UNA MADRE OPPRIMENTE…..

01 dicembre 2014 ore 12:31 segnala


Santinella ed io eravamo compagne di scuola. Io avevo l’argento vivo addosso, lei era molto timida e riservata. Io ero figlia i due modesti impiegati, lei figlia di latifondisti. Si andava d’accordo, qualche volta uscivamo insieme ma la madre di lei non voleva. Io non ero alla sua altezza, diceva la madre di Santinella. Così lei aveva le sue amicizie ed io le mie. Molte volte, ad anor del vero veniva a farmi visita ma sempre di nascosto, guai se lo veniva a sapere la madre! Spesso come tutte le ragazze s’innamorava, ma appena la madre lo veniva a sapere, il fidanzamento falliva.



Così, fu volontà della genitrice che sposasse un oncologo molto famoso sia a Siracusa sia fuori, perché ha diversi studi anche nel nord. Si sposò a trent’anni e non fu un matrimonio d’amore per nessuno dei due. Ebbero due figli, oggi il maggiore ha vent’anni, il minore diciotto. Quelle rare volte che la incontravo, era sempre più magra, più pallida, più trasandata, non era felice e lo si capiva. L’anno scorso si è separata dal marito e da quel momento, per Santinella sono iniziati i veri guai. I figli l’hanno abbandonata, la madre è morta, gli amici che non aveva potuto frequentare, l’hanno lasciata sola.



A settembre, in seguito ad una forte depressione ed anche perché finanziariamente naviga nell’oro, si è licenziata dalla scuola ed è andata a vivere in campagna. Si è arredata di tutto punto la villa estiva dove è andata a vivere da sola. Giorni fa’, nel mio paese, c’era un tepore primaverile, per cui in compagnia di un’amica ho fatto una passeggiata in campagna, proprio vicino casa sua. Non immaginate minimamente la pena che ho avuto! L’ho vista dentro la sua villa insieme ai suoi 17 cani che per lei sono diventati i suoi unici amici.



Al mattino si alza prestissimo, pulisce tutte le cucce. Poi va in cucina e prepara per i suoi cani che mangiano tutto quello che mangiamo noi. Nel primo pomeriggio una donna delle pulizie l’aiuta a lavare le pentole, le pulisce la casa, lava i canili. Questo lo so perché la mia amica me lo ha detto dopo. Appena l’ho vista, mi sono fermata a parlare con lei, premetto che non mi aveva riconosciuta, mi guardava intontita. Poi, ma dopo un bel po’, mi ha messo a fuoco ma invece di salutarmi e dirmi :”ciao Rita come stai”, mi ha detto: “entra e stai un po’ con i miei cani”. Ecco cosa può causare una madre opprimente ad una ragazza timida e fragile e con la tendenza alla depressione….





d7356249-ecfc-46bd-ab6c-2ef603f1edec
« immagine » Santinella ed io eravamo compagne di scuola. Io avevo l’argento vivo addosso, lei era molto timida e riservata. Io ero figlia i due modesti impiegati, lei figlia di latifondisti. Si andava d’accordo, qualche volta uscivamo insieme ma la madre di lei non voleva. Io non ero alla sua al...
Post
01/12/2014 12:31:56
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    19

