origami

12 agosto 2011 ore 15:43 segnala
sono arrivata alla conclusione
che :
è come un origami ..
sembra semplice
perfetto..
ma ci sono...
tanti mani posson fare..
origmi..
tante forme
modi
con rispetto
curiosità
nervoso
amore
passione
rabbia
e...tanto per farlo
con altrettanti risultati
preso per il verso che vuoi..
l'importante che venga fatto bene
..se no la soddisfazione dov'è...
a che serve un oragami tutto storto e sporco...

sta li ..ti guarda e ti lascia un senso di amarezza..
d01281a9-572c-43db-a8f4-a5d23e5e3460
sono arrivata alla conclusione che : è come un origami .. sembra semplice perfetto.. ma ci sono... tanti mani posson fare.. origmi.. tante forme modi con rispetto curiosità nervoso amore passione...
Post
12/08/2011 15:43:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment

BAMBY

11 agosto 2011 ore 09:00 segnala
Luglio 2011,conosciuto Bamby.
vive dove ci sono i castelli
Lei è bionda bassa con una bella stazza occhi azzurri ,mi ricorda la fata madrina con la differenza che la fata è proprio femminile. E ha i capelli bianchi Invece BAMBY è masculina per molti aspetti, è grezza nei modi , commenta le donne come un uomo. E per un certo verso è anche molto femminile…è una gran chiacchierona..mamma mia a volte ..a volte mi spaventa per tutto quello che mi racconta di lei,le sue amiche , la sua famiglia,…
è disamante come cerca qualcuno a cui agrapparsi..
ha tanto amore da dare, e vorrebbe una compagna, spero la trovi presto o che lei trovi cervo
Ha sofferto
Soffre ancora
dacchè ha avuto il senso del pensiero e della conoscenza di se stessa sa da che parte di umanità appartiene. E di questo ne è serena.
Molti utilizzano la parola diversità..anche lei..ripete spesso “noi diverse..”
Perché?
Diversita di cosa?Ama lo stesso sesso..e allora?!
E se fossimo noi i diversi..diversamente amanti ? ahahah
In fondo se noi amiamo noi stessi perché non dovremmo amare uno del nostro stesso-sesso?!...
Cmq..ama le donne.
ultimamanete pero’ ha provato quelli dell’altra sponda come dice lei..ahahahah buffo no?..
Chi è che sta dall’altra parte?
Si potrebbe aprire un dbattito…
Ci sentiamo regolarmente tutti i giorni ,piu’ volte e ci troviamo in sintonia, mi fa crepar dal ridere e spesso ha parole giuste e consolatorie per i miei crucci.mi ha detto che vorrebbe aiutarmi a sentirmi libera sessualmente,aiutandomi a conoscere meglio il mio corpo….le ho detto dopo un po’ che non me la sentivo, (perché credo che poi scapperei a gambe levate, ma questo l’ho tenuto per me.)
Chissà magari un giorno..non so.
Di certo ammetto la curiosità ce l’ho, ma non significa che mi devo per forza mangiare le amarene per sapere se son buone …diciamo che al momentoo mi fido sulla parola ahahahah!!

ciau bamby...
86daa02e-c864-412e-8a7a-6bf68afa4f93
Luglio 2011,conosciuto Bamby. vive dove ci sono i castelli Lei è bionda bassa con una bella stazza occhi azzurri ,mi ricorda la fata madrina con la differenza che la fata è proprio femminile. E ha i...
Post
11/08/2011 09:00:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    3

