MACELLO

24 maggio 2019 ore 09:34 segnala


Quello che vedete nella foto un esempio della cosiddetta archeologia industriale, quel che rimane di uno dei padiglioni del mattatoio romano, ridotto a scheletro come gli animali che vi passarono gli ultimi minuti della loro vita, dove ormai solo la ruggine non dorme mai e ancora in alto si vedono i caspi di erbe odorose con le quali si cercava di allontanare l'odore della morte. A che pro questa immagine e questa introduzione? Vengo a servirvi, e non una bistecca, ma uno di quei miei piattini fatti di rimasticamenti, di ragionamenti solitamente conditi col vetriolo. Perch si addice benissimo a fare da copertina per un pensiero che mi ronzava in testa giorni fa, quando avevo visto qui in Chatta nel blog di un caro amico - @VirPaucisVerbo - un post con la foto di un certo ministro con un rosario in mano, ed il pensiero era questo, ovvero dopo che il suddetto ministro se l'era cantata e suonata a modo suo richiamando le folle sotto il sacro simbolo neanche stesse inaugurando la prossima crociata, nei giorni a venire si era scatenata una ridda di alti lai prodotti da quei soggetti che amano farsi vedere in abito talare e farsi toccare in abito borghese, che berciavano sul fatto che certi simboli della loro religione non vanno assolutamente usati in politica. E via litigandosi il primato di apparire sui media come salvatori della incontaminabile purezza della fede. Allora, razza di buffoni, sepolcri imbiancati che non siete altro, lacch della sinistra politicamente corretta - e premesso che di quel certo ministro non me ne importa un fico secco, tanto meno della gente che ancora si fa inebetire dagli slogan (suoi e di chiunque altro, invece di ragionare con la testa propria) - ma vi rendete conto della figura da banderuole che state facendo o per chi ha un briciolo, uno sputo di potere quale che sia , il Tempo non esiste e l'Alzheimer se lo bevono nel cappuccino prima di infilarsi le pantofole di raso per essere sicuri di scordarsi tutto? Ah, quel simbolo non deve essere usato in politica? E chi accidenti lo aveva messo, con la benedizione papale e ogni maledetta domenica sermoni inneggianti, sullo scudo della Democrazia Cristiana? Chi che andava dicendo che nel segreto dell'urna Dio ti vede e Stalin no? Chi che accoglieva ogni visita dei ministri nelle scuole religiose con quei simboli e le canzoncine "oh bianco fiore" ? Pensate che siamo tutti dei millennials, che non hanno imparato niente a scuola tranne le lezioni sui campi di concentramento e che pensano che la democrazia siano i compagni perch si sono scritti Partito Democratico sui biglietti da visita al posto di Partito Comunista? Davvero sperate che nessuno ricordi niente? Quando vi ha fatto comodo dagli gi a crociate, proclami, crocefissi, sponsorizzazioni, giochi di palazzo, IOR, Marcinkus e tutto il baraccone ambulante, adesso che sperano che al governo vada qualcun altro gi a minare i ponti sotto i piedi degli avversari. Ripeto, che quel tizio faccia la sua propaganda solleticando la pancia delle masse ebeti spingendo sulla leva del razzismo e smerciando intolleranza come noccioline, a me fa solo venire il fumo agli occhi, ma il soggetto lo si conosce bene e non c' da aspettarsi altro. Folklore, potremmo catalogarlo, e se lo facessero tutti dall'oggi al domani si ritroverebbe a girare come il re della favola, nudo, con tutti che ridono. Ma il guaio non il ministro in questione, sono quegli altri, quelli toccati dalla grazia, quelli che con i loro intrighi sono capaci pure di far cacciare un papa per mettere chi gli fa comodo al soglio, quelli che tutti i giorni sbattono i loro confratelli sotto i riflettori con le accuse di pedofilia e le nuove promulgazioni del soggetto in capo per farci vedere che loro si muovono, che loro si flagellano, che loro vanno al gabbio, che loro sono i pentiti, che loro qui e che loro l, e cosa stiano coprendo con tutto questo carnevale, come si diceva a Napoli " 'o sape' solo isso e Ddio" , ed forse meglio che sia cos, che ci lascino nel nostro non sapere, imbambolati a sentire suonare la campana di quello e le campane di questi. Che il giorno che aprissimo gli occhi e ci rendessimo conto che viviamo in un macello, incolonnati, ad annusare incenso per non sentire puzza di cadaveri, con le gole pronte a farsi sgozzare da chi con il nostro sangue ci si fa i tesori allora forse di tutta questa societ resterebbe soltanto uno scheletro, arrugginito, a far la polvere. Come nella foto. E venga presto il giorno.