Commenti

  1. crenabog 01 dicembre 2014 ore 12:41
    eh triste, sì, peccato, anche se poteva andare molto peggio. quando sento di gente che naviga nell'oro mi chiedo cosa farei per fare a cambio con loro, io che devo litigare con la moglie per dargli dieci euro, o che vado con mio figlio dal gelataio e compro un cono solo per lui. mah. forse anche questo era compreso nelle clausole del diventare un padre...
  2. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 12:50
    @crenabog
    e a che serve navigar
    nell'oro se poi si è
    infelici? Non è meglio
    comprare un solo cono
    e mangiarlo in due?
  3. crenabog 01 dicembre 2014 ore 12:52
    diciamo che oramai è prassi consolidata, anche se molto deprimente, almeno per chi deve dire, ma no mangia che a me oggi non va... e poi, mica so se davvero sarei infelice, eh!
  4. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 13:00
    @crenabog
    Appunto,non sei
    tu l'infelice
    che ami quel tesoro
    di figlio e che sei
    amato e stimato da tutti,
    il mio cruccio è per chi
    è solo in balìa di se stesso
  5. crenabog 01 dicembre 2014 ore 13:02
    certo, la solitudine è sicuramente la più brutta bestia. scappo, vado a prendere Tato, ci risentiamo.
  6. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 13:04
    @crenabog
    Grazie :fiore
  7. neve.rosa 01 dicembre 2014 ore 13:12
    povera donna, che cattivi i figli
    bel post :bye
  8. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 13:17
    @neve.rosa
    i figli non hanno
    cuore per quella
    povera madre.
    Grazie del tuo passaggio,
    Rita :rosa
  9. paolo.1948 01 dicembre 2014 ore 15:02
    Una triste storia, causata dall'egoismo di una madre.
    Felice giornata Rita ciaooooooooooo
  10. Odirke 01 dicembre 2014 ore 15:31
    Io con tutti gli sforzi che possa fare... non riesco ad immaginare dei figli che abbandonano una madre...

    Bel racconto, in una brutta vicenda...

    Semper Fidelis
  11. Odirke 01 dicembre 2014 ore 15:31
    Io con tutti gli sforzi che possa fare... non riesco ad immaginare dei figli che abbandonano una madre...

    Bel racconto, in una brutta vicenda...

    Semper Fidelis
  12. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 15:31
    @paolo.1948
    E oggi che la madre
    non c'è più, per la
    mia amica è tardi.
    Non riesco a dare nulla per lei
    vive in un mondo tutto suo.
    Grazie del commento paolo,
    Buona giornata, Rita :rosa
  13. julia.pink 01 dicembre 2014 ore 15:33
    Sai sempre toccare il cuore con i tuoi post :cuore
  14. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 15:37
    @Odirke
    Hai ragione, è una brutta storia,
    non mi permetto di giudicare la madre
    che non c'è più, ma i figli sono degli
    ingrati, è deplorevole il loro comportamento.
    E' stato molto bello per me leggerti,
    ti ringrazio tanto, Rita :fiore :fiore
  15. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 15:40
    @julia.pink
    Sei sempre squisita con me, con tutti.
    Che bella persona sei :bacio
    Un abbraccio, Rita :cuore
  16. julia.pink 01 dicembre 2014 ore 15:42
    Tu lo sei....grazie Rita :rosa :bacio
  17. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 15:48
    @julia.pink


    Rita :bacio
  18. giusi62 01 dicembre 2014 ore 16:02
    :bacio Ciao rita la ma
    dre ha fatto un danno,
    irreparabile tempo fa.e ora queste sono le conseguenze,
    mi spiace per questa donna che si è privata delle cose belle della vita :kissy
  19. giusi62 01 dicembre 2014 ore 16:04
    smile Ciao rita la madre ha fatto un danno
    irreparabile tempo fa,e ora queste sono le conseguenze,
    mi spiace per questa donna che si è privata delle cose
    belle della vita
  20. giusi62 01 dicembre 2014 ore 16:04
    :kissy :kissy :kissy :kissy :kissy :kissy :kissy :kissy :kissy :kissy :kissy
  21. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 16:08
    @giusi62
    Dispiace moltissimo
    anche a me.Con mia
    sorella stiamo valutando
    cosa possiamo fare per lei,
    perchè non passi da sola
    il Santo Natale, speriamo
    accetti la nostra compagnia.
    Sarebbe davvero un bel Natale!
    Grazie di cuore giusi,
    Rita :bacio :bacio :batacoppia
  22. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 16:11
    @giusi62
    sei unica
    :bataposta :bataposta :bataposta :bataposta
  23. giusi62 01 dicembre 2014 ore 16:17
    :kissy si fai bene ad invitarla,chissà come si sentirà sola
    povera stella
  24. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 16:42
    @giusi62
    E' una donna che nella
    vita ha tanto sofferto,
    spero di regalarle un pò di amore
    e di pace :batacoppia :batacoppia
  25. antioco1 01 dicembre 2014 ore 17:03
    storia molto triste ma da te raccontata come al solito con sincerità e tutto il tuo grande amore per il prossimo ti abbraccio dolce Rita , e ricordati è sempre un piacere leggere il tuo blog e i tuoi amici che lo seguono ciao Ale
  26. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 17:07
    @antioco1
    Hai sempre belle
    parole per me!
    Ti ringrazio di :cuore
    Rita :batacoppia