candela

10 agosto 2011 ore 17:49 segnala
Era una candela piccola e graziosa, a anche se ci si avvicinava alla sua fiamma era come se fosse spenta perché non scaldava non emanava calore..non ardeva .
durante gli anni si stava consumando lentamente, si era anche indurita e leggermente screpolata,poi a dipendenza delle stagioni a volte si scioglieva piu velocemente a causa del sole, ma intanto rimaneva fredda ed anche se si bruciava era come se fosse spenta…
Un giorno un nuovo fiammifero si avvicino’ a lei era un po spaventata, non erano i soliti fiammiferi che si avvicinavano pronti ad accedere al suo..filo.
era un fiammifero nuovo lei lascio’ che si avvicino’al suo cordoncino intrecciato..ci giocherello’ infine inizio’ ad accendere un filino..due,tre finche tutto il cordoncino prese fuoco e si trasformo’ in una bella fiamma, calda passionale..che emanava con ardore tutto il suo incredibile calore
Si finalmente poteva ardere..ancora non sapeva per quanto, sapeva che era per poco,un attimo un ora ..ma poteva ardere..sentire il calore del suo corpo delle sue curve.. le piccole screpolature diventavano incredibilmente le parti piu belle della sua struttura..era bellissima.. piccole fiamette di luce sprizzavano dalla fiamma..che brillava con ardore quasi esagerato e sfrontato..si lascio’scaldare con tutta se stessa...finche arrivo il momento di essere spenta..ma non lo rimase per molto, infatti la stessa sera venne fatta brillare con passione piu volte… ne era frastornata..si sentiva libera e in estasi
Si finalmente capiva cosa significava l’essensa del suo essere ed era felice..
Per un po di tempo senti vicino colui che aveva acceso la fiamma..e volle essere di nuovo illuminata dallo stesso fiammifero..infatti un pomeriggio .. la sua fiamma fu nuovamente bella , brillante e calda..
La terza volta successe un fatto strano che la candela non poteva immaginare..
cerco’ lei di farsi nuovamente accendere..ma questo fiammifero ancora non si sa..com’è che era cambiato..nonostante tutto si avvicino al suo stoppino la infiammo’.ma lei non ardeva come le altre due volte....la umilio’..la accese e la spense come voleva lui con violenza e senza ritegno..…perché?!...


b01791f7-df92-48cc-a36a-fa4dedeab14f
Era una candela piccola e graziosa, a anche se ci si avvicinava alla sua fiamma era come se fosse spenta perché non scaldava non emanava calore..non ardeva . durante gli anni si stava consumando lentamente, si era anche indurita e leggermente screpolata,poi a dipendenza delle stagioni a volte si...
Post
10/08/2011 17:49:54
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    1

nocciolina

09 agosto 2011 ore 14:35 segnala
si chiamava jenny, ma io la chiamavo nocciolina per i suoi occhi e per le nocciole che non faceva altro che mangiare insieme all'uva passa.

ero appena arrivata. nell'istituto..poco prima di cena.
mi assegnarono la camera al primo piano,
finestrella sul ciligio.
una borsa sola e uno zaino con alcuni libri.

ora di cena, mi siedo , davanti a me un vassoietto con cibi incolori e maleodoranti.
di fronte a me una ragazza magra bella capelli castani occhi color nocciola, mi guarda e mi sorride.
la guardai e abbozzai un mezzo sorriso, al che mi disse "non preoccuparti non ti vengon le rughe cosi giovane e bella e poi anche con le rughe staresti benissimo."
assaggiai un po di quel cibo incolore ma non avevo per nulla fame.
cosi osservervai le altre commensali.ad una ad una appena finito si alzarono per recarsi poi nelle loro camere.
mi alzai anche io quando la ragazza di fronte a me mi fermo' dicendomi" me lo mangio io prendi il mio vassoio e portamelo via"
le risposi" va bene.."( che tipa pensai).ma mentre mi aprestai a farlo mi fermo' di nuovo e stavolta dicendomi in tono serio "non farti mai ordinare dagli altri cose che possono fare benissimo anche loro".Cosi'le risposi che per me andava bene e che non era un problema".."come ti pare", disse lei

salii in camera.aprii la porta ma in quel momento arrivo' di nuovo lei..corse e si infilò nella mia camera.
mi disse che nessuno devrebbe riempire o svuotare da sola una valigia perchè è sempre un momento triste..se si fa in due diventa piu' interessante e meno noioso.
cosi le rispondo che la avrei aperta dopo.
invece lei mi guardo' dritta negli occhi e apri la zip della borsa, poi spalanco' e ante dell'armadio e ha comincio' a metter via i pochi indumenti che avevo.ad un tratto salto' sul mio letto e mi disse che quella maglia blu sudamericana assolutamente gliela devo regalare...
(pensai nemmeno mezz'ora che ci conosciamo e questa...)gliela regalai subito senza tante storie
poi prense lo zainetto tiro' fuori i libri ..li apri e in uno lesse vilucchio..mi chiese chi fosse... le risposi che era un dono di mio nonno e che dovevo ancora leggerlo.
e lei mi disse "azzeccatissimo!ho decico ti chiamero' vilucchio anche io!ma non dirlo a nessuno.".(.non poteva..pensavo..è solo un diritto di mio nonno..e di..)

