Abbracciare gli alberi

09 agosto 2010 ore 22:16 segnala
Più di tremila anni fa i monaci cinesi erano soliti attuare una pratica, che oggi si sta riscoprendo, abbracciare gli alberi. Questi monumenti della natura guardano il nostro passare, vivono per moltissimi anni, alcuni addirittura per secoli, e sono solo da scoprire, perché come ci insegna oggi Mauro Corona, ogni albero ha il suo carattere, la sua personalità, le sue proprietà e per tutte queste e altre mille ragioni va rispettato e amato.

Mauro Corona ha imparato ad amarli a conoscerli uno per uno, a scoprire ciò che come uno scrigno essi nascondono, ma sono pronti a donare a chi mostra loro vero amore.

Corona parla degli alberi come se stesse parlando delle persone
, dei suoi amici incontrati ad una festa di paese, vive in mezzo alla natura a Erto, è uno scrittore, scultore di legno e alpinista. Amante dei boschi, fin da bambino li percorre, grazie ad un antico amore trasmesso direttamente da suo nonno, una fanciullezza passata nella natura, nei boschi, luoghi che oggi purtroppo non sono capiti come un tempo, la maggior parte delle persone non li conosce, non vi porta i bambini, invece sarebbero da riscoprire e rivalutare per delle gite alla scoperta di un mondo meraviglioso.

Abbracciare un albero è un gesto, come anticipavo nell’introduzione, antico di millenni ma ancora oggi valido per captare tutta l’energia che un albero è capace di trasmettere a chi ha la sensibilità di coglierla e apprezzarla.
Esistono molti tipi di alberi, e non sono tutti uguali, infatti, Mauro Corona descrive ogni albero in modo ben distinto, evidenziando di ciascuno la personalità, proprio come un buon educatore o maestro farebbe dei propri amati ragazzi.
La cosa che più colpisce è che ciascuno di noi incammindandosi in un bosco, è capace di scegliersi il proprio albero da abbracciare, e il proprio albero preferito, insomma una sorta di sintonia che si dovrebbe venire a creare tra regno animale e regno vegetale.

Ecco la descrizione dei vari alberi:

Il faggio: è forte, affidabile, ispira immediata fiducia. 

 

Gli alberi da frutta: come il melo, il pero o il pesco, sono come gli amici che è bello incontrare sempre, magari ogni giorno, perché allegri, gioviali, profumati, pronti ad accogliere accanto al loro tronco per donare la fresca chioma e i saporiti frutti.

 

Le betulle: sono anche per i celti degli alberi speciali, anzi unici, le vere regine del bosco, eleganti, ricche di linfa utile, solo apparentemente fragili, dentro forti e capaci di piegarsi ma non spezzarsi, secondo Mauro è l’albero indicato per chi sta per compiere un viaggio, abbracciarlo ci aiuta nel cammino scelto.

 

Le querce: sono enormi e immensi alberi, assomigliano alle donne di un tempo, che oltre che accudire al focolare domestico, gestivano con energia e tenacia l’intera vita familiare, ma non hanno secondo Corona nulla di magico, sono belle nella loro umile e semplice forma.

  

Sambuchi: su questi alberi già anticamente, i celti, attribuivano un significato ambivalente da una parte di rigenerazione dall’altra parte di morte, ad esempio si pensava che costruire una culla con questo legno potesse causare la morte del nascituro.

  

Maggiociondolo: un albero umile, poco conosciuto, senza troppe pretese, se però si ha bisogno di lui, c’è! Come i veri amici, pochi ma buoni, ecco questa l’idea di  Corona su questo albero.

 

Di sicuro noi tutti dovremmo dimostrare più amore e riconoscenza verso gli alberi, basti pensare alla quiete e alla tranquillità che si ha passeggiando accanto a loro, accarezzando la loro corteccia, respirando la loro aria, il loro profumo. Non è possibile non dare ragione a Corona, quando consiglia di portare i bambini nei boschi a far conoscere loro la natura, imparare i nomi degli alberi, le loro caratteristiche e magari gli animali del bosco e quelli che proprio vivono sugli alberi.

 

E il vostro albero qual'è?

 

 

11706435
Più di tremila anni fa i monaci cinesi erano soliti attuare una pratica, che oggi si sta riscoprendo, abbracciare gli alberi. Questi monumenti della natura guardano il nostro passare, vivono per...
Post
09/08/2010 22:16:59
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    3

Commenti

  1. serenella21 09 agosto 2010 ore 22:58

    il mio albero preferito  il salice piangente  qndo pikkolina andavo dai nonni...ho qso ricordo impresso un grande albero con i rami piegati all'in giu'

    grazie mille x la bellissima poesia :rosa

    buona serata.:rosa .lisa

  2. tecerco 09 agosto 2010 ore 23:25

    Non sono in grado di dirti quale albero preferisco ma mi piacerebbe entrare in un bosco con tanti di questi alberi e, accostandomi, scegliere quello che sento piu' in sintonia con me. Io, però, non sono un grande esperto e perciò tu sarai con me, in qualità di dolce guida, per l'occasione!

    Un caro saluto.

    Tc:rosa :rosa

  3. dolcegatta62 09 agosto 2010 ore 23:29
    Sono una donna / non sono una santa / non tentarmi non sono una santa / Non mi portare / nel bosco di sera / ho paura nel bosco di sera...". .......ahahahahah
  4. tecerco 09 agosto 2010 ore 23:38

    Dolce gatta, amica mia, er tecerco te-ce-porta di pomeriggio... così non ti spaventi e, se proprio non troviamo un albero da abbracciare, Nicole, faremo uno sforzo di fantasia e...eheheh.;-)

    Io so' tremendo ma pure tu, dolcissima amica, te la cavi egregiamente...

