***...e adesso? ***

01 giugno 2019 ore 08:26 segnala


Quante volte lo abbiamo detto e lo diremo?
E' la domanda che spesso ci facciamo quando ci troviamo davanti ad una scelta da fare oppure quando raggiungiamo un obiettivo prefissato e ci chiediamo cosa accadra'.
e adesso ...cosa succedera'?
e adesso...cosa faro'?




Farsi domande e' un atteggiamento creativo che comprende curiosita',capacita' organizzativa e un pensiero indipendente e domandarsi "...e adesso?" non solo ci aiuta ad affrontare tutte le situazioni che ci possono capitare ma ci aiuta anche a conoscere noi stessi.
Non e' un segno di incertezza, come possono pensare alcuni, ma solo la consapevolezza di cio' che il futuro, con le sue probabili varianti, potrebbe avere in serbo per noi.
La maggior parte di coloro che invece non si pongono domande finisco per subire gli eventi vivendo il piu' delle volte nel caos e nell'incertezza.




Dicevo prima che e' un pensiero indipendente perche' ogniqualvolta ci poniamo la domanda "e adesso?" abbiamo la capacita' di affrontare la realta' da piu' prospettive e quindi di scegliere soluzioni alternative.
Sicuramente non tutte le scelte sono cosi' semplici da prendere, dalla piu' banale alla piu' importante, perche' implicano sempre uno stato di cambiamento e questo potrebbe spaventarci.
Se penso alle scelte, penso anche alle conseguenze e vi confesso che, per esperienza personale, non bisognerebbe mai fare scelte affrettate. Far combaciare sempre un pensiero razionale al pensiero intuitivo a mio parere trova il giusto equilibrio nella visione globale delle cose.


...e adesso?


Vi ringrazio di aver letto il mio post e vi auguro buona giornata!


882b2bcb-0977-42f3-8892-6b37f5571a29
« immagine » Quante volte lo abbiamo detto e lo diremo? E' la domanda che spesso ci facciamo quando ci troviamo davanti ad una scelta da fare oppure quando raggiungiamo un obiettivo prefissato e ci chiediamo cosa accadra'. e adesso ...cosa succedera'? e adesso...cosa faro'? « immagine » Farsi...
Post
01/06/2019 08:26:01
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Commenti

  1. yoqu.iero 01 giugno 2019 ore 09:33
    sono convinto che sarebbe meglio non porsi tante domande e agire d'istinto ma tutti abbiamo insicurezze, paure e ci tormentiamo pensando a ciò che potrebbe essere e così facendo lasciamo che tante situazioni ci sfuggano dalle mani
  2. 63klimo 01 giugno 2019 ore 10:14
    Trovo questo post,bello come al solito,diverso dai soliti per un motivo:c'e' incertezza o quantomano non poni la domanda facciomo l'uno o l'altro,tertium non datur.Sia nelle decisioni banali,che in quelle importanti,si ci chiediamo adesso?
    Forse perche' abbiamo fatto una scelta che non ci convince del tutto:quella della via di mezzo.
    Buona giornata a te.
  3. altergem 01 giugno 2019 ore 16:12
    bel post, originale (come tutti i tuoi). E adesso? che commento faccio?
    Mi torna in mente "sliding doors", il film con la paltrow in cui il suo personaggio cambiava il corso degli eventi della sua vita a seconda di una sua scelta (in questo caso se prenda o meno la metropolitana).Credo che tutti noi
    siamo messi davanti "all'attesa di un metro" prima o poi nella nostra vita.Non ci resta che ponderare bene a quella che sarà la nostra scelta, d'altronde non potremo mai sapere cosa succederà se prenderemo o mai quel metrò.
  4. crenabog 01 giugno 2019 ore 19:36
    Si dovremmo essere più oculati, ragionare a fondo. Magari ci ritroveremmo senza l'attuale coniuge e figli, con un lavoro diverso. Magari saremmo anche già morti, chi sa. La vita è una ragnatela di scelte e se spezzi un filo non sai se volerà via o si legherà ad un ramo diverso.
  5. johhnycash 19 giugno 2019 ore 10:18
    da M a R----
  6. bandolero.37 15 luglio 2021 ore 11:29
    e adesso? buona giornata anche a te!

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.