non parlavo tanto era piu' lei che parlava e a volte si rispondeva anche da sola
spesso e volentieri raccontava una sacco di balle colossali che pero' ci facevan compagnia e ci facevan ridere a crepapelle!
era contenta che abitavo al primo piano e che ero di fronte al ciliegio...infatti spesso e volentieri quella era il nostro passaggio verso il mondo esterno..finche' non ci siamo rotte entrambe una mano..e il braccio..ahahaah

mi hanno sposata di camera.secondo piano finestra piu' grande.stesso corridoio di nocciolina.

frequentavamo due scuole diverse, ma la sera non vedevo l'ora di tornare li solo per sentire gli scherzi e cose che lei combinava durante il giorno. poi tornava sempre con oggettini regalini e dolci a non finire.

era sempre di ottimo umore rideva e scherzava sempre.inoltre importunava il figlio della direttrice per ottener favori e per farci uscire dal portone..
spesso la sera mi infilavo nel suo letto e mi rannicchiavo..lei mi sussurrava all'orrecchio sarai sempre il mio vilucchio ti vorro' sempre bene..appena usciremo da qui non sai quante cose belle che faremo!te lo posso assicurare!!la patente l'auto e viaggeremo!come e quando lo vorremo noi!

invece arrivate a 18 anni lei ando da sua zia in svizzera interna e io non avevo ancora un posto dove andare...
quando ho conosciuto la persona che mi son poi sposata lei non era daccordo ..non gli piaceva...anzi lo odiava e me lo diceva..ti tratterà male ..ti farà appassire..come mio padre ha fatto con mia madre!!infatti il piu delle volte litigavano e si insultavano..e poi lui cercava di allontanarla da me dicendo che era una pazza e fuori di testa..

i periodi che tornava in ticino veniva sempre a trovarmi tutte le sere a qualsiasi orario e a volte si fermava da me a dormire,nonostante mio marito non era per niente daccordo.
mi faceva compagnia e ridevamo ricordando le serate nella casa della giovane, poi cominciava a raccontarmi delle sue avventure donne e uomini, giovani e più maturi di lei.sapevo che era bisessuale infatti per questo motivo i suoi genitori l'avevano allontanata mettendola a casa della giovane.raccontava dei lavori che faceva e che non riusciva a mentenere..viveva alla giornata. ed era contenta che aveva rialacciato un legame con sua madre.infatti se non dormiva da me andava da sua madre, che nel frattempo si era separata da suo padre.
una sera che eravamo felici e contente continuavamo a fare progetti "la prossima volta facciamo..andiamo..organizziamo... "ci siamo un po' ubriacate,..abbiamo cominciato a baciarci e a ballare dicendoci: sei bellissima sei l'amica migliore che io potessi mai avere! mi fai ridere..sei forte¨finche i baci diventarno non piu baci innocenti..
ha cominciato a togliermi la maglietta e si era sbottonata la camicetta..mi prese una mano e la mise sul suo seno..piccolo rotondo ..pelle bianca morbida..era perfetto come del resto era perfetta lei..e mi bacio'... mi acarezzo' i capelli ..poi mi lascio la mano, la feci scivolare verso il suo fianco,comincio ad abbracciarmi ed a sfilarmi i pantaloni
...ero agitata imbarazzata e titubante..ma mi lasciavo guidare da lei..mi fidavo..sentivo che stavo bene era una cosa nuova ..ma c'era lei infatti mi diceva "dai vilucchio impara ad amare.".mentre mi acarezzava dolcemente..".amami son la tua nocciolina non ti faccio del male..."
mentre ci guardavamo negli occhi e ci stavamo per darci un altro tenero bacio, si senti aprire la porta violentemente...
era mio marito..ha cominciato ad urlare a dirle brutta lesbica di merda vattene da casa mia..la spinse fuori e le butto' i vestiti ..io mi aggrappai a lui gridandogli di non toccarla di non farle male.e di prendersela con me...mi tiro' uno schiaffo telmente forte che caddi a terra sbattendo la testa violentemente...

