Un uomo qualunque....

30 settembre 2014 ore 14:49 segnala
Sicuramente sono un uomo che ha mille difetti, anzi se proprio volete saperlo, milleuno, sarò un uomo testardo, ostinato, non saprò gestire le mie emozioni, lasciandole andare ad ogni nuova cosa che mi capita, non saprò tenere ben salde le gomene delle navi piene di ciò che mi prende vertiginosamente, sarò un impulsivo, sarò un istintivo a tal punto da non riuscire a districare la matassa che spesso avvolge il mio cuore e il senso che ho di me; avrò vissuto anche una vita piena e viaggiato su ogni strada, specie su quelle del cuore e dell’anima; avrò fatto anche tutto quello che dovevo fare, senza mai risparmiarmi e senza mai avere rimpianti; avrò programmato l’imprevedibile e l’imponderabile vivendo appieno l’imprevisto e l’inimmaginabile; sarà anche vero che ho ingoiato più di quello che potevo masticare, ma ho masticato e poi magari sputato ma, quando c’era un dubbio ho affrontato tutto e sono rimasto in piedi; avrò anche amato fino a farmi male, riso, pianto, urlato e ricevuto la mia dose di sconfitte e calci in faccia dalla vita; ma sono un uomo che ha sempre saputo ciò che voleva e cosa gli accadeva. e pronto a prendere e a correre i suoi rischi perché ho valutato nella stessa misura sia il mio coraggio quanto la mia paura.
E spero sempre che tutto ciò che mi accadrà sarà come vorrò. Si, lo spero fortemente, perché io ho un solo modo per relazionarmi a tutto ciò che mi accade e alla gente che incontro sul mio cammino, un solo metro e, uguale per tutti: il RISPETTO! Il rispetto intriso di lealtà, di sincerità e di verità. Amo fino all’estremo e non ho paura a gridarlo apertamente e, quando io lo grido apertamente vuol dire che questo mio modo di amare sarà così fino alla fine dei miei giorni… fino all’estremo.
Ed è esclusivamente per questo che la cosa che mi sconvolge, di più su questa terra, è l’esistenza di gente che nonostante dice di saper guardare nei miei occhi, leggere la mia anima, comprendere quello che sento, amarmi senza riserve, vivere dei miei respiri, guardare ed emozionarsi attraverso i miei occhi….è capace di trovare mille eccezioni, nella mia cazzo di vita, per creare, dal nulla, problematiche che potrebbero essere superate semplicemente, trasferendole al mercato del “già sentito”, del “già visto”, del “già superato” e nell’ipermercato dell’inesistente. L’unica cosa che mi conforta e che mi riempie poi di serenità è la conseguente consapevolezza che questa gente…non ha un cazzo da fare, nella sua vita, non ha problemi e, come l’uomo Conad, si preoccupa di “scovarli”, i problemi, farli suoi e….complicarsi la vita. Vivete la vita come essa si manifesta a voi, accettatela per quello che è, NON cercate mai di ridisegnarla per aggirare le vostre paure e assecondare quello che desiderate. Nel momento in cui cercherete di farlo, vi ha già devastato il cuore e rubato la vostra serenità e, per sempre, le vostre certezze.
L’altro aspetto che mi dilania il petto, violentemente, è l’esistenza di quella categoria di “buone e pie persone” che si professano tuoi “amici”, si dichiarano “amici” oltre la morte, fino allo spasimo, che giurano e spergiurano che non potranno mai farti del male (che carini) ma, che senza alcun scrupolo, senza pudore, rinnegando Dio e gli uomini, senza un vero e giustificato motivo, con i loro comportamenti falsi e raggiranti, ingannano senza pietà, arrecando male allo stato puro, solo per il gusto di farlo, solo per il piacere di spegnere quella tua serenità e quel sorriso che è nato insieme a te, sulle tue labbra e su quelle delle persone che ti sono accanto; in nome di un qualche cosa che è solo il loro alibi per dormirci su, la notte. E magari queste pie e buone anime otterranno, materialmente, anche più di quello che nella vita otterrò io, con il mio rispetto e la mia lealtà, ma, siatene, certi sarà inevitabilmente gente che rimarrà povera e morta dentro, capace di non godere di nulla, perché dotata di un’anima oscura smarrita in un oblio senza tempo ….un’anima che non ha mai saputo, neanche respirare!
E rivolgendomi a loro, infine, voglio rassicurarle che nonostante i loro sforzi non riusciranno mai a spegnere il mio sorriso, qualunque cosa venga loro in mente di fare, perché ci sono altre persone che vivono per il mio sorriso e per quella serenità che da esso scaturisce, trasmettendola nei loro cuori. Potrete solamente accettare che non sarete mai state capaci di spegnerlo…quel sorriso. Vi rimarrà solamente la follia di parlarmi dietro….Pazienza, vorrà dire che…. sarò sempre un passo avanti a voi!




...non sarete mai capaci di spegnerlo....quel mio sorriso!

25fb5fc5-07bf-4b15-b155-ec639efd3213
Sicuramente sono un uomo che ha mille difetti, anzi se proprio volete saperlo, milleuno, sarò un uomo testardo, ostinato, non saprò gestire le mie emozioni, lasciandole andare ad ogni nuova cosa che mi capita, non saprò tenere ben salde le gomene delle navi piene di ciò che mi prende...
Post
30/09/2014 14:49:24
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    4

Commenti

  1. julia.pink 30 settembre 2014 ore 16:00
    Sei sicuramente amareggiato e arrabbiato e posso capirlo, ma ti vorrei consigliare oltre a non perdere mai il sorriso,come giustamente sottolinei te, di credere ancora nell'amicizia, nella mano tesa, in chi crede veramente in te, sapendo però scegliere, perchè spesso chi giura e spergiura affetto eterno è il primo a voltarti le spalle....un amico vero non dimostra di esserlo a parole.....
  2. Dr.Pentothal 01 ottobre 2014 ore 10:18
    La tua giovane età è superbamente conferma che non si devono avere per forza 200 anni per giungere ad una saggezza senza confini. Tu sei la conferma di ciò che ho sempre sostenuto: la semplicità accompagnata ad un'anima sensibile e ad un cuore senza perimetri è sinonimo di spessore umano notevole e tangibilie, capace di spingersi, senza riserve, oltre le colonne d'Ercole di una vita non ancora vissuta. Grazie amica mia.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.