ADDIO PETER PAN

28 aprile 2013 ore 21:40 segnala


T’ho amato, ora ti odio
e l’illusione
di piacerti ancora ormai m’ abbandonata.
Ho dignità ed orgoglio adesso
E la certezza che mai tu mi hai amata.
Avidamente a piene mani hai preso
tutto ciò che potevi, senza mai donare
e per quel bisogno d’amore che avevo
io t’ ho lasciato fare.
Giunto ora è il momento: vado via,
meglio senza di te, meglio esser sola.
Rimpiangerai quel bene che non ti so più dare
e sarà il tuo non esser mai cresciuto
a farti ancor del male.
Non vedrai decadere il mio corpo
ad opera del tempo,
né l’offuscarsi della mente mia
allo scorrer dei giorni, lento.
Ferirmi non potrai, né ridere di me,
sono lontana ormai …
b12f5113-59c4-475b-a11e-2998c5d733f3
« video » T’ho amato, ora ti odio e l’illusione di piacerti ancora ormai m’ abbandonata. Ho dignità ed orgoglio adesso E la certezza che mai tu mi hai amata. Avidamente a piene mani hai preso tutto ciò che potevi, senza mai donare e per quel bisogno d’amore che avevo io t’ ho lasciato fare. Giunt...
Post
28/04/2013 21:40:06
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    5

L'ULTIMO VOLO

23 aprile 2013 ore 20:33 segnala


All’improvviso, come impazzito
spinse col becco
la porticina schiusa d’una dorata gabbia
uscì, aprendo le intorpidite ali.
Fu questo l’ultimo suo volo…
Forse anche il primo,
repentino,
come di chi ad un tratto
comprende d’aver perso della vita ogni occasione
e di esser stato invano prigioniero.
Così, giorno per giorno,
di brevi frullii d’ali contento
e dell’acqua fresca spruzzata sulle penne
guardando il mondo
fra le fitte sbarre d’una gabbia d’oro.
Finchè cessò la voce,
persero luce gli occhi
ed in quel cieco volo
sentì la rabbia, trovò la forza
e assaporò l’amata libertà
cadendo al suolo.


d99edc05-178c-49de-a3dc-de7310f76864
« immagine » All’improvviso, come impazzito spinse col becco la porticina schiusa d’una dorata gabbia uscì, aprendo le intorpidite ali. Fu questo l’ultimo suo volo… Forse anche il primo, repentino, come di chi ad un tratto comprende d’aver perso della vita ogni occasione e di esser stato invano ...
Post
23/04/2013 20:33:37
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    5
  • commenti
    comment
    Comment
    8

SERA PAESANA

16 aprile 2013 ore 21:28 segnala




La sera
ogni sera rasente le case del borgo
s’insinua furtiva fra gli orti e i portoni
pian, piano spegnendo le luci del giorno.
Oscura le strade e i cortili,
allunga le ombre degli alberi cupi
e dei camapanili
che presto rintoccano l’ora,
segnale gradito alla gente dei campi
di fare ritorno alla vecchia dimora.
Di voci di mamme affacciate ai balconi
chiamando i lor bimbi per cena
già s’empie ogni via
e ad un tratto la sera,
fra i monti la luna solleva,
si chiudono imposte, s’accendon finestre
una ad una
sussurra discreta soltanto la vecchia fontana
e quiete ritonan le vie
E’ dolce la sera paesana
ma non indugiar col pensiero,
chè tosto veloce e ruffiana
ti dona le tue nostalgie…
2e811fc3-e8dc-423d-bdae-088ac8d77e0c
« immagine » La sera ogni sera rasente le case del borgo s’insinua furtiva fra gli orti e i portoni pian, piano spegnendo le luci del giorno. Oscura le strade e i cortili, allunga le ombre degli alberi cupi e dei camapanili che presto rintoccano l’ora, segnale gradito alla gente dei campi di fa...
Post
16/04/2013 21:28:52
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    2

ACCOMPAGNAMI

17 marzo 2013 ore 22:32 segnala


Tu che conosci le mie geografie
Accompagnami oltre l’orizzonte
Con le mie mani toccherò l’azzurro
E di notte coglierò stelle
Su tappeti di cielo voleremo insieme
Sospinti dal vento dell’amore
Spezzeremo catene
E intoneremo il nostro canto libero
a9248aba-286b-4536-b9d8-881853b617bc
« immagine » Tu che conosci le mie geografie Accompagnami oltre l’orizzonte Con le mie mani toccherò l’azzurro E di notte coglierò stelle Su tappeti di cielo voleremo insieme Sospinti dal vento dell’amore Spezzeremo catene E intoneremo il nostro canto libero
Post
17/03/2013 22:32:19
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    7

Sogno viennese

12 gennaio 2013 ore 21:23 segnala
Se potessi rinascer nel tempo
Principessa viennese sarei
Tu saresti il mio principe azzurro
Sulle note dei valzer di Strauss
Danzerei insieme a te volteggiando.

Nei palazzi di corte d’Asburgo
Come Sissi e lo sposo suo amato
Fra gli specchi lucenti danzando
Indossando sfarzosi vestiti
Con i nastri di raso ai capelli.