  27. napoletana.iox 01 dicembre 2014 ore 17:17
    Io direi una donna molto "arrogante"
    L’arroganza non fa strada, si crea intorno terra bruciata.
    Non c'e' cosa piu stupida che perseverare negli errori: l'esibizionismo, l'arroganza, la mancanza di rispetto...il voler brillare a tutti i costi, sono elementi che un giorno ti porteranno a parlare da solo e a porti delle domande..la quale non riuscirai a darti una risposta, se non quella di prendertela con te stesso...e forse.. allora avrai capito e imparato che l'umilta' e' la chiave di accesso per aprire ogni porta....Spero che la signora ha imparato la lezione !!
    Un Bacio e una buona serata .ciao Rita :bacio

  28. Cicala.SRsiciliana 01 dicembre 2014 ore 17:48
    @napoletana.iox
    Non voglio giustificare
    quella madre che tanto dolore
    ha recto alla figlia.
    ma erano altri tempi, si teneva
    molto alla nobiltà, alla ricchezza.
    Non si capiva che la vera ricchezza è
    nell'animo buono, generoso, altruista.
    Magari pensava di fare il bene della figlia,
    non sapendo invece che oggi Santinella non
    ha più voglia di vivere. M io non l'abbandonerò,
    le starò acanto con tanto affetto e con tutti
    i miei limiti. Grazie napoletana, che bel commento.
    Ti abbraccio forte, Rita :cuore :bacio


  29. dolcecarrie 01 dicembre 2014 ore 22:37
    Come tu ben dici Rita erano altri tempi spero che tu riesca a farle un po compagnia soprattutto nelle feste natalizie.
    Una dolce serata Rita :rosa :bye
  30. LadyMestolo 02 dicembre 2014 ore 07:25
    Pena per questa donna, che ha perso anche l'amore dei figli....Aiutala e ne avrai sicuramente merito.Un:staff buon giornata.:rosa
  31. Cicala.SRsiciliana 02 dicembre 2014 ore 11:15
    @dolcecarrie
    per fortuna quei tempi
    oggi sono stati superati.
    Sarà una grande gioia
    per me se accetterò di
    farsi aiutare.
    Ti abbraccio e ti ringrazio,
    Rita :rosa


  32. Cicala.SRsiciliana 02 dicembre 2014 ore 11:24
    @LadyMestolo
    Vedere questa mia amica
    e quasi non riconoscerla
    mi ha fatto troppo male.
    M'impegnerò con tutta me
    stessa, affinché esca da
    questo buio profondo.
    Grazie Marta, sei stata gentilissima,
    Rita :rosa


  33. SuorPinocchia 02 dicembre 2014 ore 23:18
    forse andro' controcorrente ma...
    sta donna un'idea sua non l'aveva?

    provare almeno a ribellarsi a questa madre d'altri tempi..?

    capisco che non è facile...

    ma non è facile nemmeno vivere una vita che non si è scelta...

    una madre opprimente con una figlia remissiva.. troppo remissiva...

    e poi perchè i figli l'hanno abbandonata? perchè non poteva dare loro le comodità alle quali erano abituati?

    bell'amore filiale...

    di sicuro la tua 'amica' sta molto meglio oggi con i suoi cani...

    i cani sanno dare vero amore... quello che forse lei non ha mai sentito intorno a sè.........

    :rosa
  34. vitoxy 03 dicembre 2014 ore 08:00
    Che triste storia...