ea9dc68d-a03f-4af2-99a8-e8ac68415268
immagine Quello che vedete nella foto un esempio della cosiddetta archeologia industriale, quel che rimane di uno dei padiglioni del mattatoio romano, ridotto a scheletro come gli animali che vi passarono gli ultimi minuti della loro vita, dove ormai solo la ruggine non dorme mai e ancora...
Post
24/05/2019 09:34:35
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5

Commenti

  1. ciaoBohMah 24 maggio 2019 ore 09:39
    Entro per la prima volta,solo per leggere i blog, spero di non disturbare ma amo la lettura e i pensieri
  2. crenabog 24 maggio 2019 ore 09:42
    x @ciaoBohMah ti ringrazio per la visita, mi fa piacere, mi spiace solo pensare che forse i miei post possano essere sin troppo ingombranti e lunghi per un lettore non abituato a seguirmi, se hai la pazienza di leggerli forse qualcosa potrà piacerti. un cordiale saluto
  3. ciaoBohMah 24 maggio 2019 ore 09:45
    Penso che ci metterò molto a leggerli tutti e forse non ci riuscirò,ma tornerò spesso, mi piace la tua scrittura.....
  4. crenabog 24 maggio 2019 ore 09:51
    x @ciaoBohMah davvero ben gentile, ringrazio ancora, ricorda che non è un blog monotematico, ti potresti trovare a passare da una favola ad una recensione, da un articolo esplicativo ad un post acido come questo. ma la casa è aperta, quindi muovitici come ti fa piacere. a risentirci.
  5. ceravamotantoamatti 24 maggio 2019 ore 10:18
    Tocchi un tema delicatissimo; peggio di quello che tocco io coi cani e i gatti. :) Rischi di far risentire chi dissente dal tuo ragionamento. Sai quanti Salviniani si stanno preparando per dichiararsi tali ... nel mentre tuttora, magari, sono ancora di altra pasta camaleontica?
    In politica, da quello che ho capito negli anni, tutto fa brodo pur di specularci sopra; una brodaglia che te la vorrebbero far passare per arrosto profumato e ghiotto (giusto per rimanere in tema con il "mattatoio" della nostra città). Non dovrebbe indignare nulla ... se il tutto viene considerato. Il guaio è che molta gente ignora ... debitamente. E qui mi fermo (lo sai bene come la penso sull'alzheimer che hai citato nel tuo post). Ciao Crena ... :)
  6. 63klimo 24 maggio 2019 ore 10:40
    Ciao,il punto che mi sconvolge e' sembra che nessuno ricordi piu' nulla,degli scandali dei politicanti,dello IOR,di Marcinkus .Su quel soggetto col rosario (si dice cosi' a Bologna) mi sta sui maroni e non poco.
    Certo,scrivi molto,ma per me e' un pregio e non un difetto.
    Su questo argomento la pensiamo allo stesso modo e mi fa piacere.
    Un caro saluto.
  7. crenabog 24 maggio 2019 ore 10:57
    x @ceravamotantoamatti , immagino che quel che scrivo non sia - come dicono gli inglesi - a cup of tea for everyone , cioè non possa e non debba necessariamente andare bene ad ogni lettore, ma tant'è, come te anche io ho le mie idee e le scrivo, un po' per sfogo e un po' per non morire - giusto per citare l'opera - e magari far aprire gli occhi a qualcun altro. in fondo pur se con modi diversi e diversi argomenti, facciamo la stessa cosa. ciao caro, me ne vado a letto...
