... e che la luce ritorni!

07 giugno 2022 ore 14:04 segnala


Ho usato parole per colorare emozioni con quel colore ormai secco che non permette che sfuocate sfumature in bianco e nero. Ho poi cercato il senso del distacco e ho trovato la forza per interrompere rapporti inesistenti e persino inutili o dannosi. Tutto era menzogna emozionale, che fingendo di essermi compagna era invero carnefice del mio vivere.

Ho scoperto poi da altre parole spese, disegnate con vera intensità e provenienti da altri mondi, che nessuno è solo se decide di non esserlo, ancorché tutto sembri complottare contro di lui. Così ho lasciato che la luce illuminasse il mio cammino, rendendo tutto più tollerabile. Tutto divenne così più sopportabile, così come la distanza, le perdute emozioni, quel senso del distacco, tanto profondo da strappare il cuore dal petto, celando i suoi sorrisi persino alla vista, ma non all’anima. Quel peso profondo che mi lacerava era così finalmente scomparso.

Ho voluto scriverlo qui per lasciare traccia di me e di quei mondi che qui presenti, tutti ugualmente immensi e degni di essere vissuti, hanno sfiorato la mia orbita terrena senza volermi sottomettere al loro desiderio di gravità.

E che la luce finalmente ritorni per questa ritrovata leggerezza del vivere!
5cc36814-75f0-4ec3-a205-491a66ac1646
« immagine » Ho usato parole per colorare emozioni con quel colore ormai secco che non permette che sfuocate sfumature in bianco e nero. Ho poi cercato il senso del distacco e ho trovato la forza per interrompere rapporti inesistenti e persino inutili o dannosi. Tutto era menzogna emozionale, che...
Post
07/06/2022 14:04:46
none
  • mi piace
    iLikeIt
    PublicVote
    8

Commenti

  1. apprezzaciochesei 07 giugno 2022 ore 14:37
    Un giorno la luce illuminera'il tuo cammino che stai per percorrendo.
  2. E.Ventuale 07 giugno 2022 ore 14:39
    quel giorno è già arrivato e la luce illumina il mio cammino Milady
  3. apprezzaciochesei 07 giugno 2022 ore 14:44
    impegnativo ed intenso cammino
  4. LupaAltomare 07 giugno 2022 ore 20:04
    luce disegna la rotta alla notte, inebria la vita che stringi nei pugni.
  5. ilgiu.stotempo 07 giugno 2022 ore 20:18
    "Molto spesso la nostra tendenza a mollare e a rinunciare è dettata dal contesto e dalle persone che frequentiamo, piuttosto che da una nostra personale sensazione di non avere sufficienti risorse." Bella.
    (non trovo la faccina giusta, fai te... :) )
  6. E.Ventuale 07 giugno 2022 ore 22:46
    forse dovremo trovare il coraggio di dire basta al passato e a trovare la luce che rimette il presente nella giusta direzione ...
  7. MiaTuaSua 08 giugno 2022 ore 17:20

    Leggendo mi è venuta in mente questa canzone ....che non è un invito ad arrendersi , ma un'esortazione a mettersi in gioco SEMPRE, anche quando si vorrebbe mollare ...
  8. E.Ventuale 09 giugno 2022 ore 09:04
    Non conoscevo la canzone ma conosco la storia di Olivia, la figlia morta per meningite. Le parole che spesso uso e ho usato al momento del cedimento sono "non ancora" e sono andato avanti. Questo è il senso del mio post e credo che il mettersi in gioco renda le persone migliori rispetto ad una semplice resa.

Scrivi commento

Fai la login per commentare

Accedi al sito per lasciare un commento a questo post.