    Ciao Rita
  35. Cicala.SRsiciliana 03 dicembre 2014 ore 09:54
    @SuorPinocchia
    Ciao, come stai?
    Non era facile per
    Santinella dire no
    alla madre, perchè
    come ho scritto era
    una ragazza troppo timida,
    anche a scuola con noi compagne
    non riusciva a comunicare, tieni presente
    che la madre era sempre addosso a lei.
    A me ne ha dette di tutti i colori, non
    voleva che frequentassi la figlia perhè
    i miei genitori erano due semplici impiegati
    e i miei nonni contadini. Non dava spazio
    alla figlia di manifestare le sue necessità,
    i suoi desideri, come ho scritto era opprimente.
    I figli li ha cresciuti la nonna, per cui dipendenti
    anche loro da una donna ossessiva. Solo ora Santinella
    è una donna libera e tu non immagini cosa io non stia
    facendo per lei. E non mi fermerò di sicuro. Non è facile
    svincolarsi dalla tela del ragno. Mi auguro solo che mi
    dia ascolto, che si renda conto che l'essere umano esiste
    che io esisto e che si renda conto che il mio aiuto è
    sincero, disinteressato.Non so se mi sono fatta capire,
    non è facile in quattro prole, raccontare una situazione
    che risale a 57 ani fa. Ti ringrazio per aver espresso il
    tuo punto di vista, che trovo giusto e comprensibile.
    Ti auguro una serena giornata, grazie ancora, Rita :rosa :bacio
  36. Cicala.SRsiciliana 03 dicembre 2014 ore 10:54
    @Vitoxy
    Una storia molto triste è vero
    ma sai quante situazioni simili a questa
    ci sono? Purtroppo non siamo tutti forti e tenaci,
    ci sono persone con una personalità debole,e questi
    ono i risulltati. Grazie Vito ma manco un bacino mi dai? :bacio :bacio


  37. Hamsho 03 dicembre 2014 ore 13:01
    Là dove la vita
    non è scivolata spensierata
    i cuori si son fermati
    ed il tempo,
    severo oste, ritorna
    a presentare il conto.
    Ciao Rita.
  38. Cicala.SRsiciliana 03 dicembre 2014 ore 13:43
    @Hamsho
    Il tempo poteva
    essere più indulgente
    con chi non meritava
    un'amara sorte.
    Grazie Hamsho :fiore
  39. AlgaRossa 03 dicembre 2014 ore 15:21
    Che pena!
    tu che hai un cuore grande aiutala
    Un abbraccio ;-(
  40. Cicala.SRsiciliana 03 dicembre 2014 ore 17:33
    @AlgaRossa
    Ma certo che
    non le farò mancare
    il mio aiuto.
    Buon pomeriggio, ciao :fiore
  41. neve.rosa 05 dicembre 2014 ore 12:33
    Buona giornata bella gioia


    :cuore :rosa :bacio
  42. Cicala.SRsiciliana 05 dicembre 2014 ore 13:23
    @neve.ros
    Ciao bell'anima :bacio


  43. Cicala.SRsiciliana 05 dicembre 2014 ore 13:24
    @neve.rosa
    quando hai scritto
    bella gioia mi hai
    fatto ricordare mia madre :rosa
  44. isabel.diGio 06 dicembre 2014 ore 10:17
    Buongiorno Rita...ho letto i commenti ed è logico che in molti non riescono a capire..puo' solo chi ha vissuto con una madre cosi'....io dico sempre che
    cio' che si semina si raccoglie....buona giornata...bel post ..complimenti
  45. Cicala.SRsiciliana 06 dicembre 2014 ore 10:46
    @isabel.diGio
    Buongiorno Isabel,
    sai parlare dal di fuori
    di una situazione è facile,
    ma come giustamente affermi tu,
    bisogna viverla in prima persona
    per capire cosa si prova. Io che
    conosco bene Santinella, posso dirti
    che era impossibile ribellarsi a sua
    madre, perchè era veramente ossessiva.
    Ti ringrazio per il commento molto gradito,
    domani verrò nel tuo blog per lasciarti un
    saluto. Mi fa piacere scriverti.
    Grazie ancora, buona giornata, Rita :rosa


