SOPRA IL QUADERNETTO D'UN BIMBO

04 gennaio 2012 ore 20:05 segnala
di Edmondo de Amicis



Ecco i quaderni sporchi dei bambini,
Tutti logori fogli accartocciati,
Chiazze d’inchiostro, calcoli sbagliati,
Buchi, macchie di pappa e burattini;

E nel bel mezzo azzurri cerchiolini
Fatti dal pianto, e scarabocchi ai lati.
E qua e colà foglietti lacerati
Per fare alle pallette coi vicini.

Tale è la vita, o bamboli, in succinto;
Conti sbagliati, lacrime frequenti,
E burattini ad ogni piè sospinto;

E ogni giorno una pagina si strappa,
E sotto ai più magnanimi ardimenti
C’è sempre un po’ la macchia de la pappa.
9d2bf3a0-64f9-4872-9bbe-2f7fca7f5a58
di Edmondo de Amicis « immagine » Ecco i quaderni sporchi dei bambini, Tutti logori fogli accartocciati, Chiazze d’inchiostro, calcoli sbagliati, Buchi, macchie di pappa e burattini; E nel bel mezzo azzurri cerchiolini Fatti dal pianto, e scarabocchi ai lati. E qua e colà foglietti...
Post
04/01/2012 20:05:26
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. Evelin64 04 gennaio 2012 ore 20:31
    Quaderni di bimbi, prime esperienze e primi confronti con le emozioni che suscitano le parole :-)) ....che teneri!
    Buona serata...Evelin :bye
  2. albaincontro 04 gennaio 2012 ore 21:01
    Che tenerezza!Chi se le sogna più le macchie d'inchiostro? La disperazione di riuscire a cancellarle ! Ora c'è il replay:mi sento vecchissima.
  3. Antelao 05 gennaio 2012 ore 08:40
    no, dai, le macchie di pappa sul quaderno: Edmondo, ma che dici? C'e' un doppio filo che mi lega a De Amicis: ho abitato in via De Amicis, a Sassuolo dal 1962 al 1964 e in quell'appartamento nacque la mia prima sorella, Anna. Inoltre la scuola elementare che ho frequentato tra il '67 e il '71 era proprio la "Edmondo De Amicis". Ora quel fabbricato esiste ancora, ma col calo demografico non e' piu' una elementare ma un istituto tecnico, e le hanno pure cambiato nome...
  4. crenabog.2 05 gennaio 2012 ore 10:28
    x Evelin64, curiosamente, se ci fai caso, in quasi tutte le poesie pubblicate sin qui c'è sempre una doppia chiave di lettura, sovente molto critica contro il mondo, la società, la politica. Questo le rende perennemente attuali, anche nella loro carica commovente ed emotiva. Pensa solo a Il Re Travicello, è davvero incredibile. Cari saluti.
  5. crenabog.2 05 gennaio 2012 ore 10:30
    x albaincontro, oh , eheh! Noi, che il massimo della realizzazione era il poter andare a scuola con la stilografica di plastica, le cartucce Pelikan e la...SCOLORINA! con le due boccette bianca e rossa, e la pastiglietta che non si scioglieva mai nell'acqua e veniva fuori una correzione tutta rugginosa...ahah! Dio, che meraviglie ci siamo lasciati dietro. E per cosa, poi? mah!
  6. albaincontro 05 gennaio 2012 ore 10:34
    Al posto del Re Travicello ci sono i burattini !
  7. crenabog.2 05 gennaio 2012 ore 10:34
    x Antelao, vero? che tristezza. Io ho alcuni antichissimi libri di Edmondo, della serie I RICORDI DI...sai, quelli sulle varie città che aveva visitato e uno, immensamente bello e tristissimo, RICORDI DI SCUOLA, rarissimo. Ammetto comunque che ancora adesso che sono, come diceva Marchesi, un signore di mezza età, non riesco ad aprire CUORE, nel senso che appena ne leggo una, bada, UNA pagina sbotto a piangere come un dannato e non riesco ad andare avanti. Nessun altro libro mi strazia in quel modo. Non credo ne esista un altro di tale portata. Immenso.
  8. crenabog.2 05 gennaio 2012 ore 10:35
    x albaincontro, galleggiano sempre tutti, eh?
  9. Edelvais63 20 gennaio 2012 ore 21:57
    che bella,mi ricorda mia madre,che spesso,la recitava.grazie
  10. crenabog.2 22 gennaio 2012 ore 15:51
    x Edelvais63, sempre più mi accorgo di aver fatto finalmente un blog che vale qualcosa per qualcuno. anche se ammetto che vale qualcosa perchè non sono io a scriverlo, ma i Grandi della letteratura italiana. va be', almeno mi ridimensiono...
  11. Edelvais63 22 gennaio 2012 ore 15:55
    Si,è bello qualcuno che si nutre,anche,di poesia.Io non scrivo però le leggo e compro molti libri di poesia.Nutrimento dell'anima e,ogni volta che le rileggo,hanno un'intonazione e un alito diverso.Ciao marco
  12. parnassius2 25 febbraio 2012 ore 14:42
    veramente molto molto bella! E poi Edmondo de Amicis.....un Grande!!!!!

    Talor, sognando, mi raccolgo anch’io
    Sopra la cima d’un ridente clivo,
    In una villa tacita, e là vivo
    Solo con te, le mie memorie e Dio.

    -.. da: L'amore al tramonto ..-


    p.s. : ho fatto un copia/incolla......bel passaggio vero?
  13. crenabog.2 27 febbraio 2012 ore 11:46
    molto bello davvero, cosine del genere oramai ce le scordiamo, ehh...
  14. P.aradiso1965 28 luglio 2014 ore 22:44
    Quando si parla di E. De Amicis mi viene sempre in mente il libro Cuore e quella lezione di vita del maestro che dice: Voi dovete essere contenti. Oggi entra nella scuola un piccolo italiano nato a Reggio Calabria, a più di cinquecento miglia da qui. Vogliate bene al vostro fratello venuto da lontano in modo che non si accorga di essere lontano dalla sua città....
    Una frase studiata e ristudiata per anni... Scusami non c'entra con questa poesia ma è stato un pensiero mio volante.
    Complimenti! ;-)
  15. crenabog.2 18 agosto 2014 ore 14:51
    x P.aradiso1965, hai fatto bene, De Amicis ha scritto molti magnifici libri, non solo Cuore che pure adesso, a quasi sessant'anni, non posso aprire senza automaticamente mettermi a piangere appena ne leggo qualche pagina. Chi è un grande scrittore lo resta anche se passano i secoli. Abbracci.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.