AD UN PASSO DALL'OBLIO

12 marzo 2008 ore 19:13 segnala
07/08/2008
Attimi di paura hanno percorso i canali intasati della mia mente....
La chiamo per avvertirla che  sono quasi sotto casa sua.......lei è arrabiata....dice di non voler scendere

Le chiedo di parlarne......ne parliamo per due ore ed alla fine scende dalla macchina sbattendo la porta

Era la prima volta che la vedevo arrabbiata
Proprio lei che mi ha colpito per la sua immensa dolcezza

Paura....tanta Paura

Il tempo dipartire da casa sua, 2 minuti è squilla il telefono.....

Lei: è finita

Io: non voglio che me lo dici per telefono, devi guardarmi negli occhi e dirmelo, quindi scendi, sono sotto al partone e me lo dici in faccia.

Parliamo

Parliamo

Parliamo

Lei si sente trascurata da me ed ha ragione

Alla fine le confesso tutto.....

Ho Paura....ho paura che la sua storia da poco finita possa avere lasciato qualcosa dentro di lei,

ho paura di poter essere solamente una piacevole compagnia per lei,

Ho paura che la sua mente non sia libera quanto basta per accettare un nuovo amore

Già, perchè di amore si tratta!!!

I miei occhi non trattengono le lacrime

Non avevo mai pianto di fronte ad una donna

Lei mi abbraccia

Mi stringe forte e piange con me

LEI: Sei uno stupido...lo vuoi capire che ti amo?
IO : Ti chiedo scusa ma avevo paura e non potevo parlartene

PACE....ancora noi, ancora a vivere il mese più felice che abbia mai vissuto, ancora stretti, ancora baci, ancora amore!

Ho rischiato di perdere tutto nel breve volgere di una sera

Se quel telefono non avesse squillato, non so cosa avrei fatto.....ero ad un passo dall'oblio

18 02 2008

20 febbraio 2008 ore 16:53 segnala

CI SIAMO DETTI TI AMO E QUESTA è GIA' LA NOSTRA CANZONE

CHI SE NE FREGA

14 febbraio 2008 ore 18:11 segnala

SAN VALENTINO.........già!!!!

Esiste altro argomento di cui parlare oggi?

Certamanete!!! MA non Lo faremo.....il perchè non lo so!!! Dalle mie parti si diceva.....la festa del cretino.....è vero!!!

Cena.....Fiori.....Cioccolattini......molto classico vero?

Ma va bene così....va tutto bene così!!!!

eppure.......

Qualcosa di strano c'è....

STO DA DIO

perchè?....non me lo voglio chiedere!!!

mi godo il momento....

sollazzo e svolazzo come anima libera

galleggio a mezz'aria....mi impenno e volo

dove?.....chi se ne frega.....

VOLO

IL SUO PENSIERO NELLA TESTA

12 febbraio 2008 ore 18:19 segnala

Inglobato in un delirio di sensazioni dettate da mille e ripetute parole, viaggiatore in una mente di pensieri che non riuscivo a comprendere del utto, sintonizzato su di una lunghezza d'onda che andava  parandosi di fronte a me in un imperscrutabile orizzonte fatto di fiamme e nuvole, conscio di una strada che credevo percorrere da solo.....la mia mente devastata da mille domande alle quali trovare risposte, da mille pensieri avvolti da zucchero filato.....da mille contro-pensieri avvolti da cenere.....

SCEGLIERE

PROVARE

ma......cosa ero disposto a perdere.....un volto che si rimaterializza davanti ai miei occhi dopo 10 anni.....

UN BRIVIDO AL CUORE

UNO SPASMO ALLA PANCIA

ERO GIA' DENTRO

si.....ma dentro cosa?......dentro una vita nuova di una persona che credevo di conoscere, di colei che ricordavo come una giovane bella e spensierata ragazzina......

IL TEMPO CAMBIA LE PERSONE

Eccomi.....anzi .....eccoci......

giorni e giorni fatti mille parole...dolci e tranquille...poi sempre più tenere....avvolte da enormi sorrisi

cercarsi con gli occhi fra la gente......trovarsi

e poi....una gelida sera di Salerno....in faccia un freddo vento siberiano e non sentirlo.....

DENTRO ME

CALORE

ENORME

una cena....cinese...

una discoteca.....L'Iroko

ballare per ore mano nella mano senza mai lasciarsi

ed ancora indecisi....un passo....uno sguardo.....

UN BACIO

e poi un'altro ed un'altro ancora fino all'alba

tornare a casa alle 7.....distrutto....assonnato.....

FELICE

svegliarsi pooche ore dopo con un sorriso da deficente sulla bocca.....il suo sapore sulle labbra ed

IL SUO PENSIERO NELLA TESTA

 

4 ore...questo ho dormito

22 dicembre 2007 ore 12:56 segnala

 

...vuoto pneumatico di pensieri e parole, ormai fin troppo rinfusi per poter essere scritti, mi assento presente in una vita che prende pieghe strane, fatta da momenti di frizzante primavera ed attimi di gelido buio, ho iniziato a scrivere, ora, per sfogare ancora non so che voglio dire....forse che un sorriso mi brucia il cuore, forse che una voce riesce a farmi rammollire le gambe.....esagero sempre....slanci icariani, che portano a ben poco, e poi quando atterri giù al suolo, ti accorgi ogni volta che l'impatto è più forte, che le tue ali hanno sempre meno forza......ecco, come al solito sto confusamente scrivendo.....di che? ci  sto pensando, abbi pazienza.....eccomi forse ho trovato...parlo di me, non mi frega se tutto si accende e tutto si spegne nel buio luce buio di un battito di ciglia, non importa quanto sia devastante una vibrazione di corde da tempo assopite, stonanti sorelle percosse da mano sicura, infuse in suono di stonata melodia, che giungendo all'orecchio sono solo risate, del tuo cuore del suo core, di un passo che vorresti fare...ma è presto, è tardi, è sciocco, è ti farai male....ma non ti è mai importato nulla di te e dei tuoi pensieri, se, regalandole un sorriso....lei sarà felice, sarà serena...sarà di nuovo lei.....come sempre, come al solito....solo pensieri......ma la confusione aumenta!!!

UN'ALBA DA PAURA

04 dicembre 2007 ore 23:36 segnala

Ore 6.00 sveglio come un grillo

Mi vesto in fretta afferro la borsa e butto la tavola in macchina

Ore 6.30 sono sotto casa di Angelo, lui scende e partiamo

Ore 7.30 siamo al mare

davanti a noi enormi e possenti onde che ci sfidano ad entrare in acqua

per ora vincono loro........

aspettiamo un pò....la voglia è tanta

8.30..........finalmente in acqua

finalmente si serfa

il freddo

le prime urla di gioia per un'onda presa

il sole inizia a farsi alto e caldo

Dopo un'ora siamo esausti

ma contenti

come sempre

dopo ogni pazzia come questa.....

Ma quando sei seduto su una tavola in mezzo al mare

col sole negli occhi ed alla tua destra arrivano le onde.....

ti senti grande, ti senti libero il resto non conta

non c'è altro

Tu

la tua tavola

ed il mare