    Bacio.

  5. uncuoregrandecosi 10 agosto 2010 ore 10:18
    troppi buoni i suoi frutti
    ciao buona giornata :bye
  6. mogul 10 agosto 2010 ore 14:01

     

    il carpino,

    umile, semplice, forte e compatto...

    uno degli arbusti piu diffusi nel mondo,

    ciao, buona giornata,

                                     Mog

  7. Antelao 10 agosto 2010 ore 17:50
    portato ad andare verso l'alto, i miei preferiti sono i FAGGI, ma soprattutto i LARICI. E poi c'e' il mio amico/nemico, il MUGO!


    UdM

  8. Arwelyn 10 agosto 2010 ore 21:21
    indecisa fra betulla e maggiociondolo, che tra l'altro non sapevo neppure esistesse..:wow
    :kissy
  9. ReCremisi.ME 12 agosto 2010 ore 10:45
    in giardino ho una meravigliosa pomelia...poichè sono appassionato di cultura celtica, mi rispecchio nella "quercia" che è simbolo di vita e forza.
    Buona giornata
    S.
  10. proviamoa 12 agosto 2010 ore 21:32

    il pino...lo trovo ovunque

    dalle spiagge alle alte quote

    e il tronco del "pinus bungeana"

    è un capolavoro di tessere...

    Ser

  11. serenella21 12 agosto 2010 ore 22:17

    abbracciare un albero ti da' un senso di sicurezza di stabilita'

    loro ci donano l'ossigeno x vivere

    sono indispensabili x la nostra sopravvivenza

    quindi meglio avere un albero x amico..ke un amico albero:-)))

    buona serata un abbraccio

  12. serenella21 13 agosto 2010 ore 21:47

    passo x augurarti un felice ferragosto

    ciao..:bacio lisa

  13. libero59 15 agosto 2010 ore 01:11
    ........ buon ferragosto :rosa
  14. tramontoassolato 15 agosto 2010 ore 03:36

     

    La mia villetta al mare è attorniata di pini marittimi che amo molto

    ed essendo a 50 MT. dal mare sono grondandi di salsedine,

    poverini, quanto devono sopportare....spero ti stia divertendo in

    questa notte di ferragosto. :-)

    Albarosa

     

  15. DonnaDiClasse 15 agosto 2010 ore 23:15

    ........ha le sue proprietà, li amo tutti senza distinzione alcuna, sulla piazza di fronte alla mia abitazione ci sono 20 alberi enormi di tiglio selvatico che si distingue dal tiglio normale per le foglie molto più piccole, la loro corteccia è molto ruvida anche perchè hanno molti anni, in estate non ho bisogno dell'aria condizionata, quando spira soprattutto di notte quel leggero venticello mi regalano un bel fresco naturale; Il legno del tiglio selvatico è tenero, uniforme e di facile lavorazione e viene usato soprattutto per fare sculture, mentre i fiori sono ricchi di oli essenziali e vengono usati per preparare infusi calmanti.

    Sono presi molto in considerazione dal mio Comune che ogni anno nel mese di Ottobre , per evitare che si ammalino, mandano delle persone specializzate che fanno loro delle flebo come alle persone.

    Spesso me li abbraccio, anzi, di solito ne abbraccio solo uno, è quello che si inoltra con un ramo nel mio studio quando la finestra è aperta e devo quindi stare attenta quando chiudo per non romperlo.

    Ferragosto ormai se ne sta andando ed io ti auguro un felice Lunedì :rosa

    Anna

  16. cosillo 16 agosto 2010 ore 17:36

    Fa una grande e fitta ombra nel periodo giusto.

    Ciao Nicole

    Adriano

  17. didi71 16 agosto 2010 ore 23:21

    senza OMBRA di  foglie...ops!scusa, di dubbio:-))) il faggio!! Ti auguro una splendida settimana DiDi:rosa

  18. palmerino1965 18 novembre 2011 ore 01:46
    Non ho un albero che preferisco: non riesco ad avere una preferenza, di solito perché amo trovare il bello in ogni cosa.
    Mi sono ritrovato più di una volta anni fa, ad abbracciare gli alberi.
    E' stato più forte di me.
    Pensavo di essere (un pochino) matto e quando ne ho parlato con un conoscente, poi diventato amico, mentre parlavamo dell'energia e come "sentirla", ho iniziato per qualche anno con lui un percorso esoterico molto bello.
    Continuo la mia ricerca esplorando nuovi percorsi e quando posso, mi fermo vicino a un tronco per goderne la sua energia.
    Bella sensazione!. :-))
  19. wildwood 04 dicembre 2011 ore 23:47
    Io sono un castagno,un castagno di quelli un pò contorti e nodosi perchè ha passato anni di estremo rigore;una volta mi fecero un taglio e nei miei anelli concentrici lessero cosa era stato della mia vita fino a quel tempo; qualcuno mi diede una mano,mi spuntò un pò di chioma,eliminò i rami avizziti e quelli secchi e fu così che ripresi vigore.Quello che ormai era scolpito nel legno più duro offriva riparo a tante altre piccole vite,quello che mi tolserò scaldò e servì a chi mi aveva aiutato; ho fruttificato ancora per tanto dando sostegno di alimento e giaciglio,ora però da una bestia immonda sono minato e non so poprio che sarà di me ma sono felice di esser appartenuto a quel tempo ed a quella civiltà del castagno..

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.