ogni giorno

03 gennaio 2010 ore 16:13 segnala

Ogni giorno quando mi sveglio rimango colpita dal contrasto fra i colori del tappeto della mia camera da letto ed il colore del battiscopa......osservazione acuta.....ma avendo molto tempo a mia disposizione tendo a concentrarmi sui colori e sulle consistenze......lana contro pietra....arancioni e bordeaux contro grigi......gli arancioni e i bordeaux di lana vincono sempre dentro di me anche quando nella mia anima c'è  molto grigio e parecchia pietra.

eppure fuori dalla finestra mille colori mi circondano, colori brillanti e luminosi, ma nulla da fare ogni mattina è così e domani sarà così, ma dopodomani non lo so ancora.

quando non ci sono più lacrime

29 ottobre 2009 ore 22:10 segnala

.quando non ci sono più lacrime.............................si continua a piangere dentro.

sono giù stasera....è inevitabile.....ma non ho nessuna voglia di scriverne i motivi...tanto non cambia nulla,

tutto rimane com'è.....per adesso.......................sarà vero che tutto scorre.......ma quando scorre......qaunto ci stanno le cose brutte della nostra vita a scorrere via?????????????

quest'anno

22 febbraio 2009 ore 10:19 segnala
la primavera non vuole proprio arrivare...

momenti di magia

20 gennaio 2009 ore 14:26 segnala

In passato è sempre stato più semplice scrivere per me che fare altro....qualsiasi altra cosa, adesso da un pò di tempo mi rendo conto che non è più così, ma non voglio certo rodermi l'anima o scrivere necessariamnte anche stronzate non sentite.

Mi piace scrivere le mie sensazioni, le mie impressioni e questo a volte è di una semplicità estrema.....ma altre volte è impossibile da fare.......oggi.....anche se qualche giorno è già passato.....mi vengono in mente le sensazioni del mio viaggio a Praga....semplicemente da sogno, pura magia, la voglia di memorizzare tutti gli angoli più belli, gli scorci più suggestivi solo con gli occhi......non sono una grande patita di fotografie; preferisco fotografare con la mente e lasciare che sia il tempo a far ricordare certe cose piuttosto che altre e non un albul fotografico che tante volte porterà alla memoria sensazioni superate.

Il giorno che sono arrivata, appena sistemata in albergo.....sono subito...o quasi..uscita.....ricordavo le strade, pur essendoci stata vari anni fa, mi muovevo con un senso dell'orientamento che generalmente non ho; poi da lontano ho visto quello che per me è il monumento più bello........il Ponte Carlo...e lì mi è mancato un battito.....l'emozione è stata così grande, così nuova, così forte da pensare adesso a mente fredda di essere forse una stupida....ma no....niente affatto....è bello emozionarsi e provare gioia per le cose belle che il mondo può offrire.

Praga sotto la neve, i camini che fumano, il freddo tagliente, i locali accoglienti dove rintanarsi quando il gelo diventava insostenibile.....bellezze a perdita d'occhio, a volte avevo la sensazione di trovarmi in un'atmosfera di magia vera e propria.....le cose belle  e soprattutto le cose che hanno una bellezza che si confà alla mia natura riescono ad emozionarmi oltremodo come nessun altra cosa potrebbe fare.

Il mio racconto sarà parecchio noioso per molti di voi e mi rendo conto che è naturale così, dopo tutto non descrivo le bellezze della città stile guida turistica e neanche dò dritte su locali più o meno in voga.....sarei la guida michelin....no...niente di tutto ciò.....in questo breve scritto che forse nessuno mai leggerà o commenterà sono stata parecchio egoista volendo scrivere di me...per me.

natale è passato

28 dicembre 2008 ore 14:19 segnala

Natale è passato e tutto sommato mi sento molto meglio di quando doveva ancora arrivare.

Non so perchè l'attesa del natale spesso si tramuta in una attesa si felicità; ma chi l'ha detto che a Natale bisogna necessariamente essere felici????

Come se la felicità avesse una data in cui manifestarsi ed una in cui non arriverà mai; diciamo che per nostra fortuna la felicità quando arriva lo fa a sorpresa.....quando arriva.

L'ansia da Natale, per la roba da preparare....sarà buona o no? sarà cotta o no? piacerà o no?

I regali da fare...piaceranno, saranno adatti, ne abbiamo dimenticato qualcuno?????

Come se fosse uno stress da lavoro.

In più bisogna essere felici e contenti di tutto ciò!!!!!!:bugabuga

Personalmente penso ce il Natale sia bello per i piccoli.