  8. crenabog 24 maggio 2019 ore 10:59
    x @63klimo su quel che la gente non ricorda più ci sarebbe da scrivere enciclopedie ma si scorderebbero di leggerle quindi continuiamo a fare gli mnemoni, come in Farheneit 451, e lasciamo dietro di noi briciole di memoria, magari qualcuno riceve l'imbeccata e chi sa. immaginavo fossi anche tu della galassia degli Antichi Scontenti, io va be' sono all'estremo ma è piacevole ritrovarsi. un caro saluto
  9. ceravamotantoamatti 24 maggio 2019 ore 11:39
    @crenabog ... si, ho notato infatti come pedagogicamente anche tu ti arrovelli le membra per essere più incisivo possibile con l'ignara gente (o ritenuta tale, se proprio non la si voglia considerare stupida veramente).
    Alla fine, vedrai, qualcuno riusciremo a convincerlo delle nostre opinioni, dei nostri sospetti ... che sono messe in scrittura proprio per tentare di aiutare la gente. .) Buon riposo ... :)
  10. 63klimo 24 maggio 2019 ore 11:40
    Concordo sul trattato,bella similitudine col film di Truffaut,faccio parte anch'io di galassia di Scontenti,anch'io non ho piu' alcuna sopportazione,si tira avanti,un caro saluto a te
  11. crenabog 24 maggio 2019 ore 18:42
    X @ceravamotantoamatti ci proviamo, almeno. Un caro saluto.
  12. crenabog 24 maggio 2019 ore 18:44
    X @63klimo ti ringrazio per l'appoggio, restiamo in piedi in questo mondo in rovina. Cordialità.
  13. ceravamotantoamatti 24 maggio 2019 ore 19:50
    :)
  14. 63klimo 24 maggio 2019 ore 20:04
    Non arrendersi mai,buona serata
  15. LINTERDIT 24 maggio 2019 ore 23:06
    La fede per me non crntra niente con la religione...come chi fa politica non ha più nulla a che fare con gli ideali politici detto questo non mi meraviglio più di niente
  16. crenabog 25 maggio 2019 ore 01:15
    X @LINTERDIT tranquilla che al peggio non c'è mai fine, viviamo nel mondo Kinder, ogni giorno una sorpresa...
  17. VirPaucisVerbo 27 maggio 2019 ore 10:35
    Innanzitutto, grazie per la citazione, caro Crenabog; le malefatte ecclesiastiche sono sotto gli occhi di chiunque li sappia ancora utilizzare (molto pochi) ma come spesso dico, la chiesa c'entra poco o nulla con la fede, almeno dal Concilio di Nicea. Come, per fare una similitudine, il Comunismo non è mai stato realizzato nelle nazioni così dette "comuniste" perché - credo - la materializzazione di un'utopia comporta la mutazione e la distruzione dell'utopia stessa, come perfettamente lo illustra Ursula K. LeGuin nel suo "I reietti dell'altro pianeta".
    Detto questo, da questo modo di ipocriti, di sepolcri imbiancati pronti a vender la propria madre per una sporca percentuale (semi-cit. "Alien") nulla mi aspetto di buono, se non una recrudescenza d'egoismo e di autocelebrazione che lascerà i pochi dotati di spirito critico sparsi come isolette in un mare inquinato. Lunga vita e prosperità :-)
  18. crenabog 27 maggio 2019 ore 18:02
    x #VirPaucisVerbo grazie a te e auguriamoci, noi galleggianti (definizione che presta il fianco alle consuete oscene battute di certi detrattori), dicevo di riuscire a finire, trascinati dal mainstream, in quel favoloso mar dei Sargassi che alla pari del Maelstrom popolava le nostre fantasie inzuppate nei testi di Salgari, Verne e Poe. E lì finalmente in una eterna quiete zen, mollemente sballottati dal passaggio delle onde, lasceremo che i nostri fluidi mentali si interconnettano e godremo di un pacifico scambio di idee, inutile, fine a se stesso, ma quanto gratificante. Iddio ti dia pace e benedizioni.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.