Rubami l'anima. . .

02 marzo 2010 ore 15:42 segnala
Rubami l'anima frugando tra i miei pensieri. . . fatti largo tra le mie fantasie di uomo e non fermarti a comprendere se sia giusto o meno e vai oltre. . . muoviti come solo le vibrazioni dei sensi possono fare e non indietreggiare se sentirai timore imbarazzo o timidezza, perchè è di questo che deve esser farcita la strada buia di un desiderio segregato dentro di noi e che non ha mai visto luce e forse mai la vedrà se non nei nostri sogni segreti.

Rubami l'anima, prendila con fermezza come se realmente ti appartenesse, non mi chiedere permesso solo così potrai arrivarci seguendo un vortice d'uragano che spaventa chi non osa pensaci. . . è la forza interiore che si snoda lungo le pieghe del tuo corpo e si fa strada dentro di me come liquido tiepido che cola sul mio petto. . .

era da tempo memorabile che non mi sentivo nuovamente così. . . continua a farmi sentire immerso nella tua complicità abbracciato dalla tua sensibilità dalla decisione di fermarti per lasciarti raggiungere e dalla voglia di provare fino a dove potremmo arrivare. . .  

ora tra la follia di questo momento mi sto riperdendo nella fantasia di in desiderio inside in me. . . inside in te e in queste parole che s'affacciano ai tuoi occhi così come vorrei far arrivare alle tue carni al tuo corpo come voce sommersa che vorrei tu sentissi trasformando questa pazzia in brividi tangibili sulla tua pelle sulla mia pelle. . .

non voglio confonderti in una trasfigurazione di sentimenti o in miraggi riflessi dalla mia voglia che poi magari non rispecchia la tua. . . ma non lasciare che si alzi  un vento leggero e mi possa spazzar via dimenticando ciò che sto tentando di essere e che nessuno credo posa immaginare che io veramente sia così. . .

Ho bisogno di parlarti così come di leggerti. . .ho bisogno di rendermi conto che non sei finzione ne sogno, fino ad esternare questa mia eclissi donandomi libero tra le tue braccia ciò che mi sarà concesso senza timore di ricevere un tuo rifiuto. . . ma illudendomi di guardare dove i fiori guarderebbero le stelle che riflettendosi nei tuoi occhi darebbero al cielo il suo colore.

Rubami l'anima. . . toccandomi.

Ora, mentre non vorrei smettere di scrivere ho visto che mi è arrivato un tuo messaggio e questo filo invisibile con cui mi sento strattonare mi regala emozioni che non provavo a tempo. . . grazie per questo. . .

Romeo

Quando....

21 giugno 2009 ore 17:11 segnala

.... quando manca l'amore nulla di ciò che ti appartiene ti può bastare per olamre il uoto che hai dentro e che nascondi al mondo intero..... nemmano il ricordo può servire a scacciare la ta malinconia; ma in un attimo il cielo può tornare a colorarsi con i colori dell'arcobaleno ed un nuovo viso accendere la tua vita perchè è nel momento in cui credi che tutto debba essere finito dentro di te che invece la vita ti sorprende nel più bello dei modi e ti accompagna fino dove non sei mai stato, dentro a due nuovi occhi in cui trovi praterie verdissime.... conosci nuovi profumi, nuovi odori ed una voce che non finiresti mai di ascoltare.

Quando l'amore torna, ti fa comprendere che ciò che hai sofferto è stato solo per un inconscio volere che ora è scivolato nel profondo del tuo passato.... un nuovo amore ti ha saputo prendere per mao facendoti vedere con occhi nuovi la bellezza della vita ed una vogli di vivere che non credevi di poter avere ancora dnro di te.

Amare veramenteuna donna.... sentirti veramente amato è il regalo più bello che la vita ha avuto ancora in serbo per me..... amare una donna come io ti amo è come volare... è come nuotare nel profondo blu del mare.... è come poter stringere a te la donna che desideri.... è come averti sognata e poi incontrata...... TA. 

Cozumel... il mio angolo di cielo segreto.

07 novembre 2008 ore 09:20 segnala
Ci sono giorni in cui mi manca un po il respiro... mi manca la libertà di continuare a volare... è un periodo duro per me... ma so di essere circondato da sorrisi che valgono mille abbracci. Se non avessi i miei giovedì non mi renderei conto della mia immensa fortuna eppure... nonostante questo riesco ancora a sentirmi triste... che stupido!!! Un bacio a tutti i miei piccoli angeli... sapete che vi amo vero?

Giù le mani dai bambini....

07 novembre 2008 ore 08:30 segnala

Ci sono persone che ti perstano un piede e subito ti chiedono scusa... altre che ti feriscono il cuore e non si voltano nemmeno indietro. Ci sono molte cose che mi procurano dolore, ma questa mi fa reagire nel peggiore dei modi...  giù le mani dai bambini bastardi!!!!!!!!!

Se potessi. . .

05 novembre 2008 ore 13:55 segnala
Se potessi. . . non ti darei un bacio  me lo prenderei. Lo ruberei dalla tua bocca senza chiedere permesso alle tue labbra che ora vorrei violentare. . . e se vedessi che ti può piacere ti ribacerei di nuovo mentre se mi accorgessi che è quanto che ti saresti aspettata allora. . . aspetterei i tuoi baci come fossero la tua ricompensa.

Dedicato alla mia voglia di Amare. . .

05 novembre 2008 ore 08:40 segnala
L' illusione non è altro che un attimo che percuote il cuore e vibra così forte che nel buio riesci a vederne i bordi. Basta un bacio cavalcato a pelo per provocare un dolore. . . ma non smonti e corri incontro alla tua caduta e rialzandoti torni a sentirti infinitamente idiota! ! ! . ( Luce )

ma quanto è bella questa canzone. . .

05 novembre 2008 ore 08:27 segnala

mi manchi. .  .forse non lo sai ma mi manchi. . .

Il mio pensiero è per te. . .

04 novembre 2008 ore 10:45 segnala
Quando incontrerai il mio pensiero e sentirai di aver paura, chiudi gli occhi. . . e nel silenzio sentirai la dolcezza di un brivido attraversare il tuo corpo.  E' il mio pensiero che ti accarezzerà. Quando ti lascerai rapire dalla tua mente fino a sentire le mie labbra io saprò fartele arrivare, stringendo i tuoi fianchi, accarezzando il tuo cuore e regalandoti il mio sorriso più bello come fosse un raggio di luna. . . Stè

Il cielo ha una porta sola. . . aprila.

29 ottobre 2008 ore 11:02 segnala
Se sapessi trasmettere con le mie parole ciò che certe canzoni trasmettono a me. . . il mio libro saprebbe diventare un album ricco di bellissimi ricordi. . .

La voce a Te dovuta. . .

29 ottobre 2008 ore 10:08 segnala
Se tu sapessi che quel
grande singhiozzo che stringi
tra le tue braccia, che quella
lacrima che tu asciughi
baciandola,
vengon da te, sono te,
dolore di te mutato in lacrime
mie, singhiozzi miei!
Allora
non chiederesti più
al passato, ai cieli,
alla fronte, alle lettere,
che cosa ho, perché soffro.
E tutta silenziosa,
con quel denso silenzio,
della luce e del sapere,
mi baceresti ancora,
e desolatamente.
Con la desolazione
di chi al fianco non ha
altro essere, un dolore
estraneo; di chi è solo
ormai con la sua pena.
Volendo consolare
in un altro chimerico
il gran dolore ch'è suo.

Pedro Salinas