Assistenti sociali: i nuovi mostri.

09 febbraio 2013 ore 01:06 segnala
L’orrendo meccanismo d’una divertita perversione istituzionalizzata....

Quando i Servizi sociali eseguono il sequestro dei minori lo fanno con estrema brutalità, i bambini sembrano essere criminali pericolosi, i bambini di 10 anni possono essere ammanettati, nel caso se saranno ritenuti troppo vivaci e/o sotto rischio di fuga. I bambini vanno strappati dalle mani dei genitori con la forza e portati via all’insaputa. Spesso i Servizi sociali non possiedono neanche il decreto del Tribunale che autorizzerebbe un tale comportamento: prima si sequestrano i bambini e dopo si chiede il permesso del Tribunale presentando bambini sequestrati come bambini abbandonati dai genitori.

Nei casi quando i Servizi sociali non riescono a corrompere il giudice e non ottengono subito una collaborazione nel delinquere dal giudice, si pratica il metodo di aggressione fisica sul genitore (di solito madre), sequestro di persona, somministrazione forzata di psicofarmaci con lo scopo di avviare un T.S.O o ricovero coatto in ospedale psichiatrico. La metodologia e la stessa in tutta l’Italia. Come esempio può essere preso un caso di Roma seguito dall’Associazione GESEF nel 2003: un’attrice famosa (per tutelare la privacy il nome può essere fornito agli interessati in base alla richiesta specifica) una mattina preparava le sue 2 figli per andare a scuola, ha sentito bussare nella porta, ha aperto. E’ stata aggredita e picchiata da un gruppo di vigili urbani e degli assistenti sociali (i nomi sono ancora da chiarire) che sono entrati nell’abitazione compiendo il reato di violazione del domicilio (art.615 C.P.). E’ stata privata della sua libertà personale e portata forzatamente in un Pronto soccorso molto lontano dalla sua abitazione – dall’altra parte della città, è stata diffamata davanti ai medici di Pronto soccorso come una malata mentale. I medici hanno dichiarato che non si sono assolutamente i sintomi delle malattie mentali e/o degli stati patologici e l’hanno lasciato andare via, rilasciando un certificato attestante l’assoluta normalità psichica. L’attrice era tornata a casa e non aveva più trovato le figlie – le hanno sequestrate e nessuno sapeva dove erano, non esisteva nessun decreto del Tribunale dei minori. Da 2 mesi non si è saputo nulla delle bambine, né dove erano, né dove si trovavano. L’attrice ha avuto le figlie indietro - dopo una lunga e umiliante battaglia al Tribunale dei minori. La Procura di Roma sta tentando di insabbiare le indagini e di "coprire" i vigili e le assistenti sociali che hanno compiuto i reati di violazione del domicilio con aggravante di essere i Pubblici ufficiali, sequestro di 3 persone tra cui 2 bambini, abuso di potere, falso ideologico, diffamazione, maltrattamento dei minori, lesioni… I vigili e le assistenti sociali si sono giustificati che a loro sembrava che "l’appartamento (di lusso e molto bello tra l’altro) dell’attrice sarebbe stato sporco", per questo loro hanno deciso di violare il domicilio e sequestrare le figlie dalla madre e organizzare in ricovero alla madre diffamandola come malata mentale. Si precisa che i Servizi sociali non hanno presentato la relazione dell’Ufficio igiene dell’ASL che potrebbe confermare lo stato igienico reale dell’appartamento dell’attrice ed il progetto d’assistenza orientato alla soluzione per eliminare la presunta "sporcizia" dall’appartamento, il quale doveva essere elaborato in questa presunta situazione (art.2,3,16 L.328/2000). Chi sa se questi vigili e assistenti sociali saranno puniti con tutta la severità della legge?

DUE SON LE COSE: O LO STATO ITALIANO SE NE FREGA ALTAMENTE, OPPURE SE LASCIA IMPUNITE QUESTE BIECHE FIGURE, SIGNIFICA CHE CI MANGIA SOPRA PURE LUI!

Assistenti sociali: Perchè tutto questo potere?
CACCIA ALLE STREGHE IN PIENO XX° SECOLO





notte bloghini bolly
f75d5a2e-8f2a-4dc7-b8e4-8c668e92c093
L’orrendo meccanismo d’una divertita perversione istituzionalizzata.... « immagine » Quando i Servizi sociali eseguono il sequestro dei minori lo fanno con estrema brutalità, i bambini sembrano essere criminali pericolosi, i bambini di 10 anni possono essere ammanettati, nel caso se saranno...
Post
09/02/2013 01:06:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. unpensieroxte 09 febbraio 2013 ore 14:40
    Pura follia.
    Poi si parla dei paesi del terzo mondo!
    Ma qui abbiamo paura ormai di tutto, i + onesti hanno paura delle autorità, delle forze dell'ordine, dei giudici, di queste organizzazioni ... insomma qui c'è da pregare di non incappare in qualke strano meccanismo, la legge non ci protegge anzi ci umilia e distrugge a noi quelli onesti, gli assassini sono in giro a fare i loro comodi, rubano ammazzano sequestrano e sono sempre in giro, gli stessi.
    Io nn amo + l'Italia.
    Mi fa schifo!


