~ E volarono

22 gennaio 2018 ore 22:19 segnala
“Avvicinatevi all'orlo”, disse.
“Non possiamo, abbiamo paura.”
“Avvicinatevi all'orlo.”
“Non possiamo, cadremo giù.”
“Avvicinatevi all'orlo.”
Si avvicinarono… lui li spinse.
E volarono.

(Guillaume Apollinaire)



Per me tu sarai la forza, la stretta, la mano che afferra il mio fianco ed il mio viso quando gli angoli della bocca abbandonano il peso del cuore.
Sarai il mare salutato l'ultimo giorno d'estate, l'ultima ora di luce, il primo pensiero del mattino, quindi risveglio, fatica e soddisfazione, sempre gratitudine.
Per me tu sarai il riscatto, la rincorsa e l'affanno, la doppia negazione che afferma il mio nome: il mio nome soltanto, nonostante tutto.
Sarai ambivalenza e dicotomia, la disamina accurata dei miei pensieri, il rischio da correre, l'occasione da non perdere.
Sarai la risposta al messaggio, una parola desiderata e mai cercata, la soddisfazione puntuale di un bisogno inespresso, necessità e voglia, esigenza ed azzardo.
Per me sarai l'assedio inaspettato, allorché avrò gettato le armi, incederai e mi troverai indifesa, già resa, già tua.
Sarai il confine da varcare, conquista e scoperta, la costruzione di una città come di un desiderio.
Per me sarai l'approdo sicuro, il rifugio, la riva ed il tuffo dopo la corsa, una gioia che trabocca, il ritorno a casa di chi credevi perduto: vieni, entra, rimani.


fd09e2ea-3b6b-4f73-a5b0-3bc659c702f1
“Avvicinatevi all'orlo”, disse. “Non possiamo, abbiamo paura.” “Avvicinatevi all'orlo.” “Non possiamo, cadremo giù.” “Avvicinatevi all'orlo.” Si avvicinarono… lui li spinse. E volarono. (Guillaume Apollinaire) Per me tu sarai la forza, la stretta, la mano che afferra il mio fianco ed il mio viso...
Post
22/01/2018 22:19:07
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    19

Commenti

  1. paulnow 22 gennaio 2018 ore 22:34
    La differenza tra il vero amore e il semplice sesso... Sta nelle frasi viste sopra.... Amare a pieno una persona non è solo desiderarla a livello fisico... Ma saperla aiutare nei momenti difficili... Saper imparare a sopportare i suoi difetti... Capire quando il momenti di prenderla x mano per fargli superare il precipizio.... Amare è volere la felicità del nostro partner anche se delle volte costa sacrificio.... Addirittura nel caso più estremo lasciandola andare se essa non è più felice tra noi...
  2. dria 05 febbraio 2018 ore 19:56
    @Epi.centro ... :rosa
  3. Eleanor.Peacock 17 febbraio 2018 ore 20:20
    Ti leggo e .....
    https://www.youtube.com/watch?v=MdBu21i9aEE
  4. dria 13 marzo 2018 ore 11:21
    @Eleanor.Peacock ... Grazie mille, è molto bella.
  5. leggendolamano 24 marzo 2020 ore 16:30
    pechè nn ti ho mai letta?
    mi sono perso molto, partirò dall'inizio
  6. leggendolamano 24 marzo 2020 ore 16:33
    il volo di chagall...
  7. dria 24 marzo 2020 ore 16:39
    @leggendolamano ... Dall'inizio implica un excursus troppo ampio lungo e - temo - noioso.
    Grazie di cuore per il tuo passaggio, è un segno non indifferente.
  8. leggendolamano 24 marzo 2020 ore 16:41
    forse sei stata lontana troppo dal tuo blog, non privarci ulteriormente dei tuoi scritti leggeri come piume e ricchi diun soave impressionismo letterario degno delle migliori penne.
  9. dria 24 marzo 2020 ore 16:49
    @leggendolamano ...Immensamente grazie.
  10. Iofratanti85 16 maggio 2020 ore 15:57
    Non ho parole, sei stupenda, sai che apprezzo di te ( non riferito al post), la tua semplicità, cosa rara oggi, poi scrivo bene io, tu scrivi benissimo, sono un principiante io.
  11. dria 16 maggio 2020 ore 16:04
    Scrivi molto bene, fidati, e con una frequenza disarmante. Trovi le parole giuste sempre, mentre io fatico spesso a scovarle.
    Il mio è solo un bisogno, la tua una grande ricchezza.
  12. Ciuccellone 22 maggio 2020 ore 09:15
    Avrei voluto scrivertele in privato le critiche, perché non amo farle pubbliche, però sono bloccati, quindi te le scrivo qui, sperando che tu non te la prenda.
    Quando scrivi fai pensieri troppo lunghi e non lasci al lettore il tempo di riprendere fiato. Nello scrivere ci vuole un minimo di ritmica
    I sentimenti ci sono, ma usi metafore troppo usate nella letteratura. Non che non siano importanti, ma sono semplicemente abusati ovunque.
    Dovresti trovarne di nuove, che non usino concetti vaghi o troppo cortesi, per qualcosa di più terreno, che il lettore possa percepire meglio.
    Usi parole a volte un po' in disuso, dando l'impressione che sia un linguaggio forzato.
  13. dria 22 maggio 2020 ore 09:50
    @Ciuccellone ...ti ringrazio moltissimo per le critiche (pubbliche o private poco cambia). Le accetto come si accetta un regalo inaspettato ma gradito.
    Va detto che ho sempre e solo scritto unicamente per me, non considerando il lettore né tantomeno le sue "esigenze". Scrivo per un mio personale, intimo, sincero bisogno e questo basta a non dover fare i conti con le aspettative (legittime) del lettore.
    Ti ringrazio molto comunque del tempo speso e dei pensieri espressi.
    Buona giornata
  14. Fantacik 20 gennaio 2021 ore 18:48
    Parole che lasciano "senza fiato", proprio come quel lanciarsi nel vuoto per scoprire di saper volare. Complimenti e grazie.
  15. dria 20 gennaio 2021 ore 19:03
    @Fantacik Grazie a te per aver dedicato un po' del tuo tempo alla lettura di questo post. Sei riuscito, tra l'altro, a coglierne l'essenza.
    Il tuo pensiero mi ha strappato un sorriso, grazie ancora.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.