…e adesso impara a difenderti…..

22 giugno 2015 ore 10:22 segnala


A cinque anni, poiché avevo seguito in televisione il programma:” Non è mai troppo tardi”, sapevo leggere e scrivere, quindi mia madre mi scrisse in prima elementare. Mi piaceva tanto la scuola, non avevo difficoltà ad apprendere, prima e dopo l’orario scolastico mi divertivo un mondo ad andare sullo scivolo, mi davo una spinta con le spalle, scivolavo volando, e dopo mi rimettevo in fila per continuare il gioco. Ma le cose belle durano poco. A Novembre, si inserì nella mia classe una bambina di otto anno che veniva dalla Germania. Era alta quanto la maestra, esile ma maligna e cattiva con tutta la classe. Le mie compagne bene o male erano più grandi di me e sapevano difendersi, io invece ero piccola, minuta, poco sicura di me, quindi prendevo ceffoni a volontà e se provavo a difendermi raddoppiava la dose e mi lasciava l’impronta delle cinque dita sulla guancia. Così la nonna, con la quale abitavo, andò dalla maestra affinché rimproverasse la mia compagna. Per alcuni giorni le cose andarono bene ed io ricominciai a volare sullo scivolo, felice più che mai. Ma dopo qualche giorno cominciarono a volare ceffoni e sberle. Tornavo a casa con le guance rosso fuoco e piangendo a dirotto.



Per la seconda volta mia nonna accorse in mio aiuto e stavolta mise sull’attenti la mia compagna che impaurita la smise di perseguitarmi. Dopo parecchi giorni, superata la paura delle parole severe di mia nonna, Maria cominciò a picchiarmi più di prima. Arrivai a casa piangendo come una disperata e cercai le braccia della nonna per consolarmi, ma invece delle carezze, stavolta mi arrivò un ceffone talmente forte che girai per tutta la stanza. Smisi di piangere, guardai la nonna che con volto serio e determinato mi disse: “da oggi, impara difenderti da sola, io non posso venirti dietro tutta la vita, è giusto che tu impari a volerti bene”. Capii che non avevo più un punto di riferimento e che dovevo reagire. Così il giorno dopo quando la belva mi si avvicinò, buttai la cartella a terra e con uno spintone la lanciai contro il muro per picchiarla. Alzai la mano, ma guardandola negli occhi, notai che mi guardava stravolta dalla paura e tutta tremante mi disse: “ per favore non picchiarmi, prometto che la smetto”. Tornai indietro, presi la cartella, mi misi sullo scivolo e stavolta fiera di me, scivolai in alto sentendomi libera più che mai……

0127f75d-9f07-4544-8e20-f469fbce63f6
« immagine » A cinque anni, poiché avevo seguito in televisione il programma:” Non è mai troppo tardi”, sapevo leggere e scrivere, quindi mia madre mi scrisse in prima elementare. Mi piaceva tanto la scuola, non avevo difficoltà ad apprendere, prima e dopo l’orario scolastico mi divertivo un mond...
Post
22/06/2015 10:22:04
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    27

Commenti

  1. antioco1 22 giugno 2015 ore 10:49
    ha fatto bene tua nonna ha farti volare da sola e credo che dopo hai voltato sempre libera e adesso un consiglio se posso vola libera come sai fare e via le paure cara Rita un abbraccio Ale
  2. Cicala.SRsiciliana 22 giugno 2015 ore 10:53
    @antioco1
    Dal momento in cui ricevetti
    lo schiaffo, imparai a difendermi.
    E' stata la più grande lezione di
    vita che abbia mai ricevuto. Buon
    inizio di settimana Ale e grazie, Rita :cuore
  3. Hamsho 22 giugno 2015 ore 11:34
    Io so (per sentito dire)
    che in quell'occasione
    armasti il destro e con
    parabola arcuata affondasti
    (con mirabile precisione) il colpo
    alla natica sinistra della valchiria
    tanto che la nonna
    t'iscrisse nella squadra
    pulcini della tua città.

