LA FAVOLA DELLE SCARPE BEN PAGATE

07 settembre 2010 ore 19:09 segnala

Data di prima pubblicazione in internet: 24 luglio 2009

C'era una volta, in quel certo villaggio che ben conosciamo, un uomo che faceva le scarpe: dai grandi stivali per andare a seminare le zolle alle scarpette da donna per andare al ballo di Calendimaggio, e gli venivano così bene che anche da altre località venivano per comprarle. Un giorno i Broggan che vivevano dentro le sue mura rubacchiando da mangiare si recarono a rendere omaggio a Re Brian e, davanti ai minuscoli boccali di birra, si vantarono di vivere a casa del più grande ciabattino vivente. Re Brian Borough si incuriosì parecchio e gli venne voglia di avere anche lui quelle scarpe così speciali. Re Brian infatti era solo il Re dei Folletti, non come Oberon che essendo il Re della Gente Segreta comandava su tutti, e perciò non aveva stuoli di servitori pronti a fargli qualsiasi cosa. Spesso le cose che voleva doveva rimediarle da sè. Una notte quindi, accompagnato da un gruppo di Leprechaun, andò dal ciabattino che fu molto sorpreso di trovarselo davanti: aveva sempre saputo di lui ma non lo aveva mai incontrato di persona. Si sedette sul tavolo (i folletti son proprio piccoli, si sa) e gli spiegò che voleva un paio di scarpe bianche e verdi, con i tacchi dorati e nel più breve tempo possibile, anzi, quella notte stessa! Il ciabattino gli propose di fargliele trovare per il tramonto seguente e si misero d'accordo sul prezzo, un paiolo di monete d'oro. Quando fu il momento Re Brian andò a prenderle e fu contentissimo di come gliele aveva fatte perciò fece comparire il paiolo promesso e se ne andò; poco dopo il ciabattino saltò sul suo carretto trainato da un pony e corse verso la Radura dei Tumuli. Ai folletti e altri esserini fatati che si presentarono disse che era venuto per acquistare tutto l'idromele che gli avessero portato e quelli, essendo molto avidi, si precipitarono a prendere tutte le botticelle che avevano con le quali riempirono la botte che aveva portato sul carretto. Lui l'assaggiò, ne fu soddisfatto e pagò tutti generosamente con le monete di Re Brian poi tornò alla locanda dove vendette la botte all'oste per l'equivalente di ben più di due paioli di monete d'oro. Il mattino dopo, appena sorse il sole, le monete di Re Brian, essendo fatate, scomparvero diventando cenere, suscitando l'ira dei folletti che andarono dal Re a protestare. Quando seppero che erano sue, si arrabbiarono talmente che Re Brian fu costretto a scappare a Cavanagh e a restarci per un mese finché non se ne furono dimenticati... Anche il ciabattino non si era dimenticato delle storie che raccontava il narratore e ben sapeva quanto Re Brian potesse essere infido perciò aveva escogitato quel piano: se devi fare una cosa, falla in fretta! e non credere a tutto ciò che luccica...

11734329
Data di prima pubblicazione in internet: 24 luglio 2009 C'era una volta, in quel certo villaggio che ben conosciamo, un uomo che faceva le scarpe: dai grandi stivali per andare a seminare le zolle alle scarpette da donna per andare al ballo di Calendimaggio, e gli venivano così bene che anche da...
Post
07/09/2010 19:09:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. Marco 08 settembre 2010 ore 10:20
    e da qui il famoso detto "Fare le scarpe a qualcuno"...in questo caso "Farsi fare le scarpe" :)
  2. crenabog3 08 settembre 2010 ore 10:21

    eheheheh! certo, l'importante è evitare le scarpate, almeno in montagna eheheh!

  3. milady444 08 settembre 2010 ore 10:22

    non fare domani quello che potresti fare oggi....

    scrivi belle favole marco

    ciao:rosa

    graziella

  4. tenalady 08 settembre 2010 ore 10:24

    veritiero il racconto...:-)

    :-( le monete di re Brian erano  sparite perchè fatate :-( ci sono rimasta male pure io...

    mi era venuta l'ansia ... i folletti nervosi....

    vallo a spiegare che erano diventate cenere .. :cosaaa

    Bella storia...verro' spesso a fare visita alla teverna

    Buona giornata

  5. crenabog3 08 settembre 2010 ore 10:28

    x milady ciao cara, della serie eh già, ma soprattutto se proprio devi farlo fatti almeno pagare con un bonifico bancario! a meno - certo - che la banca non sia la Gringott di Harry Potter eheheh!

  6. crenabog3 08 settembre 2010 ore 10:29

    x tenalady, bene, spero che anche le altre ti piacciano, sono un po' lunghette ma almeno risparmi sul costo delle librerie! Un abbraccio.

  7. cosillo 08 settembre 2010 ore 10:54

    fa le scarpine a Re Brian e le scarpe ai folletti.

    Un artigiano coi fiocchi!

    Ciao

    Adriano

  8. un.amorepersempre 08 settembre 2010 ore 11:18

    artigiani così non esistono più, quelli si che non morivan de fame mai :-))

    bellissima questa favola, come le altre che leggo sempre molto volentieri, perdonami se a volte non lascio commenti, ma sortiscono sempre un bell'effetto.

    abbraccio e buona giornata

     

    lucia

  9. Antelao 08 settembre 2010 ore 12:16
    ordino un paio di scarponcini da trekking rossi con le cuciture in contrasto. Suola modello "Brian 2.0" e fodera in "leprechaun-tex". Pago con fotocopie di sterline.
    A, dimenticavo: numero 42 e 1/2.
    A, dimenticavo: bella favola!



    UdM

  10. gattamannara 08 settembre 2010 ore 13:20
    Che scrivere se non i miei migliori complimenti? Da sempre io sono appassionata della civiltà celtica e del folclore irlandese…quindi le tue fantastiche storie popolate da leprechaun, folletti ed elfi vari sono come la nutella sul pane per me... :-)))( il cacio sui maccheroni non mi garba)….mi chiedevo…ma un boccale di birra rossa,è indicato con pane e nutella?? :-))) Aspetto con ansia la prossima!
    Babs
  11. LacrimaFelice.64 08 settembre 2010 ore 13:31

    finalmente era ora

    che bello 

    leggere le tue favole ...

    Buona giornata

    e ben ritornato

    :rosa Rosy:rosa

  12. dolcecarrie 08 settembre 2010 ore 14:43
    Furbo ma previdente il ciabattino 

     ha agito con scaltrezza ed ha avuto ragione.. 


    .le monete sono andate in cenere!


    Buon pomeriggio amico  :rosa


    Cate
  13. tata1965 08 settembre 2010 ore 15:32
    é sempre un piacere leggere le tue favole...
    riesci sempre ad insegnarci qualcosa con semplici parole e tanta fantasia di quel magico mondo che hai....
    una affettuoso abbraccio
    Tata
  14. Sebas71 08 settembre 2010 ore 19:17

    ...ehehehe... mi incurioscisce l'idromele,un sidro alcolico ottenuto dalla fermentazione del miele...

    devo prenderne qualche bottiglia da tenere in cantina da offrire a chi non crede nelle favole e nei folletti :many

     

    .... vuoi vedere che finita la bottiglia li vedono anche loro??? eheheheh

    ps ... complimenti per il  racconto ... insegna che nella vita bisogna farsi furbi :-)))

    ciao da Sebas

  15. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:24

    x cosillo, eheh il ciabattino era un furbo di tre cotte, ma non cotte come le pere bensì cotte come le còtte di maglia di ferro che proteggevano gli impavidi cavalieri dai malnati! eheheh!

  16. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:27

    x un.amorepersempre:  va bene, anche se non lasci commenti quel che conta è che ti siano piaciute e che ti sia venuta voglia di continuare a leggerle. Un abbraccio!

  17. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:29

    x Antelao, ohilà fratel montanaro, va bene, si passa l'ordinazione anche se prima deve farmi i camperos in pelle di pitone da abbinare ai rayban verdescuro e allo Stetson bianco...ahahah!

  18. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:43

    x gattamannara: ohh che bello sapere che ti piacciono sempre, sì, sono tutte ambientate in una specie di terra che va tra il Galles, l'Irlanda del Nord, il Canavese e la bassa Romagna, un pout-pourrì geografico con radici celtiche fortissime ma personaggi discendenti da molte saghe e tradizioni diverse. Poi certo ogni tanto mi diverto, come nel mettere la foto presa da DARBY O'GILL E IL RE DEI FOLLETTI, vecchissimo film Disney con un imberbe Sean Connery.  Dubito molto che qualsiasi cosa si abbini alla nutella ma solo perchè a me non piace, io amo la fondente pura! La birra rossa la vedrei bene con delle fettine di pane abbrustolito e riccioli di burro freddo sopra di esse, magari anche qualche pistacchio per passare il tempo oziando! Bacioni!

  19. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:45

    x Lacrima.Felice, sono contento anche io di ritrovarti qui da me, ci aspettiamo alla prossima!

  20. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:50

    x dolcecarrie: vero, il ciabattino non si è lasciato frodare da re Brian, ma chiunque è un poco addentro al folclore celtico sa che non ci si deve mai fidare dell'oro fatato, è sempre destinato a scomparire! Quindi, non correte alla fine dell'arcobaleno, è inutile!

  21. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:53

    x tata1965, buona serata Dea, possano i tuoi passi risuonare tra il muschio del Bosco Buio e fare invidia a Titania. Sì, cerco sempre di mettere qualcosa nelle mie storie che le renda giuste per far crescere i piccoli a cui sono destinate e per far pensare, anche solo un momento, i grandi che vi capitano a leggerle. Male non fa, anzi. Un inchino di cuore.

  22. crenabog3 08 settembre 2010 ore 19:57

    x Sebas71, già, sarebbe bello conservarne una botticella in cantina o uno di quegli orcioli con l'anello di lato che si sollevavano ad altezza della testa per bere direttamente dalla canna! Ma sai, anche un altra cosa sarebbe bellissimo bere, almeno, per noi lettori è una specie di cult. Parlo del DANDELION WINE, il vino di fiori di dente di leone, mirabilmente cantato e descritto da Ray Bradbury nei suoi racconti, che portava in sè il profumo dell'estate e il forte colore giallo del sole che scaldava il cuore. Forse, un invenzione dell'america rurale, magari lo fanno veramente in certe fattorie. Ma sarebbe così bello se lo potessi bere! Chi lo sa! Un caro saluto!

  23. Sebas71 08 settembre 2010 ore 20:20

    Grandeeeee .... il DANDELION WINE wooww da come lo descrivi deve essere davvero niente male...

    prometto che se lo trovo ti avvertooo... e una bottiglia è per teee :spot

    ciaoooo Crenabog

  24. appenninico 08 settembre 2010 ore 20:22

    Notevole, il ciabattino... :ok

  25. cittadino.italia 08 settembre 2010 ore 20:29
    ... penso che se tu organizzi un ritiro (senz'altro un ottimo ritiro) con una squadraccia di ragazzini (squadraccia per modo di dire), sarebbe molto difficile per te tornare al lavoro, non ti lascerebbero andare nemmeno per le più belle scarpe costruite da quel simpatico ciabattino. Bella favola, e poi rivivere sensazioni ormai lontane, rinfranca lo spirito, e non di poco. Un salutone.:ok
  26. Anastasia59 08 settembre 2010 ore 21:07
    Come tutte le favole anche questa finisce con una morale ...Una  conclusione di validità generale nata spesso dalla saggezza che deriva dall'esperienza ...Complimenti ! mi ripropongo visite successive per leggere ed assaporare con calma le tue creazioni ...Buona serata Flo' :rosa
  27. serenella21 08 settembre 2010 ore 21:26

    però ke cattivo sto re :gun

    ha imbrogliato il ciabattino

    praticamente gli ha fatto le scarpe :-)))

    i folletti dovevano pestarlo e pikkiarlo:clava  sto re imbroglione:inkazz

    dolce notte scusa stasera ho la connessione ke scappa:anykey

    come il re.....:strega ......bacione...:inchino  mister favoloso:bacio

  28. serenella21 08 settembre 2010 ore 21:33

    mannaggia nn riesco ad inviare il commento:gun

    spero stavolta :hell

    praticamente il re furbo e imbroglione ha fatto le scarpe al ciabattino:hehe

    i folletti dovevano pikkiarlo altro ke inkavolarsi:clava

    un bacionee:bacio  e ke la connessione me la mandi bona :-)))

  29. serenella21 08 settembre 2010 ore 21:36

    hahhah :many e ke successsoooooooooooo:sbong

    sono apparsi due commenti:sbong

    wee qsto è magiaaaaaaaaa:giullare

    aiutooooooooo:strega

  30. crenabog3 08 settembre 2010 ore 21:48

    x Sebas71, ok, tienimelo in fresco, deve essere delizioso, se non mi sbaglio Bradbury lo ha descritto nel libro L'ESTATE INCANTATA, un libro meraviglioso, Oscar Mondadori, se lo trovi arraffalo al volo! Abbracci!

  31. crenabog3 08 settembre 2010 ore 21:52

    x appenninico, eheh, un gran furbastro, sì. Un abbraccio, amico mio carissimo!

  32. crenabog3 08 settembre 2010 ore 21:54

    x cittadino.italia, sai, penso che se mi proponessi per fare il successore del Mago Zurlì in televisione avrei delle buone chances...come mi ci vedi con la tutina e il tutù a palloncino? ahahah! ho persino un favoloso Topo Gigio e una Topa Gigia in panno lenci degli anni cinquanta che ancora conservo da qualche parte in casa... eheheh!

  33. crenabog3 08 settembre 2010 ore 21:57

    x Anastasia59, d'accordo Flò, la porta della taverna è sempre aperta, il falò è acceso e la birra è a disposizione, siediti e leggiti tutto quel che vuoi, per i buoni amici il posto si trova sempre qui. E magari mi farai sapere se ti saran piaciute anche se non vengo sempre qui visto che sto quasi sempre nel mio blog principale. Grazie e a presto!

  34. crenabog3 08 settembre 2010 ore 22:00

    x serenella21, ciao figliola cara, eccomi qui. Eh be', re Brian Borough E' il re dei folletti quindi in verità dovrebbero portargli rispetto ma si sa come son fatti i folletti, toccagli i soldi e diventano pestiferi. Ma i soldi fatati lo san tutti che proprio per la loro natura durano solo fino al mattino poi con l'alba, come i troll diventano di pietra, i soldi diventano cenere e fumo. Ben gli sta a tutti loro, dunque, eheheh! Un bacione tesoro, passa una serena notte, saluti anche dal fratellino!

  35. alienman 08 settembre 2010 ore 22:33
     :alien Effettivamente caro “Cappellaio matto” permettimi di apostrofarti così! Sei veramente forte, troppo forte sia nelle varie tematiche che tratti e sia in queste fiabe e racconti mirabolanti.

    Il tuo estro, la tua ironia suscitano interessi sempre più ghiotti. A te va il mio plauso e al tuo blog unico nel suo genere il primato di essere una colonna portante di chatta.it.

    Non credo di esagerare con i complimenti…..li meriti tutti.

    Un caro abbraccio. x:-) :clap

  36. Settembre 08 settembre 2010 ore 23:44
    mi associo ad alienman,il tuo blog è unico......

    leggendo si impara ma contemporaneamente...

    mi ci ritrovo bimba a leggere le fiabe che

    non mi furono raccontate.Io vivo nelle dolomiti

    che ne dici ci saranno anche qui elfi  fate e folletti?

    un caro abbraccio

    :ciao  Mg
  37. Heaven.AndHell 09 settembre 2010 ore 01:46
    ...che sto Re Brian era un proprio un paraculo! Ahahahah ciao Grande
  38. LoCAr 09 settembre 2010 ore 02:14
    mannaro! carina davvero! anche se io spero che tu torni a disegnare fantasy! senza nulla togliere ai tuoi scritti,ma mancano le tue tavole artistiche:-) lo sai mi piace il disegno fantasy! specie chi come e' te ne e' estremamente bravo
  39. crenabog3 09 settembre 2010 ore 11:06

    x Alienman, ricevere apprezzamento da te è sempre una grande soddisfazione, entrambi cerchiamo di dare molto, il massimo, a queste nostre pagine e la stima reciproca è totalmente giustificata. Un abbraccio carissimo e chi sa se un giorno riusciremo a fare quel blog letterario e citazionista che immaginasti...!

  40. crenabog3 09 settembre 2010 ore 11:10

    x Settembre: grazie a te e penso che lassù potresti trovare i Coboldi, una specie di gnomi della mitologia germanica, usi a scavare gallerie nelle montagne e a scivolare sull'arcobaleno. Penso che giusto loro se ne stiano lassù tra le forre a picchiettare, folletti magari sarà difficile, poche collinette morbide! Un abbraccio...

  41. crenabog3 09 settembre 2010 ore 11:12

    x Heaven.AndHell, be', via, diciamo che alla fin fine...il lavoro di un Re dei Folletti è proprio quello, no? eheheheh! Con tutto il rispetto per Jarrett di David Bowie...

  42. crenabog3 09 settembre 2010 ore 11:14

    x LoCAr hai ragione ma il tempo oramai manca sempre di più e l'ispirazione anche visto il perenne menefreghismo di chi ho accanto in merito a questa mia arte. L'ho sempre detto, ogni Artista deve avere una Musa e solo allora crea opere immortali. Mettigli accanto una moglie e neanche la Cappella Sistina esisterebbe... un abbraccio all'Amico tra gli amici!

  43. lagunablu2010 09 settembre 2010 ore 12:04

    Ho sempre amato le favole,

    le amo tuttora!

    Mi hanno insegnato molte cose quando ero bambina,

    e continuano ad insegnarmene!

    Le favole.... lezioni di vita!

    Grazie Crena, davvero molto bella!

    :bye :bye

  44. crenabog3 09 settembre 2010 ore 12:41

    x lagunablu: essendo storie nate per far dormire Brunello, hanno tutte un doppio significato. Uno, quello di storia rilassante o avventurosa, due quello di insegnargli qualcosina di etico o morale, tanto per aiutarlo a crescere bene. Se poi io ci stia riuscendo è tutto da vedere ma è indubbio che almeno ci ho provato, eheh! Un abbraccio cara.

  45. tina67 09 settembre 2010 ore 19:11

    Bisogna vivere adesso, oggi. Che domani oggi sarà già passato. i

    Il mondo è dei furbi però...

    ciao

    Annette
  46. crenabog3 09 settembre 2010 ore 20:59

    x tina67 : ah cara mia, il mondo è dei furbi, sì, per questo il ciabattino, per difendere il giusto salario al suo lavoro si è dovuto far più furbo. Il che insegna che i furbi malevoli prima o poi in qualche modo la pagano...eheheh!

  47. PrimaDelSilenzio 10 settembre 2010 ore 22:10

    ......questa favola, a parte la morale, non rimandare a domani ciò che puoi fare oggi, sono una patita delle scarpe, che peccato non avere un ciabattino come lui alla porata di.....piede , chissà come si sbizzarrirebbe (si può dire?) ahahahahaha, nel farle a me.....prima ancor di diventare pazzo ahahahaha........

    Vabbè dai, sono in un periodo no, marito che non sta bene, quindi niente ferie , stanchezza accumulata ............ma io vado avanti sempre con ottimismo,  soccombere ........non è nel mio stile.......

    Un abbraccio

    Anna

  48. crenabog3 11 settembre 2010 ore 17:56

    x PrimaDelSilenzio, mi spiace che il periodo non sia dei più rosei, spero tanto che presto la vita torni a sorridere anche su di te e le persone che ti sono care. Un abbraccio e chi sa, magari un ciabattino così ci sarà pure sull'elenco del telefono!

  49. DesertVampire 11 settembre 2010 ore 18:24
    carina :-))) sisi mi piace :-))) e poi io adoro le scarpe :-))) ne ho  110  paia :love
  50. crenabog3 11 settembre 2010 ore 21:08

    x DesertVampire, oh sorellina notturna, che magnifico commento deliziosamente femminile eheheh! Un bacione e tante bistecche al sangue!

  51. cioccolatino111 13 settembre 2010 ore 15:14

    :mmm in una notte di luna piena...dal simpatico ciabattino, un paio di scarpette d'argento da ballo, che mi facciano ballare tutta la notte, :nonono male ai piedi:-)))  e che tengano lontano la stanchezza e tristezza...e che mi facciano trottolare:drunk  e poi volare...verso fantastici mondi...dove fate e folletti...cantano e suonano una soave musica:batayeye  con la quale, tutti gli esseri umani sulla Terra...sorridono abbracciandosi....vabbè, magico sogno utopistico:hoho  

    :staff ciao:-))

  52. alienman 13 settembre 2010 ore 20:45
    :alien Ciao mitico…un caro abbraccio ! :clap

  53. ampollina2 15 settembre 2010 ore 08:18

    :kissy Ti  immagini  se  potessimo  pagare  tutti  così,saremmo  costretti  a  rincorrerci   come  il  gatto  e  il  topo   ahahahahahahhaah  mi  sembra  quasi  una  trovata  napoletana

  54. crenabog3 15 settembre 2010 ore 11:13

    x cioccolatino111 mai smettere di sognare, se finisce il sogno finiamo di esistere noi stessi. E dunque sogna e vola più lontano che puoi, il mondo è nelle tue mani, trasformalo in ciò che desideri. Abbracci.

  55. crenabog3 15 settembre 2010 ore 11:14

    x Alienman grazie vecchio amico, sempre sulla breccia!

  56. crenabog3 15 settembre 2010 ore 11:15

    x ampollina2 da un popolo che mise in circolazione i miniassegni di carta che dopo un mese si sbriciolavano tra le dita ci sarebbe da aspettarsi anche questo...AHAHAHAHAH!!! Bacioni!

  57. Mine62 17 settembre 2010 ore 08:48

    CHE È PUBBLICATA QUELLA FAVOLA NEL TUO BLOG, E CREDO CHE SONO STATA L'UNICA CHE TI HA COMMENTATO ALLORA.

    MI DISPIACE CARO, MA MI VENGONO RICORDI MOLTO TRISTI. IN QUELLA DATA LA NOSTRA BIGSANDKHANNA SE NE È ANDATA, IL GIORNO PRIMA.

    COMUNQUE T'ABBRACCIO TANTISISISIMO,

    UN CARISISISISMO SALUTO

    DA LONTANO

    MINE

  58. crenabog3 17 settembre 2010 ore 11:07

    Mine carissima, è vero quel che dici, ricordo bene tutto e purtroppo il dispiacere per la perdita di Marianna non è scomparso. Rimane di lei un caro e dolce ricordo ma la mancanza si fa sentire, anche se non più come nell'onda emozionale dei primi giorni. E ammetto anche la mia colpevolezza nel non essere più tanto costante a passare nel suo blog per lasciare il mio segno con gli altri. Ti abbraccio.

  59. dolceluna71x 21 settembre 2010 ore 13:02

    1 uovo oggi che una gallina domani!!

    della serie...cogli l'attimo......!!!!

    bellissima favola....

    un abbraccio

    Cat

  60. crenabog3 22 settembre 2010 ore 10:14

    x dolceluna71x: ciao Cat, grazie per l'apprezzamento, si cerca di far qualcosa di buono per il divertimento del pupo e dei miei lettori. Un abbraccio!

  61. Mine62 23 settembre 2010 ore 06:58

    COMUNQUE LA BELLA FAVOLA LA CONTINUO A LEGGERE A TINDARO, CON LA CERTEZA CHE LUI MI ASCOLTA, ANCHE SE ANCORA NON DICE NULLA.

    SPERO CHE UN GIORNO I NOSTRI PICCOLI SI CONOZCANO E TU LI  RACCONTI DI PERSONNA.

    DA LONTANO

    MINE

  62. crenabog3 23 settembre 2010 ore 11:06

    x Mine, sono felice che le mie cosine ti siano gradite e utili per far compagnia a Tindaro, mi auguro che possano piacergli e fare correre la sua fantasia e magari lasciargli anche qualche piccolo insegnamento. Vi abbraccio con grande affetto.

  63. follettoarrabbiato 03 novembre 2010 ore 14:23
    Ciao...con molto molto ritardo me le gustero' davvero con calma...bravo Crena.... :-))
  64. crenabog3 04 novembre 2010 ore 10:42

    x follettoarrabbiato, grazie tesoro, sapevo - quando mi scrivesti che saresti passata - che ti sarebbe passato di mente impegnatissima come sei , così come ero certo che prima o poi saresti riuscita a trovare un po' di tempo anche per me, ed eccoti qui. Bacioni con tutto l'affetto che sai.

  65. parnassius2 03 marzo 2012 ore 17:12
    questa...questa capita proprio giusta per una piccola festicciola che faremo a fine mese. Ci sono di mezzo dei folletti. Vedrò di elaborare qualcosa, poi ti farò sapere :batatifo

    bella comunque..... :clap
  66. crenabog3 04 marzo 2012 ore 21:33
    va bene, poi mi dirai che hai combinato, saluti cari...

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.