  46. isabel.diGio 06 dicembre 2014 ore 10:59
    infatti io non parlo dal di fuori... ho capito benissimo che tipo di donna è ...no non è facile per niente ribellarsi...sono persone che dominano la vita dei figli...spesso anche con cattiveria (ma non se ne accorge nè lo fa di propsito) ..mi chiedo spesso xchè mettono al mondo dei figli se poi non SA ESSERE MADRE...bohh grande dilemma
  47. isabel.diGio 06 dicembre 2014 ore 11:00
    ops mi correggo...NON SANNO ESSERE MADRE...
  48. Cicala.SRsiciliana 06 dicembre 2014 ore 11:12
    @isabel.di Gio
    Considera Isabel,
    che parliamo di
    un'altra epoca storica.
    Oggi Santinella ed io
    abbiamo 57 anni.
    A quei tempi,si era
    sottomessi ai genitori,
    oggi invece sono i figli
    che sottomettono i genitori,
    non tutti è ovvio ma buona parte si.
    Un caro saluto Isabel, trascorri
    un sereno sabato, Rita :rosa
  49. isabel.diGio 06 dicembre 2014 ore 11:22
    si lo so visto che la mia ne ha 92..pero' Rita io penso che si ok erano anche altri tempi...ma Vere mamme c erano anche in questi altri tempi.........chi nasce Cattivo o Buono puo' oggi o in altri tempi... non so se riesco a spiegarmi
  50. Cicala.SRsiciliana 06 dicembre 2014 ore 11:32
    @isabel.diGio
    ma certo Isabel,
    mai fare di tutta
    un'erba un fascio.
    Alla mia povera amica
    è capitata una madre
    che oggi le impedisce di vivere
    come una donna normale.
    Salutami la tua mamma e
    che il Buon Dio le regali
    ancora molto tempo per
    poter gogere la gioia di
    voi figlie, mi pare che
    hai una sorella, Ely se
    non ricordo male. Le hai
    anche dedicato un bellissimo post. :rosa
  51. giusi62 06 dicembre 2014 ore 18:23
    ciao purtroppo concordo con isabel,
    le madri dovrebbero proteggere i figli,non opprimerli
    non dipende dai tempi passati,ma dal cuore e dalla forma egoista che uno ha,
    si sceglie di essere madri mica ti costringono e vabbè parlo per
    esperienza personale,ma questa è un altra storia che non mi piace raccontare qui! :bacio
  52. Cicala.SRsiciliana 06 dicembre 2014 ore 19:04
    @giusi62
    giusi io non giustifico
    la madre di Santinella,
    forse mi sono spiegata male.
    Se Santinella fosse stata più forte
    e decisa avrebbe lottato per la sua
    autonomia, ma era fragilissima e
    quindi sottostava alla madre. Io
    dico solo che chi ha carattere riesce
    a sopravvivere e a liberarsi da una
    madre opprimente, chi è fragile ne
    paga le conseguenze. Anche mia madre
    non scherzava ma io a 28 anni me ne sono
    andata via di casa. Eppure mia madre mi
    voleva un bene enorme, ma era fatta a modo suo
    come la madre della mia amica che pur volendole
    bene, l'ha privata della libertà. Dipende anche da noi
    giusi far sì che la nostra libertà non venga intaccata.
    Purtroppo il mestiere dei genitori è il più difficile
    che ci sia e per questo non mi sento di giudicare nessuno.
    Per la mia amica verranno giorni migliori, perchè di sicuro
    io non la lascerò da sola. Grazie giusi, un bacio :bacio
  53. giusi62 07 dicembre 2014 ore 00:13
    :bacio Notte rita fai bei sogni,
    sono sicura che tu farai il possibile,
    per non lasciare sola la tua amica
  54. Cicala.SRsiciliana 07 dicembre 2014 ore 10:27
    @giusi62
    Ci puoi contare.
    Buona domenica,
    Rita :bacio :bacio
  55. isabel.diGio 07 dicembre 2014 ore 12:16
  56. Cicala.SRsiciliana 07 dicembre 2014 ore 12:25
    @isabel.diGio
    Non vedo e leggo nulla
    sarà la connessione lenta :rosa
  57. giusi62 07 dicembre 2014 ore 16:40
    :bacio Buona domenica pure a te rita
  58. Cicala.SRsiciliana 07 dicembre 2014 ore 17:28
    @giusi62
    Grazie amica mia :cuore :cuore