mi svegliai..
tutto bianco
mura verdognole..
un viso
mio marito..
si avvicinò...e mi disse "scusami non volevo..senti di che sei caduta..e mi faro' perdonare...mi dispiace tanto"
a me non interessava in quel momento di quello che dovevo dire o meno e gli chiedo di jenny...dov'è..voglio vederla voglio sentirla oggi parte per zh...
mi disse che avei potuto chiamarla appena uscita dall'ospedale

...sono uscita...

arrivo a casa
chiamo sua madre
mi dice che era appena partita e che appena sarebbe arrivata mi avrebbe chiamata.mi disse anche di passar da lei perchè mi aveva lasciato il quadernetto dove ci scrivevamo le nostre cose....ringraziai e andai dai miei vicini nonchè suoceri per riprendermi il bambino..che ra l'altro al battesimo avrebbe dovuto farle da madrina.

ore 13.20 un freddo angoscioso.cominciai a tremare e a piangere senza capire il perchè..poi pensai a nocciolina.le era successo qualcosa.

ore 14.oo orario dell'arrivo previsto nessuna chiamata.
ore 15.oo silenzio.chiamo sua madre per sapere..ma silenzio.
chiamai ogni ora sia la madre sia la zia..
ore 19.23 suona il telefono, rispondo, è la zia di jenny..e mi disse.."ciao tesoro mi dispiace tanto doverti dire che jenny ha avuto un incidente..un camionista ha sbandato mentre lei lo sorpassava..... non ha sofferto..."


non mi son piu legata a nessuno nemmeno lasciata acarezzare..
49dd23b5-7253-4eec-920f-7e6ec0f02bbf
si chiamava jenny, ma io la chiamavo nocciolina per i suoi occhi e per le nocciole che non faceva altro che mangiare insieme all'uva passa. ero appena arrivata. nell'istituto..poco prima di cena. mi assegnarono la camera al primo piano, finestrella sul ciligio. una borsa sola e uno zaino con...
Post
09/08/2011 14:35:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1
  • commenti
    comment
    Comment
    4

lei è banale!prendere o lasciare...

25 giugno 2011 ore 16:00 segnala
dedicato a tutti i tu..
tu che scrivi giudicando gli altri per cio' che scrivono sui post-it,
tu che guardi l'apparenza di una frase sua o non sua e la commenti
tu che ti fermi all'immagine di una foto che non c'è o è presente
c'è chi ci crede veramente a quello che scrive ..ammesso che sappia cosa ha scritto , me compresa ahahahah e perciò non commento perchè non son fatti miei.

