Saranno solo rimorsi, fumo e caffè

17 giugno 2009 ore 14:40 segnala
Ricordi quanto ridevamo insieme? E quanto parlavamo! Chissà cosa avevamo da dirci tutti il tempo… il tempo… non ci bastava mai e quando era finito, quando dovevamo salutarci ci veniva quel dolore nel cuore che solo tu ed io potevamo veramente capire, solo tu ed io sapevamo che era un dolore vero, una fitta che lasciava senza respiro e stavamo così per tutto il tempo in cui eravamo lontani, fino all’incontro successivo. Che bello quel dolore che sapeva d’amore, di un amore che andava al di là della passione e che nessuno capiva. Ricordi? Nessuno ci capiva e quanti ci hanno criticato, hanno commentato il nostro amore, il nostro vivere la vita sempre insieme. Noi li guardavamo, li ascoltavamo e ci sentivamo ancora più uniti, ancora più legati, e niente, nessuno sembrava potesse sfiorarci, intromettersi, allontanarci...Chissà se è stato un dono o un condanna il nostro amore, molte volte me lo sono chiesta e me lo chiedo ancora, ma non penso sia possibile amare come ci siamo amati noi due. Amare ancora, amare un’altra persona che non sia tu, una persona che non possa vedere quello che vedevi tu, né sentire, né provare quello che hai provato per me e che ci ha tenuti legati, fino a poco tempo fa, quell’attimo in cui è tutto finito, in cui ti ho guardato negli occhi ed ho capito che qualcosa era cambiato e da lì, veloce come il tempo, come il mio respiro affannato, i miei sguardi hanno perso spessore, il mio respiro è tornato regolare ed il mio cuore ha smesso di provare quel dolore che tanto amavo perché sapeva di te.
Vorrei sentire i tuoi occhi su di me, sentirli dentro i miei e sapere che anche tu mi ami ancora, che anche tu non puoi vivere senza di me e che il dolore del tuo cuore sia uguale al mio, che il tuo respiro sia come il mio, ma non è così, lo so, perché ti ho visto, ti vedo.. so che non ami più me ma lei, e il mio dolore sale, la mia angoscia non fa che tormentarmi perché tu non parli più, non mi dici più i tuoi pensieri, non ridi più, e ti vedo scivolare via da me, lungo questa via tanto irta e buia da offuscarmi la vista, i pensieri, i ricordi, il futuro. Non sarai tu il mio futuro, lo so, così come non sei più il mio presente e per questo ti scrivo questa lettera, per dirti addio, perché se i miei occhi incontrassero nuovamente i tuoi, non saprei più parlare, pensare, vivere e, forse, è questo il mio futuro senza di te. Addio per sempre amore mio.
10918431
Ricordi quanto ridevamo insieme? E quanto parlavamo! Chissà cosa avevamo da dirci tutti il tempo… il tempo… non ci bastava mai e quando era finito, quando dovevamo salutarci ci veniva quel dolore nel cuore che solo tu ed io potevamo veramente capire, solo tu ed io sapevamo che era un dolore vero,...
Post
17/06/2009 14:40:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. free76 24 luglio 2009 ore 12:08

    Silenzio.. questo e' quello k hanno provocato le tue parole...

    Silenzio.. e' quello che cerco da quando non c'e' piu' lei...

    Ti capisco ma non riesco a dire niente.. guardo al di la', rileggo le tue parole.. rivivo momenti stupendi che non ritorneranno, almeno con quella persona... e pure questo in silenzio xk ogni parola sarebbe superflua...

     

  2. nuvoletta0287 06 agosto 2009 ore 16:39
    so benissimo che vuol dire quel dolore che sa d'amore... :(

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.