  59. ninfeadelnilo 08 dicembre 2014 ore 19:01
    Ciao Rita, rieccomi :haha A volte la vita ci assorbe troppo fuori da qui, per cause varie e forse è anche giusto staccare la spina quando non si ha l'animo di comunicare.
    Io non so se sono i soldi a deprimere le persone, certo il denaro non è tutto nella vita. A volte come dici tu ci sono persone accanto dal carattere troppo autoritario portando il male negli animi troppo deboli. Penso che questo accade quando non si ha la forza di reagire lasciando la propria vita nelle loro mani. Indubbiamente la tua amica ha avuto un duro percorso ma il positivo è che almeno quei soldi un po' di aiuto possono darlo, basta pagare. Molti non hanno neanche quello e sono in balia degli eventi sapendo che la solitudine è ancora più nera e povera di ogni sostegno. Ci sono momenti che ci si arrende e accade ciò che deve accadere. Purtroppo. A volte la vita è molto triste.
    Spero di trovarti bene augurandoti una buona festa dell'Immacolata. Un abbraccio Raffy
  60. Cicala.SRsiciliana 09 dicembre 2014 ore 07:43
    @ninfeadelnilo
    Cara Raf che bella sorpresa
    rileggerti. Bentornata!
    Hai detto bene, la madre era
    autoritaria e la figlia era
    troppo fragile per ribellarsi.
    Santinella, ha sofferto molto
    nella vita, solo adesso con
    l'aiuto di noi tutti che le
    vogliamo bene, sta iniziando
    ad uscire. Cero non è facole
    il suo inserimento in società.
    si sente sprovveduta, solo nel tempo
    forse riuscirà a reintegrarsi.
    Grazie per il tuo gentilissimo
    commento, ho ritrovato la dolce
    Raf che mi è mancata. Un grande
    abbraccio, Rita :rosa


  61. sinceropreciso 20 dicembre 2015 ore 09:20
    "Non abbiamo portato nulla nel mondo e nulla possiamo portare via. Quando dunque abbiamo di che mangiare e di che coprirci, accontentiamoci. Quelli invece che vogliono arricchirsi, cadono nella tentazione, nell'inganno di molti desideri insensati e dannosi, che fanno affogare gli uomini nella rovina e nella perdizione. L'avidità del denaro infatti è la radice di tutti i mali; presi da questo desiderio, alcuni hanno deviato dalla fede e si sono procurati molti tormenti".
    S. Paolo
    Il denaro è una protezione per acquistare ciò di cui abbiamo bisogno.
    Quando il denaro è troppo può invece diventare un laccio che porta alla rovina. La storia di Santinella ne è testimone che l'apostolo Paolo aveva ragione.
    In opposizione c'è "madre Teresa di Calcutta", una piccola donna di statura ma con un cuore immenso. Sicuramente il suo altruismo verso i poveri la rese ricca, felice ed immortale. Gesù disse:"vi è più felicità nel dare che nel ricevere".
    Buona giornata, :bye
  62. Cicala.SRsiciliana 20 gennaio 2016 ore 22:10
    @sinceropreciso
    Bellissimo commento! Grazie.
    E' proprio vero chi ha troppo
    denaro non si accontenta di poco,
    non è umile ma pensa di poter ottenere
    tutto. In realtà, come in questo caso,
    la madre ha comprato l'infelicità della
    figlia.Chi invece ha poco, si accontenta
    di quel che ha e si appaga anche per le
    piccole cose. Buona serata e grazie, Rita :fiore

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.