pero' parlo di lei

...non le interessa se le dici che è banale..non parlare con lei, non continuare ad assillarla e commentarla....
ma chi se ne frega di quello che pensi di lei e le chiedi cosa pensa di te per sentirti dire quello che lei non ti dirà mai;se vuole te lo dice, ma di sicuro non ti dirà mai quello che vorresti sentirti dire!..
lei è chiara fin dall'inizio e mette in tavola le sue carte!e se ti ci deve mandare a quel paese ti ci manda , non ha problemi a riguardo...
tu che sai solo chiederle l'età , le misure , il peso, o lo status ma lo leggi il suo profilo?!sai potresti risparmiarti un po di domande e di tempo...
non le frega niente di parlare dei suoi fottutissimi problemi al di fuori di chatta
si vuole bene e quindi non se li porta con se!
perchè poverina? poverino tu che non sai domandarle altro...
hai mai tradito?sesso orale ti piace?..qualunque sia le sua risposta ti cambia le vita?!non le interessa portarti a letto ma lo vuoi fare tu...con che pretese ?con che diritto?solo perchè hai un coso in mezzo a due gambe ti arroghi il diritto di chiederglielo...dopo che le hai detto "cerco solo due chiacchere e nulla di piu' sono serio e rispetto le donne" (ahahahahaha..)in realtà si, le chiacchere piacciono anche a lei: uno-quelle da mangiare a carnevale...due-nei bla bla bla è bravissima, la fanno ridere le piacciono specie se cominciano con un ciao e finiscono con addio ..ma nulla di piu'.questo vuole, ridere!
difficilmente si fermerà con te a lungo tempo.. è una zona pericolosa, c' è un limite che lei non vuole superare, anche per questo si è scelta una chat al di fuori del paese in cui vive...non vuole illudersi o illudere..rimane là in aria aperta a svolazzare liberamente..
e tu , tu che le chiedi l'amicizia e poi le dai della stronza perchè non ti scrive? che ti devo dire...stronza è poco,anche di piu'! (ahahahah ride lei)!oppure se si permette di fare battute ai tuoi post-it e nn sono seguono il tuo desiderio di leggere quello che tu ti aspetteresti, la blocchi perchè in realtà non sai come ribattere o perchè nemmeno tu sai perchè hai scritto quella frase in bacheca...specie se il tuo è anche un copia incolla che nemmeno tu sai cosa voleva dire il vero autore.(.ma poco importa, fatti tuoi per quest'ultimo concetto)
stai qui sulla sua bolla e nulla di piu' appiccicato alla parete!
superficiale lei?!, forse..anzi sicuramente,accontentati perchè lei è fatta cosi'..e non farti troppe domande perchè lei non se le fa..e se, se le dovesse fare di certo te le chiederebbe..a meno che non hai varcato la sua soglia..
è lunatica, spavalda,permalosa e spara una marea di cazzate ..questo è essere banale prendere o lasciare..se poi riescii a farla arrabbiare o turbare ( difficile te lo dico io)be forse sei ruscito a varcare un po la sua atmosfera.Attento allora perchè ergerà il suo muro cercherà di trattarti male e di farti scappare.Inoltre non farle del male perchè se scoppia..ti perderai nelle sue goccioline..
son pochissime le persone che son riusciti ad andare oltre la sua superficialità per entrare in un altra dimensione , ma a te non interessa non ti deve riguardare, sei solo un 'altro che terrà in vita la sua sfera , perchè il piu' delle volte quello che vuoi tu in realtà non è quello vuole lei,...sarai solo una gocciolina sulla sua parete che in men che non si dica scivolerà via.
Quindi non prendertela a male, lei è banale...prendere o lasciare.
80b27759-9484-438c-b93d-4d4458a5c100
dedicato a tutti i tu.. tu che scrivi giudicando gli altri per cio' che scrivono sui post-it, tu che guardi l'apparenza di una frase sua o non sua e la commenti tu che ti fermi all'immagine di una...
Post
25/06/2011 16:00:58
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8
  • commenti
    comment
    Comment
    6

burro..

22 giugno 2011 ore 08:19 segnala
ho esagerato con la crema per il corpo e adesso più che idratata mi sento imburrata. ahahahha
ad179776-ca07-451f-bb2a-641da9e5b802
ho esagerato con la crema per il corpo e adesso più che idratata mi sento imburrata. ahahahha
Post
22/06/2011 08:19:34
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    5

cambio d'abito...

21 giugno 2011 ore 17:41 segnala
son nata nel 1921,


ne ho visti passare tanti..la prima era una giovane coppia di neo-sposi e nonostante il loro era un matrimonio combinato riuscirono ad essere felici....

ogni tanto capitava che dormivano nella stessa stanza dove c'ero io..e lui si addormentava ben volentieri tra le mie braccia...invece lei,lei no era pudica e difficilmente si lasciava andare in pose o atteggiamenti sconvenienti ad una signora,quindi preferiva la camera da letto.

Un giorno decisero di mandarmi al "salotto" dove lavorava un loro amico,in realtà era un postribolo.

Ero un po' bassa e robustina,ma con delle belle curve. Il propietario subito mi strappo' il vestito che indossavo e me ne fecero indossare un' altro, rosso vermiglio.

Non mi dispiaceva esser in questa casa,.. c'era un via vai di uomini , donne, il mio compito era importante, dovevo far rilassare accomodare le persone che avevano bisogno di me..capitava talvolta che erano due uomini..un uomo e una donna ..un po' di tutto..tutti sorridenti e con tanta voglia di divertirsi o meglio godersela..

non erano molte le posizioni che potevano osare con me..pero' alla fine erano sempre soddisfatti e soddisfatte ed io ero fiera di me...

