Di nuovo al lavoro. Piccola riflessione.

11 ottobre 2010 ore 15:50 segnala
Oggi sono tornata di nuovo al lavoro, non sto benissimo ma quanto meno riesco a stare in piedi. Ieri stavo troppo male per scrivere, non avevo proprio le forze per fare niente, tanto che è venuta Elena a casa mia, per dare da mangiare a Selly e per prepararmi il pranzo.Stamattina non potevo prendermi di nuovo un giorno di malattia, così, tutta incappucciata, sono corsa subito al negozio.Sono stata tutta la mattina seduta sulla sedia di fronte al pc e alla cassa, fissando fuori, la strada.Lì fuori c'è proprio di tutto, donne, uomini, bambini, animali e dietro ad ognuno di loro c'è una storia, una serie di avvenimenti concatenati fra di loro, che li porta ad essere quello che sono.Qualche anno fa, quando non studiavo, mi capitava di guardare delle telenovelas o soap opera, lo so, per molti di voi saranno programmi stupidi, senza senso, ma vite come quelle ne esistono. Tante cose successe a loro sono successe anche a me (quelle più reali è ovvio). Quindi forse, le nostre vite, tutte unite, sono come delle telenovelas, tutte concatenate fra di loro.Chi pensava che fossi intelligente, adesso non lo pensa più, lo so. Ma cercate di capirmi, sono ancora stordita dall'influenza!Qualche ora fa mi ha chiamato mio fratello, Alessio. Stavo mangiando prima di ritornare al lavoro ed sent squillare il mio cellulare. Un numero sconosciuto, non salvato nella rubrica. "Pronto?"Ciao sorellina!" tutto d'un tratto riconosco quella voce:"Alessio!"Come va? Ho saputo che hai abbandonato..."Sì Ale, non mi andava, non volevo fare l'avvocato."Capisco, quindi adesso che fai?"Lavoro come commessa. Mi accontento."Stai scrivendo?" Sì, sto scrivendo un piccolo romanzo, magari appena lo finisco lo faccio pubblicare."Brava! Vedo che sei sempre la stessa Bea, temeraria e sognatrice." Ah Ah! Guarda che si vive anche di questo fratellone, si vive di speranze." Va bene Bea, l'importante è che tu sia felice."Io lo sono, e tu?! Non ti vedo da mesi!" Lavoro, e ho trovato anche casa. Mi farebbe piacere che tu e mamma e papà passaste qui anche solo un weekand." Sì, ci proverò." Dai Bea fallo per me! Ci sono delle sorprese, e voi siete la mia famiglia!" Non lo so." Promettimi che prima o poi verrai qui da me, anche da sola." Te lo prometto Ale." Adesso però vado che mi aspettano per pranzo, un bacione sorellina!" Ciao Alessio!".Io vorrei tanto andarci, ma non voglio vedere mio padre, il quale farà di tutto per farmi sentire in colpa, per aver lasciato l'università, per averlo deluso.



11775385
Oggi sono tornata di nuovo al lavoro, non sto benissimo ma quanto meno riesco a stare in piedi. Ieri stavo troppo male per scrivere, non avevo proprio le forze per fare niente, tanto che è venuta Elena a casa mia, per dare da mangiare a Selly e per prepararmi il pranzo.Stamattina non potevo... (continua)
Post
11/10/2010 15:50:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    1

Commenti

  1. serenella21 11 ottobre 2010 ore 20:13

    la vita è tua anke se hai deluso le aspettative di tuo padre

    se lui ti ama capira' ..ke ora sei felice con la tua indipendenza

    nn rimandare al domani cio' ke puoi fare oggi

    qsto è un mio parere

    ciao..lisa

  2. tecerco 12 ottobre 2010 ore 19:29

    Ma daiii, vai a questa riunione familiare! E' una buona occasione per stare tutti assieme! E poi tieni conto che i papà hanno un debole per la figlia femmina. Io, ce l'ho!;-)

    Ciao

    Tc

  3. tecerco 23 gennaio 2011 ore 23:36

    Ciao. Buon inizio settimana.

    Tc

  4. tecerco 15 marzo 2011 ore 19:55
    Ciao. Buona serata!

    Tc

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.