GLI ANNI CHE SEGUIRONO (quinta puntata)

24 febbraio 2020 ore 20:13 segnala


Giunti in vista della spiaggia dei giganti, Paulie e il Narratore raccolsero le loro cose e si accinsero a salutare Morgana, la quale sembrava piuttosto accigliata. Il Narratore volle chiedergliene conto, temendo di aver fatto qualcosa che poteva esserle dispiaciuta, ma la regina di Hy Breasil rispose:

- Non preoccuparti, vecchio amico, non è per causa vostra che sto in pensiero. E' piuttosto il nostro ospite che mi dà da pensare.
- Ti riferisci al gatto che è salito a bordo?
- Esattamente. Ci sono antiche storie che potresti non aver mai sentito, nel corso dei tuoi viaggi, e solo persone che hanno vissuto quanto ho vissuto io potrebbero ancora ricordare. Ed è strano che proprio sulla mia isola sia voluto salire, se veramente è chi penso io.
- Non posso negare di essere davvero curioso, a questo punto. Puoi dirmi di cosa si tratta?
- Preferisco di no, se non lo è, meglio così; se malauguratamente ho ragione allora tutti dovremo stare molto attenti. Penserò io a lui, andate pure a casa tranquilli.

E così dicendo abbracciò entrambi e lasciò che tornassero a terra mentre la sua corte fatata si assicurava che l'isola fosse adeguatamente ferma contro la riva di lastroni di pietra della spiaggia dei giganti. Così, si rimisero in cammino dirigendosi verso il folto boschivo che li avrebbe condotti al sentiero specchio. Il Narratore aveva evitato di mettere Paulie al corrente delle ultime parole di Morgana, non voleva che la selkie avesse pensieri paurosi o immaginasse cose capaci di spaventarla; mentre camminavano spediti nel fatato intrico del sentiero specchio, come tutti gli altri simili circondato da una vegetazione così fitta da sembrare un muro e che si univa in alto a formare una sorta di tunnel semibuio, un sommesso fruscio arrivò alle sue orecchie, e non poteva trattarsi dello stormire delle foglie. I sentieri specchio infatti erano luoghi magici, sottoposti a leggi fisiche diverse da quelle naturali, che in poche decine di metri racchiudevano interi viaggi tra una zona e l'altra della Contea e anche oltre: in essi regnava quiete e silenzio, rotti a volte soltanto dai passi dei viaggiatori che li adoperavano. Una volta raggiunta l'estremità e sbucati nella radura che li avrebbe condotti alle due colline vicine, i regni sotterranei di Oberon e di Brian Borough, il Narratore si fermò, si guardò intorno e da un cespuglio cosparso di bacche vide spuntare l'enorme gatto che aveva viaggiato con loro su Hy Breasil. Sembrava non badare a loro, anzi, appariva evidentemente ben deciso a camminare nella loro stessa direzione:

- Ma, è arrivato fin qui! - esclamò Paulie, accorgendosi della presenza inattesa.
- Sembra proprio che non siamo destinati a liberarcene come avevo creduto, - le rispose lui. - Non so che intenzioni abbia...
- Intenzioni? Ma è un gatto, starà solo camminando in una zona che non conosce, visto che è lontano da Tir na nOg. Sempre che venisse da lì, chiaramente.
- Paulie, amore mio, mi auguro che sia come dici tu...



