....

28 settembre 2009 ore 22:24 segnala
Nell’anima si affilano lacrime,
nella memoria entrano gocce di polvere,
nella volta notturna la luna è ormai sommersa,
ed è come un paesaggio baciato dall’autunno…
quello che sento.

...

02 agosto 2009 ore 00:28 segnala
Il chiarore dell’acqua,
l’azzurro petalo del ricordo,
una delicata distesa di rose,
circondata dal mattino,
mentre la bocca brucia di nuovi abbracci,
la sera è accarezzata dal silenzio delle nuvole.
L’amore è come una danza del vento che agita deserti,
è come fresca neve d’estate.

......

01 maggio 2009 ore 10:04 segnala
Questa notte piove il sapore del ricordo,
albeggia l’odore del sogno,
fiorisce un nuovo candore.

Soffia un istante di pace,
un bacio dipinto di vento e sorrisi,
come fosse un arcobaleno perfetto.

Ed in questo abbraccio di tempo,
tutta la lontananza si raduna,
e mentre la mancanza si fa carne,
la vicinanza diventa rugiada.

15/2/09

17 febbraio 2009 ore 06:08 segnala
Con mani ferite di solitudine,
lavo la mancanza tra baci
e un brivido morde la bocca,

sento la leggerezza delle foglie d'autunno,
il calore della pioggia d'estate,
tutto il regalo dell'azzurro del cielo.

...

11 gennaio 2009 ore 09:55 segnala
Nel chiarore del mattino,
nell'appena luce del giorno,
in mezzo a petali di cielo,
l'alba è in fiore.
E raduno tutta la serenità nell'azzurro di un ricordo.

Vento di rose

22 novembre 2008 ore 10:29 segnala

Vento di rose,
leggero di sogno, caldo di cuore,
m’incanto delle tue labbra, cedo sotto i tuoi occhi.
Sei l’ultima onda nel mare, l’ultima goccia d’estate,
mi perdo nei tuoi abbracci come tra le alte siepi di un giardino:
conduci il mio animo a te, tra distese di sole e alberi in fiore,
dove abita un silenzio nato da baci,
là dove nasce il respiro del sogno.

Due parole per te...

06 novembre 2008 ore 05:54 segnala
Gioia mia,

sei il battito d'ali che sfiora il mio cuore,
sei un cielo che profuma di fresca estate,
un caldo vento che rassicura le mie giornate.

Tu, profonda speranza di un tempo infinito,
forte primavera che sfida l'inverno,
prendi con te i miei occhi, porta con te i miei giorni.

Tradirti ( e tradirmi ) 26/09/2007

17 settembre 2008 ore 10:31 segnala
Forse hai ragione a scrivere che sono disorientato tra dolore, lacrime e amore.
Quando una persona ti ama a metà, e a istanti di amore seguono ore d'incomprensione: è facile che ciò accada. Tu non ti sei mai accorta di quanto fossi importante, di quanto abbia lottato per essere tra le tue preferenze. Perciò, ho fatto le mie scelte...
Meglio il tuo odio e l'oblio, a un futuro da secondo.
Meglio la dimenticanza che l'esserci, per essere solo combattuti.
Meglio ribellarsi,
meglio tradire.

Infinito Cuore ( 5/12/2006 )

17 settembre 2008 ore 10:06 segnala
Infinito cuore, infinito battito,
amore che nella distanza ti avvicini per parlarmi,
e mi tocchi l’animo con ricordi profumati di sentimento,
caldi di estate, fragranti di pane.
Sei la pioggia di sogni che bagna il mio cuore,
sei il fiume potente che trasporta il mio amore.
Io ti inseguo, e mi innamoro sempre più. Senza ragione, senza motivo,
perché dal sangue della passione, la ragione è sconfitta;
così mi perdo in un sentimento profondo e silenzioso, dove non c’è voce,
ma solo note di primavera e bacio d’autunno.
È vero io ti amo: ma non dirlo mai, non dirmelo mai.

...forse così, mi capirai di più.

19 agosto 2008 ore 12:43 segnala
Ho sempre pensato che l'intelligenza superi la bellezza, che la profondità non abbia paragone con le forme: la profondità resta, le forme sono caduche e col tempo invisibili. Non ti guardo perché sei bella, nessuna persona a cui ho pensato di consegnare le chiavi l'ho mai guardata per quest'immeritata fortuna: non ci riesco, il mio sguardo va oltre.
Con ciò non voglio dire che tu sia brutta, non lo credo neppure lontanamente, né che l'aspetto sia insignificante. Il corpo conta, il corpo è la condicio sine qua non: niente di più, niente di meno. Solo che i corpi si possono confondere tanto si somigliano. Ecco perché mi scopri a fissarti: cerco negli occhi la scintilla dell'anima, perché solo nell'arcobaleno di uno sguardo si coglie l'unicità di una vita: le sue sfumature sono le gioie, sono i dolori.
Nei tuoi occhi mi sento al sicuro ma nelle tue parole sento forte la paura che tu possa non capirmi, come altre prima di te. Non comprendermi sino a farmi abbruttire, perché quando non si è capiti la bruttezza è l'unica difesa che resta: bruttezza nelle parole, nei gesti, nelle disattenzioni.
Per la rabbia di non sentirmi compreso, ho ferito e morso sentimenti profondi: ho sanguinato e fatto sanguinare: perché amo e odio con la stessa intensità. Nonostante ciò, oggi come ieri non temo la sofferenza e mai arretrerei di fronte qualcosa di grande per paura delle ferite.
Per me l'amore è un cielo sereno che rischiara la vita, bellezza inafferrabile che semina nostalgia di se stessa. L'amore è carne e cuore, “tempesta e impeto”. Quindi se cerchi la solida sicurezza vai via da me: perché i sentimenti non li vivo come certezza ma come continua conquista e rischiosa scommessa.
Se poi cercassi complimenti a buon mercato, hai solo perso tempo e sarebbe davvero inutile che ti facessi risentire