*** Il Cielo Perduto ***

01 luglio 2022 ore 12:42 segnala


E’ da un po’ di tempo che non condivido qui con voi i miei pensieri e mi mancava farlo, ma quando sei preso da mille pensieri e problemi non ti accorgi del tempo che passa e ti ritrovi calamitata in un tunnel dove c’e’ poco spazio per le distrazioni e il piacere.
Ieri pero’ ho letto una cosa che ha solleticato e risvegliato la mia curiosita’.
Il cielo perduto…
Come si fa a perdere il cielo? Eppure e’ immenso, maestoso ed e’ sempre li’ quando alzi la testa. Giorno dopo giorno.. anno dopo anno… secoli dopo secoli.
Ma uno scatto fotografico della via lattea risalente al luglio 1999 fatto da un ragazzo adolescente che si trovava in vacanza a Perugia nella casa dei nonni confrontato con uno scatto identico stessa location, stessa stagione, stesso orario ma solo 21 anni dopo…fa capire come si puo’ perdere quel cielo.





Nel primo scatto la via lattea era visibilmente nitida e le stelle che la compongono erano tantissime e vicine tanto da farci vedere una “strada” di stelle bianche come il latte.
Dopo 20 anni non sembra neanche lo stesso cielo, le stelle che la compongono sembrano perse e sono cosi’ rade che non ci fanno piu ‘ vedere ne’ immaginare quella “strada”.
Eppure le stelle non spariscono e non si perdono quindi perche’ non li vedo?




Puo’ essere che delle variazioni metereologiche influiscano sulla nitidezza di uno scatto fotografico…vero
Puo’ essere la qualita’ dell’obiettivo fotografico…vero
Puo’ essere la qualita’ dell’aria…. vero
Ma puo’ essere che, usando tanta illuminazione per ogni cosa che facciamo e ad ogni ora del giorno, interferisca sulla qualita’ della visione? Ebbene si.. parliamo di inquinamento luminoso.




La moltitudine di luci artificiali, di cui si abusa e che proiettiamo verso l’alto, utilizzate senza limiti dall’uomo soprattutto nei centri urbani, crea questa alterazione.
Sembrerebbe un problema poco rilevante invece documentandomi sono rimasta affascinata e sbalordita nell’apprendere che in realta’ comporta danni a molti esseri viventi compreso l’uomo.
La costante presenza innaturale di luce influisce sui ritmi biologici degli organismi, interferendo con le migrazioni, i cicli produttivi, il sonno e altre attivita’.



La luce e’ un parametro in base al quale gli organismi regolano le proprie attivita’: le piante e gli animali capiscono il trascorrere delle stagioni e si regolano di conseguenza per il letargo o la riproduzione.
A causa del prolungamento della fase illuminata della giornata, alcuni vegetali non riescono ad adattarsi alle variazioni stagionali; animali e uccelli che sfruttano le stelle per orientarsi sono distratti dalle luci artificiali e guidati in maniera errata si ritrovano persi con conseguenze fatali.




Curiosita’:
- Una notte del 1994, un terremoto provoco’ un black-out a Los Angeles. Molti centralini del numero unico per le emergenze statunitense, il 911, ricevettero telefonate allarmate: i cittadini erano spaventati a causa di una “nube argentata"” nel cielo. Si trattava della Via Lattea, la nostra galassia, che fino a quel momento era stata invisibile agli occhi degli abitanti a causa dell’eccesso di luci artificiali che schermava il cielo
- Sia per l’inquinamento atmosferico nonche’ quello luminoso a Singapore e in Kuwait, il 99,5% delle stelle risulta invisibile




Io vorrei nuovamente ammirare quel cielo e quelle stelle quindi che ne dite se spengo la luce?
Creiamo anche intimita' … che nn guasta mai!


fb9cf3fa-34f5-41f4-aec5-fc186e2ebad7
« immagine » E’ da un po’ di tempo che non condivido qui con voi i miei pensieri e mi mancava farlo, ma quando sei preso da mille pensieri e problemi non ti accorgi del tempo che passa e ti ritrovi calamitata in un tunnel dove c’e’ poco spazio per le distrazioni e il piacere. Ieri pero’ ho letto ...
Post
01/07/2022 12:42:14
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    13

Commenti

  1. ElTrumbee 01 luglio 2022 ore 13:04
    Buongiorno.... Riesci Sempre a farci Riflettere!!!! Grazie....
    Complimenti!!!
  2. 58klimo 01 luglio 2022 ore 13:10
    :ok
  3. barlafussmi 01 luglio 2022 ore 15:02
    Grazie...per avermi regalato la possibilità di fermarmi un momento...un momento per leggerti e per stare con te...con i tuoi pensieri...anche se in due posti e in due momenti diversi... parametri della vita che a volte non coincidono...ma a volte si!
    Un abbraccio e un bacio
    Francy
  4. Tomnook 01 luglio 2022 ore 19:11
    Finalmente uno dei tuoi post, quelli belli e riflessivi, era tanto che non ne scrivevi uno. Che dire...se spengessimo le luci sarebbe meglio per tutti in modo da riscoprire quelle cose che l'inquinamento luminoso ci nasconde...bel post :D
  5. Sirio.1984 01 luglio 2022 ore 23:30
    Molto interessante , come sempre.
  6. MidnightGambler 05 luglio 2022 ore 21:54
    Ci vorrebbero più giornate "M'illumino di meno", che già dal titolo dato all'iniziativa è da Oscar.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.