Quando furono arrivati alle porte della collina di re Oberon, vennero avvistati dagli gnomi di guardia che mandarono ad avvertire la coppia reale e li fecero entrare. Il Narratore volse gli occhi in cerca del gatto ma non vedendolo si rassicurò ed entrarono, venendo scortati da un nugolo di Sidhe festanti fino alla casa sotterranea di Paulie, dove poterono rinfrescarsi e riposare. Calò la sera e re Oberon mandò ad annunciare il banchetto allestito per festeggiare la sua consorte, Titania: gran parte della popolazione era stata invitata, gli altri erano impiegati in compiti che andavano dal servizio di guardia al lavoro nelle cucine. Già di lontano si sentiva lo strepitare delle musiche e delle canzoni prodotte da un gruppo di folletti installati su un palco vicino ai tavoli del banchetto, e quando anche Paulie e il Narratore arrivarono porsero il loro saluto e i loro omaggi alla coppia regale che già sapeva del loro incontro con Morgana e del viaggio nella mitica terra degli antichi eroi. Si sedettero tutti, le grida festose lentamente cessarono e la grande cena ebbe inizio, un canto sommesso di un gruppo di fate radunò l'attenzione di tutti gli astanti, dal più educato dei folletti cortigiani al più becero brownie (ai quali era stato permesso di venire benchè sudici come al solito). Re Oberon, nella sua maestosità, degnamente rappresentava la maestà su tutto il Popolo Segreto, mentre l'antica bellezza di Titania non mancava mai di sorprendere il Narratore. E fu proprio lei, in un momento di pausa del canto fatato, ad alzarsi su tutti per dire, ad alta voce e con evidente sorpresa:

- E questo, chi lo ha fatto entrare?

5880db5b-0427-4bf7-b59f-df7a3419c652
« immagine » Giunti in vista della spiaggia dei giganti, Paulie e il Narratore raccolsero le loro cose e si accinsero a salutare Morgana, la quale sembrava piuttosto accigliata. Il Narratore volle chiedergliene conto, temendo di aver fatto qualcosa che poteva esserle dispiaciuta, ma la regina di ...
Post
24/02/2020 20:13:43
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. vagarsenzameta 25 febbraio 2020 ore 09:29
    Non mi è mai piaciuto fare il teatro,alle elementari il mio maestro tentò in tutti i modi di farmi essere credibile su un palco a recitare,ma leggendo questi racconti mi vien davvero voglia di indossare il tabarro e improvvisarmi gnomo,spirito dei boschi,guardiano del pozzo,giulare,principessa,se riesco ad uscire dalla cloaca in cui verso,spero che sia questa una delle cose che riuscirò a fare.
  2. crenabog 25 febbraio 2020 ore 12:54
    x @vagarsenzameta ma sarebbe una cosa davvero interessante! ricordo che molti anni fa una antica amica mi scrisse per dirmi che da una delle mie tante favole della Saga avevano ricavato uno spettacolino teatrale per i bambini della scuola dove lavorava, cosa che mi fece davvero felice e peccato che non ho avuto un dvd se fossero state fatte le riprese, sai che gran soddisfazione, in fondo è per far felici gli altri che scrivo queste cose e, se riescono ad ispirarti pensieri felici, è il mio migliore compenso!
  3. LINTERDIT 26 febbraio 2020 ore 03:09
    Questa scena della festa a corte mi fa trepidare sono in attesa che si sveli MOON anche se una mezza idea me la da un vecchio video di micael jackson dove per me moon potrebbe essere proprio moon e cioè un antico amore della regina titania
  4. LINTERDIT 26 febbraio 2020 ore 03:21
    https://youtu.be/LeiFF0gvqcc
  5. LINTERDIT 26 febbraio 2020 ore 03:22
    Era il video di cui parlavo "remember the time"
  6. crenabog 26 febbraio 2020 ore 10:57
    x @LINTERDIT oh no, grazie del pensiero carino e della supposizione, ma in verità non è così, tra poco potrai leggerlo. bacioni
  7. LINTERDIT 26 febbraio 2020 ore 12:05
    Non vedo l'ora marco
  8. crenabog 26 febbraio 2020 ore 12:54
    x @LINTERDIT sta per uscire, finita adesso
  9. LINTERDIT 26 febbraio 2020 ore 14:05
    Siiiiìiiiiiiiiiiiiii:cuore
  10. crenabog 26 febbraio 2020 ore 15:13
    X @LINTERDIT spero che ti sia piaciuta
  11. LINTERDIT 26 febbraio 2020 ore 18:49
    Mi sta appassionando

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.