    :haha
  4. Cicala.SRsiciliana 22 giugno 2015 ore 11:49
    @Hamsho
    Ci voleva il ceffone di mia nonna
    per rivederti..lo schiaffo lo diedi con la mano
    sx sono mancina, ahahahahah bentrovato amico caro :cuore


  5. cignonero999 22 giugno 2015 ore 11:50
    Nessuno può farti male se non glielo permetti,escludendo deliquenti seriali e folli...io l'ho imparato da grande,ma è vero!Brava la nonna!!! :-)
  6. Hamsho 22 giugno 2015 ore 11:51

    Ciaooo
  7. Cicala.SRsiciliana 22 giugno 2015 ore 11:57
    @Hamsho :many

  8. profumodidonna.SR 22 giugno 2015 ore 12:11
    Ti conosco troppo bene Rita, per fortuna
    tua nonna con quella mano santa, t'insegnò
    a difenderti...e qui mi fermo augurandoti
    una splendida giornata :cuore :bacio
  9. Cicala.SRsiciliana 22 giugno 2015 ore 12:23
    @cignonero999
    Se non avessi ricevuto quello schiaffo
    dalla nonna datomi per il mio bene,
    non sarei mai stata autonoma....a volte
    le maniere dure servono per insegnare a vivere.
    Buon inizio di settimana Anna e grazie :rosa
  10. Cicala.SRsiciliana 22 giugno 2015 ore 12:27
    @profumodidonna.SR
    Eh si amica cara,
    un bel ceffone dato
    nel momento giusto,
    quando c'è vo c'è vo...
    un bacio a te.. :bacio :bacio
  11. Odirke 22 giugno 2015 ore 12:44
    Mai porgere l'altra guancia.

    Semper Fidelis
  12. Cicala.SRsiciliana 22 giugno 2015 ore 12:49
    @Odirke
    Ma come fai in quattro parole
    ad esprimere un concetto che
    vale più di mille parole? Hai
    ragione mai porgere l'altra guancia!
    Grazie, Rita :fiore
  13. L.abbradicorallo 22 giugno 2015 ore 13:02
    Ho letto tantissimi tuoi post e mai avrei detto o pensato che un ceffone ti avrebbe insegnato a d essere più sicura di te. Comunque ben venga un ceffone quando ci vuole! Ai miei figli quando sono in errore non glieli faccio mancare..ciao Rita :cuore :rosa
  14. Cicala.SRsiciliana 22 giugno 2015 ore 13:49
    @L.abbradicorallo
    Da piccola ero molto insicura, oggi lo sono di meno.
    Uno schiaffo ai figli per il loro bene male non fa. Grazie
    del commento, a presto, Rita :rosa :rosa
  15. giusi62 24 giugno 2015 ore 13:52
    Mi piace tua nonna,ma sai non tutti reagiscono cosi,
    siamo troppo abituati a difendere sempre i nostri figli,
    e questo a volte non va bene,pkè diventano insicuri maturando ,
    Ciao rita ogni tanto mi affaccio in chat e se posso vengo a salutarti :bacio
  16. dolcecarrie 24 giugno 2015 ore 15:29
    Ciao Rita,
    dopo tanti ceffoni la nonna poteva semplicemente parlarti, l'avresti ascoltata...ma quello che conta è che ti sei fatta rispettare.
    Brava! Un kiss :bye :bacio
  17. Lady.Solare 24 giugno 2015 ore 15:44
    Embè ci voleva proprio ,era ora che tu reagissi e finalmente la nonna ti insegnò a difenderti .....Ciao Rita ti lascio un abbraccio forte .
  18. Cicala.SRsiciliana 24 giugno 2015 ore 16:41
    @dolcecarrie :rosa
    Vero è che con i bambini si parla,
    ma se mia nonna quella volta non mi
    dava un ceffone, oggi a 58 anni mi
    farei ancora picchiare. Da qual dì
    imparai a difendermi! Un kiss a te Carrie :bye :fiore
  19. Cicala.SRsiciliana 24 giugno 2015 ore 16:47
    @Lady.Solare :rosa
    Mano santa fu quella di mia nonna
    che conoscendomi mi diede lo schiaffo
    per il mio bene. Oggi non temo nessuno.
    Anch'io ti voglio tanto bene... :cuore :bacio


