia è eccesso, perdizione e meraviglia. Lo capii da grande, quando di quegli eccessi fui attento a non cadere preda.
Il figlio del musicista è sordo, il figlio di una madre che ama troppo è un calcolatore che elargisce amore con un pallottoliere.
Le succhiavo i seni con voracità, tanto da farglieli dolere e arrossare e lei non emettevo un gemito, una smorfia di fastidio perché io non ne avessi a turbarmi.
Non ho memoria di quel tempo, e me ne dolgo, perché ho idea che sia stato il più felice della mia vita. Io e lei soltanto e il mondo chiuso fuori dal nostro appartamento al primo piano.
7965f28b-f948-4930-9e0f-b4fca2d0cdde
Mia madre mi amò di un amore folle. Un amore che superava gli argini e inondava per irrigare i terreni intorno e che a volte esondava in misura di travolgere quello che stava intorno. La follia è eccesso, perdizione e meraviglia. Lo capii da grande, quando di quegli eccessi fui attento a non cadere...
Post
25/10/2020 11:24:10
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Occhi

24 ottobre 2020 ore 16:54 segnala
Confido nell'amorevole
perfezione dei tuoi occhi.
Che di tanta bellezza
mi ammantano.

Mantenere le promesse

10 ottobre 2020 ore 12:49 segnala
Forse anche in me,
penso nei giorni buoni,
quelli dove l'autostima si solleva
di qualche palmo dalla linea del mare,
anche in me c'è un piccolo tesoro.
Di sensibilità, bellezza,
intelligenza, dolcezza, bontà.
Forse.
Ma occorre scavare.
Non ci si può fermare
al primo saluto imbarazzato,
alla faccia seria, seria,
all'armatura della mia timidezza.
Devi andare in fondo,
togliere pietre, lavorare di piccone
e al contempo essere gentile
per evitare crolli.
Poi magari lo trovi, il tesoro.
Il filone di diamante,
la pentola ai piedi dell'arcobaleno.
Perché non sono un uomo facile,
ma mantengo le mie promesse.
c6f6935d-f450-4592-9838-1f1cc4b5bf05
Forse anche in me, penso nei giorni buoni, quelli dove l'autostima si solleva di qualche palmo dalla linea del mare, anche in me c'è un piccolo tesoro. Di sensibilità, bellezza, intelligenza, dolcezza, bontà. Forse. Ma occorre scavare. Non ci si può fermare al primo saluto imbarazzato, alla faccia...
Post
10/10/2020 12:49:29
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Storie

08 ottobre 2020 ore 13:32 segnala
Sono convinto che tramite le storie si possa aiutare le persone a cambiare. Perché le storie non insegnano in modo diretto, ma parlano al cuore. Non spiegano, ma suscitano. Scrivo storie proprio per suscitare emozionando. In primo luogo per me: perché sono io la persona che per prima deve crescere. E si cresce anche aiutando gli altri.
3a800db9-5085-4336-aff6-226e6c3a7854
Sono convinto che tramite le storie si possa aiutare le persone a cambiare. Perché le storie non insegnano in modo diretto, ma parlano al cuore. Non spiegano, ma suscitano. Scrivo storie proprio per suscitare emozionando. In primo luogo per me: perché sono io la persona che per prima deve crescere....
Post
08/10/2020 13:32:17
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Un nome

04 ottobre 2020 ore 12:48 segnala
Un nome
che cosa è un nome?
si chiede il poeta.
Me lo chiedo anche io
questa mattina
e anche più spesso.
Ho il nome di mio nonno,
anche se lui
lo chiamavano Franchino,
ho il nome di un meraviglioso santo,
quello che,
più di ogni altro porto nel cuore.
Forse un nome è
più di tutto
un modo per essere, vivere
nella bocca di qualcun altro.
Francesco, Fra, Checco
e, chi più ne ha più ne metta.
Quindi un nome può essere,
a secondo del momento e
del sentimento di chi lo pronuncia,
un'affermazione, un grido, una richiesta,
un sussurro, una carezza, un rimprovero.
Perfino un bacio.
Chi ti ama,
quando ti chiama per nome,
ti bacia.
cd9ee0ca-ef94-490f-899c-6b138e54fb5b
Un nome che cosa è un nome? si chiede il poeta. Me lo chiedo anche io questa mattina e anche più spesso. Ho il nome di mio nonno, anche se lui lo chiamavano Franchino, ho il nome di un meraviglioso santo, quello che, più di ogni altro porto nel cuore. Forse un nome è più di tutto un modo per...
Post
04/10/2020 12:48:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

Una provvisoria mancanza

29 settembre 2020 ore 20:11 segnala
E se
pur cercandola
in ogni direzione e
perfino al cielo
tu non dovessi
trovare luce
solo temporaneamente
sii te stesso
Luce.
1f2a6698-6b3d-4d41-9678-110c11482ace
E se pur cercandola in ogni direzione e perfino al cielo tu non dovessi trovare luce solo temporaneamente sii te stesso Luce.
Post
29/09/2020 20:11:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

La lunga strada di chi scrive

18 settembre 2020 ore 14:51 segnala
Un mio libro finisce in un documentario della BBC e prima ancora in una tesi di laurea.
E' una soddisfazione ma mi fa venire in mente una riflessione che credo sia poi declinabile in vari ambiti della vita..
Non si diventa scrittori perché si è stati in televisione o perché si è ricevuto un like su facebook..
Lo si diventa perché si è studiato tanto. Perché ancor di più si è letto. Perché si è scritto molto, magari anche cose brutte. Perché ci è sacrificati a rileggere, correggere, riscrivere..
Perché si è immaginato, fantasticato, sognato. Perché si è vinto premi. Perché si è vissuti tanto in una storia da farla diventare una vita alternativa alla propria.
Perché si è avuta la fortuna di ricevere qualche goccia di talento.
Così si diventa scrittori.
Se mai lo si diventa.
7938b8d5-b933-46ab-8783-3f093118190c
Un mio libro finisce in un documentario della BBC e prima ancora in una tesi di laurea. E' una soddisfazione ma mi fa venire in mente una riflessione che credo sia poi declinabile in vari ambiti della vita.. Non si diventa scrittori perché si è stati in televisione o perché si è ricevuto un like su...
Post
18/09/2020 14:51:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment