IL DIO DELL'ORO

27 febbraio 2012 ore 20:04 segnala
di Mario Rapisardi



Ecco il sir dei mercati, il dio dell'oro,
Che al par sui troni e sugli altari ha regno;
Ecco il nume dei numi, a cui dà l'oro
Beltà, forza, saper, destrezza, ingegno.

Se d'onore gli parli, ei parla d'oro;
Se di patria, di riso ei ti fa segno;
Tu spargi il sangue e quel dei figli, ei l'oro
Serba, che libertà lo muove a sdegno.

E poi che tregua a sua lurida rogna
Mercate croci e ciondoli non danno,
Genealogici illustri alberi sogna.

Questo, o plebe, è colui che sul tuo danno
Traffica e ingrassa de la tua vergogna;
Questo, o plebe codarda, il tuo tiranno.
03f543b4-fe96-4960-9610-9b9788344196
di Mario Rapisardi « immagine » Ecco il sir dei mercati, il dio dell'oro, Che al par sui troni e sugli altari ha regno; Ecco il nume dei numi, a cui dà l'oro Beltà, forza, saper, destrezza, ingegno. Se d'onore gli parli, ei parla d'oro; Se di patria, di riso ei ti fa segno; Tu spargi il sangue...
Post
27/02/2012 20:04:49
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. parnassius2 28 febbraio 2012 ore 08:21
    Oro....Oro....Denaro....Denaro....è qua che gira il mondo e alla resa dei conti solo per Lui si ama, si combatte......si muore!!!!!

    Che tristezza.....
  2. crenabog.2 28 febbraio 2012 ore 09:06
    buongiorno cara, più pubblico poesie di Autori dell'Ottocento e più rimango stupefatto nel vedere quanto quel che scrivevano sia rapportabile ad oggi. Non cambia mai niente, questo sì che è tristissimo.
  3. cuoredivaniglia 29 febbraio 2012 ore 16:02
    Denaro e potere....una "droga" che annebbia la mente e distorce l'Animo umano, facendo assopire e morire nel Cuore....le cose che sono davvero importanti x le creature umane.
    Buon proseguimento di giornata... :rosa
  4. crenabog.2 29 febbraio 2012 ore 21:28
    giusta considerazione, tutto questo Avere ci sta facendo dimenticare di Essere. ciao!
  5. tablor 26 settembre 2013 ore 22:14
    Sempre attuale. Tutto cambia ...per non cambiare mai.
  6. crenabog.2 27 settembre 2013 ore 00:00
    vero. non basta nemmeno fare due passi avanti e uno indietro, come diceva quel bel tipo... restiamo immobili.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.