  20. Cicala.SRsiciliana 24 giugno 2015 ore 16:50
    @giusi62 :bacio
    A volte, quando è necessario,
    un ceffone vale più di una
    carezza. TVB giusi :bacio :bacio


  21. highlanderII 24 giugno 2015 ore 19:25


    Bullismo al femminile
    Ebbene sì,anche tra le ragazze è presente il fenomeno del bullismo.
    Certo le donne ci mettono un certo "stile"nei loro affari.
    Anche nelle persecuzioni.
    Tanti cari saluti a spintoni,percosse,pugni,a due o tre ceffoni.Sono qualcosa di troppo rude,è out.
    Il popolo femminile pratica un bullismo tutto particolare,forse molto più tagliente,incisivo nella vita della vittima.Pare infatti che le ragazzine prediligano il versante invisibile delle varie sevizie,che fa leva sulla parte più strettamente psicologica della vittima. Per questo motivo viene denominato bullismo psicologico. Esso riesce ad arrivare là dove la mera violenza non arriva,a raggiungere degli obiettivi che per le ragazze sono più importanti,rispetto a quanto lo sarebbero per "lui".
    Questa,in sostanza,la grande variante che differenzia le femmine dai maschi negli atti di bullismo:non si tocca la vittima con un dito(la maggior parte delle volte,perchè non sono totalmente da escludere episodi di violenza tra le ragazze),non le si torce un capello ,ma le se distrugge l'immagine esteriore ed interiore.
    I casi di bullismo tra ragazze si incrementano col passaggio dall'infanzia all'adoloscenza.
    Il lato peggiore del bullismo al femminile consiste nel suo lato prettamente indiretto,psicologico,subdolo;si maschera bene,e risulta praticamente invisibile all'esterno,a meno che non si faccia parte della classe o del gruppo..o se ne sia la vittima costante o ricorrente.Per questo insegnanti e genitori hanno difficoltà ad individuarlo,combattrelo:le ragazzine che recitano la parte delle tormentatrici sono viste semplicemente come "cattivelle",e non come vere e proprie bulle,quali sono in realtà. Questo è stato,ed è,sinonimo dello sminuire il fenomeno del bullismo tra ragazze,e per questo rimane oscuro,poco considerato. E' lasciato libero e non ostacolato nella distruttività,mentre le ragazze che lo subiscono spesso si spengono socialmente e interiormente,senza che i familiari riescano a dare e darsi un spiegazione,e a fornire una soluzione ed un aiuto adeguati al problema.


    FONTE:INFORMAGIOVANI D'ITALIA Pubblicato da miki il 11/20/2009



  22. giusi62 24 giugno 2015 ore 20:48
    :cuore :bacio io pure rita tvb tantooooooooooooooooooooo
  23. giusi62 24 giugno 2015 ore 20:48
    :cuore :bacio io pure rita tvb tantooooooooooooooooooooo
  24. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 10:40
    @giusi62 :bacio :bacio
    Sapessi quanto te ne voglio io...