Ma oggi è giorno 28....un bel momento credo, Natale è andato via anche quest'anno comunque sia stato.....ed ora ci si rilassa un pò in attesa di una festa molto più divertente, meno malinconica, meno stressante...capodanno...........bellanormanna andrà a Praga........-8 gradi.......mi fa riflettere....che freddo!!!!!!

aria di natale

19 dicembre 2008 ore 22:02 segnala

Tra non molto è Natale..................e questa non è un'osservazione banale o scontata.....solo una considerazione,  sarà che ogni anno a natale piuttosto che sentire chissà quale spirito di comunione......sento un certo nervosismo......quest'anno un pò meno, ma ricordo anni particolarmente. .....caldi diciamo così.......stressata dal falso buonismo di questo periodo;  da quest'ondata di regali che "si devono fare".....di auguri non sinceri che......."è educato fare".......insomma la clasica storia di ogni anno, l'ipocrisia di ogni anno, il consumismo di ogni anno che prende tutti.

Dopo tutto quest'anno lo stress lo sento meno, così come sento meno lo spirito del Natale, la cosa più bella è veramente stae con la gente che ci vuole ben e questo è l'augurio che faccio a tutti coloro che leggerano il mio blog......trascorrere le feste con chi ci vuole bene sinceramente...............e cerchiamo di sorvolare su tutte le altre cazzate che girano intorno a questo periodo.

Con voi sono stata sincera anche se so bene che la sincerità non paga in genere.

il fuoco che parla

29 novembre 2008 ore 17:52 segnala

Freddo pomerggio autunnale, tempo terribile e sembra che fuori ci sia una bufera; piuttosto che guardare la tv èmolto meglio osservare la fiamma del camino, l'accartocciarsi della legna, il calore che mi illumina e mi scalda il viso e l'anima.

Il calore del fuoco vivo, come può essere quello del camino fa un effetto nettamente diverso del calore dei termosifoni o delle stufe o dei condizionatori...............è meno comodo, bisogna accenderlo, aspettare che prend per bene e alimentarlo.......quasi come se fosse una relazione amorosa o anche michevole perchè no.

nessuno di noi probabilmente si mette a guardare il calore emanato da un condizionatore..........e invece il camino che fa un pò parte di uno stile di vita ormai andato....continua a farsi guardare, continua ad incantare e a volte il fuoco è come se stesse parlando, come se raccontasse storie antiche dai sapori lontani ormai quasi dimenticati.

Forse non c'è più il tempo di abbandonarsi a queste cose, presi come siamo dalla frenesia dei nostri tempi....figuriamoci quali menti malate.....a parte bellanormanna....spreca un sabato pomeriggio per guadare il fuoco del camino e rilassarsi...............e dire che in altri tempi sarei stata la prima a dedicarmi ad un intero sabato pomeriggio di shopping.

Poi nella vita di ognuno di noi, se siamo fortunati, succede qualcosa e si comincia a vivere anche di altro.

c'è sempre qualcosa....

25 novembre 2008 ore 13:06 segnala

Ci deve sempre essere qualcosa che non va!

Osservazione che ho già compreso anni fa, poi ho smesso di pensarci....ed ora sto ricominciando.

Tutto talvolta sembra andare bene ma poi, quando meno ce lo aspettiamo, quando tutto sembra andare abbastanza bene, quando la nostra mente sembra libera......ecco che riprende certi vecchi schemi, vecchi modi di pensare, vecchi luoghi comuni e vecchie e superate opinioni.

Tutto ciò, nonostante tutto ,non mi agita, non mi spaventa, non mi mette in ansia, un pò mi rattrista ma soprattutto mi fa stare in allerta.........

Non bisogna pensare troppo alle cose, rimuginare, ripensare, ascoltare troppo la gente, altrimenti la nostra vita diventa un inferno.

Bisogna ritornare alle piccole cose che facciamo, normali azioni che ci fanno vivere l'essenza; normali cose a cui in genere non diamo peso...ma.......allontanare i pensieri o bloccarli talvolta è proprio fuori dalla mia portata.

la spina nel fianco

23 novembre 2008 ore 01:32 segnala

Stasera sono triste.

Non mi va di parlare del motivo, tanto non cambierebbe nulla parlarne; voglio solo sentire uno stato d'animo che oggi mi ha fatto sua.

Tristezza...amarezza....mancanza di fiducia.

Oggi è così e meno male che la giornata volge al termine e domani magari andrà meglio.........

Sono triste amareggiata e sfiduciata......demoralizzata......

Di per se non sono ottimista, ma di certo non mi piace logorarmi l'anima con lo stare male.....purtroppo capita, ma passa ed io lo so, passerà anche stavolta, ma nel frattempo è così....forse è più l'amarezza ma  non posso mica ................è da folli il solo pensiero.....

é pensare al motivo della mia tristezza che mi fa stare di merda;

e se invece io mi sentissi così per un motivo a me non noto????????????

chi mi da la certezza che..........

che strano

21 novembre 2008 ore 19:50 segnala
Ci sono momenti in cui nonostante tutto ciò che mi circonda riesco ad essere serena..........è una conquista, riuscire a pecepire la calma dentro di me e quasi quasi sono contenta che non sia sempre così; comincio a credere che tutte le sensazioni vedeno apprezzate....certo quele meno piacevoli no.......non c'è molto da apprezzare....piuttosto c'è da imparare a stare con noi stessi anche insituazioni poco piacevoli.................molto complicato e difficile.:rosa