Per te che non ci sei piu'

31 maggio 2010 ore 15:49 segnala
Mi chiedo se abbia senso tormentarsi per una persona che non si potra' mai piu' rivedere. Eppure a distanza di anni capita ancora di pensarci e di fare figure di merda nel mondo perche' non riesco a superarlo e non riesco ad essere forte.
No mi si addice "essere macho" 365 giorni l'anno 24 ore su 24. Credo che un uomo non debba aver paura dei suoi sentimenti e solo accettandoli possa in un qualche modo essere consapevole di se stesso e progredire come persona.
Per questo io scrivo tutto cio' che sento anche del mio primo amore, portatomi via dalla nera signora.... un amore molto lontano negli anni ma che ancora mi fa chiedere come sarebbe stato e se ancora saremmo stati insieme.
Ho avuto altre storie nella mia vita dopo di lei un paio importantissime; pero' periodicamente ritorna in me quel ricordo che mai m'abbandonera'.
Forse e' meglio cosi'.... o almeno io voglio che sia cosi'. Non potrei vivere se dovessi forzatamente dimenticarmi di lei; amo poterla ricordare in quella parentesi d'infanzia passata insieme...dai 16 ai 18 anni....il primo vero amore, la prima volta, le prime paure, le gioie, la passione, i dolori, le gelosie... ricordero' tutto di lei.
Mi spaventero' il giorno in cui non saro' capace di ricordarmi il suo viso e quel sorriso, ancora oggi capace di darmi serenita' solamente col suo ricordo.
Strana la vita, ancor piu' della morte che me la' portata via. Quando hai la consapevolezza che non potrai piu' toccare, parlare e vedere una persona e' in quell'istante che ti leghi a lei per l'eternita' ricordando ogni istante.... ricordando quelle sfumature a cui non davi importanza un tempo.
Ora invece ricordi il suo profumo, il colore dei suoi occhi, la sua voce, la passione di quei movimenti sensuali nascosti dietro al nostro albero; ricordi quando ti chiamava "cricetino" e non ti fa arrabbiare come allora ma pagheresti per risentirglielo dire ancora una volta.

Purtroppo questi sono solo ricordi, un piccolo placebo del destino forse, oppure una spada di damocle che sempre risvegliera' il mio dolore. E mentre la cicatrice che ho sul cuore si fa sentire non posso fare altro che sospirare profondamente, chiudere gli occhi per trattenere le lacrime e sussurrarti ancora una volta TI AMO. :cuore
11611714
Mi chiedo se abbia senso tormentarsi per una persona che non si potra' mai piu' rivedere. Eppure a distanza di anni capita ancora di pensarci e di fare figure di merda nel mondo perche' non riesco a superarlo e non riesco ad essere forte.No mi si addice "essere macho" 365 giorni l'anno 24 ore su...
Post
31/05/2010 15:49:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote

Commenti

  1. nalla78 31 maggio 2010 ore 21:34
    Non ho parole per commentare questo post..non per mancanza, ma per rispetto di un sentimento così bello che a distanza di tempo è ancora molto forte dentro di te. Non credo che il suo ricordo svanirà, così come non credo che smetterai mai di amarla...non volevo scrivere nulla ed invece l'ho pure fatto..perdonami, a volte il silenzio sarebbe più che lecito e dovuto.
  2. claudix.1986 18 luglio 2010 ore 01:09
    grazie per aver scritto quello che io non ho ancora il coraggio di fare.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.