Pacemaker cerebrale può curare l'anoressia

08 marzo 2013 ore 15:27 segnala


Un pacemaker impiantato nel cervello potrebbe rappresentare una soluzione estrema per guarire dall'anoressia. Il dispositivo è in grado di stimolare i centri neurali di ansia e umore. Alcune delle pazienti sottoposte a questo tipo di trattamento hanno ricominciato a mangiare e preso peso. La sperimentazione è stata condotta dalla University Health Network e i risultati sono stati pubblicati su Lancet.
La ricerca – Il test clinico è stato portato avanti in Canada su sei pazienti gravemente anoressiche. Il pacemaker è uno stimolatore che si impianta nel cervello e che è già in uso su pazienti con morbo di Parkinson e in sperimentazione per altre patologie come depressione e Alzheimer.

Gli esperti hanno impiantato l'apparecchiatura nel cervello delle pazienti e tre di loro sono visibilmente migliorate e hanno preso peso.

Ovviamente si tratta di una terapia estrema e fortemente invasiva perché implica un intervento chirurgico ma bisogna considerare che l'anoressia, se non curata entro i primi anni, diventa sempre più difficile da gestire e molte pazienti rischiano la morte.
(web)
9e9f75cd-56dc-4e5f-9035-2f0a6ce91abb
Un pacemaker impiantato nel cervello potrebbe rappresentare una soluzione estrema per guarire dall'anoressia. Il dispositivo è in grado di stimolare i centri neurali di ansia e umore. Alcune delle pazienti sottoposte a questo tipo di trattamento hanno ricominciato a mangiare e preso peso. La...
Post
08/03/2013 15:27:02
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.