1950 decisero di darmi a un altra persona che mi voleva tutta per se...e che quindi mi compro'.

Cosi' eccomi con un nuovo padrone..che mi porto' a casa sua dove dovevo stare là immobile. Naturalmente con un nuovo vestito, stavolta nero e bianco.Era strana questa persona...gli piaceva solo spalmarmi d'olio...; mi prendeva e mi posizionava su un tavolo, poi si sedeva davanti alle mie gambe e cominciava a far scivolare un po' di quel liquido profumato e oleoso...cominciava sempre dalla gamba destra e passando dal centro.. arrivava fino alla gamba a sinitra.Con entrambe le mani mi massaggiava..su e giù lentamente,mi acarezzava cercando ti toccare tutti gli angoli ..

il profumo dell'olio era inebriante, mi piaceva...poi si metteva dietro di me, sentivo il suo respiro e i suoi occhi che mi scrutavano in ogni mio piccolo particolare ...lo sentivo sospirare, poi cominciva a spalmarmi di nuovo iniziando dalle spalle e le braccia.Mi acarezzava cercando di coprire tutta la superficie cercando di trovare anche il piu' piccolo angolo dove potermi toccare , sfiorare...ma a lungo andare quell'olio che all'inizio mi piaceva non riuscivo piu'a sopportarlo....

passarono gli anni..e stavo sempre là a farmi oliare..meno male ogni tanto venivano alcuni amici del padrone e quando mi vedevano non mancavano mai di fare qualche apprezzamento.Lui pero' non voleva che stessero con me, ero solo sua...sentivo gli sguardi incuriositi, sguardi ammiccanti, sguardi stanchi, ma niente. Dovevo stare sola e immobile.

finchè un giorno anche questo padrone mori'1968...

finii subito nelle mani del suo nipote che mi prese con se,rivendicandone il diritto di possesso...anche lui mi cambio' d'abito e scelse una stoffa un po.lucida..satin..ma non aveva la mania dell'olio..anzi...voleva solo che fossi accomodante con lui e ogni donna che portava a casa...non dovevo stare solo a guardare, delle volte dovevo partecipare...mi strapazzava , non era per niente gentile con me e le donne spesso erano ubriache e si mettevano sopra di me e cominciavano a far di tutto.Quando invece rimanevamo soli era lui che si sedeva su di me..e faceva di tutto e di piu'non avevo mai un attimo di respiro..finchè un giorno mi ruppi una gamba...

1974 la gamba non fu mai rimessa a posto come prima e ormai gli anni si facevano sentire..il nipote del mio vecchio padrone si stanco' di me ..cosi' mi porto' da sua sorella.

altro vestito..la signora mi mise una stoffetta floreale..in fondo ora non servivo quasi piu' a nulla.Ma in quella casa c'era una bimba; bella agraziata e gentile,quando usciva con sua madre mii lasciava le sue bambole in custodia e cercava le mie braccia quando era stanca...

1982 la signora torno' a casa da un lungo viaggio , aveva con se la prima figlia ormai cresciutella ma in piu' c'era un'altra piccola bimba di sei anni. Spesso era triste pensierosa ed imbronciata quest'ultima bimbetta,era solitaria e spesso veniva da me.Non piangeva mai, ma appena arrivava a casa correva da me con un libretto e si faceva coccolare diceva che per lei ero importante anche se vecchietta e un po' rotta ahahah...,ma stava comoda seduta in braccio e la facevo stare bene.

1996 ormai ero malandata la bimbetta triste era cresciuta..si era sposata..e con mia grande gioia mi aveva portata con se, nonostante suo marito avrebbe preferito una diversa sistemazione per me.