  25. erbadimare 25 giugno 2015 ore 11:03
    Al posto del ceffone perchè non chiedere alla Preside di far cambiare sezione alla tua compagna...forse in un'altra classe le avrebbe presa lei..cmq ora sai difenderti, questo è quel che conta, il passato è solo un brutto ricordo. Buona giornata Rita cara :bacio :bacio
  26. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 11:24
    @erbadimare
    Secondo te cambiando la mia compagna di classe
    dalla sezione io ne avrei beneficiato? No perchè
    nella vita avrei sempre trovato chi mi avrebbe sottomessa..
    L'unica soluzione è stato i, ceffone della nonna. Una serena
    giornata Rita :cuore :rosa
  27. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 11:27
    @highlanderII :fiore
    Hai centrato l’argomento e trattato
    nei particolari con notevole competenza.
    Era esattamente una manifestazione di bullismo
    femminile. Solo che Maria temeva la maestra che
    La puniva interpellando i suoi genitori e mia nonna
    che con il suo carattere forte le metteva paura. Paura
    che passava in fretta però e a farne le spese ero io che
    all’epoca ero magrissima ed anche insicura. Pensa ai
    mesi d’inferno che ho trascorso….la mia salvezza è stata
    mia nonna che, pur soffrendo, con il ceffone che mi diede,
    mi mise in condizione di reagire. Per fortuna oggi nella scuola
    questi soggetti patologici vengono segnalati all’equipe psico_
    medico_pegadogica che cerca di valutare le cause di tali
    comportamenti molto spesso scatenati da rabbia repressa e cattivo
    rapporto con le figure parentali. Ti ringrazio infinitamente per
    il graditissimo commento e ti auguro una serena giornata, Rita


  28. highlanderII 25 giugno 2015 ore 13:30

    ...
    "Dedicato a chi non ha paura che qualcuno gli metta i piedi in testa perché ha messo al proprio credo personale un casco con sopra una lama lunga e affilata...dedicato a chi non batterà mai in ritirata"


    "Dedicato a chi se ne frega altamente di essere come gli altri...a quelli giudicati "eterni bastian contrari" solo perchè guardano il mondo con gli occhi ben aperti e indossano cuori e menti troppo grandi per essere impacchettati e quindi vengono etichettati come difettati e rimandati al mittente con la dicitura ""Qui i sogni non sono ben ACCETTATI"...dedicato a chi è contento di essere considerato un diverso ed è fiero di sentirsi un pesce fuor d'acqua... perché vuol dire che è riuscito a scappare da quella ampolla che gli faceva vivere la vita come da una finestra....dedicato a chi non ha paura che qualcuno gli metta i piedi in testa perché ha messo al proprio credo personale un casco con sopra una lama lunga e affilata... dedicato a chi non batterà mai in ritirata...perché non sono gli urti e i pericoli che portano spavento ma avere un corpo senza cicatrici e che non porti con se i segni di essere andati sempre e comunque.. controvento! ecco questo non sarebbe un vanto...per il resto noi saremo normali solo quando la pazzia sarà la moda di tutti...e quello sì che sarà un gran giorno! Riapriremo i manicomi....e finalmente libereremo il mondo!


    :batalettera :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :rosa :bataposta


    Grazie di cuore a te che sei una sorpresa nuova ogni giorno, a te che sei capace di mutare il dolore in amore, a te che doni sorrisi a chi riesce solo a piangere, a te che metti anima e cuore in ogni azione, a te che guardi alla vita con gli occhi sinceri dentro i quali è riflesso l'amore del tuo cuore, a te che apri le tue braccia per accogliere il debole, a te che metti nelle mani degli altri la tua stessa vita, a te che trovi un sogno per chi ne ha bisogno, a te che sei una delle anime più liete che abbia incontrato, a te che non vorrei perdere mai, perché il semplice tuo esistere è meraviglioso.
    dal web: Antonio Cuomo

    :rosa
  29. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 17:44
    @highlanderII :batarosa





    Nella vita molte cose possono farti felice, ma un gesto, anche il più stupido, può regalarti una bella emozione. Come tu l'hai data a me con questa amicizia





    Un grande abbraccio, Rita :coppia
  30. Squarcio.diluna 25 giugno 2015 ore 18:04
    Le nonne sono due volte mamme, la loro esperienza è infallibile.. buona serata Rita :bacio

