UGO FOSCOLO

08 dicembre 2009 ore 21:08 segnala
Io non invidio ai vati Le lodi e i sacri allori, Nè curo i pregi e gli ori D'un duce o d'un sovran. Saran miei dì beati Se avrò il mio crine cinto Di serto vario-pinto Tessuto di tua man. Saran miei dì beati Se in mezzo a bosco ombroso Il volto tuo vezzoso Godrommi a contemplar. Che bel vederci allora Mille cambiar sembianti, E direi: O cori amanti, Cessate il palpitar!

SE

07 dicembre 2009 ore 15:16 segnala
Se riesci a conservare il controllo quando tutti
Intorno a te lo perdono e te ne fanno una colpa;
Se riesci ad aver fiducia in te quando tutti
Ne dubitano, ma anche a tener conto del dubbio;
Se riesci ad aspettare e non stancarti di aspettare,
O se mentono a tuo riguardo, a non ricambiare in menzogne,
O se ti odiano, a non lasciarti prendere dall'odio,
E tuttavia a non sembrare troppo buono e a non parlare troppo saggio;

Se riesci a sognare e a non fare del sogno il tuo padrone;
Se riesci a pensare e a non fare del pensiero il tuo scopo;
Se riesci a far fronte al Trionfo e alla Rovina
E trattare allo stesso modo quei due impostori;
Se riesci a sopportare di udire la verità che hai detto
Distorta da furfanti per ingannare gli sciocchi
O a contemplare le cose cui hai dedicato la vita, infrante,
E piegarti a ricostruirle con strumenti logori;

Se riesci a fare un mucchio di tutte le tue vincite
E rischiarle in un colpo solo a testa e croce,
E perdere e ricominciare di nuovo dal principio
E non dire una parola sulla perdita;
Se riesci a costringere cuore, tendini e nervi
A servire al tuo scopo quando sono da tempo sfiniti,
E a tener duro quando in te non resta altro
Tranne la Volontà che dice lor "Tieni duro!".

Se riesci a parlare con la folla e a conservare la tua virtù,
E a camminare con i Re senza perdere il contatto con la gente,
Se non riesce a ferirti il nemico né l'amico più caro,
Se tutti contano per te, ma nessuno troppo;
Se riesci a occupare il minuto inesorabile
Dando valore a ogni minuto che passa,
Tua è la Terra e tutto ciò che è in essa,
E - quel che è di più - sei un Uomo, figlio mio!


amori lontani

04 dicembre 2009 ore 23:04 segnala
degli amori navigano lontani,la notte nel buio si abbracciano e lasciandosi andare si promettono il loro amore.AMORE che poi cresce e aumenta nel cuore amore che non si sa fermare, amore che non ha fine transita nel cuore di due innamorati ke vanno su un luogo kiamato immensita' dove e' la che nasce e finisce il vero amore. LUKA

AMARSI

03 dicembre 2009 ore 19:12 segnala

Com’è difficile A volte, essere degni di essere amati, essere all’altezza di te; ti guardo, ogni volta che posso, seguendo il tuo profilo, il tuo volto, per fissarlo bene nella mia mente, e rubare il tuo ricordo, quando non ci sei; ma tu mi guardi sospettosa, credi voglia spiarti, o chissà cosa, e ti arrabbi, protesti; non lo capisci amore, cosa provo, non lo capisci, che sono qui per te, che vivo per te, per guardarti, per sentirti, per stare con te, nelle ore che abbiamo; e che tutto va veloce, e passa, tutto cambia, e presto è già domani, e non c’è tempo per nulla, tutto corre, in questo folle mondo; e vorrei poter fermare tutto, per legarti più a me, per non vederti andar via; ma il tempo sfugge dalle mani, anche il tempo di stare con te; e viene il momento della solitudine, e della tristezza, senza te, giorni monotoni e uguali, fatti, di cose futili, di gesti, di rituali, e per questo che ti guardo, per portarti nel mio cuore con me, per non lasciarti, almeno con la mente, per portarti con me…LUKA