"SOGNI INFRANTI"

25 febbraio 2010 ore 02:31 segnala

Il ciliegio che vedo dalla mia finestra è magnificamente fiorito, carico di quella magia che solamente la primavera riesce ad offrire, il tepore di questa serata contrasta pesantemente con il gelo con cui deve lottare la mia anima.

Guardo lontano, molto lontano, ma dove prima vedevo un’anima, due occhi di fuoco ed un sorriso di luna non vedo più nulla, ed è inutile che allungo una mano, non riesco più a toccarla, non c’è più…..è fuggita via portandosi via tutto di me, anima e corpo…si anche il corpo perché quel dolore che mi sconquassa dentro è anche un dolore veramente fisico, come se mi avessero tolto un pezzo, una costola….guardo il telefono……silenzio…..lo guardo ancora…..non squillerà più. E’ assurdo tutto questo, quanti pretesti, impossibile quantificare, dare un cifra, dare un senso logico a tutto questo, non c’è un senso non esiste una logica.

Rimane un incubo dal quale non riesco a svegliarmi, dal quale è impossibile fuggire, devo per forza viverla questa situazione….non trovo pace.

Rileggo tante parole, fiumi di parole, che adesso assumono significati diversi, non posso credere che non fossero vere perché quegli occhi erano veri, lo erano eccome…ecco allora il dubbio dei pretesti, in virtù anche di fatti totalmente contrastanti con le parole, atteggiamenti assurdi ed inspiegabili…….fughe, fughe continue ed io ad inseguire…sempre.

C’è chi dice stupidamente che in amore chi fugge vince……no…. in amore e nella vita chi fugge perde sempre, perde se stesso, perde i propri sogni e le proprie speranze.

Adesso non so cosa fare mi sembra di vivere sospeso in un immenso limbo, mi sembra di essere in standby, spento…..in attesa della primavera, di una primavera……è un inferno, l’inganno e la menzogna……è pazzesco inconcepibile, impressionante la doppiezza, dire bianco e fare nero, no….mi rifiuto di crederlo, non è possibile…….ogni infranti spazzati via da una tempesta improvvisa e non annunciata, e vedere alla fine di esso che tutto era totalmente cambiato, completamente diverso o addirittura opposto….cazzo svegliatemi vi prego, non ci voglio stare in questo incubo.

Forse un miraggio??? Ho veduto quello che volevo vedere??? Ma che forse non era reale???

Non voglio viverlo questo incubo….mi farà impazzire, mi fa già impazzire….guardo il ciliegio e mi accorgo che già la brezza della sera gli sta portando via i petali, un po’ alla volta, cadono leggeri o galleggiano silenziosi nell’aria, ma cadono prima o poi….i miei sogni i miei progetti se ne stanno volando via come quei petali bianchi e candidi, leggeri…cullati dal vento, e prima o poi cadranno tutti a terra.

No non provate a rimettere i petali sul ciliegio, non si può fare, non è possibile…….i sogni svaniti non tornano, perché la paura di nuovi incubi impedisce di sognare di nuovo…..può un ciliegio vivere senza i suoi petali?……può un uomo vivere senza i propri sogni???

 

 

11476082
Il ciliegio che vedo dalla mia finestra è magnificamente fiorito, carico di quella magia che solamente la primavera riesce ad offrire, il tepore di questa serata contrasta pesantemente con il gelo con cui deve lottare la mia anima. Guardo lontano, molto lontano, ma dove prima vedevo un’anima,...
Post
25/02/2010 02:31:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.