  31. highlanderII 25 giugno 2015 ore 19:17

    ...@Cicala.SRsiciliana



    :batalettera Un re senza regno di Cesare Moceo

    Lascio che il vento impertinente mi sussurri i miei anni,che il suo sorriso la sua dolcezza la delicata tenerezza del suo soffio si nutra di me.
    Trasporta le note della mia giovinezza accompagnato da un cielo dipinto dai colori del temporale imminente.
    Tutto questo mi avvolge nella sensazione di un re senza regno, con in testa la mia corona d'alloro e di spine a elogiare la mente e sanguinare la fronte; sangue e sudore, ogni goccia un sapere; chiodi piantati in un passato dove i ricordi volati nel tempo si son perduti; segni indelebili ferite ancora sanguinanti non cicatrizzate dal tempo e cercare sempre un pretesto una ragione per sperare per non sentirsi distrutto e pregare e credere per me per Voi a un domani migliore.

  32. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 19:48
    @highlanderII



    Sei fato, destino, coincidenza? …Non so…quello che so
    è che nei momenti particolari della mia vita ti ritrovo
    accanto a me, animo poeta che dai sollievo all’anima mia..
    Rita :bataposta


  33. highlanderII 25 giugno 2015 ore 20:35
    ....@Cicala.SRsiciliana
    :batalettera
    "Siamo solo dei semplici trasmettitori di emozioni"...


  34. Venere.Splendida 25 giugno 2015 ore 21:48
    una bella lezione di vita.... :rosa
  35. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 22:15
    @Squrcio.diluna
    Infatti la mia nonna
    è la persona che mi ha
    amato più di tutti, grazie :batarosa
  36. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 22:17
    @Venere.Splendida
    Sicuramente la più bella,
    serena notte Rita :batabagno
  37. Cicala.SRsiciliana 25 giugno 2015 ore 22:29
    @highlanderII :fiore







    Grazie :fiore
  38. Lacrimedunastella2 28 giugno 2015 ore 15:16
    Ciao Rita :-) Bel post e posso capirti anche se fortunatamente ( da un lato)...io facevo parte della categoria "ALTA E SPALLE LARGHE" a scuola ma a differenza delle tue compagne io andavo in soccorso di quelle più deboli e le difendevo anche dai maschi non solo dalle prepotenti...
    L'unica persona per cui non sono mai riuscita a difendermi invece, era mia madre, che spesso e volentieri mi picchiava anche quando non lo meritavo e non solo a ceffoni ma usava anche la spece di frusta, un ramoscello ricavato dal salice rosso in dialetto veneto chiamato (stròpa de Salgàr) ramoscello molto resistente e duro della pianta che serviva per legare le viti quando si potavano e ti lascio immaginare come ne uscivo ...gambe e schiena rigate...e non parliamo di tutti gli altri oggetti che usava :-( ...Tu carissima sei crescita imparando dal ceffone della nonna quando le prendevi da quella insolente... io invece ho imparato a crescere con le spalle ancora più robuste per aver difeso e difendermi da mia madre... e a dirti il vero non saprei cosa sia peggio credimi...e come non bastasse mi picchiava pure anche quando i maestri ed i professori... ( perchè ho sempre continuato a soccorrere i più deboli)..le andavano a riferire l'accaduto anche se molti di loro presidi compresi,erano dalla mia parte...perchè diceva che dovevo pensare ai fatti miei. Per niente nella sua...chiamiamola "squallida" esistenza, non ha mai avuto una amica o un amico. Ma nonostante tutto ora come ora sono l'unica dei 4 figli che sino ad una settimana fa andava ad accudirla giorno e notte.Ora è in una struttura di riabiltazione x una caduta poi si vedrà se e quando ne uscirà.
    Forse sono andata un pò"fuori tema"...ma ne ho approfittato per sfogarmi un pò e credo sia una lezione di vita pure questa :-)
    Un abbraccio fortissimo :bacio
  39. giusi62 28 giugno 2015 ore 23:05
    :bacio :bacio :bacio
  40. Cicala.SRsiciliana 29 giugno 2015 ore 00:34
    @Lacrimediunastella2
    Cara Mary, mi spiace per il cattivo rapporto che hai avuto con la
    tua mamma quando eri piccola! Però sono trascorsi tanti anni da allora,
    le ferite si rimarginano, non solo ora è lei che ha bisogno di te e sicuramente si sarà pentita! Tu però sei apprezzabilissima perchè nonostante tutto le stai accanto.Questo ti fa onore! Io invece ero troppo minuta e piccola perciò non avevo le forze per difendermi. però l'aiuto di mia nonna è stato la mia salvezza, di sicuro oggi non mi faccio sottomettere da nessuno.Che bel commento grazie Mary, grazie per la tua sincerità, un bacio, Rita :bacio:bacio


