Troppo Cerebrale

23 aprile 2021 ore 10:31 segnala



''Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza complicare il pane
Ci si spalma sopra un bel giretto di parole vuote ma doppiate.
Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza calpestare il cuore
Ci si passa sopra almeno due o tre volte I piedi come sulle aiuole.''

Qui si legge di una delle più belle canzoni d’amore della musica italiana, o meglio io la definirei una canzone di “non amore”. La storia parla infatti della disillusione di un uomo nei confronti della donna che ama, la quale non in grado di accontentarsi delle semplici cose che la vita e l'amore le offrono.
Alla fine si rende conto che la persona che ama, non è quella da lui ''idealizzata'' ma una persona, che lo sta intrappolando in situazioni schematiche, facendogli perdere la libertà di amare in modo semplice, anche se lui provocatoriamente in un passaggio cerca di comprendere tale diversità, ma cede in malo modo in questi versi..

''Potrei ma non voglio fidarmi di te
io non ti conosco e in fondo non c’è
in quello che dici qualcosa che pensi
sei solo la copia di mille riassunti
Leggera leggera si bagna la fiamma
rimane la cera e non ci sei più…''


Per concludere c'è una frase che a me colpisce tanto in tutta la canzone ed è questa:

piccolissimo particolare: ti ho perduto senza cattiveria
7460b953-3bfe-4899-aa84-04453fdd4c46
« video » ''Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza complicare il pane Ci si spalma sopra un bel giretto di parole vuote ma doppiate. Troppo cerebrale per capire che si può star bene senza calpestare il cuore Ci si passa sopra almeno due o tre volte I piedi come sulle aiuole.'' Q...
Post
23/04/2021 10:31:32
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    7

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.