Danzerei insieme a te amato amore
Dentro cerchi di magiche note
Fino all’alba a trascorrer le ore
Poi le danze protrarre nei sogni
E tenerti abbracciato con me.

Se potessi, t’avrei a me accanto
Per le strade di Vienna in carrozza
Con pariglie di bianchi cavalli
E a cassetta un Cupido discreto
A custodia del nostro segreto.

Rispecchiarci nell’acque serene
Del Danubio che scorre incantato
Dolcemente nell’anse respira
Dopo aver catturato la luna
Bianca dama che l’ha innamorato
Se potessi…


419bdfd4-6921-4e80-adad-c45a7da15636
Se potessi rinascer nel tempo Principessa viennese sarei Tu saresti il mio principe azzurro Sulle note dei valzer di Strauss Danzerei insieme a te volteggiando. Nei palazzi di corte d’Asburgo Come Sissi e lo sposo suo amato Fra gli specchi lucenti danzando Indossando sfarzosi vestiti Con i...
Post
12/01/2013 21:23:23
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    14

COLTIVANDO UTOPIA...(tanto per condividere i miei sproloqui)

02 novembre 2012 ore 17:08 segnala



Ho fatto un sogno per questa nostra bella e disperata patria, dove ormai il degrado morale impera, le ingiustizie sono la regola, i vecchi contano solo al momento delle votazioni e poi vengono ignorati, rinchiusi in istituti e a volte maltrattati da badanti indegni, dove i bambini contano solo per le catene commerciali e nulla di importante per la vita è dato loro. Per questa nostra Italia dove le lauree si comperano e le professionalità vere scarseggiano, dove i migliori fuggono in cerca di fortuna, dove il malcostume è accettato e ladri in guanti bianchi continuano imperterriti a razziare, indisturbati. Lupi rapaci vestiti da agnelli, sanguisughe sempre più avide attaccano le loro ventose insaziabili sulla pelle di chi ignaro ha riposto in loro fiducia. Per la nostra Italia dove il popolo sembra paralizzato e non sa più che fare…
Dicevo: un sogno per questa nostra patria amata dove la brava gente è tanta ed è smarrita come un gregge senza più pastore.
Per la res pubblica
Mi trovavo in cima a un monte altissimo
da dove
tutt’ intero vedevo il Bel Paese,
dai monti al mare isole comprese.
Potevo guardare quel che succedeva
regione per regione, provincia per provincia,
città per città e ogni paese.
Ho visto gente affannarsi invano e lavorare
ma che a stento arrivava a fine mese
Ho visto chi piangeva e chi invece sorrideva
Ho visto i ladri che viaggiavano impuniti
Bambini ricchi e altri malvestiti
Chi stava sotto ai ponti e chi dentro un castello
Scelto fra i tanti di sua proprietà…
Ho visto ed ho osservato, poi ho scritto
Con tizzo di carbone sulla roccia
Così che da lontano ben si veda
Quel che per me sarebbe il cambiamento:

a)Da domani più nessuno che già abbia governato
lo potrà più fare.
Via tutti!!! Non potran tornare!
b)Ogni provincia scelga fra la gente
che ad ogni ceto sia appartenente
alcuni cittadini di provato onore
c)Non destra e non sinistra
non servon proprio a niente
d)Solo due i requisiti
l’integrità morale e l’autentico interesse per la gente
(e per la “res pubblica”)
d)E fra queste persone sceglierà il migliore
ogni popolazione, provincia per provincia,
regione per regione ed anche le città
e)Al governo centrale ci andrà chi
Avrà maggior consensi, questo si!
f) Tutti gli altri rimarranno in casa
manterranno la loro professione
daranno il loro onesto contributo
per migliorar la vita alle persone,
e lo stipendio solo quel sarà
E si farà politica soltanto
per amor della gente, non per altro!
Sono ingenua? E’ solo un’ utopia?
Probabilmente si…
Ma il mio sogno lasciatelo così.
588a1304-4f21-464f-b8c7-980ce5acfbc9
« video » Ho fatto un sogno per questa nostra bella e disperata patria, dove ormai il degrado morale impera, le ingiustizie sono la regola, i vecchi contano solo al momento delle votazioni e poi vengono ignorati, rinchiusi in istituti e a volte maltrattati da badanti indegni, dove i bambini...
Post
02/11/2012 17:08:22
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    6
  • commenti
    comment
    Comment
    8