  41. Cicala.SRsiciliana 29 giugno 2015 ore 00:38
    giusi62
    Cara giusi quanta voglia ho
    di parlare un pò con te...
    ma tanta tanta!!! :bacio :bacio :bacio


  42. Giobbe.fu 29 giugno 2015 ore 11:23
    Quando un bambino non sa difendersi è giusto che i genitori o chi ne fa le veci gli insegnino a vivere, anche con un ceffone se dato al fin di bene :rosa
  43. Lacrimedunastella2 29 giugno 2015 ore 13:48
    No tesoro, purtroppo mia mamma nonostante io l'abbia sempre amata essendo la più piccola delle tre femmine... e cercassi sempre affetto da lei rubandole un abbraccio appena potevo o un suo bacio...( pensa che quando sono nata manco voleva vedermi perchè ero un'altra femmina!)... ha avuto sempre e solo parole cattive per me "SEMPRE!"...sia fin a due anni fa che la mente cominciava a vacillare e sia ora che la demenza senile ha preso il sopravvento...chissà come mai dimentica anche cosa ha mangiato mezz'ora prima ma tutto quel che riguarda me sin da piccola, continua ad uscirle dalla bocca...mi ha sempre picchiata sino a 17 anni perchè crescendo mi ribellavo e le rispondevo quando mi offendeva con parole pesanti che non meritavo e ti lascio immaginare quali...fin che una sera quando rientrai con mia sorella maggiore di 3 anni... mi picchiò fortemente( naturalmente solo io perchè le risposi urlando dalla rabbia: "chi ha il sospetto ha il difetto e si vede che allora tu facevi così quando avevi la mia età!" )...ad un certo punto quando mi ripresi...le sono andata incontro e l ho presa per i vestiti e la sollevai attaccaqndola alla porta della nostra camera... essendo lei molto più piccola di me...e le dissi:" Giuro davanti a Dio che se mi metterai ancora le mani addosso e mi offendi così senza meritarlo ti spacco la faccia!" e la spinsi fuori dalla camera e non ti dico le sue urla e pugni sulla porta e offese tentando di entrare...ma da quel giorno le mani e altro non le ha più usate ma verbalmente ha sempre continuato...e credimi che le parole a volte fan anche molto più male delle botte...su di una sola cosa non posso rimproverarla perchè almeno un pregio grande tra i suoi mille difetti ...era la sua disponibilità nell'aiutarmi economicamente (nel suo limite possibile naturalmente)... se mi trovavo in difficoltà...ecco...quello non me l'ha mai negato. Quindi come vedi anche se fino ad ora sono stata solo io disposta a farmi 120 km alla volta di andata e ritorno e lasciare la mia casa e mia figlia che tanto amo e viceversa...per restare con lei come già scrissi nell'altro commento...e ancora ora quando in ospedale o il medico condotto ( che le ho fatto cambiare) ...mi rispondevano eh ma che possiamo fare che ha 88 anni! ...reagisco alzando la voce in sua difesa e dico:" beh allora visto che ragionate così e non le date le cure adeguate...fatele una puntura e sopprimetela no?!!! E così ottengo più attenzioni per lei...ma purtroppo lei.........va buò...lasciamo perdere o la rabbia mi assale e pure il nodo in gola! U
  44. Lacrimedunastella2 29 giugno 2015 ore 13:54
    Pardon ho schiacciato invio per errore e non ho terminato il commento salutandoti con
    Un abbraccio Rita e scusa ancora per quest'altro sfogo
  45. Cicala.SRsiciliana 29 giugno 2015 ore 14:04
    @Lacrimediunastella2
    Mary ho provato dolore e tristezza mentre ti leggevo..
    nonostante il male ricevuto l'hai difesa e l'assisti, io
    ti dico che un giorno sarai ricompensata per la tua bontà.
    Tu sei a posto con la tua coscienza e quindi serena, e ciò
    che continui a fare ti rende speciale, te lo dico con infinita
    sincerità. Mi sei tanto cara Mary, un bacione, Rita :bacio :bacio