    Ciao zietta TVB :tvb
  2. bollicina.or 09 febbraio 2013 ore 14:55
    La maestra o la vicina di casa o un parente che ha conti da regolare, come nei casi di divorzio, avvisa l'assistente sociale del territorio. Quest'ultima arriva, parla col bambino o coi "denuncianti", non è tenuta a interpellare né i genitori né altre persone, e stila una relazione che finisce sul tavolo del Tribunale dei Minori. Basta parlare di "problemi", "incapacità genitoriale", o "sospetti abusi" ed ecco che il Tribunale dei Minori autorizza subito il sequestro dei bambini dalle famiglie d'origine.Hai ragione Paolo che schifo!!!
    bacissimi zia bolly :bacio :bacio
  3. TheGuardianOfTheStar 10 febbraio 2013 ore 10:05
    Quel che mi destabilizza è il sentore/convinzione che carriera il prestigio di questa professione , passi attraverso decisioni certo difficile sempre dolorose ma......chissà se giuste e ponderate ma sopratutto finalizzate al bene dei minori e non al propiro curriculm
  4. ombromanto05 10 febbraio 2013 ore 12:23
    Mia cara amica, ho letto con interesse e passione il tuo post, inorridito difronte al comportamento di questi presunti, perchè solo presunti possono essere, assistenti sociali, pensato a come in italia possano accadere certe cose in uno stato che si definisce democratico e sociale, con una sanità pubblica e degli enti che dovrebbero tutelare la salute, il benessere, la vita e la dignità umana.
    Purtroppo, rispondendo alla tua domanda finale, ritengo che gli interessi siano dietro l'angolo, e ci sia sempre chi dietro certe cose mangi ed abbia interessi concreti.
    Come dietro il sequestro dei minori poi venduti agli zingari, o i medici del pronto soccorso che firmano la presenza e poi vanno a giocare a calcetto coperti dai colleghi dietro laute promesse attraverso firme false ed altro.
    Ecco..purtroppo cambiano i tempi, ma storia resta sempre, amaramente quella..
    In Italia vi è un mangia-mangia generale.
    Ci vorrebbe davvero una bella Rivoluzione.
    Baci Bolly cara, e buona domenica :rosa :rosa
  5. bollicina.or 10 febbraio 2013 ore 13:15
    Se i bimbi e le loro famiglie disagiate ( o ritenute tali) sono analizzate da menti devastate e represse come quelle che hanno osato in tante famiglie c’e’ solo da scappare da questo Paese e cercare asilo politico nel terzo mondo.
    sono 3 anni che predico una rivoluzione giù, allora non sono da sola a pensarlo....
    buona domenica a te caro saggio giù è un piacere averti conosciuto :bacio :bacio
  6. bollicina.or 10 febbraio 2013 ore 19:06
    Ciao Flavio ti posso assicurare che assistenti sociali che fanno il loro lavoro con diligenza e umanità e raro trovarne,invece che carriera io gli darei la galera... fidati parlo con condizione di causa!!! buona serata caro :bacio :ciao
  7. dolcecarrie 10 febbraio 2013 ore 23:04
    C'è dell'incredibile in queste storie eppure sono storie reali, sono incubi che fanno vivere alla gente...perchè poi? Per lucrare sul mantenimento dei bambini che portano via dalle famiglie e imprigionano nelle comunità.
    Ciao bolly un kiss :rosa
  8. iopensierino50 14 febbraio 2013 ore 09:53
  9. ombromanto05 14 febbraio 2013 ore 12:40
    Buona giornata Bolly... :-))
    Un grande e sincero abbraccio :rosa :rosa
  10. bollicina.or 14 febbraio 2013 ore 14:37


    Buon San Valentino a tutti voi, vogliatevi bene bolly
  11. bollicina.or 14 febbraio 2013 ore 14:41
    Ciao dolce Le assistenti sociali e le psicologhe ASL, che fanno scattare la trappola non potranno mai essere punite per induzione alla calunnia, circonvenzione, maltrattamenti o quant'altro, non avendo alcun obbligo di video -fonoregistrare gli incontri con i minori, tenere una cartella clinica o anche un semplice brogliaccio di note, per cui il loro operato sfugge a un qualsiasi controllo. Quanto alla preparazione delle assistenti sociali neanche a parlarne: una farsa se non fosse una tragedia. Neodiplomate di vent'anni, gente entrata con qualsiasi espediente nei rami della burocrazia comunale che viene messa a svolgere il compito di assistente sociale, spesso, con una decisione di tipo politico. Sarebbero questi gli esperti di infanzia e di famiglie voluti per erogare fondi pubblici, affitti e sussidi vari.
    Una vergogna nazionale. Nascosta e sottile, obliqua. Che si nasconde dietro ai casi di cronaca, alle vittime vere, per chiedere sempre maggiori fondi e poteri. Da gestire senza i controlli dei cittadini, con bilanci mai trasparenti. :rosa :rosa :bacio
  12. dolcecarrie 14 febbraio 2013 ore 14:50
    Immagino che sia come tu dici ...se guardiamo i danni che stanno facendo.


    BUON SAN VALENTINO !!! :fiore
  13. ombromanto05 17 febbraio 2013 ore 12:47

    Baci Bolly, e buona Domenica :rosa :rosa

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.