Ricordi di scuola

24 luglio 2012 ore 21:28 segnala


Tanti i ricordi
Dell'età mia verde
Quando alla scuola
Mi toccò d'andare
Al suono della prima campanella
Cara maestra mia, ti vidi
E mi apparisti bella
Capelli biondi e azzurri avevi gli occhi
Mi accoglievi alla soglia sorridendo
M'insegnavi il saluto
Mi accompagnavi al banco
Dandomi il benvenuto
Sei anni avevo
Ed ero intimorita
Cartella di cartone sottobraccio
Un nero grembiulino col colletto bianco
Iniziavo così una nuova vita
Al mio posto seduta dietro un banco
Inchiostro e calamaio
L'asticciola, il quaderno, la gomma e la matita
Il libro di lettura
E il sillabario col compositore
Appese alle pareti addirittura
Dell'alfabeto letterine in grande
Man mano che insegnavi la scrittura
Lavagna nera, gesso e cancellino
La data in alto scritta per benino
Come dimenticare quei tuoi sguardi
Quando mi sorprendevi a chiacchierare
O quando io, distratta da un nonnulla
Fantasticavo mentre tu spiegavi?
Il rimprovero certo non mancava
Eri severa...
Ma a tratti la dolcezza sul tuo volto
Tradiva l'emozione che provavi
E quando poi leggevi la puntata
Del buon Pinocchio e delle sue avventure
A un tratto m'apparivi come fata
Sapevo che quel rito benedetto
Chiudeva finalmente la giornata!
12b4bf07-7a24-4367-bf0f-663a64ab050a
« video » Tanti i ricordi Dell'età mia verde Quando alla scuola Mi toccò d'andare Al suono della prima campanella Cara maestra mia, ti vidi E mi apparisti bella Capelli biondi e azzurri avevi gli occhi Mi accoglievi alla soglia sorridendo M'insegnavi il saluto Mi accompagnavi al banco Dandomi il...
Post
24/07/2012 21:28:40
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment
    3

Ciascuno cresce solo se sognato

04 maggio 2012 ore 20:56 segnala
C'è chi insegna
guidando gli altri come cavalli
passo per passo:
forse c'è chi si sente soddisfatto
così guidato.

C'è chi insegna lodando
quanto trova di buono e divertendo:
c'è pure chi si sente soddisfatto
essendo incoraggiato.

C'è pure chi educa, senza nascondere
l'assurdo ch'è nel mondo, aperto ad ogni
sviluppo ma cercando
d'essere franco all'altro come a sé,
sognando gli altri come ora non sono:
ciascuno cresce solo se sognato.


(Danilo Dolci)
da769de0-36dd-4826-892c-64ad5bfb0f86
C'è chi insegna guidando gli altri come cavalli passo per passo: forse c'è chi si sente soddisfatto così guidato. C'è chi insegna lodando quanto trova di buono e divertendo: c'è pure chi si sente soddisfatto essendo incoraggiato. C'è pure chi educa, senza nascondere l'assurdo ch'è nel mondo,...
Post
04/05/2012 20:56:25
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4
  • commenti
    comment
    Comment
    8

La casa sulla roccia

01 maggio 2012 ore 18:31 segnala


Stava scritto nel vostro cielo
questo giorno tanto atteso,
benedetto dal Signore del tempo.
E fu l’amore a rubare
raggi al sole
per illuminare il vostro volto,
a distillare per voi le gocce di un tramonto
ed offrirvi nelle sere
il rosso vermiglio dei giorni sereni.
Un vento di gioia
vi donerà cieli tersi e arcobaleni
soffiando profumi d’amore.
E con fili di seta fatti di respiri
cucirete ad uno ad uno petali di rose
per formarne cuscini
ove posare il capo
e per voi
mantelli di cielo trapunti di stelle,
nelle sere più fredde.
Vi siano guida le voci dei cuori
l’una dell’altra eco
in un battito uguale,
così insieme, sarete forti come la roccia
ove,
solida e sicura,sorgerà la vostra casa.
9ce21e6e-9f6d-4d8c-b742-da4501782f2c
« immagine » Stava scritto nel vostro cielo questo giorno tanto atteso, benedetto dal Signore del tempo. E fu l’amore a rubare raggi al sole per illuminare il vostro volto, a distillare per voi le gocce di un tramonto ed offrirvi nelle sere il rosso vermiglio dei giorni sereni. Un vento di gioia...
Post
01/05/2012 18:31:16
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    2
  • commenti
    comment
    Comment

Sabbia fra le dita

08 gennaio 2012 ore 17:26 segnala


Passano inesorabili
I giorni della vita
Scorrono inarrestabili
Son sabbia fra le dita
Ogni respiro un battito d'ali
Un soffio di vento
Un momento
Ripenso a ciò che è statoo
A quello che io ho avuto
A quello che sognavo
A ciò che mi è accaduto
Ai doni inaspettati
Alla gioia, all'amore, alle attese
A tante delusioni
Alle speranze accese
Penso ai miei sogni infranti
A quelli ancora in volo
A tutti i miei rimpianti
Vola veloce il tempo
E poi non c'è più tempo
Vivo i miei respiri
Aspettando domani.
016cf812-615d-4253-b43d-10286ad7e5fe
« video » Passano inesorabili I giorni della vita Scorrono inarrestabili Son sabbia fra le dita Ogni respiro un battito d'ali Un soffio di vento Un momento Ripenso a ciò che è statoo A quello che io ho avuto A quello che sognavo A ciò che mi è accaduto Ai doni inaspettati Alla gioia, all'amore, ...
Post
08/01/2012 17:26:39
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    9
  • commenti
    comment
    Comment
    8