  46. giusi62 29 giugno 2015 ore 19:16
    ciao rita appena ho risolto un po di problemi
    ti chiamo se ti và ciao :cuore
  47. Giobbe.fu 06 luglio 2015 ore 22:19
    Ha fatto bene tua nonna, bella lezione di vita!!!!

  48. Cicala.SRsiciliana 06 luglio 2015 ore 22:23
    @giusi62
    giusi oggi mi hai fatto un regalo meraviglioso!
    GRAZIE; TVB :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio
  49. Cicala.SRsiciliana 06 luglio 2015 ore 22:23
    @Giobbe.fu
    Grazie :fiore :fiore :fiore
  50. giusi62 07 luglio 2015 ore 12:55
    :bacio :bacio
  51. Cicala.SRsiciliana 07 luglio 2015 ore 13:41
    @giusi62
    :bacio :bacio :bacio :bacio :bacio :cuore :cuore :cuore :cuore
  52. julia.pink 13 luglio 2015 ore 08:42
    Ciao dolce Rita, non ho avuto purtroppo una nonna così saggia....e nella società di oggi è giusto insegnare ai bambini a difendersi, a pretendere rispetto,perchè se si cresce senza questi insegnamenti, si rischia di subire violenze psicologiche e morali, e molte persone amano infieriore sulle persone deboli....

    Un abbraccio :rosa
  53. Cicala.SRsiciliana 14 luglio 2015 ore 19:31
    @juliapink
    Bellissimo commento,
    condivido in toto tutto
    ciò che hai scritto. Un
    affettuoso abbraccio :rosa
    Rita


  54. dolcecarrie 26 luglio 2015 ore 20:59
    Un saluto ed un abbraccio per te Rita buona serata :rosa

  55. Ladra.dilibri 25 agosto 2015 ore 08:04
    E chissà come le piangeva il cuore alla nonna nel dover lanciare la propria nipote nel calderone della vita.... Come tutte le cose, si affrontano a viso scoperto perché non c'è medicina migliore per la risoluzione di tanti problemi. Un gesto forte ma colmo di amore ....
    Ciao Rita
  56. Hamsho 07 settembre 2015 ore 10:45
  57. Cicala.SRsiciliana 12 settembre 2015 ore 00:59
    @ladra.dilibri
    La nonna soffrì molto per quel gesto, ma se non l'avesse fatto, non sarei mai stata autonoma. Grazie per avermi scritto, una dolce notte, Rita
  58. Cicala.SRsiciliana 12 settembre 2015 ore 01:04
    @Hamsho :fiore

  59. Cicala.SRsiciliana 12 settembre 2015 ore 01:11
    @dolcecarrie
    Perdonami se non ti ho
    risposto prima, ma sono stata
    molto male. Una dolce notte, Rita
    Grazie per avermi pensata :fiore :fiore


  60. dolcecarrie 12 settembre 2015 ore 14:51
    Un abbraccio Rita :rosa :bacio
  61. Cicala.SRsiciliana 12 settembre 2015 ore 15:08
    @dolcecarrie
    Un abbraccio a te Carrie :rosa :bacio
  62. dolce.foryou 24 settembre 2015 ore 00:30
    :fiore :fiore :fiore :fiore :fiore
  63. Cicala.SRsiciliana 24 settembre 2015 ore 11:59
    @dolce.foryou :bye :bye :bye :bye :bye :bye

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.