Ora vivo a casa sua della bimbetta cresciuta ed anche a lei piace spalmarmi dell'olio sulle gambe e spalle ma non in maniera maniacale..

grazie a lei ora ho una gamba nuova e per sempre merito della donna grazie al suo mestiere mi ha messo una nuova imbottitura, tolto le molle vecchie,messo della gomma nuova e della stoffa moderna sono praticamente una poltrona nuova!
ededba8c-da46-4055-a63c-f1ae1679ff4c
son nata nel 1921, ne ho visti passare tanti..la prima era una giovane coppia di neo-sposi e nonostante il loro era un matrimonio combinato riuscirono ad essere felici.... ogni tanto capitava che...
Post
21/06/2011 17:41:03
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3
  • commenti
    comment
    Comment
    1

telefonino...

07 giugno 2011 ore 10:00 segnala
Da un po di tempo mi sto chiedendo:quali conseguenze avrà l'invenzione del telefono cellulare sull'evoluzione dell'umanità.. .solo il tempo ce lo dirà ,magari con un sms

Sfido anche il più grande affabulatore, mettiamo durante una cena, ad avere la precedenza su una telefonata o messaggino in arrivo.per quanto profondo sia il concetto che si sta esprimendo sia profondo,o avvincente la storia che si sta raccontando,se arriva una telefonata o un sms a chi sta ascoltando, non si puo' competere:il lontano è sempre più interessante del vicino.Anche se il commensale si sforza di mantenere lo sguardo su di noi,il suo pensiero è là, fisso al display, che cercherà quanto prima di sbirciare sotto il tavolo. A questo punto,l'unica maniera che abbiamo per catturare di nuovo la sua attenzione è telefonargli a nostra volta ( ammesso che risponda).

quando un uomo cammina per strada , è al telefono con un amico ed incontra un altro amico,
avviene una sorta di cortocircuito mentale,
congedare l'amico al telefono per salutare quello non al telefono, oppure continuare la telefonata facendo solo un cenno alla persona incontrata che lo sentirà piu' lontano di quella al telefono?
molti poi vanno in confusione salutando l'amico senza telefono col nome di quello al telefono..oppure chiedono scusa all'amico al telefono dicendogli che lo devono lasciare perchè hanno appena inconrato un amico, lasciando male l'altro che si domanderà giustamente allora lui cos'è un cane?
altri per non offendere l'amico per strada ,attaccano il telefono in faccia a quello al telefono simulando maldestramente una caduta di linea..o peggio ancora continuano a parlare al telefono ed iniziano a gesticolare con l'amico di strada facendoli capire che in questo momento non possono parlargli ma che appena attaccano lo chiameranno al telefono( cosa che puntualmente non si verifica quasi mai)


...e nelle relazioni di coppia, durerà di piu' l'amore della batteria?

ed infine a quelli che in treno parlano al telefonino con voce alta per ore facendosi sentire da tutti gli altri viaggiatori:
per favore basta con questi frammenti di conversazione in cui vi fate gli affari vostri, mettete il vivavoce: la gente vuol sentire anche quello che dice il vostro interlocutore!!
96b59cda-24a1-47b6-909c-7324c1422c55
Da un po di tempo mi sto chiedendo:quali conseguenze avrà l'invenzione del telefono cellulare sull'evoluzione dell'umanità.. .solo il tempo ce lo dirà ,magari con un sms Sfido anche il più grande affabulatore, mettiamo durante una cena, ad avere la precedenza su una telefonata o messaggino in...
Post
07/06/2011 10:00:38
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    12
  • commenti
    comment
    Comment
    6

mattino..

06 giugno 2011 ore 09:17 segnala
...stavo ancora là rannicchiata sotto tutte quelle coperte..tranne i piedi che sgusciavano fuori abbracciati.
Ad un tratto
un bacio
lieve,
appena appena accennato,
poi una carezza leggera come una piuma...
comincio' dalle dita dei piedi e molto lentamente me li accarezzò e me li scaldò...era bellissimo..dolce, caldo,sensuale...tutto questo mi faceva andare in fregola...
..decisi quindi di tirarmi fuori pian piano dalle coperte affinchè i suoi raggi potessero riscaldare il resto del corpo...
benvenuto sole...
fd3622c2-b4ca-4bcb-98be-3b9d93cb8430
...stavo ancora là rannicchiata sotto tutte quelle coperte..tranne i piedi che sgusciavano fuori abbracciati. Ad un tratto un bacio lieve, appena appena accennato, poi una carezza leggera come una...
Post
06/06/2011 09:17:20
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    2